Acrobati Sonics all’Alfieri di Torino

6x3
Debutta il 25 Dicembre a Torino “Locanda Lumière”,  il nuovo spettacolo della compagnia acrobatica SONICS

Sul palco del Teatro Alfieri i Sonics presenteranno il loro nuovo lavoro, destinato a diventare un appuntamento fisso del Natale Torinese

La magia del nouveau cirque incontra la commedia, il cabaret e il genere noire, per una fiaba natalizia ricca di suspence e divertimento. Lo spettacolo rappresenta una novità assoluta per il gruppo di acrobati e danzatori italiani che la scorsa estate ha letteralmente trionfato al Fringe Festival di Edimburgo e che per la prossima stagione ha in serbo una tournée di oltre 40 date nei teatri italiani (e non solo).

Per la prima volta I SONICS si cimenteranno in uno spettacolo unico nel suo genere, in cui la magia del teatro acrobatico e la leggerezza della commedia e del cabaret si fondono insieme per raccontare una storia emozionante e divertente, che ha tutto il sapore e la magia della fiaba natalizia.

Inoltre, il nuovo progetto Sonics è stato pensato e creato esclusivamente per la città di Torino, con l’intento di farne, per i prossimi anni, un appuntamento fisso del Natale Torinese.
Forte è stata la voglia di cimentarsi con generi nuovi abbandonando, per la prima volta, i tratti stilistici tipici delle produzioni “Sonics”.
Dimenticate le atmosfere oniriche, fantastiche, le musiche epiche e gli effetti speciali: con Locanda Lumière lo spettatore sarà trasportato in un luogo dall’ambientazione retrò, dove succedono cose incredibili e dove i protagonisti, oltre alle immancabili acrobazie, danzano e recitano tra le note di walzer e ballate di tango.

Maggiori informazioni su
www.sonics.it
www.facebook.com/ACROBATISONICS

PREZZI BIGLIETTI
Da € 35 a € 20 (+ prevendita)
Riduzioni per gruppi, abbonati Torinospettacoli, ragazzi under 12, ridotti speciali “pacchetto famiglie”

ACQUISTO BIGLIETTI
On line su circuito Ticketone
www.ticketone.it
presso Biglietteria Torino Spettacoli
011.6615447 – 011.5805768 – 011.5623800
www.torinospettacoli.it

 

L’equilibrio del cucchiaino a Luino – ospite il protagonista

12239940_431199030404072_5116504451093141389_n
Dopo la chiusura di Esterno Notte a Varese torna in Provincia “L’equilibrio del cucchiaino” di Adriano Sforzi: ci sarà infatti una proiezione del docu-film, con una serata speciale, venerdì 27 novembre alle ore 21:00 presso il Cinema Sociale di Luino.

“Grazie a Carmen Niemen, da tutti conosciuta come ‘la giostraia di Luino’, che ci ha messo tanto impegno e passione per ospitare il nostro film – dichiara Sonia Mialni, co-produttrice del documentario, vincitore del premio del pubblico al Biografilm Festival di Bologna a Giugno e del Premio Marcellino de Baggis ad Ottobre – proietteremo nuovamente il nostro film a Luino, con le sinergie messe insieme da Carmen: il Comune, La Croce Rossa e la Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Luino, abbiamo replicato un evento che unisce la magia del Circo a quella del Cinema, con una serata speciale.”

Ospite d’onore della serata il protagonista del film: Alberto “Bertino” Sforzi, il più grande giocoliere dei nostri tempi, con la sua straordinaria quanto sfortunata vita e la sua grande storia d’amore con Ghisi Casartelli, figlia del capostipite del Circo Medrano. Una storia che non potrà non coinvolgere gli spettatori.

“Per noi un grandissimo regalo averlo presente – conclude Sonia Milani – renderà la serata senza dubbio ancor più emozionante e potremo soddisfare attraverso la sua voce tutte le curiosità dopo aver visionato il film e scoprire l’umiltà che caratterizza un grande artista”

La serata sarà aperta, alle 21:00, dalla proiezione del cortometraggio “JodyGiostre”, vincitore del David di Donatello nel 2010.
A seguire lo spettacolo di giocoleria dal vivo con Michael Macaggi ed il clown Sergino.

Il costo della serata è di € 7,00 per il biglietto intero e di 5,00 per il ridotto. Per gli oratori ed i gruppi superiori alle 10 persone, il costo del singolo biglietto è di € 3,00

Circumnavigando Festival

LocandinaCircumnavigando
Circumnavigando Festival Internazionale di Teatro e Circo  (http://bit.ly/circumnavigando), ritorna a Genova dal 26 dicembre 2015 al 10 gennaio 2016 per la 15^ edizione. Una manifestazione esplosiva e coinvolgente, che porterà il meglio del Circo Contemporaneo da tutto il mondo nel centro di Genova durante le vacanze natalizie, con una grande festa di Capodanno sotto al tendone da circo allestito al Porto Antico, in Area Mandraccio.

Come da tradizione, la rassegna sarà dislocata su più location e prevederà spettacoli sia a pagamento che gratuiti in tutto il centro città e non solo. A partire dallo chapiteau montato al Porto Antico, che ospiterà due repliche al giorno per tutta la durata del festival, alcuni dei migliori nomi del panorama circense contemporaneo si esibiranno al Teatro Altrove e al Teatro Govi di Bolzaneto, nel Salone del Maggior Consiglio e nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale, a Palazzo Tursi e in Piazza San Lorenzo, oltre a una parata che attraverserà il centro storico in programma il giorno della Befana.

Numeri di circo, giocoleria, acrobatica, trapezio, palo cinese, filo teso e corda molle, con un importante studio teatrale e di danza, per un’edizione ancora una volta unica nel suo genere, che punta a superare il successo di pubblico del 2014: con 20.000 spettatori e tanti spettacoli da tutto esaurito.

Tra i molti spettacoli in programma, si comincia l’edizione con una prima nazionale: il nuovo spettacolo di Giorgio Bertolotti e Petr Forman dal titolo “Juri”. All’interno della sua navicella spaziale, un igloo montato appositamente a Palazzo Ducale, si svolgerà la scanzonata e romantica storia di un clown perso nello spazio, a metà tra circo e scienza.
Per passare il testimone allo spettacolo che lungo tutto il Festival avrà luogo sotto al Tendone da Circo: il “Circo delle bolle in su” della compagnia Ribolle. Dopo una grande tournée europea la compagnia torna in Italia, passando prima dagli studi televisivi di RAI 1 per la trasmissione televisiva “Si può fare”, con il suo fantastico circo di bolle di sapone pronto a lasciare i bambini, e non solo, a bocca aperta.

Per agevolare un pubblico sempre appassionato, Circumnavigando Festival lancia la prevendita degli spettacoli a pagamento, sia online su happyicket.it che presso l’ufficio turistico I.A.T. in Via Garibaldi 12R (fino al 24/12/2015 dal lunedì a domenica ore 9.00-18.20, il 25/12/2015 ore 9.00-13.00) a Genova (http://www.visitgenoa.it).
Sono disponibili biglietti per i singoli spettacoli e abbonamenti che permettono di scegliere le date preferite, oltre che una PROMOZIONE: per tutto il mese di novembre 2015 i biglietti degli spettacoli nel Tendone da Circo saranno acquistabili a tariffa ridotta!

CIRQUE DU SOLEIL “ALEGRÍA”

Milano, 9 luglio 2012Cirque du Soleil ha il piacere di annunciare che l’acclamata produzione di Alegría arriverà in Italia a novembre e dicembre, con spettacoli a Pesaro, Bologna, Milano e Torino.

 

Alegría farà tappa nelle seguenti città con questi appuntamenti:

 

·         Pesaro dall’1 al 4 novembre 2012, all’Adriatic Arena

·         Bologna dal 8 all’11 novembre 2012, all’Unipol Arena

·         Milano dal 15 al 18 novembre 2012, al Mediolanum Forum

·         Torino dal 13 al 16 dicembre 2012, al Palaolimpico

 

I biglietti per gli spettacoli italiani di Alegría saranno disponibili, in esclusiva per gli iscritti al Cirque Club, dalle 9:00 del 10 luglio.L’iscrizioneal Cirque Club è gratuita e prevede benefit quali l’accesso alle prevendite esclusive, offerte speciali e informazioni sul dietro le quinte. Per iscriversi: www.cirqueclub.com.

 

I biglietti saranno inoltre disponibili, in esclusiva per gli iscritti a My Live Nation (www.livenation.it) dalle 9:00 dell’11 luglio.

 

La vendita generale di biglietti partirà alle 10:00 del 13 luglio tramite Cirque du Soleil www.cirquedusoleil.com/alegria e TicketOne www.ticketone.it.


Dal vocabolo spagnolo che significa esultanza, gioia e giubilo, Alegría comprende un cast internazionale di artisti e musicisti di 15 nazionalità diverse. Alegría ha uno stile barocco e operistico, con costumi teatrali, musiche originali suonate dal vivo, e un set elaborato che serve a valorizzare lo straordinario spettacolo di abilità atletica e artistica. Il risultato è un incredibile mix di abilità, forza e velocità, combinate ad eleganza e teatralità.

 

Alegría presenta numeri acrobatici mozzafiato, tra cui il sensuale Synchro Trapeze e l’energetico Aerial High Bars, in cui coraggiosissimi acrobati si lanciano da altalene in movimento all’altezza di 12 metri sopra il palco. Tra gli altri numeri : due agilissimi artisti che portano in vita l’arte Mongola della contorsione, e gli artisti che manipolano coltelli infiammati intorno ai loro corpi (il ritmico e pericoloso Fire-Knife Dance), ed ancora il velocissimo Power Track, una brillante prova di coreografia sincronizzata, sopra un sistema di trampolini, che viene magicamente rivelato da sotto il palco. Nel numero Russian Bars, gli artisti volano in aria con spettacolari salti mortali e capriole, atterrando su delle sbarre larghe 10 cm posate sulle spalle dei compagni. Alegría è più di uno show… è un’esperienza unica ed eccitante, che cattura spettatori di ogni età.

 

Cirque du Soleil

Dai circa 20 artisti di strada di cui la compagnia era formata al suo inizio nel 1984, il Cirque du Soleil, basato in Quebec, è oggi la società leader nel settore dell’entertainment. Il gruppo conta 5.000 lavoratori, di cui oltre 1.300 artisti di oltre 50 nazionalità diverse.

 

Il Cirque du Soleil ha portato gioia e meraviglia a più di 100 milioni di spettatori in oltre 300 città di sei continenti. La sede internazionale del Cirque du Soleil si trova a Montreal, in Canada. Per maggiori informazioni sul Cirque du Soleil: www.cirquedusoleil.com.

 

ARCHEO.S FESTIVAL

Marche, Abruzzo, Puglia, Crazia, Albania e Grecia  si incontrano sui palcoscenici di Archeo.s Festival in una partitura fatta di danza, teatro, musica, circo e arti visive: 14 debutti si alternano nelle suggestive location dell’Anfiteatro Romano, Mole Vanvitelliana di Ancona e l’Area archeologica dei Pini di Sirolo.

il Teatro Stabile delle Marche, il Comune di Fier (Albania), il Comune di Pazin (Croazia), il Comune di Igoumenitsa (Grecia), la Regione Abruzzo, il Teatro Pubblico Pugliese (Lead Beneficiary) sono i partner che hanno sviluppato e partecipato al progetto europeo biennale Archeo.S System of the Archeological Sites of the Adriatic Sea cofinanziato dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Cross-Border Cooperation IPA-Adriatico.

 

In scena per la seconda serata di Archeo.s Festival, la prima delle 4 produzioni del Teatro Stabile delle Marche. I registi infatti che lavorano in questo momento prodotti dal Teatro Stabile delle Marche e che presenteranno i loro lavori ad Archeo.s Festival sono appunto 4: Carlo Cecchi e tre astri di origine marchigiana, che con lo Stabile hanno già un percorso, Alessandro Sciarroni, Valentina Rosati, Luciano Colavero. Più di 80 persone lavorano tra registi, attori, tecnici e staff per portare in scena le quattro produzioni, più di 700 tra attori e danzatori sono stati provinati per far parte dei cast degli spettacoli e sul territorio marchigiano e non solo il Teatro Stabile delle Marche ha instaurato molte collaborazioni con Compagnie, Enti, Comuni, Accademie, Rassegne e Festival.

 

In ordine cronologico il primo è Alessandro Sciarroni che debutta il 29 giugno alle 21.30 alla Corte della Mole Vanvitelliana con FOLK-S will you still love me tomorrow?, in scena i folk-dancer: Marco D’Agostin, Pablo Esbert Lilienfeld, Francesca Foscarini, Matteo Ramponi, Alessandro Sciarroni, Francesco Vecchi. Il suono è curato da Pablo Esbert Lilienfeld, il video e le immagini da Matteo Maffesanti, il disegno luci da Rocco Giansante, i costumi  da Ettore Lombardi.  Dopo una serie di provini che hanno visto anche dall’estero arrivare le domande di più di 150 danzatori, lo spettacolo ha avuto una fase di prove a Villa Nappi a Polverigi in collaborazione con Inteatro e un’altra sessione di prove a Civitanova Marche al Teatro Annibal Caro in collaborazione con Amat-Civitanova Danza per “Civitanova Casa della Danza” che vedrà anche un Cantiere Aperto per un incontro con il pubblico di Sciarroni lunedì 25 giugno alle ore 21.15. Lo spettacolo è prodotto da Teatro Stabile delle Marche e Corpoceleste_C.C.00# (l’Associazione di Alessandro Sciarroni) e con Inteatro, Amat-Civitanova Danza per “Civitanova Casa della Danza”, Centrale Fies, ChoreoRoam Europe: Centro per la Scena ContemporaneaComune di Bassano del Grappa, The Place/London, Dansateliers/Rotterdam, Dance Week Festival/Zagreb e Paso a 2/Certamen Coreográfico de Madrid.

Alessandro Sciarroni, artista italiano attivo nell’ambito delle arti performative, ha ideato Folk-s una pratica performativa e coreografica sul tempo. Il lavoro nasce da una riflessione sui fenomeni popolari di danza folk antica sopravvissuti alla contemporaneità. Lo Schuhplattler è un ballo tipico bavarese e tirolese, significa “battitore di scarpe” e consiste letteralmente nel battere le mani sulle proprie gambe e  calzature. In Folk-s, questa danza viene eseguita e concepita come indicazione di una forma preesistente e primitiva di pensiero. Il ballo come regola, dittatura, flusso di immagini che seguono il ritmo e la forma, non il contenuto. “La forma è ritmo, è energia che viene percepita attraverso le orecchie, non gli occhi, eyeless”. Così, per i performer di Folk-s non v’è altro tempo che il presente, che è non-passato e non-futuro. É l’insistenza infinita della marea contro la spiaggia, il ritorno della stessa onda sulla stessa riva. É suono. Nella ripetizione decontestualizzata geograficamente e culturalmente, la materia folk trova la sua più chiara rivelazione. In questo loop di gesti percussivi, l’introduzione di anomalie e variazioni sembra rimandare ad un complesso sistema di segni che evocano festa e martirio, alla presenza elegante e crudele di un nuovo Angelo Sterminatore. Così il folk e il popolare, astratti dalla matrice sonora originaria, paiono battersi  e fondersi con la condizione contemporanea, in continua lotta per la sopravvivenza.

Lo spettacolo dopo Ancona sarà in scena  a Fier in Albania il 1 luglio, a Dro Centrale Fies il 21 e 22 luglio, il 4 agosto saremo a Bisceglie poi il 17 agosto a pazin in Croazia, il 17 agosto in Grecia ad Igoumenitsa, poi il 23 agosto a Bassano del Grappa al festival Bmotion poi il 6 ottobre a Reggio Emilia al Festival Aperto e il 20 ottobre a Romaeuropa al Teatro Palladium.

 

A seguire le altre tre produzioni saranno: Carlo Cecchi il 30 giugno alla Corte della Mole (Mole Vanvitelliana Ancona) alle ore 21.30 con un testo capolavoro del Novecento: Sik Sik l’artefice magico di Eduardo de Filippo. In scena con Carlo Cecchi, Angelica Ippolito, Tommaso Ragno, Dario Iubatti (al suo debutto in una parte importante dopo il primo spettacolo con Cecchi, Sogno di una notte d’estate). Le scene e i costumi sono un pezzo d’arte di Titina Maselli. Sik-Sik l’artefice magico, come in un film di Chaplin, è un testo immediato, comprensibile da chiunque e nello stesso tempo raffinatissimo. L’uso che Eduardo fa del napoletano e il rapporto tra il napoletano e l’italiano trova qui l’equilibrio di una forma perfetta, quella, appunto, di un capolavoro. Lo spettacolo sempre nell’ottica della regionalità ha provato alcuni giorni al Teatro Cortesi grazie al Comune di Sirolo (tra i soci fondatori dello Stabile. A Sirolo il Teatro Stabile delle Marche porta in scena negli 11 giorni di Archeo.s festival tre spettacoli all’Area dei Pini (6/7/8 luglio).

 

Terza produzione dello Stabile che debutta in Archeo. s festival, nella suggestiva location dell’anfiteatro romano il 5 luglio alle 20.30 con la regia di Luciano Colavero (di origine marchigiana) è L’assemblea da Aristofane. In quest’occasione il Teatro Stabile delle Marche è in collaborazione con Strutture Primarie (Associazione creata dallo stesso regista) e con Amat nell’ambito del progetto TAU/Teatri Antichi Uniti, infatti lo spettacolo è uno degli appuntamenti del cartellone dell’estate della Stagione di Ancona dell’Anfiteatro. In palcoscenico vedremo: Chiara Favero, Andrea Pangallo, Francesco Villano e, a dimostrazione del circuito virtuoso tra Scuola di Teatro e produzione, quindi tra formazione e allestimento di spettacoli (due attività che lo Stabile svolge da più di dieci anni) si avrà la partecipazione degli allievi della Scuola del Teatro Stabile delle Marche: Valentina Fulvio, Matteo Moretti, Silvia Paglioni, Arianna Primavera, Matteo Principi, Nicola Santini, Nicholas Tiranti. La scenografia di Alberto Favretto, i costumi di Stefania Cempini. Gli ultimi giorni di prove dell’allestimento, toccando anche la provincia di Macerata, saranno al Teatro Persiani di Recanati. Un ringraziamento va anche alla Fondazione Luigi Mercantini e al Comune di Ripatransone. Nelle sue commedie Aristofane pone un problema degno di essere preso in considerazione: la democrazia, se non è già fallita, è sull’orlo del fallimento. Oggi sono molti i Paesi, fuori e dentro il bacino del Mediterraneo, che lottano per la democrazia. È una tragedia. D’altronde la comicità più alta, la più utile all’uomo, nasce sempre dalla tragedia, perché nella giostra folle di una comicità in cui si distrugge risorgeranno ragione, coscienza critica e il pensiero.

 

Al Teatro Studio della Mole Vanvitelliana prova Valentina Rosati La dodicesima notte o quel che volete di William Shakespare che debutta il 6 luglio al Teatro Studio alle ore 19.00, lo spettacolo replica anche il 6 e il 7 luglio in Archeo.s festival.  Al bando per il casting dello spettacolo, lanciato dal Teatro Stabile delle Marche/Progetto Archeo.s, sono stati visionati più di 500 attori tra donne e uomini con circa dieci giorni di provini. Anche in questa produzione lo Stabile si è aperto alle collaborazioni sul territorio, le scene sono infatti ideate e realizzate in collaborazione con L’Accademia di Belle Arti di Macerata –  Dipartimento di Scenografia (Professori Pulsoni e Giannangeli). Il Teatro Stabile delle Marche produce lo spettacolo in collaborazione con Belteatro (Compagnia fondata da Valentina Rosati) In scena vedremo: Vincenzo Giordano, Barbara Ronchi, Daniele Sala, Elisa Di Eusanio (candidata ai Nastri d’argento 2012 come attrice non protagonista per il ruolo di Mara in ‘Good As You’ del regista Mariano Lamberti), Elsa Bossi, Simone Francia, Lino Musella, Gabriele Portoghese. Il disegno luci è di Camilla Piccioni, le scene e costumi sono di Marianna Peruzzo. Viola, naufragata in Illiria, è convinta di aver perso per sempre nel gorgo del mare Sebastian, suo fratello gemello. Travestendosi da maschio, sotto il nome di Cesario, serve il duca Orsino, pazzamente innamorato della contessa Olivia, la quale, a sua volta s’innamora di Cesario. Gli ingredienti per una perfetta commedia degli equivoci.

 

In caso di maltempo gli spettacoli previsti ad Ancona si terranno al Teatro delle Muse (Maria de Buenos Aires, Anima, Thalassa…stay human…, Veja) e al Teatro Sperimentale (Folk-s, Sik Sik l’artefice magico, Prometheus Unbound, L’assemblea, La parola padre) e al Teatro Cortesi di Sirolo (Racconto d’oltremare, Decontext, Johan Padan and the discovery of the Americas).

 

Patrocinatori del festival sono: Regione Marche, Iniziativa Adriatico Ionica, Provincia di Ancona, Comune di Ancona, Comune di Sirolo, Comune di Numana e la Rassegna estiva del Comune di Ancona/Assessorato alla Cultura Amo La Mole.