Nuovo singolo di Manuel Aspidi “This Christmas”

manuel aspidi
manuel aspidi

MANUEL ASPIDI

il nuovo singolo

“THIS CHRISTMAS”

Scritto e prodotto da PHIL PALMER

Dal 25 novembre in radio e digitale

È in radio e negli store dal 25 novembre “THIS CHRISTMAS” (su etichetta THOMAS Music & Art), il nuovo singolo di MANUEL ASPIDI scritto e prodotto da PHIL PALMER con la direzione artistica di NUMA.

Manuel Aspidi attraverso questa canzone vuole divulgare un messaggio di augurio e speranza a tutte le persone visto il delicato momento che il mondo sta vivendo sapendo che questo sarà sicuramente un Natale diverso dal solito.

“Avrei sempre desiderato scrivere una canzone di Natale – dice Phil Palmer – ho parlato con Manuel che da sempre so avrebbe voluto cantarne una. ed eccoci qui vi facciamo gli auguri insieme, avendo realizzato entrambi questo desiderio”.

<Manuel Aspidi è un artista che riesce sempre a mandare un messaggio positivo e di speranza al mondo, e lo fa anche in “This Christmas”, brano che tocca le corde del cuore. Nel video, girato nel suggestivo Regno di Babbo Natale – racconta la regista GIULIA LUCARINI – abbiamo voluto dar vita alle parole di Manuel attraverso immagini legate ai valori della famiglia e dell’unione, ambientate nella magica atmosfera del Natale. Manuel è un artista disponibile pronto a mettersi in gioco, condividendo sempre idee con il team e facendo di un progetto un lavoro comune>.

 

 

Volosumarte: “Schiavi del sesso”

volosumarte
volosumarte

“Schiavi del sesso” è un urlo di libertà contro la società capitalistica e patriarcale che ha strumentalizzato il corpo della donna dando origine ai fenomeni di slutshaming e bodyshaming o ancora al revenge porn di cui stiamo sentendo parlare in questi giorni. E’ l’invito a riconoscere l’amore sano, in quanto sentimento totale che ti rende libero. Il coraggio di chi, all’interno di una società malata, non scende a compromessi, ma porta a spasso con fierezza la propria identità.

In uno dei suoi ultimi post sui social Martina, voce del duo, ha descritto così il brano: “A mezzanotte esce una canzone a cui tengo molto: “Schiavi del sesso”. Utilizzo queste due immagini per comunicarvelo proprio per centrare la questione sollevata dal brano: la strumentalizzazione del corpo della donna nella società capitalistica ed i fenomeni di #slutshaming e #bodyshaming che ne derivano. A ciò si aggiunge la depressione in cui stanno cadendo molte donne nel vedere la propria immagine lontana dalla irrealtà di un filtro di Instagram.⠀Paragono la società in cui ci troviamo ad un girone dantesco in cui i bambini vengono messi a bada con dei videogiochi ed il rapporto di coppia è un evento insano in cui a mancare prima di tutto è il rispetto dell’altro; un mondo in cui il sesso è uno strumento utilizzato per ottenere più vendite, più likes, più followers;⠀una “terra desolata” in cui non c’è più spazio per i sentimenti, se non per quelli di aggressività
e odio a cui siamo abituati.
Potrebbe questa essere la conseguenza di ciò che aveva già sollevato Marcuse in “Eros e Civiltà”? Sapete che Freud affermava che una società per definirsi civile doveva assolutamente reprimere il cosiddetto “principio di piacere” e dunque l’energia vitale (quella che hanno i bambini per intenderci) per dare spazio al progresso e al benessere economico? ⠀
In opposizione al contesto che ho delineato si muove la protagonista della canzone. Una donna libera, ma sola, in mezzo ad una moltitudine da cui riesce a difendersi mantenendo integra la propria identità grazie ad un amore totale che nutre, in primis, per se stessa.”

Il Cortometraggio
Il progetto è una collaborazione tra Volosumarte (Martina Catalfamo – Francesco Santalucia), la regista Dejana Poposka e il direttore della fotografia Leonardo Kurtz. E’ prodotto da Hubris Pictures per conto di Cafe Concerto Italia Srl.
Il film è un dibattito aperto, uno scontro generazionale, un invito a riflettere sui rapporti sociali e la loro relazione con il denaro.

Attraverso Amedeo Modigliani, morto precisamente 100 anni fa, mettiamo in contrasto la società di chi vende e quella degli artisti. Modigliani non ha mai guadagnato nulla dalle sue opere se non un paio di franchi. Ma c’è chi, dopo la sua morte, sfruttando anche il mito della sua vita privata, è riuscito a guadagnare miliardi. Modí dipingeva maggiormente donne e le amava nel senso più ampio del termine “amore”. Con la sua pittura elevava il corpo femminile, con tutte le sue imperfezioni, a quanto di più nobile e sacro potesse esistere senza pensare minimamente di accostare la donna al denaro. Come siamo arrivati fino a qui? Come viene percepito oggi un artista come lui?

Adolescenti e adulti, condividono tutti la stessa visione sull’amore? E sul sesso?
Il linguaggio grottesco utilizzato nel film vuole risvegliare in ogni spettatore una situazione già vista o vissuta nella vita reale quasi per dare voce a chi non ha ancora il coraggio di denunciare. Ecco perché abbiamo deciso di condividerlo il 25 Novembre, giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Dolche: “Universal Gloria”

Dolche_ph Ivon Wolak
Dolche_ph Ivon Wolak

Da venerdì 20 novembre, è online su YouTube il video di “UNIVERSAL GLORIA”, brano della cantautrice e polistrumentista italo-francese DOLCHE, tratto dal suo ultimo album di inediti “Exotic Diorama” (già disponibile in digital download e su tutte le piattaforme digitali https://ffm.to/dolche-exotic-diorama).

Il videoclip di “Universal Gloria”, visibile al seguente link https://youtu.be/iRtp9uTcAPM, raccoglie una serie di immagini forti che raccontano un mondo che sta vivendo un momento difficile e che sta cercando di combattere importanti battaglie, quella contro il razzismo, l’omofobia, la discriminazione, la violenza contro esseri umani e animali, il rispetto per la natura. Temi fortemente sostenuti da Dolche e che la vedono quotidianamente impegnata attraverso molte campagne social.

“Universal Gloria” è una canzone attuale di denuncia, dallo spirito natalizio, attraverso cui Dolche presta la sua voce a tutti coloro che chiedono maggiori diritti e un mondo migliore. Un Gloria universale che accomuna un grido di aiuto, un richiamo all’amore incondizionato e alla fede nelle persone.

«Amo i grandi suoni e i cori. Amo la tradizione soul, il gospel e gli inni della chiesa che cantavo quando ero molto piccola. C’è un potere, qualcosa di magico nel suono di molte voci che si armonizzano in una – racconta Dolche – Con Universal Gloria ho composto e cantato personalmente tutte le diverse voci per mostrare che in ognuno di noi ci sono così tante potenzialità e lati diversi. Volevo scrivere un Gloria che non fosse religioso ma universale e potesse parlare di valori che tutti condividiamo».

Ultimo singolo di Shy Rantha

 

Don't let me fall asleep
Don’t let me fall asleep

SHY RANTHA

“Don’t Let me Fall Asleep”

E’ l’ultimo singolo del Duo Novarese

“Don’t Let me Fall Asleep” ultimo singolo degli Shy Rantha, è una classica love song acustica, una ballad intensa ed emozionante arrangiata in modo essenziale ma efficace.

Nel testo il protagonista descrive la sua ricerca di una persona speciale, un’anima affine che possa guarire le sue ferite, perdonare i suoi peccati e dare un significato più alto all’esistenza.

L’ ambizioso obiettivo degli Shy Rantha, nuova band del novarese, è quello di unire idealmente India e Europa, i due continenti di origine dei componenti del gruppo.
Il duo, formato da Eugenio e Shirantha, nasce da un’amicizia ritrovata dopo 25 anni di viaggi e avventure in giro per il mondo, seguita dal desiderio spontaneo di scrivere insieme canzoni in inglese.
Dopo poco il duo inizia a collaborare con Luca Antonini, compositore di colonne sonore, che cura e arricchisce gli arrangiamenti dei pezzi, e Rosa Piacenza, bassista e cantante di origini sudamericane.
La musica scaturita da questo meltin’ pot ha anime e profumi diversi da scoprire ed esplorare avventurandosi un po’ più in profondità, dove l’intensità di queste “colonne sonore per film immaginari” può lasciare il segno.

Link al video: https://www.youtube.com/watch?v=QAqy3r4-PU4&ab_channel=SHYRANTHA

https://www.facebook.com/Shy-Rantha-116988343551770

https://www.instagram.com/shyrantha/?hl=it

Celeste: ‘A Little Love’

Celeste
Celeste

‘A Little Love’ è la prima canzone originale ad essere commissionata per la campagna natalizia che, ispirata dalla gentilezza del pubblico britannico durante la pandemia, incoraggia gli spettatori a dare un po’ di amore verso gli altri.

La John Lewis Partnership ha scelto la vincitrice del Brit-Award, Celeste, chiedendole di scrivere una canzone che rispecchi il tema di questo anno, la celebrazione della gentilezza. Celeste in merito ha detto “Mi sento onorata ad essere stata chiamata per farne parte. Ho voluto creare qualcosa che fosse classico e allo stesso tempo vicino al mio modo di scrivere.”

La canzone segna un altro traguardo nell’ascesa della cantante soul dalle origini britanniche e jamaicane, vincitrice sia del BRITs Rising Star Award e del BBC Music’s Sound dello scorso anno. “A Little Love” segue “Hear My Voice”, uscita il mese scorso e co-scritta da Daniel Pemberton, compositore nominato ai Golden Globe, inclusa come focus track nel film di Netflix “The Trial of the Chicago 7”, scritto e diretto da Aaron Sorkin. Variety ha predetto che “Hear My Voice” sarà tra le contendenti per gli Oscar del prossimo anno come miglior canzone originale.