Polo Museale della Calabria

Castello di Le Castella - scorcio con Torre
Castello di Le Castella – scorcio con Torre

Il Polo Museale della Calabria, direttore delegato Nella Mari, comunica che fino al 31 dicembre 2016 anche di lunedì sarà possibile visitare i luoghi della cultura statali di propria competenza di seguito riportati.
Chiesa di San Francesco d’Assisi – Gerace (Reggio Calabria)
Galleria Nazionale di Cosenza
La Cattolica – Stilo (Reggio Calabria)
Le Castella – Isola Capo Rizzuto (Crotone)
Museo Archeologico Nazionale “Vito Capialbi” – Vibo Valentia
Museo Archeologico Nazionale di Crotone
Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide – Cassano all’Ionio (Cosenza)
Museo Archeologico e Parco Archeologico dell’antica Kaulon – Monasterace (Reggio Calabria)
Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna (Crotone)
Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri (Reggio Calabria)
Museo e Parco Archeologico Nazionale di Scolacium –  Roccelletta di Borgia (Catanzaro)
Museo Statale di Mileto – Vibo Valentia

 

All’Armonied’ArteFestival : Stefano Bollani

Armoniedarte-festival_
Armoniedarte-festival_

Dopo il grande successo dei primi appuntamenti, la nuova edizione del calabrese ARMONIED’ARTEFESTIVAL continua domenica 7 agosto con STEFANO BOLLANI e il suo progetto dedicato alla canzone napoletana, Napoli Trip, nella splendida cornice del Parco Archeologico SCOLACIUM (Via Scylletion, Roccelletta di Borgia – Catanzaro), luogo di straordinaria suggestione paesaggistica e importante valore monumentale, angolo di Calabria dall’esclusiva bellezza che ospiterà gli imperdibili appuntamenti del festival, in programma da luglio a settembre.

«Armonied’Arte – racconta il direttore artistico Chiara Giordano – è un festival che ha segnato il panorama culturale della Calabria senza mai cedere alla tentazione di un’attività di massa e mantenendo al contempo un profilo che rilancia legittimamente le sue aspirazioni internazionali. Anche quest’anno prosegue questo percorso e fortifica queste aspirazioni, poggiando  ancora una volta su una casa, il Parco di Scolacium, il cui appeal non teme paragoni: cultura e bellezza come rilancio di un territorio le cui potenzialità sono forti ma fino ad ora poco sfruttate».

Questa nuova edizione del festival, infatti, è caratterizzata da diversi percorsi tematici, detti “focus”, ognuno rappresentato da uno specifico colore, con tante esclusive e nuove produzioni originali.

I focus in programma sono sette e le tematiche trattate in ognuno di essi sono le seguenti: Divertissement & Art (focus giallo), Sound internazionale (focus blu), Terre del sud, terre del mediterraneo (focus verde), Scolacium guarda al mondo – interculturalità e tematiche sociali (focus rosso), Calabriad’arte&Entertainment (focus arancio),Grandi uomini e grandi azioni/anniversari e ricorrenze (focus viola), Pitagora (focus marrone).

Armonied’ArteFestival proseguirà domenica 7 agosto (focus verde) con l’onnivoro Stefano Bollani che salirà sul palco con un quartetto atipico per il sorprendente progetto dedicato alla canzone napoletana di ogni tempo, Napoli Trip.

Ad arricchire il programma di Armonied’ArteFestival ci sono altri progetti speciali tra cui visite guidate teatrali, degustazioni d’epoca, conferenze, proiezioni e molto altro. Così come offerte dedicate, pacchetti turistici e servizi all’utenza.

ARMONIED’ARTEFESTIVAL nasce con lo scopo di perseguire, attraverso qualità e innovazione, l’integrazione di attori e settori per una strategia di sviluppo culturale sostenibile, cosa fondamentale per un adeguato percorso di reale politica culturale quale strumento di sviluppo complessivo. Un Festival che avverte tutta la responsabilità di un ruolo attivamente culturale che guarda all’Arte anche come strumento strategico di dialogo, confronto e sviluppo sociale. Oltre che con gli spettacoli, con le tante attività collaterali (incontri di parola, visite teatralizzate del parco, degustazioni, stage, premi, promozioni e pacchetti con la filiera turistica) si pone quindi come attrattore vero, di profilo alto e di grande energia propulsiva per la terra di Calabria.

 

Scoperte anche dai russi le Terme Luigiane

 

Le Terme Luigiane situate in Calabria tra i comuni di Guardia Piemontese e Acquappesa

in provincia di Cosenza sono antichissime e già menzionate da Plinio il Vecchio e da San Francesco di Paola nel 1446  ma valorizzate nel 1850 da Giovanni Pagano denominate Luigiane in onore di Luigi Borbone conte dell’Aquila. Gli stabilimenti termali costituiscono un grande bacino collocati in una valletta della fiumara Bagni ricca di vegetazione e vicina al mare.

Le acque delle Terme sono salsobromoiodiche, solfuree con un grado solfidrometrico (173.2): Alla base dolomitica della Rupe del Diavolo sorgono tre sorgenti calde (attorno ai 47°) e una fredda (22°) che riscaldate da vapori in profondità dal magma si arrichiscono di sali minerali.

Alle Terme Luigiane  ci sono reparti per la cura della sordità e il Parco è dotato di una piscina con acqua termale solfurea e solarium per elioterapia indicata per curare i disturbi reumatologici, osteoartrosi e sindromi cervicali. Le acque sono indicate anche disturbi ginecologici, dell’apparato respiratorio e di naso, orecchio, gola.

  Una particolarità delle Terme è la crescita delle alghe curative con forti contenuti di zolfo, di vitamine idrosolubili e liposolubili nonché altre sostanze che consentono di ottenere il fango termale che tramite un particolare dispositivo meccanico permette di mantenere inalterato le sue proprietà terapeutiche che vengono poi usate anche per i prodotti estetici, qui creati, che fanno parte della linea PURA.

 In questi ultimi anni il complesso è stato arricchito di strutture e da apparecchiature all’avanguardia e si è  registrato anche un ottimo afflusso di  residenti dal nord Italia, dall’Europa, dalla Russia che, oltre alle cure, possono trascorrere una anche vacanza per la vicinanza del mare. Non mancano alberghi, campi da tennis, percorso ecologico da trekking e un centro commerciale

Le Terme, aperte da maggio a ottobre,  sono convenzionate con il Sistema Sanitario Nazionale e le presenze negli alberghi nello scorso anno sono state 45.782

 Ulteriori informazioni al tel. 0982.94.064.

Carlo Torriani