Dark Polo Gang

Dark Polo Gang
Dark Polo Gang

La DARK POLO GANG domina le classifiche di vendita della settimana: si posiziona al #1 negli album con “DARK BOYS CLUB” (Virgin Records/Universal Music Italia), al #1 nei singoli con “Pussy”, occupando le prime 4 posizioni della classifica FIMI/Gfk dei singoli più venduti e si colloca con tutti e 10 i brani del mixtape in top25, dopo aver conquistato, a poche ora dall’uscita, tutte le prime 10 posizioni delle classifiche di Spotify e di Apple Music.

Negli scorsi giorni le tracce di “DARK BOYS CLUB”, che ad oggi contano oltre 19 milioni di stream, sono entrate tutte in tendenza su YouTube, registrando oltre 4,5 milioni di views.

Il nuovo progetto discografico vede le collaborazioni con amici di vecchia data e alcuni con cui la DPG aveva già lavorato come TEDUA, CAPO PLAZA, TRAFFIK, MAMBOLOSCO, SAMURAY JAY e DREFGOLD. Mentre per la prima volta il trio incide insieme a SALMO, LAZZA, KETAMA126, BORO BORO, ANNA, e ONI ONE.

Il trio da mezzo miliardo di stream si avvale anche della collaborazione di diversi produttori che si alternano sulle 10 tracce tra cui il fidato SICK LUKE, a lui si aggiungono CHARLIE CHARLES, CHRIS NOLAN, ANDRY THE HITMAKER e YOUNGOTTI.

Il mixtape raccoglie gli ultimi brani registrati in studio nei mesi precedenti alla quarantena e alcuni realizzati a casa proprio durante questo periodo. Dopo “Trap Lovers” la DPG torna alle origini, tra beat crudi e strofe dalla metrica affilata.
Le sonorità delle nuove tracce riprendono le linee della trap più street che lì ha contraddistinti e fatti conoscere nei primi anni della loro carriera proprio grazie a diversi mixtape. I brani vedono i tre artisti alternarsi tra loro e intrecciarsi ai feat., mentre sulle tracce come “Dark”, “Gang” e “Biberon” la DPG incide al completo.

TRACKLIST

1. DARK – DARK POLO GANG prod. SICK LUKE, YOUGOTTI
2. GANG – DARK POLO GANG prod. YOUNGOTTI
3. SAVAGE – WAYNE, PYREX feat. TEDUA prod. SICK LUKE, CHRIS NOLAN
4. PUSSY – TONY feat. LAZZA, SALMO prod. ANDRY THE HITMAKER
5. DARK LOVE GANG – PYREX feat. KETAMA126 prod. KETAMA126
6. AMIRI BOYS – TONY feat. CAPO PLAZA prod. SICK LUKE
7. BIBERON – DARK POLO GANG feat. DREFGOLD, ANNA prod. CHARLIE CHARLES, SICK LUKE
8. 4L – TONY feat. MAMBOLOSCO prod. SICK LUKE
9. NO STUPID – WAYNE feat. SAMURAI JAY, BORO BORO prod. YOUNGOTTI, ONI ONE
10. #FREETRAFFIK – TONY, PYREX feat. TRAFFIK, ONI ONE prod. SICK LUKE

Francesco Dal Poz – singolo: “Cerco casa”

Cerco-casa-il-singolo-di-Francesco-Dal-Poz
Cerco-casa-il-singolo-di-Francesco-Dal-Poz

E’  in radio e disponibile nei digital store da oggi,venerdì 8 maggio “Cerco Casa” il singolo del cantautore Francesco Dal Poz che anticipa l’uscita del nuovo album prevista per il prossimo autunno.

“Cerco casa” nasce ad inizio anno, ma in un momento storico in cui il vivere a distanza è diventato purtroppo la normalità, diventa un manifesto perfetto della volontà di iniziare una nuova fase della propria vita, una fase positiva carica di speranza.

“Quando l’amore non è più solo un gioco, ma una scelta, la voglia di andar a vivere insieme diventa sempre più concreta, accompagnata dal timore del ‘per sempre’. Nella camera disordinata di lei, in cui è necessario mettere due materassi a terra per starci in due, i protagonisti pensano al loro futuro, consapevoli che, al di là del luogo, stanno bene ovunque siano insieme.”

“Cerco casa” è il primo dei brani che saranno contenuti nel nuovo album di Francesco Dal Poz in uscita nell’autunno 2020. Dopo tre dischi pubblicati in adolescenza, questo sarà il primo album da “artista più consapevole” per Francesco Dal Poz.

Il disco si caratterizzerà per sonorità moderne con uno sguardo all’Indie, mantenendo comunque la propria identità prevalentemente pop.

Decisivo infatti l’incontro con il produttore Roberto Visentin per vari punti: la modalità di scrittura, l’approccio alla composizione e alla produzione, la scelta di come sviscerare i temi nei brani.

“CasaCasa Live Session”

casacasa live session
casacasa live session

Da oggi 8 maggio sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali “CASACASA LIVE SESSION”, una scelta di brani di MARIO VENUTI eseguiti in versione casalinga e registrati poco prima della quarantena.

A partire dallo scorso 6 marzo, il noto cantautore MARIO VENUTI ha pubblicato su YouTube sette video per il progetto “CASACASA LIVE SESSION”, una raccolta di live in cui l’artista ha eseguito alcuni dei suoi brani più famosi direttamente dal salotto di casa sua.

Il progetto è nato per un bisogno di vicinanza emotiva e di contatto – seppur virtuale – con il pubblico in questo difficile periodo storico.
Ecco cosa ha dichiarato Mario Venuti in merito: «La diminuzione delle occasioni sociali imposte da Covid 19 e dall’emergenza di questi giorni riporta la casa come il palcoscenico ideale. Entrate a casa mia, qui si fa musica!».

Da oggi 8 maggio, la raccolta “CasaCasa Live Session” è finalmente online su tutte le piattaforme di stream legale.

Di seguito la tracklist della raccolta: “Il Tempo di una canzone”, “Fortuna”, “Un Fuoco”, “Galatea”, “L’Essenza”, “Io che amo solo te”, “Il mondo coi tuoi occhi”. (https://MarioVenuti.lnk.to/CasacasaLS)

Giulio Kaliandro “Non toccate i bambini”

cover_GiulioKaliandro_NonToccateIBambini
cover_GiulioKaliandro_NonToccateIBambini

“Non toccate i bambini” è il nuovo singolo e videoclip di Giulio Kaliandro. Il brano anticipa l’uscita dell’omonimo album di Giulio Kaliandro, il terzo della sua carriera di rocker cantautore. Il disco, pubblicato dall’etichetta discografica Terzo Millennio Records sarà disponibile in tutti i digital store il 4 marzo.

Dal video emerge l’anima rock dell’artista che si manifesta con uno sfogo di rabbia verso la difficile condizione dei bambini, vittime della vicenda di Bibbiano.L’album, contenente 9 brani da lui composti, tratta della violenza sui bambini, tema che l’artista ha molto a cuore: “Non toccate i bambini” affronta il tema della violenza sui minori e la vicenda di Bibbiano. In “Gamines” racconta la difficile realtà affrontata dai bambini del Sud America, costretti a fuggire dai venditori di organi. Il brano “Tarant nuestr” è dedicato alla sua città natale e alle moltissime vittime dell’inquinamento dell’ex ILVA (compresi i suoi genitori), facendo particolare riferimento alla salute dei bambini.

“Non toccate i bambini” conta la collaborazione di musicisti di grande talento quali Andrea Braido, Luigi Schiavone (Enrico Ruggeri), Ricky Belloni (New Trolls), Rocco Lanzo (Anna Oxa, Toto Cutugno, Albatros), Cesare Capone (Toto Cutugno, Albatros), Daniele Perini (Tullio De Piscopo, Paolo Rossi), Mark Jarrett e giovani talenti come Marco Pappolla, Antonello Balata e il maestro/poeta Norman Zoia, autore di 4 testi.

In questo progetto di matrice puramente Rock, si evince la spiccata attitudine di Kaliandro a questo genere, ma anche la notevole versatilità musicale, frutto di decenni di passione, esperienza e studio.

Al progetto partecipa in qualità di special guest l’amico e prestigioso chitarrista Andrea Braido, che ha suonato con artisti del calibro di Vasco Rossi, Pausini, Ramazzotti, Zucchero, Celentano, Mina.

Rory Gallagher

rory gallagher
rory gallagher

Dopo lo straordinario successo di “BLUES”, album inedito pubblicato lo scorso anno con registrazioni rare e mai pubblicate di Rory Gallagher, dagli archivi del chitarrista irlandese arriva un altro album inedito, questa volta un DOPPIO CD (e TRIPLO LP in VINILE) dal vivo, registrato nel 1977 durante il tour britannico in supporto dell’album “Calling Card”.

20 brani in totale, registrati in quattro differenti show (Londra, Brighton, Sheffield e Newcastle) con fantastiche versioni dal vivo di tracce contenute prevalentemente in “Calling Card” e “Against The Grain” (1975) oltre ad altri live favourites.

“Check Shirt Wizard” è stato registrato usando i due mobile studios dei Rolling Stones e dei Jethro Tull, mixato dai nastri multi track originali e masterizzato ad Abbey Road.

Gli album più popolari di Rory Gallagher sono sempre stati quelli dal vivo, dimensione dove il chitarrista irlandese si superava ed era libero di esprimersi al meglio (“Live! In Europe”, “Irish Tour ’74” e “Stage Struck”); Rory era un artista che sul palco si trasformava, una vera forza della natura; inoltre il periodo preso in esame da questo album è stato poco documentato con registrazioni live, tutto questo rende “Check Shirt Wizard” ancor più interessante.