deSidera, “uscire per riveder le stelle”

deSidera_ph_Buscarino-
deSidera_ph_Buscarino-

Dal 4 luglio al 23 ottobre

18esima edizione

deSidera Bergamo

Oltre trenta appuntamenti nei luoghi più suggestivi (e sicuri) di Bergamo e provincia, anche quest’anno con grandi interpreti e storie intense per sorridere, riflettere e tornare a guardare insieme le stelle.

Non era affatto scontato riuscire a realizzare la 18esima edizione della rassegna deSidera – Teatro e territorio, diretta artisticamente da Gabriele Allevi e Luca Doninelli, appuntamento fisso dell’estate della provincia di Bergamo, conosciuta per la sua vocazione sacra, umana e riflessiva, quest’anno più che mai necessaria in un territorio flagellato dalla pandemia e che riprende a desiderare di “uscire per riveder le stelle”.

 

Milano Serravalle nella lotta al Coronavirus

logo
logo

Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. è a fianco dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri nella lotta al Coronavirus.
La Società ha deciso infatti di finanziare un importante progetto di ricerca dell’Istituto per realizzare test sierologici specifici e accurati per la valutazione del profilo immunologico contro il Coronavirus nella popolazione.

Lo studio, condotto dall’Istituto Mario Negri di Bergamo, mira a ottimizzare test sierologici rapidi per renderli più affidabili di quelli attualmente in commercio, valutando in modo più efficace e accurato la classe di anticorpi che potrebbero dare l’immunità a lungo termine contro il virus in caso di future pandemie.

La ricerca punta inoltre a sviluppare nuovi approcci che permettano di valutare rapidamente e in modo non invasivo se un paziente è contagioso, senza necessità di ricorrere ai tamponi.
Realizzare questi obiettivi potrà fare la differenza per pianificare una strategia operativa durante la fase di ripresa dell’attività economica, attraverso la valutazione del profilo immunologico della popolazione.

“La Società ha deciso di sostenere un progetto di ricerca dell’Istituto Negri, da sempre realtà di assoluta avanguardia, riconosciuta a livello internazionale. La situazione di crisi senza precedenti determinata dalla pandemia da Covid-19, ha fatto comprendere a tutti quanto sia importante dare concreto supporto alla ricerca scientifica”, dichiarano Maura Carta, Presidente di Milano Serravalle, e Andrea Mentasti, Amministratore Delegato della Società.

“Siamo grati a Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. per aver voluto sostenere questo progetto – afferma Ariela Benigni, Segretario Scientifico del Mario Negri –. Si tratta di un progetto ambizioso ma con basi molto solide, che ha ottime possibilità di aiutarci a mettere a punto un sistema relativamente semplice che aiuti il Servizio Sanitario Nazionale ad affrontare questa ed eventuali altre epidemie con meno difficoltà.”

Strada “Sebina Occidentale”: ripristino viabilità

Strada Sebina Occidentale
Strada Sebina Occidentale

Viabilità. Strada “Sebina Occidentale”, stanziati 250.000 euro per il ripristino della viabilità

Foroni e Terzi: intervento doveroso per aiutare economia locale

(Milano, 16 giu) Ammonta a 250.000 euro lo stanziamento deciso da
Regione Lombardia per far fronte ai lavori di ripristino della ‘SP’ ex
strada statale 469 ‘Sebina occidentale’, a Riva di Solto (Bergamo).
Dalla fine di maggio e’ chiusa al traffico perche’ minacciata dal rischio di
una frana di oltre 2.000 metri cubi di materiale posto a 175 metri di
altezza.

LAVORI DI RIPRISTINO – I lavori di ripristino, in buona parte gia’
progettati per un costo complessivo di quasi 415.000 euro, verranno eseguiti
con la modalita’ della somma urgenza per permettere il ritorno alla normale
viabilita’ il prima possibile.
Si trattera’ di un lavoro in piu’ fasi: le prime serviranno per una messa in
sicurezza preventiva e una iniziale riapertura della Sebina, eventualmente a
senso alternato. Con le ultime due fasi si completeranno tutti i lavori di
ripristino e di messa in sicurezza.

FORONI: IMPORTANTE ARTERIA PER TURISMO LOCALE – “Benche’ la strada in
questione sia di competenza della Provincia di Bergamo e in parte del Comune
di Riva di Solto – commenta l’assessore regionale al Territorio e Protezione
civile, Pietro Foroni – su cui insiste la frana, abbiamo deciso in via
eccezionale di farci carico come Regione di buona parte del costo degli
interventi necessari. In particolare, abbiamo ritenuto doveroso venire
incontro alle esigenze della popolazione locale, gia’ penalizzata dalla
situazione di emergenza sia dal lato sanitario che da quello economico.
Ricordo che la cosiddetta ‘Rivierasca’ mette infatti in collegamento il
basso e l’alto Lago d’Iseo, una meta turistica che negli ultimi anni ha
conosciuto un vero boom di presenze”.

TERZI: SANIAMO FERITA DEL TERRITORIO SEBINO – “Regione Lombardia
– aggiunge l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilita’
sostenibile, Claudia Maria Terzi – assicura una volta di piu’ la propria
vicinanza alla Bergamasca intervenendo per riportare la normalita’ sulla
‘Rivierasca’, facendo uno sforzo significativo che va al di la’ delle
competenze dirette. In questo modo contribuiamo a sanare il prima possibile
quella che si configura come una vera e propria ferita del territorio
sebino. Ripristinare la viabilita’ ordinaria su un asse di collegamento
cosi’ importante come la Sebina occidentale significa dare sollievo
all’economia della zona, anche in vista di una ripresa dei flussi turistici.
Ringrazio il collega Foroni per la sensibilita’ dimostrata”.

LAVORI FINANZIATI – I lavori finanziati prevedono tra l’altro l’intervento
preliminare di disgaggio, ossia la rimozione di tutti i massi in posizione
instabile a rischio di distacco e caduta, la demolizione delle parti di
roccia di dimensioni maggiori, la discarica del materiale franoso e quindi
la posa delle reti in aderenza e di quelle paramassi.

Bergamo: studenti raccolgono fondi per ospedali

TO038-classbook.jpg
TO038-classbook.jpg

Parte da Bergamo la versione “Oltre Covid19″ della foto di classe Made for School, Pmi innovativa di Bergamo ha sviluppato una piattaforma digitale per venire incontro a studenti e scuole
• Coinvolti istituti delle Province di Milano, Varese, Como, Monza, Pavia e Mantova
• tre start up digitali lombarde al lavoro: 2 di Milano e 1 di Varese
• 180.000 studenti di 88 scuole e 3.921 classi di tutta Italia hanno già richiesto il loro ClassBook
• 25 istituti e quasi 30.000 studenti Lombardi
• Ogni ragazzo, può decidere di devolvere €1 a un ospedale locale acquistando la sua copia
• Già raccolti fondi per gli ospedali di Como e di Busto Arsizio (VA).
Bergamo, 20 maggio 2020 – a poco meno di un mese dalla fine dell’anno scolastico 2019-20, il più singolare di tutti,
parte da Bergamo, con Made For School, l’iniziativa per mantenere in vita il rito collettivo che ha rappresentato, a
partire da fine Ottocento ad oggi, gli anni scolastici di tutti gli italiani: quella della foto di classe. Gli studenti italiani
mancano dalle loro aule da due mesi, molti di loro seguono classroom digitali, videolezioni, gruppi di studio su
Whatsapp e in questo modo la quotidianità trova un suo nuovo equilibrio grazie al digitale: modificandosi,
adattandosi, evolvendosi.
FOTO DI CLASSE: UN RITO MULTIGENERAZIONALE
La foto di classe è un rito romantico, un amarcord a cui tutti ci abbandoniamo quando ritroviamo le nostre foto di
classe nei cassetti, librerie, a fare da segnalibro in un volume che non apriamo da tempo. E’ una sensazione semplice
ma che ci accomuna tutti e che deve poter essere vissuta anche dagli studenti del 2019/20. Made For School, PMI
innovativa che progetta soluzioni per accrescere il senso d’appartenenza degli studenti alla propria scuola, partendo
da Bergamo, ha coinvolto diversi partner per fornire agli studenti 2019/20 una possibilità veloce, smart, di
qualità e in totale sicurezza di avere la loro foto di classe.
LA NUOVA TRADIZIONE CHE VOGLIONO TUTTI I RAGAZZI
Il rito evolve ma non molla: se prima si trattava di un momento di “posa”, oggi ogni
ragazzo è protagonista del ricordo che vuole lasciare nel tempo ai suoi compagni.
Si seleziona la propria foto da inserire si decidono insieme le foto più significative
dell’anno scattate insieme.
I ClassBook e gli YearBook di Made For School sono già stati richiesti da 180.000
studenti di 88 istituti e altre 3.921 classi singole.
La voglia di foto di classe è tanta: nei primi 15 giorni di maggio sono oltre 500.000 gli
accessi da tutta Italia alla piattaforma digitale.
In Lombardia hanno già aderito circa un migliaio di classi singole e 25 scuole, fra cui gli
Istituti:
• Lussana, Mascheroni, Paleocapa Esperia di Bergamo;
• Pascal, Fermi, Golgi, Marzoli Manerbio, Salò, Breno e Palazzolo Sull’Oglio nella
Provincia di Brescia;
• Giovio di Como;
• Virgilio di Mantova;
• Berchet, Liceo Linguistico Manzoni, Virgilio, Marconi, Tito Livio, Natta di Milano;
• E. Da Rotterdam, Levi, Quasimodo, De Nicola di Sesto San Giovanni, San Donato
Milanese e Magenta in provincia di Milano;
• P. Hensemberger, Majorana, Frisi a Monza e Desio, in provincia;
• Copernico e Omodeo a Pavia e Mortara, in provincia;
• Crespi a Busto Arsizio (VA).
Per un totale di più di 29.360 studenti coinvolti e fondi già raccolti per gli ospedali di Como e di Busto Arsizio
(VA).
LA VERSIONE “DISTANZIATA SOCIALE”
Sono Get Your Merch e ClassPix di Milano, Annuariscolastici.it di Varese, School Market di Novara, ScuolaPop
di Torino e PJ School di Genova e insieme hanno già raggiunto 180.000 studenti di oltre 190 scuole di tutta Italia
e dato loro la possibilità di ricevere l’annuario scolastico e/o la fotografia di classe in formato fisico, recapitata, in
tutta sicurezza direttamente alle loro case.
Il procedimento, grazie alla piattaforma web white label di Made For School è molto semplice:
1. sono i ragazzi, attraverso il loro Rappresentante di classe o d’Istituto, a inviare la richiesta a Made For School.
2. Il team invia un messaggio whatsapp al Rappresentante con tutte le istruzioni su come procedere sul sito in
autonomia, attraverso link dedicato alla classe o alla scuola.
3. Il Rappresentante condivide con i suoi compagni il link: si possono scegliere diverse soluzioni di grafica, font,
colori, icone, emoji, in modo che tutta la classe o scuola abbia lo stesso ricordo. C’è anche spazio per le
dediche, che non si scorderanno mai.
4. Ogni ragazzo carica in autonomia la sua foto nello spazio apposito del template direttamente dal proprio
computer o cellulare e procede con l’acquisto sulla medesima piattaforma.
5. Il Rappresentante informa Made For School dell’avvenuta chiusura del proprio annuario e.. Basta attendere
la messa in stampa e il tempo necessario al corriere per raggiungere le abitazioni di ogni ragazzo e il gioco è
fatto!
FOTO DI GRUPPO = DONAZIONE DI GRUPPO
A discrezione della scuola, Made For School fornisce anche la possibilità di devolvere a un ospedale o ente locale
€1 per ogni ClassBook venduto. Bergamo e la sua provincia sono state fra le aree maggiormente colpite dalla
pandemia CoVid-19 e fra le prime ad essere segnalate come “zona rossa”. Ogni studente, in Italia, ha dovuto
rinunciare alla vicinanza con i suoi compagni, ad imparare in modo tradizionale i programmi scolastici e a chiudersi
in casa per lunghi periodi, in un momento di vita in cui si vorrebbe solo stare fuori casa a divertirsi, fare sport e
conoscere persone.
La Generazione Z ha contribuito come tutti alla sicurezza del paese e alla salute delle persone più fragili e con
questo piccolo gesto può contribuire anche al supporto dei professionisti sanitari per un futuro più libero, in cui
si possa tornare a crearsi ricordi reali, a scuola e non.
Al momento i ragazzi hanno raccolto in media €1.000 per enti come l’Ospedale di Busto Arsizio (VA), Ospedale
di Susa (TO), L’Ospedale Murri di Fermo, l’Ospedale Santo Stefano di Prato, il San Luca di Lucca e il San Martino
di Genova.
PHOTOCLASS IS COOL!!!
La foto di classe diventa così non solo tradizione, ma anche un mezzo per fare del bene alla propria comunità! Un
prodotto semplice, che abbiamo sempre dato per scontato, sta vivendo una nuova, seconda vita carica di
innovazione, condivisione, solidarietà e molto molto lifestyle: persino la Viceministra all’istruzione Ascani ha
condiviso sulla sua pagina Facebook il tenerissimo disegno di un bambino di 9 anni di Torino che rappresenta la sua
classe, ma anche VIP come Barbara D’Urso e Vladimir Luxuria hanno sfoggiato sui rispettivi profili social una delle
loro foto di classe degli anni del liceo. Ora tocca alla Gen Z condividere ovunque i propri ricordi attraverso la foto di
classe 2019/20!!
ABOUT MADE FOR SCHOOL
Made for School S.p.A è una PMI innovativa che progetta soluzioni per accrescere il senso d’appartenenza degli studenti alla propria scuola, tra cui
Merchandising scolastico (felpe, e magliette a brand della scuola), Fotografie di classe, Annuario scolastico ed altri prodotti editoriali.
Commercializza i propri prodotti attraverso la propria piattaforma white lable, coinvolgendo i propri brand partner presenti su tutto il territorio nazionale.

Smog – aggiornamenti

smog
smog

“La situazione della qualità dell’aria – ha spiegato l’assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo – è migliorata su tutto il territorio regionale grazie alle condizioni meteo-climatiche. La media delle concentrazioni di Pm10 in provincia di Milano nella giornata di ieri era pari a 39,5 e in quella di Monza a 29,3.

In provincia di Bergamo la media si è attestata a 35 e a Brescia a 42. Lo stesso vale per tutte le altre province della Lombardia, in cui le concentrazioni medie di Pm10 sono state sotto al limite di 50 µg/m³”.

I dati sulla qualità dell’aria vengono esaminati ogni giorno e viene data comunicazione in maniera tempestiva circa la cessazione delle limitazioni temporanee. Come previsto dalle delibere della Giunta regionale 7095 del 18 settembre 2017 e 712 del 30 ottobre 2018, qualora si registrassero un valore al di sotto della soglia unito a previsioni metereologiche con condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti oppure valori al di sotto della soglia per due giorni consecutivi si potrà procedere con la disattivazione delle misure temporanee.