Coronavirus, Bike Sharing Milano

Bike Sharing Milano
Bike Sharing Milano

Coronavirus, Bike Sharing Milano. Assessore Terzi: non comprendo allarme Granelli, già comunicato che regole sono uguali a quelle per TPL

(Milano) “Non comprendo le preoccupazioni dell’assessore
Granelli in merito al bike sharing, che addirittura considera ‘a rischio.
Gli abbiamo gia’ comunicato che, nel rispetto delle vigenti regole di
distanziamento, confermiamo che sia per bike sharing che per car sharing, in
ambito comunale, valgono le stesse regole adottate per gli altri mezzi del
Tpl e che pertanto l’uso di guanti e mascherine dovra’ essere garantito
dagli utenti stessi”.
L’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilita’
sostenibile, Claudia Maria Terzi, replica cosi’ all’assessore del Comune di
Milano, Marco Granelli.

“Sottolineo – conclude Terzi – che l’ultima ordinanza regionale recepisce le
linee guida approvate all’unanimita’ dalla Conferenza delle Regioni,
apportandovi all’occorrenza correzioni piu’ restrittive. Nel giusto
bilanciamento tra le diverse esigenze abbiamo applicato alle attivita’ di
noleggio, la flessibilita’ necessaria per garantire da un lato la sicurezza
sanitaria e dall’altro la continuita’ del servizio”.

 

Palazzo Marino: caccia al tesoro online

Caccia al tesoro
Caccia al tesoro

Palazzo Marino. Una caccia al tesoro online per scoprire la città

Milano – Una caccia al tesoro online su tutta la città, per una settimana dedicata alle ragazze e ai ragazzi delle scuole secondarie di Milano, e aperta anche ad appassionati e curiosi. Si tratta di un’iniziativa realizzata da Frame-Festival della Comunicazione, Comune di Milano, YesMilano e che è parte del progetto europeo Food Wave-Empowering Urban Youth for Climate Action che ha l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sui temi del cambiamento climatico.

Sul sito www.cacciatesoromilano.it è possibile iscrivere la propria squadra gratuitamente a partire da sabato 30 maggio, fino al 5 giugno. Dopo l’apertura, che si terrà l’8 giugno con un messaggio del Sindaco Giuseppe Sala, ogni mattina, per cinque giorni, dalle 10 alle 14 vi sarà una tappa con 10 prove da superare, tra enigmi, iscrizioni da decifrare, indovinelli, quiz e indizi nascosti in diversi luoghi di Milano, dal centro alla periferia. Senza muoversi di casa, ma navigando nelle mappe web e collaborando in chat coi compagni di squadra.

Le squadre si cimenteranno in prove di abilità sui temi più svariati (arte, architettura, storia di Milano, tradizioni, cucina, sport, scienza e tecnica, musica, botanica, ecologia). Le tappe comprenderanno anche prove speciali dedicate alla sostenibilità, alla sana alimentazione, alla lotta agli sprechi, al riciclo e alle buone pratiche green.

Tra una prova e l’altra, ci saranno delle guide ad accompagnare i giocatori con dei brevi video: 18 milanesi che provengono dal mondo della cultura, dello sport, dello spettacolo, dell’informazione e della musica.

Oltre al Sindaco Sala i testimonial saranno Stefano Boeri, Beppe Severgnini, Claudio Bisio, Gherardo Colombo, Gad Lerner, Gino Vignali, Daria Bignardi, James Bradburne, Enrico Bertolino, Pierluigi Pardo, Danco Singer, Davide Oldani, Philippe Daverio, Javier Zanetti, Demetrio Albertini, Cristiana Capotondi, Andrea De Carlo, Francesca Valla.

Milano: 2,5 milioni per scuole d’infanzia 0-6

Comune Milano, Laura Galimberti
Comune Milano, Laura Galimberti

Educazione. Dal Comune 2,5 milioni per sostenere il sistema educativo privato 0-6

Milano, 31 maggio 2020 – Il Comune di Milano mette a disposizione risorse fino a 2,5 milioni di euro, provenienti dal Fondo di Mutuo Soccorso, per sostenere il sistema educativo integrato che ha subìto importanti perdite economiche a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Coronavirus. Le linee di indirizzo per l’erogazione di questi fondi sono state approvate dalla Giunta.

I contributi saranno dedicati ai gestori privati di Centri Prima Infanzia, Micronidi, Nidi d’Infanzia, Nidi Famiglia, in possesso di regolare CPE (comunicazione preventiva di esercizio) o autorizzazione al funzionamento e alle Scuole dell’Infanzia paritarie private in possesso del relativo riconoscimento ministeriale.

“Siamo consapevoli – dichiara l’assessora all’Educazione Laura Galimberti – delle difficoltà in cui si stanno muovendo i gestori privati dei servizi alla prima infanzia, anche perché il sostegno alle opportunità per i più piccoli è spesso mancato in questa fase da parte delle istituzioni nazionali e regionali. Di fronte a questa situazione, abbiamo scelto di non rimanere inerti e siamo i primi a intervenire allocando risorse perché le realtà di questa rete, patrimonio inestimabile della città, possano continuare a operare garantendo un’offerta complementare rispetto a quella pubblica. Si tratta di un contributo che arriva, nel momento del bisogno, dalla generosità dei milanesi che, anche se in sofferenza, continuano a essere solidali. A loro va il nostro grazie”.

Le risorse, erogate attraverso la partecipazione a un avviso che verrà pubblicato a breve, andranno a sostenere le spese di mantenimento delle sedi destinate a questo tipo di servizi e a parziale copertura dei danni economici subiti da chi, in seguito alla sospensione dell’attività durante la fase del lockdown, ha concesso alle famiglie una riduzione o un esonero dalle rette dei bambini frequentanti per i mesi in cui non è stato possibile usufruire del servizio.

Sulla base della disponibilità finanziaria, verrà riconosciuto un contributo massimo di 300 euro a bambino a tutti i gestori di servizi e attività dedicate ai bambini di età compresa tra 0 e 3 anni, in possesso di una CPE. Ad esempio, un nido con 30 utenti potrà ricevere un contributo di 9mila euro; mentre per le scuole dell’Infanzia paritarie il contributo massimo sarà di 50 euro per ogni bambino frequentante alla data del lockdown.

 

Fase 2, vendita alcolici: rispetto delle regole

Vendita alcolici fase 2
Vendita alcolici fase 2

Fase 2, vendita alcolici, De Corato: si sanzionino anche i punti vendita afro-asiatici che non rispettano le regole

(Milano, 31 mag) – “Mentre in Lombardia molte amministrazioni
comunali sanzionano i locali della ‘movida’ per gli assembramenti che si
creano al loro esterno, sono molte meno quelle che controllano e multano i
punti vendita afro-asiatici presenti soprattutto nelle periferie. Al di
fuori di questi negozi si creano pericolose situazioni di degrado, dovute
alla vendita di bottiglie di alcolici, con persone anche ubriache che
consumano”. Lo dichiara l’assessore regionale alla Sicurezza,
all’Immigrazione e alla Polizia locale, Riccardo De Corato.
“Perche’ i sindaci non mandano i vigili anche in questi locali etnici –
chiede l’assessore De Corato – a controllare che venga rispettate le regole
cosi’ come fanno nei locali affollati della movida?”.

 

CBRE e GVA Redilco advisor di Crédit Agricole

Via Armorari 4 milano
Crédit Agricole – Via Armorari 4 milano

CBRE e GVA Redilco hanno assistito in qualità di advisor Crédit Agricole Italia nella cessione del complesso di Via Armorari 4, a Milano.

L’operazione, che permette a Crédit Agricole Italia di rimanere in una delle sue sedi più importanti e prestigiose del capoluogo lombardo, vale 140 milioni di euro ed è stata realizzata tramite il fondo Kensington, gestito da Kryalos SGR e investito da Allianz Real Estate per conto di diverse società del gruppo assicurativo tedesco.

L’immobile è ubicato in posizione strategica e servitissima, a pochi passi da Piazza Duomo, nel cuore del rinnovato distretto finanziario di Piazza Cordusio, un’area incontinuo e crescente fermentocommerciale e immobiliare, con edifici storici riqualificatiper attrarre tenant di primario standing che aspirano ad avere una sede iconica nel principale centro economico italiano.

Grazie a un’azione di refitting eseguita nel periodo 2014-2018, in linea con i più elevati standard qualitativi, tecnologici e di sostenibilità ambientale richiesti dal mercato, l’immobile di pregio, espressione dell’architettura eclettica meneghina di inizio ‘900, è oggi un asset moderno caratterizzato daampi spazi di lavoro con layout flessibili – ma anche inclusivi per agevolare la collaborazione – e design di nuova concezione.

Questa operazione pone l’accento sull’elevato interesse degli investitori per trophy asset,riqualificatied efficienti inpermanent location all’interno del centro di Milano.