In calo infrazioni al Codice della Strada

Anna Scavuzzo
Anna Scavuzzo

Polizia Locale. Nel 2019 rilevate 3 milioni 125mila infrazioni al Codice della Strada

Milano, 27 maggio 2020 – Nel 2019 la Polizia locale del Comune di Milano ha rilevato 3 milioni 125mila infrazioni al Codice della strada, circa 322mila meno dell’anno precedente.

“Confrontando i dati osserviamo un rispetto crescente delle regole del Codice della Strada da parte di tutti – commenta la Vicesindaco e assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo – apprezzabile anche per quel che riguarda la velocità che registra un calo importante: è questo infatti l’obiettivo principale della posa degli autovelox, far sì che le persone stiano maggiormente attente su quelle strade molto ampie di ingresso alla città dove aumenta la tentazione di andare veloce”.

Chi si è messo alla guida nel 2019 ha rispettato molto di più i limiti di velocità: le infrazioni rilevate si sono quasi dimezzate, passando da 712.533 a 383.660. Le maggiori voci in calo, oltre a quelle relative alla velocità, riguardano la sosta e la fermata dove non consentito, che passano da 537.850 a 531.365, le infrazioni per passaggi con il semaforo rosso o senza rispettare gli stop (da 38.752 a 35.924) e quelle riguardanti la mancanza di revisione dei veicoli (da 6.678 a 4.985). Passano inoltre da 4.343 a 2.375 gli automobilisti sanzionati per guida al cellulare, senza utilizzo degli auricolari, e da 1.609 a 1.266 i sanzionati per non aver agganciato la cintura di sicurezza o utilizzato adeguati sistemi di ritenuta per i bambini.

In calo anche le sanzioni per mancanza dei documenti di circolazione (da 3.512 a 2.685), le persone trovate in stato di ebbrezza o sotto effetto di stupefacenti (da 736 a 659), le sanzioni per mancanza di assicurazione (da 4.363 a 3.739), per guida senza patente o con patente sospesa (da 837 a 714) e per mancanza o malfunzionamento di freni e luci (da 948 a 742).

Sono in aumento, invece, le infrazioni per quel che riguarda i divieti di circolazione in città, che passano da 2 milioni e 13mila a 2 milioni e 64mila. In leggera crescita chi non rispetta la precedenza (da 1.323 a 1.393), le sanzioni per manomissioni dei cronotachigrafi (da 8 a 86) e per comportamenti scorretti nei confronti di pedoni (da 560 a 595), così come le sanzioni per comportamenti scorretti dei pedoni stessi (da 234 a 315).

Risorse trasporto scolastico alunni disabili

bus-trasporto-disabili-
bus-trasporto-disabili-

“Sono soddisfatta – ha commentato l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Melania Rizzoli – di aver portato in Giunta una delibera che aumenta le risorse messe a disposizione di una parte della nostra popolazione particolarmente fragile e che oggi ancora di più richiede una vicinanza da parte delle istituzioni”.
Con la delibera approvata dalla Giunta di Regione Lombardia sono state incrementate con ulteriori 750.000 euro le risorse destinate al trasporto scolastico degli alunni disabili, aumentando di ben il 25% il valore del rimborso chilometrico del servizio.

ATTENZIONE REGIONE SU FRAGILITA’ – “Un ulteriore passo in avanti – ha proseguito l’assessore Rizzoli – che ribadisce e conferma l’attenzione di Regione Lombardia su questi temi”.

INCREMENTO FONDI – “Ricordo che da quando la responsabilità dell’assistenza educativa specialistica e il trasporto scolastico degli studenti disabili delle scuole superiori è passata dalle Provincie alla Regione – ha evidenziato l’assessore Rizzoli – i contributi sono aumentati di anno in anno. Se nel 2016 le province impegnavano complessivamente 23 milioni di euro, Regione Lombardia nell’ultimo anno scolastico ha stanziato circa 35 milioni di euro, aumentando notevolmente le risorse”.
Nel testo del provvedimento è stato, inoltre, previsto che le ore di assistenza educativa specialistica erogate nel corrente anno, durante il periodo di chiusura autoritativa delle scuole, in forma domiciliare o a distanza vengano riconosciute e finanziate.

AGEVOLARE STUDENTI – “Anche in questo caso – ha concluso l’assessore Rizzoli – abbiamo voluto operare come sempre con realismo scegliendo di andare a modificare le nostre linee guida per rispondere all’imprevista situazione che si è generata a seguito dell’emergenza epidemiologica. Agevolare in tutti i modi i 7.300 studenti di cui ci prendiamo cura. le loro famiglie e i loro educatori resta un imperativo categorico”.

Cus Milano: contributo all’ospedale Sacco

83172675coeprtina-raccolta-fondi-fine
83172675coeprtina-raccolta-fondi-fine

Un totale di 5mila euro per l’Ospedale Luigi Sacco di Milano. A tanto ammonta la cifra raccolta dagli studenti sportivi dell’Università degli Studi di Milano nell’iniziativa benefica lanciata da CUS Statale, con il patrocinio di CUS Milano, e pensata per dare un contributo concreto all’ospedale milanese, polo dove diversi futuri medici della Statale frequentano le lezioni.

«Un grazie di cuore a tutti i sottoscrittori che hanno aderito all’iniziativa – ha commentato il presidente del CUS Milano Alessandro Castelli -. L’ammontare, integrato da CUS Milano, è di 5mila euro che sarà bonificato in settimana. È un piccolo contributo, ma è grande il nostro grazie a tutti gli operatori sanitari che da settimane operano per difendere e curare la salute di tutti noi».

Per ringraziare ogni persona che ha deciso di effettuare una donazione, gli organizzatori del CUS Statale hanno pensato a una maglietta del tutto speciale, con la scritta ‘Quando Usciamo Limoniamo’. Si tratta di una rivisitazione dello storico slogan del gruppo sportivo del CUS Statale ‘Se Vinciamo Limoniamo’ che dà il nome anche alla trasmissione radiofonica degli studenti sportivi dell’ateneo meneghino, in onda ogni venerdì sulle frequenze di Radio Statale.

«È a nome di tutto il mondo sportivo universitario che vi ringraziamo di cuore», ha concluso il presidente del CUS Milano Alessandro Castelli.

web www.cusmilano.it
facebook cusmilano
twitter cus_milano
instagram cus_milano
youtube cusmilano1

Libro “Perchè io ti ho voluto”

Perchè io ti ho voluto
Perchè io ti ho voluto

Presentiamo oggi attraverso un video e mostrandovi la copertina, del nuovo libro della nostra collaboratrice Silvana Pinto, che uscirà il 29 di maggio.

Un grande augurio di successo per questo nuovo lavoro e complimenti per l’intensità, la profondità e la trasparenza con cui è stato scritto.

E’ un piacere lavorare con persone professioniste e che diano spazio ai propri pensieri in modo elegante, costruttivo, scorrevole e comprensibile,  a tutti.

Davide Falco

 

Silvana Pinto

Fiamma Velo: da Novate al Piano City Milano

Fiamma Velo
Fiamma Velo

La giovane pianista Fiamma Velo, è una tra i sei artisti che si esibiranno dal vivo nel corso della manifestazione Piano City Milano di questo fine settimana.

In ottemperanza alle disposizioni in vigore per il Covid-19, Fiamma suonerà in “piano Tandem”, ovvero una bicicletta trainerà lei e il suo pianoforte nel quartiere di Dergano, tra le 20 e le 23 sostando di tanto in tanto, secondo il programma dell’evento.

“Non me l’aspettavo, sono felicissima, spiega Fiamma. Molti artisti suoneranno in streaming e invece io ed altri 5 pianisti, live nella città. Sono contenta di partire dopo il periodo del Lockdown. E’ un preludio per la prossima edizione che si terrà in autunno”.

Fiamma suonerà le sue musiche insieme ad un omaggio ai grandi musicisti. Un brano sarà dedicato ad Ezio Bosso, scomparso recentemente, perchè la musica va oltre la vita, e in questo modo, attraverso la musica,  lui può continuare a vivere.  Lo stesso pensiero andrà anche al Maestro Nino Rota. Persone insomma che hanno dato molto alla musica.

Fiamma Velo è pianista e compositrice. Ha all’attivo due cd con la produzione artistica del maestro Roberto Cacciapaglia, anche suo Maestro.  Dopo il diploma al Conservatorio di Padova in pianoforte classico, un master a Valencia per la specializzazione ed un anno al Conservatorio di Milano , per poi decidere di abitare nella vicina Novate, da cui si può facilmente raggiungere il centro meneghino.

Informazioni: www.pianocitymilano.it