7.8 C
Milano
venerdì, Febbraio 23, 2024

«Svelarsi», spettacolo-esperimento al Teatro Carcano di Milano dall’8 all’11 febbraio

Dopo il successo della passata stagione, dall’8 all’11 febbraio torna in scena presso il Teatro Carcano di Milano, in collaborazione con il centro Humanitas per lei dell’Ospedale San Pio X, Svelarsi – una performance per sole donne (cis, tran e non-binary), con la regia e drammaturgia di Silvia Gallerano in scena con Giulia Aleandri, Elvira Berarducci, Smeralda Capizzi, Benedetta Cassio, Livia De Luca, Chantal Gori, Giulia Pietrozzini. 

Che cos’è Svelarsi?

È uno spettacolo/esperimento/serata/happening/sabba/pigiama party/assemblea… qualcosa di indefinito e indefinibile, un momento di condivisione e di riflessione piuttosto allegro su temi come il femminismo, l’umiliazione, la rivalsa, il senso di colpa, l’autodeterminazione. É una serata per sole donne, che genera parecchie risate e una smodata sorellanza.

Svelarsi è un’altalena tra un senso di invasione, una mancanza di spazio, una compressione, da una parte; la potenza, lo strabordare, la risata travolgente, dall’altra. La cultura patriarcale che ancora ci circonda, insegna alle donne, sin da piccole, a limitare i propri desideri di potenza, ad accettare invasioni di campo da parte dell’altro sesso (dove il campo è il corpo), a mettersi in disparte e per senso di costrizione spesso a esplodere. 

Si parte da vissuti diversi che hanno una nota comune: di umiliazione, di mutilazione, di invisibilità.
Messi insieme, tutti questi vissuti, si mostrano per quel che sono: semplici soprusi, spesso meschini.
Se ne vedono i contorni tragicomici, si impara a riderci su e a rispondere con una potenza che non è stata sopita.
Il lavoro di scrittura è un lavoro condiviso: ogni attrice ha scritto con le parole o con il proprio corpo la sua presenza in questo lavoro.

Svelarsi è un percorso di ricerca. Per questo si rivolge a un pubblico esclusivamente di donne (cis, trans e non binarie). Tutte quelle che si sentono e definiscono donne.
Non si tratta di creare uno spazio sicuro per chi è sul palco, ma di indagare che cosa succede ai corpi simili di chi assiste, domandarsi se il proprio corpo risuona più profondamente con quello che vede, nudo, in scena.

Svelarsi è anche l’occasione per costruire percorsi laboratoriali mirati, come nel caso del virtuoso e innovativo progetto “La salute femminile va in scena” del centro Humanitas per lei dell’ospedale San Pio X di Milano in collaborazione con il Teatro Carcano di Milano, che sfrutta la potenza dell’arte teatrale e il suo linguaggio esperienziale per promuovere la salute della donna.

Un’occasione per portare fuori dall’ospedale importanti consigli clinici di prevenzione, diagnosi e cura, e un’occasione per portare l’arte performativa fuori dal teatro come efficace strumento educativo capace di influenzare positivamente le persone.

NOTE DI REGIA

Solo corpi femminili: è questo l’esperimento.
Si tratta di una chiamata. Risponde chi se la sente. Non è per tutti. È per chi ha voglia di incontrarci. Non ci mostriamo come animali di uno zoo. Accogliamo chi è interessata a rispecchiarsi. 
Ci sono parole. Tante. Che coprono, che proteggono i corpi. E poi ci sono i corpi. Così come li guardiamo allo specchio quando ci svegliamo. Prima di camuffarli per camminare in mezzo agli altri. Sai quando si dice: immagina una persona che ti fa paura mentre è nuda. Per smontarla. Per vedere che è composta dagli stessi pezzi che compongono te. Ecco, noi ci spogliamo proprio. I nostri pezzi li mostriamo tutti. E come i nostri corpi mostrati a pezzi, così si presenta il lavoro. Una composizione di quadri, fatti di immagini e parole. Una successione di tappe, per arrivare ad assemblare i giusti pezzi, per trovargli collocazione. Per trovargli visione. 

Quello che mi è chiaro è che Svelarsi non è uno spettacolo e basta. Potremmo definirlo una miccia: un evento che accende delle curiosità, delle domande, una visione che interroga.
Potremmo definirlo un pretesto: una scusa per trovarsi in una platea separata e osservare l’effetto che ci fa.
A me piace chiamarlo esperienza o un’osservazione, perché è ancora aperta dentro di me la domanda di quale sia il risultato finale di questo percorso.
Credo che possa essere scritto solo con le persone che vi assistono. Che lo spettacolo, se vogliamo chiamarlo così, sia la risultante dell’incontro sempre diverso tra chi è sul palco e chi è in platea; che quello che desideriamo non sia la realizzazione di un oggetto artistico chiuso e definito bensì indagare quella zona fluttuante nella quale i corpi che sono sul palco incontrano quelli che sono seduti in platea.

Silvia Gallerano

Perché Svelarsi è uno spettacolo evento per sole donne (cis, trans, non binary)?

Lo sguardo maschile rimane fuori dalla sala per un po’, ci aspetta. Non è un desiderio di esclusione degli uomini, ma di un tipo di sguardo predatore, giudicante, sminuente. È uno sguardo che abbiamo tutte e tutti in diversa misura, è il frutto della nostra società fondata sulla supremazia maschile, secondo la quale chi non è maschio è meno: meno autorevole, meno importante, meno interessante. E come fare a levarselo di dosso? Noi abbiamo immaginato questo esperimento: creare un tempo e uno spazio in cui dei corpi femminili si trovano in una condizione anomala, non quotidiana. Per farlo ci concentriamo sui nostri corpi e sulle storie che si portano dentro.

Le donne che hanno assistito al nostro lavoro ci hanno detto tutte la stessa cosa: che era una novità e un piacere il fatto di essere solo tra donne. Che questo permetteva una partecipazione al lavoro senza filtri, senza preoccupazione per il giudizio altrui, più spontanea. È qualcosa di cui non si parla molto, perché svela una debolezza, ma molte donne sono attanagliate dal giudizio maschile: giudizio sul proprio corpo innanzi tutto. Eliminare questa condizione quotidiana fa emergere quanto questo giudizio conti, quanto lo abbiamo introiettato dentro di noi, quanto ci limita e condiziona nella vita di tutti i giorni.

Svelarsi_Unveil_
Svelarsi_Unveil_

DATE SPETTACOLO   8, 9, 10, 11 febbraio 2024
ORARI                       8, 9, 10 febbraio ore 19.30    11 febbraio ore 16.30
PREZZI                      Intero € 20,00 Ridotto under 18 € 10,00

www.teatrocarcano.com   

Scopri altre novità di teatro su Dietro La Notizia.

 

Articoli

Teatro Verdi di Milano: “Attilio” di Flavia Ripa, il 9 e il 10 marzo

Sono gli anni 90, Attilio ha 9 anni ma lui ne vuole 80. Siamo a Sud e questa è la storia della famiglia Indino, dei suoi mostri e...

Jack Savoretti “Miss Italia”: album interamente in italiano del cantautore italo inglese

JACK SAVORETTI, è pronto per il suo ritorno discografico con un progetto completamente inedito. La sua voce ruvida, appassionata e struggente ammalia e rapisce,  incarnando...

Bollate: nuova vita a tante aree gioco cittadine

Grazie al PNRR nuova vita a tante aree gioco cittadine Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sta contribuendo significativamente, con i fondi ottenuti...
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Teatro Verdi di Milano: “Attilio” di Flavia Ripa, il 9 e il 10 marzo

Sono gli anni 90, Attilio ha 9 anni ma lui ne vuole 80. Siamo a Sud e questa è la storia della famiglia Indino, dei suoi mostri e...

Jack Savoretti “Miss Italia”: album interamente in italiano del cantautore italo inglese

JACK SAVORETTI, è pronto per il suo ritorno discografico con un progetto completamente inedito. La sua voce ruvida, appassionata e struggente ammalia e rapisce,  incarnando...

Bollate: nuova vita a tante aree gioco cittadine

Grazie al PNRR nuova vita a tante aree gioco cittadine Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sta contribuendo significativamente, con i fondi ottenuti...

Senago: eletto il Sindaco dei ragazzi e delle ragazze

Sono 250 gli studenti di Senago dai 10 ai 14 anni che hanno partecipato al percorso di cittadinanza attiva per costituire il Consiglio Comunale dei...

Sergio Bonelli Editore presenta “Dylan Dog. Sogni”

La realtà si confonde con il sogno per diventare inevitabilmente incubo. Questo è il filo rosso del volume SOGNI, che contiene tre capitoli cardine della...