Il magazine del Sole 24 Ore è GREEN

over Foglia Def-kOHG
over Foglia Def-kOHG

ll 22 aprile si celebra il cinquantesimo Earth Day. L’attenzione internazionale è ovviamente focalizzata sull’emergenza Coronavirus, ma proprio la consapevolezza dei destini comuni dell’umanità può aiutarci ad affrontare con più partecipazione i temi del cambiamento climatico e dell’ambiente. IL, Il mensile del Sole 24 Ore nel suo nuovo restyling ha deciso di investire in futuro e diventa green: IL festeggia la giornata mondiale della terra piantando alberi e intervista il portavoce dell’iniziativa, l’attore Zac Efron.

Il bosco di IL
Ripensare al Pianeta per ripensare al futuro. Un network internazionale per piantare, insieme, semi di sviluppo. Da oggi IL dà inizio a una nuova foresta: grazie alla collaborazione con la community Treedom, parte del network di certified B corporation, IL comincia subito a creare la sua foresta globale, piantando alberi ad ogni uscita e, in occasione del primo numero, regalando un albero anche a ciascuno dei 54 partner presenti su questo numero del magazine completamente rinnovato. Di ciascun albero sarà possibile conoscere l’esatta geolocalizzazione, vedere le foto nel momento in cui viene piantato e seguirne la crescita.

IL Green non solo nelle iniziative a corredo del lancio, ma anche nei contenuti, che in ogni numero prediligeranno uno scambio di visioni green attraverso i ritratti, gli incontri e le interviste a personaggi famosi.

Si comincia con l’intervista green a Zac Efron.
L’attenzione internazionale è ovviamente focalizzata sull’emergenza Coronavirus, ma proprio la consapevolezza dei destini comuni dell’umanità – che è tornata centrale nelle nostre riflessioni – può aiutarci ad affrontare con più partecipazione – e meno retorica e ideologia – i temi del cambiamento climatico e dell’ambiente. Portavoce dell’iniziativa è l’attore Zac Efron, che Alessandra Mattanza ed Emanuele Bompan hanno intervistato insieme a Kathleen Rogers, presidente dell’Earth Day Network, che si occupa di organizzare questo prezioso appuntamento annuale. “Non importa chi siamo o dove viviamo, tutti possiamo fare qualcosa per la Terra».- sostiene Zac Efron su IL spiegando la sua giornata tipo eco-friendly. «Non ho mai routine particolari, a parte il lavoro, tendo a non programmare. Appena posso, il modo migliore di sentirmi in connessionecon la natura è mollare tutto, andare in qualche posto isolato, dormire sotto le stelle, in un sacco a pelo. Ritrovare il lato più selvaggio, anche di me, senza le sovrastrutture della celebrità o del business. È in questi momenti di puro contatto con la vita che si risveglia la mia volontà di proteggere il Pianeta. È il potere che hanno su di me tutte le attività all’aria aperta, dallo sci al surf, all’hiking…».

E parlando di contemporaneità anche il Coronavirus e i suoi impatti entrano nel magazine del Sole 24 Ore: una grande inchiesta sulle ripercussioni dell’emergenza Covid-19 sul vino Made in Italy. Un’inchiesta reportage sullo shutdown dell’industria dell’auto. Un racconto inedito dello scrittore Gianni Biondillo sul vivere il giorno-per-giorno in quarantena.