La Valchiavenna a misura di Picnic

Picnic in Valchiavenna
Picnic in Valchiavenna

La Valchiavenna a misura di Picnic
Tra vigneti terrazzati ed escursioni con le e-bike, la Valchiavenna propone 8 itinerari per scoprire la valle con deliziosi picnic da gustare all’aria aperta

Le vacanze in alta quota ora più che mai profumano di pace, autenticità, libertà e anche distanziamento sociale. Tra innumerevoli itinerari da percorrere e ampi spazi verdi, la montagna viene così vista come una destinazione sicura, dove è possibile rispettare le norme concedendosi però dei momenti in totale relax.

Con i suoi ritmi distesi, parchi immersi nella natura e antichi borghi tutti da scoprire, la Valchiavenna diventa una delle mete perfette dove trascorrere giornate in tranquillità. E per permettere ai turisti di vivere le Alpi lombarde in modo diverso e coinvolgente, la Vachiavenna, in collaborazione con alberghi e ristoranti del territorio, propone 8 itinerari da esplorare con gustosi cestini di picnic 4.0. L’antico borgo di Savogno a 900m di quota, Chiavenna città slow e bandiera arancione, l’incantevole specchio alpino Lago Azzurro, le famose cascate dell’Acqua Fraggia e la riserva naturale del Pian di Spagna sono solo alcune delle località che i visitatori avranno l’occasione di ammirare in tutta la loro bellezza.

1) Picnic slowfood in vigna

Il primo picnic pensato dalla Valchiavenna è una vera e propria full immersion nei sapori più autentici della valle. Chi sceglie questo picnic avrà l’opportunità di gustare prodotti tipici e presidi Slow Food nella cantina Hermau, immersa tra i vigneti terrazzati di Pianazzola sopra l’antico borgo di Chiavenna.

2) Picnic su due ruote a Savogno

La Valchiavenna è una valle dove ogni passione trova modo di esprimersi e il “Picnic su due ruote a Savogno” è perfetto per tutti gli amanti dello sport in alta quota. I turisti potranno infatti noleggiare una e-bike, scoprire il lato adrenalinico della valle e raggiungere l’antico borgo rurale di Savogno con le sue vedute mozzafiato.

3) Picnic in Pratogiano a Chiavenna

Perché non partire alla scoperta della Valchiavenna dalla sua località più rinomata, Chiavenna? La zona di Pratogiano è un vero e proprio luogo iconico, famoso perché proprio qui, ogni anno a ottobre, si svolge la Sagra dei Crotti. I suoi ippocastani secolari permettono di scoprire le prelibatezze che cela il cestino del picnic all’ombra in totale relax.

4) Picnic in montagna

Un picnic pensato per vivere la vera essenza della montagna, ciò che di meglio può offrire questo luogo. Non c’è un posto preciso dove godersi questo picnic, lo scopo è quello di farsi trasportare dalla natura, dagli odori e dai colori e apprezzare ciò che ci circonda. Pian del Giöc o il Lago Azzurro sono però due valide alternative che ben si sposano con questa proposta.

5) Picnic in agriturismo

Un picnic per scoprire l’offerta gastronomica della Valchiavenna, dalla famosa brisaola al pane di segale passando per caciotte di capra con confetture e torta di castagne. Questo picnic vuole essere un viaggio nel tempo, tra tradizione e territorio, che regala agli ospiti un assaggio della valle, magari da consumare alle pendici delle imponenti cascate dell’Acqua Fraggia.

6) Picnic con la poiana

Un picnic pensato per essere vissuto nella cornice del Pian di Spagna, oasi naturale situata sul corridoio di migrazione dello Spluga. Si tratta di una zona protetta con aree umide, di vitale importanza per molte specie animali e vegetali come il germano reale e l’iris giallo. I turisti che scelgono questo picnic potranno raggiungere la zona a bordo di biciclette e tuffarsi nella natura più incontaminata.

7) Picnic a tutta natura

Con il Picnic a tutta natura, i turisti potranno scoprire, a bordo di biciclette, una Valchiavenna slow e green. La valle si mostrerà così in tutta la sua bellezza, tra boschi rigogliosi, ampi prati dove respirare l’aria fresca di montagna e panorami mozzafiato.

8) Green picnic nella valle del Bitto

L’ultima proposta di picnic ci porta nell’incantevole Valle del Bitto. Per vivere un’esperienza autentica e “a tema”, si consiglia di dirigersi verso il torrente Bitto, sedersi lungo le sue rive e lasciarsi cullare dal rumore della natura e del fiume in totale pace e serenità.

La Valchiavenna ha fin da subito affiancato la popolazione e le realtà della sua valle con “Valchiavenna, una valle sicura”, un programma lanciato durante i mesi di lockdown che intende promuovere la Valchiavenna come luogo dove la sicurezza di ogni individuo è al primo posto. Il progetto si è articolato in vari step: durante la prima fase sono stati informati e formati i cittadini e tutta la popolazione sulle nuove norme di igiene e comportamentali. Successivamente, sono state messe in sicurezza le attività economiche, sono stati sanificati gli ambienti di lavoro e sono stati formati gli operatori per permettere loro di gestire le varie situazioni in maniera ottimale. Inoltre, le diverse realtà hanno potuto certificarsi “Valchiavenna, una valle sicura” e promuoversi quindi con un marchio che ne certifica la sicurezza.

L’obiettivo finale è quello di diffondere un senso di attenzione e consapevolezza, ciò che circonda cittadini e turisti è un ambiente sicuro perché risultato di norme e regole che sono state condivise e validate.

 

Aggiudicazione gara Energetica Green

Water Alliance Lombardia e Piemonte
Water Alliance Lombardia e Piemonte

22 aziende pubbliche, un fabbisogno di quasi 1 milione di MWh di energia per rispondere alle esigenze di oltre 11 milioni di cittadini lombardi e piemontesi. 10 delle 13 aziende di Water Alliance – Acque di Lombardia, e 11 delle 14 aziende di Utility Alliance del Piemonte, le due reti di aziende pubbliche che gestiscono il servizio idrico integrato di Lombardia e Piemonte, più il gestore del servizio idrico del Comune di Mortara, Asmia Srl, hanno lanciato per il terzo anno consecutivo una gara congiunta per un valore di quasi 139 milioni di euro per la fornitura di energia elettrica da sole fonti rinnovabili.

La gara per un importo complessivo di 138.879.408 € (per una fornitura totale di energia elettrica di quasi 1.000 GWh), suddivisa in tre lotti – lotto 1 da 35,463 mln € (bassa tensione), lotto 2 da 101,061 mln € (media e alta tensione) e lotto 3 da 2,355 mln € (reseller) – è stata assegnata a seguito di asta elettronica, per il primo lotto a Edison Energia, società del Gruppo Edison attiva nella vendita di energia elettrica e gas naturale, e per il secondo e terzo lotto ad A2A Energia, multiutility italiana, ai vertici nei settori energia, ambiente, calore e reti.

Il ribasso complessivo è di 2.462.429, 89 € pari al 5,22% della quota energia a base di gara.L’impiego di energia pulita da sole fonti rinnovabili per il terzo anno consecutivo conferma l’impegno delle 22 aziende pubbliche nell’offrire agli utenti un servizio di alta qualità nel totale rispetto dell’ambiente, in linea con le linee guida indicate dall’Unione Europea nel Green Deal.

L’obiettivo primario è continuare a soddisfare in ottica sostenibile e green il fabbisogno delle imprese coinvolte e ridurre al tempo stesso le emissioni inquinanti, con un evidente saving in termini economici e conseguenti ricadute positive sulle bollette: l’energia elettrica incide infatti per il 25% sui costi complessivi di gestione del servizio idrico, che si traduce in circa 12 euro all’anno per ogni utente servito. Con l’acquisto di sola energia green, il network di aziende di Water Alliance – Acque di Lombardia e di Utility Alliance del Piemonte garantirà per il 2021 una riduzione in termini di CO2 pari a 290 mila tonnellate.

La fornitura di energia elettrica da fonte rinnovabile è destinata alle utenze alimentate in media e bassa tensione delle società aderenti a Water Alliance – Acque di Lombardia, la rete di imprese costituita dalle aziende idriche in house della Lombardia (tra cui BrianzAcque, Gruppo CAP, Lario Reti Holding, Padania Acque, SAL – Società Acqua Lodigiana, Uniacque, MM, ALFA, COMO ACQUA e Secam), e alle aziende di Utility Alliance del Piemonte, network di imprese fra i gestori pubblici del servizio idrico, energetico e dell’igiene urbana, in particolare: SMAT – Società Metropolitana Acque Torino, Acquedotto della Piana, Acquedotto Valtiglione, ALEGAS (AMAG Ambiente, AMAG Reti Gas, AMAG Reti Idriche, AMAG), ACDA – Azienda Cuneese dell’Acqua, AMC – Azienda Multiservizi Casalese, AMV – Azienda Multiservizi Valenzana, CCAM – Consorzio dei Comuni per l’Acquedotto del Monferrato, SII- Servizio Idrico Integrato Biellese e Vercellese, SISI – Società Intercomunale Servizi Idrici ed ACEA Pinerolese Industriale). Tra le aziende destinatarie della fornitura si aggiunge inoltre Asmia Srl, gestore del servizio idrico integrato del Comune di Mortara, che quest’anno si è unito come partner di gara.

Rinnovabili: ripartire dal green per l’economia

Rinnovabili elettriche
Rinnovabili elettriche

Rinnovabili elettriche, 900mila impianti in esercizio in Italia nel 2019

I dati contenuti nel nuovo Rapporto GSE. Pucci (Enerqos Energy Solutions): “Fondamentale costruire il nostro futuro in chiave green”

Nel 2019 risultano in esercizio circa 900.000 impianti relativi alle fonti rinnovabili elettriche, per una potenza complessiva di quasi 55.500 MW. Di questi, più di 880.000 sono impianti fotovoltaici, oltre 5.600 sono eolici, i restanti riguardano le altre fonti (idroelettrica, geotermica, bioenergie). Sono alcuni dei dati contenuti nel Rapporto delle attività 2019, presentato questa mattina dal Gestore dei Servizi Energetici, che hanno permesso all’Italia di superare, anche nel 2019, il target europeo al 2020 sulle rinnovabili. Oltre 43 milioni di tonnellate di CO2 evitate, 111 milioni di barili di petrolio risparmiati e quasi 2,6 miliardi di euro di investimenti attivati, nell’ultimo anno nel settore della green economy, sono i benefici legati alle attività portate avanti dal GSE che in Italia promuove lo Sviluppo sostenibile attraverso l’incentivazione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, ma anche attraverso il sostegno e la formazione alla Pubblica amministrazione, alle imprese, ai cittadini.

“Non abbiamo mai smesso di credere in un’Italia rinnovabile -commenta Giorgio Pucci, presidente EES -. Anche nel 2019 il nostro Paese ha superato l’obiettivo FER 2020 assegnato dall’Europa. Dobbiamo esserne orgogliosi”.

Nel 2019 il valore delle risorse gestite dal GSE per la promozione della sostenibilità ha raggiunto i 14,8 miliardi di euro, di cui 11,4 miliardi per l’incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili, 1,3 miliardi per l’efficienza energetica e le rinnovabili termiche, 800 milioni di euro relativi ai biocarburanti e 1,3 miliardi riconducibili ai proventi derivanti dalle aste di CO2.

“È decisivo – conclude Pucci – per le imprese italiane investire nelle rinnovabili ed in particolare nel fotovoltaico. Oggi più che mai dobbiamo poter vivere la nostra Italia pulita, eliminando il più possibile le polveri sottili, per la salute di tutti. E puntare sulle energie rinnovabili per costruire il nostro futuro in chiave green”.

Enerqos Energy Solutions S.r.l. è una Energy Service Company (ESCo) certificata secondo la norma UNI CEI 11352:2014 che propone soluzioni innovative di efficientamento energetico. L’azienda possiede una vasta esperienza nella pianificazione, gestione, finanziamento e monitoraggio di grandi progetti nel settore delle energie rinnovabili grazie ad una esclusiva combinazione di expertise tecniche, capacità nella gestione di partner specialistici, competenze di strutturazione finanziaria e conoscenze normo-legislative. L’azienda propone in maniera flessibile e indipendente soluzioni energetiche progettate direttamente sulle esigenze dei clienti, promuovendo lo sviluppo di una partnership di medio e lungo periodo. Sia l’impiego di capitale sia i costi operativi necessari alla realizzazione dei progetti possono essere finanziati direttamente da Enerqos tramite la condivisione con il cliente dei risparmi generati. La sede di Enerqos è a Milano, in viale Monza 270, website: www.enerqos.com.

 

Il magazine del Sole 24 Ore è GREEN

over Foglia Def-kOHG
over Foglia Def-kOHG

ll 22 aprile si celebra il cinquantesimo Earth Day. L’attenzione internazionale è ovviamente focalizzata sull’emergenza Coronavirus, ma proprio la consapevolezza dei destini comuni dell’umanità può aiutarci ad affrontare con più partecipazione i temi del cambiamento climatico e dell’ambiente. IL, Il mensile del Sole 24 Ore nel suo nuovo restyling ha deciso di investire in futuro e diventa green: IL festeggia la giornata mondiale della terra piantando alberi e intervista il portavoce dell’iniziativa, l’attore Zac Efron.

Il bosco di IL
Ripensare al Pianeta per ripensare al futuro. Un network internazionale per piantare, insieme, semi di sviluppo. Da oggi IL dà inizio a una nuova foresta: grazie alla collaborazione con la community Treedom, parte del network di certified B corporation, IL comincia subito a creare la sua foresta globale, piantando alberi ad ogni uscita e, in occasione del primo numero, regalando un albero anche a ciascuno dei 54 partner presenti su questo numero del magazine completamente rinnovato. Di ciascun albero sarà possibile conoscere l’esatta geolocalizzazione, vedere le foto nel momento in cui viene piantato e seguirne la crescita.

IL Green non solo nelle iniziative a corredo del lancio, ma anche nei contenuti, che in ogni numero prediligeranno uno scambio di visioni green attraverso i ritratti, gli incontri e le interviste a personaggi famosi.

Si comincia con l’intervista green a Zac Efron.
L’attenzione internazionale è ovviamente focalizzata sull’emergenza Coronavirus, ma proprio la consapevolezza dei destini comuni dell’umanità – che è tornata centrale nelle nostre riflessioni – può aiutarci ad affrontare con più partecipazione – e meno retorica e ideologia – i temi del cambiamento climatico e dell’ambiente. Portavoce dell’iniziativa è l’attore Zac Efron, che Alessandra Mattanza ed Emanuele Bompan hanno intervistato insieme a Kathleen Rogers, presidente dell’Earth Day Network, che si occupa di organizzare questo prezioso appuntamento annuale. “Non importa chi siamo o dove viviamo, tutti possiamo fare qualcosa per la Terra».- sostiene Zac Efron su IL spiegando la sua giornata tipo eco-friendly. «Non ho mai routine particolari, a parte il lavoro, tendo a non programmare. Appena posso, il modo migliore di sentirmi in connessionecon la natura è mollare tutto, andare in qualche posto isolato, dormire sotto le stelle, in un sacco a pelo. Ritrovare il lato più selvaggio, anche di me, senza le sovrastrutture della celebrità o del business. È in questi momenti di puro contatto con la vita che si risveglia la mia volontà di proteggere il Pianeta. È il potere che hanno su di me tutte le attività all’aria aperta, dallo sci al surf, all’hiking…».

E parlando di contemporaneità anche il Coronavirus e i suoi impatti entrano nel magazine del Sole 24 Ore: una grande inchiesta sulle ripercussioni dell’emergenza Covid-19 sul vino Made in Italy. Un’inchiesta reportage sullo shutdown dell’industria dell’auto. Un racconto inedito dello scrittore Gianni Biondillo sul vivere il giorno-per-giorno in quarantena.

C5: La terza puntata di “In forma”

Tessa Geisio_In forma
Tessa Geisio_In forma

Sabato 7 dicembre, alle ore 8.45, torna l’appuntamento con “In Forma”, il programma di Canale 5 condotto da Tessa Gelisio.

Anche in questa puntata verranno affrontati, con servizi e professionisti del settore, diversi argomenti legati al nostro benessere: la prevenzione, la salute alimentare, il fitness e la cura per il nostro corpo.  Ogni settimana un angolo dedicato al green, con tutorial esclusivi per il fai da te.

Non mancheranno gli appuntamenti con gli esperti: i consigli medici del professor Santo Raffaele Mercuri e le ricette della cuoca Alice Balossi.

Inoltre, Valeria Airoldi darà consigli per una sana e buona alimentazione e la personal trainer Barbara Cappelli ci insegnerà cosa fare per mantenerci sempre in linea.

“In Forma” è online su www.informaconstarbene.mediaset.it ed è presente anche sui social network con il profilo ufficiale Twitter @In_formaTv e la pagina ufficiale Facebook.com/InFormaconstarbene per dare informazioni, anticipazioni, approfondimenti, video e materiale di backstage.

“In Forma” è un programma prodotto da Quadrio in collaborazione con Ege. È scritto da Aldo Dalla Vecchia e Georgia Roseano con la regia di Arcadio Cavalli.