“Nulla è impossibile” di Behgjet Pacolli

Libro di Pacolli copertina
Libro di Pacolli copertina

Questo libro non è solo la rassegna degli eventi principali della mia vita, ma è anche un pezzo di storia del Kosovo in un momento di fondamentale importanza per la sua indipendenza. Per questo ho voluto aggiungere anche i miei pensieri e le mie idee sul contesto epocale in cui si svolgevano.

Molti lo conoscono come l’uomo più ricco del Kosovo e per aver ristrutturato il Cremlino, altri come l’ex marito della cantante Anna Oxa. Ma la vita di Behgjet Pacolli è molto di più. La sua storia, infatti, sembra uscita dalla penna di uno sceneggiatore di Hollywood.

E in queste pagine è lui a raccontarla, mettendosi a nudo con sincerità. Dalle umili origini nel piccolo villaggio di Marec, vicino a Pristina, alla ricchezza raggiunta con la Mabetex, società di costruzioni che lo ha portato prima alla corte di Eltsin e poi a realizzare Astana, la capitale del Kazakistan.

Per la prima volta, Pacolli ripercorre gli anni della sua infanzia da albanese in Kosovo, degli studi in Germania e la difficile strada per raggiungere il successo; svela i retroscena del grande scandalo internazionale in cui è stato coinvolto; rivela i particolari degli incontri con Gheddafi, Putin, Clinton e Madre Teresa di Calcutta; parla della storia d’amore con Anna Oxa e di quella con Masha, attuale moglie e madre dei suoi figli, con la quale vive una favola senza fine.

E passando in rassegna i principali eventi della sua vita, descrive anche un pezzo di sto¬ria dei Balcani, la caduta dell’Urss e soprattutto la dolorosa battaglia per l’indipendenza del Kosovo. Così queste pagine diventano il pretesto per fare il punto della situazione politica, culturale ed economica del suo amato Paese. Un Paese di cui è stato presidente per un mese e che ora rappresenta in giro per il mondo come ministro degli Esteri.

L’AUTORE
Behgjet Pacolli, nato nel 1951 a Marec, un piccolo villaggio vicino a Pristina, è emigrato ancora giovane in Germania dove ha studiato economia e management. Dopo il trasferimento in Svizzera, fonda la Mabetex, società leader nell’edilizia e restauri. È fondatore e capo del partito Aleanca Kosova e Re (AKR), Alleanza per un Nuovo Kosovo. Svolge molte attività umanitarie, soprattutto in favore delle popolazioni kosovare. Oggi è ministro degli Esteri del Kosovo.