Canapa Mundi: Una settimana a base di canapa nella Capitale!

canapa-mundi
canapa-mundi

Dal 16 al 18 febbraio 2018, torna al PalaCavicchi di Roma Canapa Mundi, la Fiera Internazionale della Canapa. Dopo l’entusiasmante successo degli anni precedenti, la prossima edizione presenta importanti novità: a partire dal nuovo padiglione, passando per il nuovo look del sito, fino agli show-cooking che hanno lo scopo di presentare l’alta cucina a base di canapa, e alla settimana della canapa, ossia un tour “canaposo” per i negozi e i locali romani che utilizzano la canapa in molti modi.

E molte altre sono le novità, come la serata ufficiale del sabato sera che si sposta nella nuova location dello storico Black Out con un dj set d’eccezione, una sfilata di abiti in canapa, le partnership con un hotel per accogliere i visitatori provenienti da tutta Italia oltre che stranieri, e con un’agenzia di viaggi di turismo cannabico che ha creato appositamente un viaggio organizzato pieno di sorprese.

Considerata l’ampia partecipazione di famiglie, è stato potenziato il servizio dell’area bimbi e sarà inaugurata la sala allattamento dedicata alle neo-mamme e ai loro piccoli.
Naturalmente, Canapa Mundi è anzitutto la Fiera della Canapa che, grazie ai numeri dello scorso anno, ha ottenuto dalla Regione Lazio il riconoscimento di Fiera Internazionale.

Come tutti gli anni, Canapa Mundi garantisce anche importanti momenti di informazione scientifica sul potenziale di questa meravigliosa pianta e di aggiornamento sui processi legislativi legati alla canapa, con la seconda edizione della Conferenza internazionale sulla Canapa.

Non mancherà l’area ristorazione e gastronomica, con stand tradizionali, ma anche 100% gluten free, vegan e naturalmente a base di canapa.
“Impossibile per i visitatori e gli espositori del settore mancare a questa fiera”, sottolineano gli organizzatori. “Invitiamo tutti a partecipare, perché Canapa Mundi rappresenta un’opportunità di conoscenza e divertimento, ma anche un contributo per la trasformazione culturale della nostra società e per lo sviluppo di un ambito sempre più importante della nostra economia”.