“Martin Mystére, le nuove avventure a colori”

La melodia che uccide
La melodia che uccide

Dal 4 febbraio arriva in edicola La melodia che uccide: il quarto capitolo della nuova miniserie dedicata al Detective dell’Impossibile (e alla giovane blogger che ne segue le orme) si snoda intorno a una strofa sconosciuta dell’inno di Mameli…

È questa seconda possibilità che viene raccontata nel quarto volume della miniserie Martin Mystère, le Nuove Avventure a Colori (in edicola per Sergio Bonelli Editore dal 4 febbraio), che si snoda tra Milano e Verona e vede protagonisti alcuni monumenti chiave delle due città: in quella meneghina il Teatro alla Scala, le segrete dell’antica Chiesa di Santa Maria alla Scala, la casa di riposo per musicisti intitolata a Giuseppe Verdi (a due passi dalla redazione di Sergio Bonelli Editore!); in quella scaligera l’Arena di Verona e una musica capace di assordare, come un colpo di pistola.

Ne La melodia che uccide Martin Mystère, sfuggito al naufragio dell’Amaterasu, incontra infatti Valentina Ventura, una spregiudicata blogger ossessionata dai misteri e pronta a tutto per scoprire le verità che cerca. Soprannominata, dopo l’abbandono di Martin, la nuova Detective dell’Impossibile, Valentina è entrata in possesso di una strofa sconosciuta dell’Inno di Mameli. Ma tra quelle righe paiono annidarsi le prove di una cospirazione su scala mondiale, ordita da una organizzazione segreta denominata gli Uomini in Nero, un gruppo che, a metà Ottocento, si è reso colpevole dell’assassinio dello stesso Capitano Mameli…