Bollate: Un drappo rosso contro la violenza sulle donne

drappo rosso
drappo rosso

Un drappo rosso esposto dal Palazzo Comunale come segno inequivocabile del rifiuto della violenza sulle donne. E stato voluto dall’Amministrazione comunale. L’Assessore alle Pari opportunità Vania Bacherini, ne spiega il significato pù profondo.

 « Donne punite con la morte per il loro bisogno di autodeterninazione. Questo, forse, è il senso di questa strage che sta assumendo proporzioni devastanti. Diciamo, forse perchè l’indicibile deve trovare un modo per essere detto, spiegato, capito.

Le parole sono essenziali ma altrettanto lo sono gli atti simbolici che ci fanno sentire comunitò e partecipi di una stessa idea.

Ecco perchè, l’Amministrazione comunale ha voluto, proprio atraverso il drappo rosso, dire no al femminiscidio. Segno tangibile ed evidente… il drappo rosso.

Le Istituzioni devono fare sempre di più; le donne non devono essere lasciate sole. Dobbiamo essere comunità : comunità nei segni (perchè non appendere un nastro rosso sui propri balconi ?), comunità nel ricercare paradigmi culturali che ci niscano, comunità di uomini e donne che insieme dicono no al silenzio. NO AL FEMMINICIDIO !. »

Vania Bacherini

Assessore alle Pari Opportunità del Comune di Bollate