Lella Costa legge Natalia Ginzburg

Lella Costa
Lella Costa

Dopo il successo delle serate con Toni Servillo e Anna Bonaiuto, si conclude martedì 18 maggio, alle ore 21, nell’auditorium del Grattacielo Intesa Sanpaolo, il ciclo di letture Natalia Ginzburg (1916 – 2016), storia di una voce, a cura di Giulia Cogoli. Un omaggio voluto da Intesa Sanpaolo nel centenario della nascita della scrittrice, cresciuta a Torino, figura di primo piano della letteratura italiana del Novecento.

 Protagonista dell’ultima serata sarà l’attrice Lella Costa, che leggerà alcune pagine dalle commedie Ti ho sposato per allegria e La parrucca. Il reading sarà preceduto da un’introduzione di Domenico Scarpa, curatore delle opere di Natalia Ginzburg edite da Einaudi.

 Ti ho sposato per allegria e La parrucca sono due delle undici commedie scritte fra il 1965 e il 1991, testi teatrali solo apparentemente comici, che rivelano la multiforme curiosità intellettuale della scrittrice.

“…Prima di incontrare te, sono stato sul punto di sposarmi almeno diciotto volte. Mi son sempre tirato indietro. Perché scoprivo in quelle donne qualcosa che mi dava i brividi. Scoprivo, nel profondo del loro spirito, un pungiglione. Erano delle vespe. Quando ho trovato te, che non sei una vespa, ti ho sposato.” (Ti ho sposato per allegria)
L’ingresso è gratuito su prenotazione, che deve essere effettuata online all’indirizzo www.eventi.grattacielointesasanpaolo.com/ a partire da venerdì 13 maggio.

Per informazioni riguardanti le prenotazioni e gli eventi, scrivere a info@grattacielointesasanpaolo.com .

La serata fa parte  del programma di attività culturali che Intesa Sanpaolo offre alla città di Torino nell’auditorium del suo Grattacielo, in corso Inghilterra. Si tratta di un progetto articolato che consentirà alla città di conoscere gli spazi dell’edificio ideato da Renzo Piano non destinati all’operatività tradizionale della banca.

Ecco perché i testi di Natalia Ginzburg meritano di essere riletti ad alta voce: affinché risuonino fisicamente, oggi, tra i suoi lettori antichi e nuovi.

 Auditorium sospeso
Il Grattacielo Intesa Sanpaolo offre al pubblico alcuni ambienti particolarmente suggestivi. Spazi permeabili alla vita della città, aperti agli appassionati dell’ingegno e della bellezza e a chi cerca nuove prospettive verticali. La hall del piano terra, aperta sul Giardino Grosa, completamente riqualificato nel 2014, conduce con due scale mobili all’Auditorium sospeso.

Attraverso un sistema meccanizzato la sala, che può ospitare fino a 400 posti a sedere, assume in breve tempo tre diverse configurazioni: sala conferenze, concerto e spazio espositivo. La qualità acustica è assicurata da un sofisticato sistema di controllo dei rivestimenti a parete.