“Bologna meravigliosa”: dal 10 maggio in libreria

cop-bologna
cop-bologna

Bologna la Rossa, la Grassa, la Dotta. Bologna dei portici e delle Torri, ma anche dei Tortellini e di una terza “T”, leggendaria anche se non propriamente simbolo di cultura storico-gastronomica.
Bologna meravigliosa è una foto d’epoca, un album dei ricordi di famiglia, un glossario di tradizioni popolari.

Ma anche un dizionario di modi di dire, di ridere, di vivere, perché a Bologna si vive come in un paese,
con gli eventi nelle piazze e i fuochi d’artificio alla Festa del Patrono.
E poi ancora Bologna degli anni di piombo, degli attentati terroristici, Bologna del terremoto e della solidarietà.

Bologna circondata dai colli su cui salire nelle afose notti estive per prendere il fresco, ma anche Bologna dei segreti incredibili di persone che si nascondono dietro un alone di rispettabilità. Personaggi che si avvicendano, a volte incrociando le proprie strade, in un ritrovarsi casuale solo all’apparenza.

La famosa cordialità dei bolognesi con la loro parlata grassa e la sensibilità di Bologna, in grado di far sì che la vita continui, anche a seguito di fatti molto gravi, ma allo stesso tempo capace di fermare il
mondo, così come un grande orologio si è fermato nel 1980.

Cristina Orlandi è nata a Bologna nel 1964. Diplomatasi ragioniera nel 1983, ha svolto diversi lavori.
Appassionata di scrittura da sempre, ha collaborato a varie antologie, tra cui Nessuna Più (Elliot Edizioni, 2013), una raccolta di racconti curata da Marilù Oliva in favore del Telefono Rosa contro il femminicidio

Autrice: Cristina Orlandi
Titolo: Bologna meravigliosa
Sottotitolo: Storie quotidiane della città felsinea
Collana: Narrativa – Radici
Pubblicazione: 10 maggio 2016