Giulia Marchi, La natura dello spazio logico

Giulia Marchi, La natura dello spazio logico
Giulia Marchi, La natura dello spazio logico

Giulia Marchi

La natura dello spazio logico

a cura di Angela Madesani

Opening

Sabato 24 ottobre 2020, ore 15-20

24 ottobre – 19 dicembre 2020

Labs Contemporary Art

Via Santo Stefano 38, Bologna

Giulia Marchi, La natura dello spazio logico, 2020

Inaugura domani sabato 24 ottobre 2020, dalle ore 15 alle 20, negli spazi di LABS Contemporary Art, la mostra personale di Giulia Marchi dal titolo La natura dello spazio logico a cura di Angela Madesani.

Giulia Marchi ha una formazione artistica di forte impronta letteraria che l’ha portata a una espressività che spesso si connota di narrazione, anche quando la forma scelta – fotografia, ma non solo – non rende così immediata la lettura, ma rimanda a successivi accostamenti, codici che prima ancora di essere decifrati si lasciano interpretare.

Il titolo La natura dello spazio logico riprende quello di una delle serie di lavori proposti in mostra e fa riferimento al filosofo e architetto austriaco Ludwig Wittgenstein; suo l’assunto che segue e che chiarisce gli intenti della ricerca dell’artista: «Luogo spaziale e luogo logico concordano nell’essere ambedue la possibilità di un’esistenza».

Per Wittgenstein il lavoro filosofico, come spesso quello progettuale in senso architettonico, è un lavoro su se stessi e sul proprio punto di vista; concetto che interessa profondamente Giulia Marchi ed è da lei indagato in questa serie, costituita da un corpus di fotografie e lavori scultorei in marmo.

Sulle quattro lastre di marmo della serie L’artefice è inciso l’esametro virgiliano Ibant obscuri sola sub nocte per umbram, scelto e proposto dall’artista nell’errata versione di Jorge Luis Borges: Ibant obscuri sola sub nocte per umbras. Uno sbaglio voluto dal poeta argentino il quale amava gli errori tanto da considerarli una prova di verità e sicuramente di umanità. Una quinta lastra più grande reca la scritta Null, zero in tedesco, la lingua del filosofo che ha guidato l’intero progetto di lavoro.

Un ulteriore momento della mostra è dedicato ai labirinti e alla loro valenza filosofica: a Borges e al suo labirinto costruito sull’Isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, al labirinto di Cnosso sull’isola di Creta ed infine al Labirito di Dunure in Scozia. Una riflessione sul concetto di limite, attraverso l’errore, l’umana debolezza, lo spaesamento, il dubbio, l’incapacità di districarsi è quanto caratterizza i lavori esposti. Limite, errore, dubbio che forse sono proprio il senso più recondito, più temibile ma anche più affascinante dell’esistenza.

Labs Contemporary Art

Via Santo Stefano 38, Bologna

Orari

Martedì-venerdì: 15.30-19

Sabato: 9.30-12

Informazioni

Tel. +39 348 9325473 | 051 3512448

info@labsgallery.it

www.labsgallery.it

 

Francesco Renga, “Insieme Tour”

Francesco Renga
Francesco Renga

Teatro Europauditorium

Lunedì 17 maggio 2021
Francesco Renga “Insieme Tour”
il grande ritorno live nel 2021

BIGLIETTI IN PREVENDITA
DALL’8 SETTEMBRE SU TICKETONE
e DALL’11 SETTEMBRE NEGLI ABITUALI PUNTI VENDITA

Francesco Renga si prepara a tornare live nel 2021 con Insieme Tour, il tour che il 17 maggio 2021 farà tappa al Teatro EuropAuditorium di Bologna.

“Mai come questa volta programmare un nuovo tour mi provoca così tante emozioni – racconta Renga – tanta è la voglia di tornare a cantare per la mia gente, con la mia gente! Finalmente sperare di poterli abbracciare tutti e magari non solo con lo sguardo. È un po’ come tornare a vivere, una vera e propria epifania”.

I biglietti per Insieme Tour saranno disponibili in prevendita dalle ore 11.00 di domani, martedì 8 settembre su Ticketone e dalle ore 11.00 di venerdì 11 settembre nei punti vendita abituali.
Per i membri del fanclub i biglietti saranno in prevendita da oggi, lunedì 7 settembre (per info: www.friendsandpartners.it)

È attualmente in rotazione radiofonica il suo ultimo singolo “Insieme: grandi amori” (Sony Music), scritto con Daniele Coro e Diego Mancino e prodotto da Dario Faini e Daniele Coro. Il video del brano, diretto da Fabrizio Conte, è visibile qui: http://www.youtube.com/watch?v=312Bk1GAmzo

PREZZI: I platea 69,00 € – I platea laterale 60,00 € – II platea 60,00 € – Balconata 35,00 €

PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione 5/F, Bologna), aperta dal lunedì al venerdì, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, attraverso il circuito TICKETONE e attraverso il sito www.teatroeuropa.it.

Per informazioni: 051.372540 – 051.6375199 – info@teatroeuropa.it

Festival il Cinema Ritrovato: “Fellini degli Spiriti”

@Ronald Grant ArchiveAlamy Stock Photo
@Ronald Grant ArchiveAlamy Stock Photo

Sarà presentato il giorno 23 agosto in Piazza Maggiore a Bologna come anteprima della XXXIV edizione del festival Il Cinema Ritrovato, che si svolgerà dal 25 al 31 agosto, FELLINI DEGLI SPIRITI, il documentario dedicato a Federico Fellini diretto da Anselma Dell’Olio.

Dopo il suo passaggio a Bologna FELLINI DEGLI SPIRITI, prodotto da Mad Entertainment con Rai Cinema in coproduzione con Walking the Dog, Arte e Rai Com e selezionato dal Festival di Cannes per “Cannes Classics Sélection officielle 2020”, arriverà nei cinema di tutta Italia distribuito solo il 31 agosto, 1 e 2 settembre da Nexo Digital (elenco delle sale a breve su nexodigital.it).

Intanto, all’ultimo Marché di Cannes, svoltosi in forma virtuale, il film distribuito a livello internazionale da Nexo Digital è stato apprezzato da tutti i buyer internazionali e al momento sono già oltre venti i paesi con cui si stanno finalizzando accordi di distribuzione cinematografica che renderanno Fellini e il cinema italiano nuovamente protagonisti in tutto al mondo.

Profondamente innamorato della vita, Fellini ha attraversato la sua esistenza cercandone sempre il senso. A cento anni dalla nascita del Maestro, nato a Rimini il 20 gennaio 1920, il documentario indaga in profondità la sua passione per quello che lui definiva, in breve, il mistero, l’esoterico, il “mondo non visto” in una ricerca incessante di altre possibilità, altre dimensioni, altri viaggi e di tutto quello che può far volare lo spirito e la mente.

Questi aspetti, presenti in tutta la sua cinematografia, sono stati suo oggetto d’indagine inizialmente con il grande psicoanalista junghiano Ernst Bernhard, che non solo gli ha svelato i segreti dell’Inconscio, ma gli ha anche mostrato una nuova visione del mondo attraverso la lettura dei Tarocchi e la consultazione de I Ching. Ma sarà l’incontro con il professor Gustavo Rol, conosciuto per “Giulietta degli Spiriti”, che, attraverso i suoi esperimenti, gli proverà che esistono davvero altre dimensioni e che non c’è un termine al viaggio degli esseri umani.

A raccontare il mondo magico di Fellini tante voci, dalla cartomante che Fellini consultava sempre a Terry Gilliam (Premio Oscar per Brasil), da Giuditta Mascioscia, la sensitiva amica di Gustavo Rol al regista Damien Chazelle (Premio Oscar per La La Land), dai collaboratori e amici più stretti di Fellini a registi come William Friedkin (Premio Oscar per Il braccio violento della legge e L’Esorcista).

Attraverso straordinari materiali d’archivio di Rai Teche e Istituto Luce e materiali d’archivio internazionali, le immagini dei suoi film e interviste agli intellettuali che più hanno studiato il suo lavoro, “Fellini degli Spiriti” è un ritratto inedito, intimo e spirituale del grande regista.

“Al Bar Maurizio” – Nicola Gallerani

nicola-gallerani
nicola-gallerani

Dal 26 giugno sarà disponibile in rotazione radiofonica e sulle piattaforme digitali “AL BAR MAURIZIO”, nuovo brano del cantautore NICOLA GALLERANI.

Il Bar Maurizio esiste davvero: situato nel centro storico di Bologna, questo bar ben rappresenta il cuore pulsante della città, collocandosi in uno spazio sospeso nel tempo dove gli avventori non sono cellule impazzite affaccendate dai propri frenetici impegni ma personaggi da “commedia dell’arte”, ben definiti nei loro ruoli, che sembrano usciti dalla sceneggiatura di un film di Pupi Avati. Nel suo nuovo brano, “Al Bar Maurizio”, Nicola Gallerani ha cercato di rappresentare la poesia che si coglie tra i tavolini di quel bar estendendola ad una Bologna meno conosciuta ai più con le sue particolarità, le sue stravaganze e unicità.

«“Al Bar Maurizio” è un pezzo che ho scritto in pochissimo tempo e che trovo molto divertente sia nel testo che nell’arrangiamento – spiega l’autore a proposito del nuovo singolo – Sebbene colga alcuni aspetti della mia città che non tutti sapranno riconoscere penso possa essere simpatico proporlo come primo singolo, auspicando che chi lo ascolta possa ritrovare nel brano un pezzettino della propria realtà quotidiana, della propria città o del proprio paese».

Stadio – “Voi come Noi”

Stadio
Stadio

Il 27 giugno presso la terrazza del Padiglione 23 del Policlinico Sant’Orsola si terrà uno speciale concerto per riaccendere la città di Bologna. Un omaggio al sacrificio e all’abnegazione del personale sanitario cittadino che ha reso possibile la ripartenza.

Al via la raccolta fondi in favore dell’ospedale bolognese e di due ospedali siciliani.

È un legame storico, solido e sincero quello che unisce gli Stadio e il personale sanitario del Policlinico Sant’Orsola di Bologna. Un legame che si è consolidato ancor di più durante lo scoppio della pandemia da Covid-19 e che è sfociato nel videoclip “Voi come noi” (di prossima pubblicazione sui canali ufficiali della band) realizzato insieme ad alcuni medici e infermieri del Policlinico sulle note di “Generazione di fenomeni”.

“Voi come Noi sarà la nostra festa del Ringraziamento. Non ci sarà il tacchino, ma attraverso la nostra musica esprimeremo gratitudine e vicinanza nei confronti dei medici, degli infermieri e di tutto il personale sanitario che si è battuto in trincea per difenderci da questa terribile pandemia”. (Gaetano Curreri)