Anastacia – “Evolution tour”

Anastacia_Peter Svenson_preview
Anastacia_Peter Svenson_preview

La leggenda del pop Anastacia – la fantastica voce dietro ai clamorosi successi ‘I’m Outta Love’ e ‘Left Outside Alone’ – torna in Europa nel 2018 per il suo “Evolution tour”.

Con oltre 30 milioni di album venduti in tutto il mondo, Anastacia è una delle voci più riconoscibili del nostro tempo e celebrerà il suo settimo lavoro, ‘Evolution’, con il nuovo tour.

Registrato a Stoccolma con il produttore esecutivo Anders Bagge (Celine Dion, Janet Jackson, Madonna) e il suo team dei Baggpipe Studios, ‘Evolution’ segna un ritorno all’Anastacia del vecchio sound accattivante che si alterna con orecchiabili brani pop e toccanti ballate, tutto dominato dalla sua inconfondibile caldissima voce.

Dopo il fenomenale ‘Ultimate Collection Tour’ da 110 date, nel 2016-17, Anastacia torna in splendida forma con ‘Evolution’ e con il nuovo tour che toccherà l’Italia a maggio per 4 indimenticabili live .

Anastacia ospiterà ,come support act nel suo Evolution Tour, Lauren Ray. Al Teatro EuropAuditorium di Bologna arriverà MERCOLEDÌ 9 MAGGIO (ore 21.00).

Nel corso del suo ‘Ultimate Collection Tour’, Anastacia ha annunciato una partnership con Cancer Research UK e ha fatto una donazione personale all’organizzazione benefica per finanziare nuove ricerche salva-vita nel campo del tumore al seno, malattia che ha superato due volte.

Anastacia vuole incoraggiare fan, amici e supporter a fare donazioni per incrementare i fondi destinati alla ricerca contro il tumore al seno, in mondo da migliorare le possibilità di sopravvivenza.

Parlando del nuovo tour, Anastacia ha detto: “Sono così emozionata di tornare in Europa e suonare brani da Evolution. Ho registrato l’album mentre ero in tour con Ultimate Collection e non vedo l’ora di condividere queste canzoni con i miei fan.”

Le Streghe di Eastwick

Foto Streghe
Foto Streghe

Parte il 4 maggio dal Teatro Duse di Bologna la sesta edizione di A Summer Musical Festival prodotto dalla Bernstein School of Musical Theater.

Il primo titolo in programma è una novità assoluta per il pubblico italiano: , con la regia di Mauro Simone, la direzione musicale di Shawna Farrell, direttrice dell’Accademia, e le coreografie di Gillian Bruce.

Il musical è tratto dall’omonimo e fortunato film del 1987 con protagonista Jack Nicholson, la cui versione teatrale ha debuttato a Londra nel 2000 con la produzione di Cameron Mackintosh.

Il regista Mauro Simone ha deciso di ambientare lo spettacolo proprio negli anni ‘80, a differenza della messinscena di Broadway e Londra che hanno ambientato il musical negli anni ‘50 come il testo da cui la storia è tratta, perché gli anni Ottanta ci rimandano visivamente a un mondo colorato, assurdo e grottesco, quasi kitch, ma per questo unico.

Anche le luci e le scenografie richiamano questo stile, grazie all’uso di pannelli che si ispirano alla pittura pop colorata di quegli anni.
Il lavoro registico va nella direzione di riprodurre questa dinamicità anche all’interno delle scene e di “muovere” il popolo di Eastwick molto presente nella vicenda, perché gli abitanti sono curiosi e pettegoli, e per questo motivo il regista ha deciso di inserirli fra una scena e l’altra, come una specie di coro greco, al fine di muovere la narrazione.

La musica dello spettacolo, scritta da Dana P. Rowe, spazia fra ritmiche pop, country e jazz/blues, con melodie ritmate e sensuali.
Shawna Farrell, musical director, ha lavorato molto sulla parte corale che in questo spettacolo conta 50 allievi fra gli studenti del II e III anno dell’Accademia.
Il suo lavoro è andato nella direzione di ricercare il timbro più giusto per rappresentare gli abitanti di Eastwick armonizzando le varietà cromatiche presenti.

Fra i momenti migliori colpisce il brano di apertura “Eastwick Knows”, cantato e ballato da tutto il cast. Il numero è di grande impatto sia per l’aspetto musicale che visivo, grazie alle coreografie di Gillian Bruce che, con questo lavoro, ha adottato il suo stile esplosivo e corale confermando la sua capacità di travolgere sia il cast che il pubblico.

La storia è il racconto della solitudine di tre donne che esprimono alla luna il desiderio di sentire ancora qualche cosa di magico nella loro vita: chiedono di ricevere un uomo e al suo arrivo si lasciano ammaliare dal potere di un piccolo diavolo.

Ad un certo punto il loro ego interiore le spinge ad andare oltre, verso il maleficio e la vendetta, e solo a quel punto capiscono che vorrebbero tornare indietro…

Nel musical non mancano illusioni ed effetti magici, grazie al contributo e supporto dell’illusionista Alessandro Bellotto e c’è, per la prima volta nelle produzioni delle BSMT, un effetto di volo delle tre streghe alla fine del primo atto.

Secondo e terzo titolo del Festival organizzato dalla BSMT, in collaborazione con Il Comune e i teatri Duse e Comunale di Bologna, sono Big Fish con la regia di Saverio Marconi e West Side Story diretto da Gianni Marras.

In tutte le produzioni della rassegna salgono sul palco i performer dell’Accademia, una grande occasione che permette ai giovani interpreti di esibirsi di fronte a una platea di appassionati e addetti ai lavori.

Compatibilmente: spettacolo annullato

Pozzetto-compatibilmente
Pozzetto-compatibilmente

Lo spettacolo Compatibilmente, di e con Renato Pozzetto, programmato il 3 maggio 2018 (ore 21.00), è stato annullato per motivi di salute dell’artista.

Sarà possibile richiedere il rimborso dei biglietti acquistati entro e non oltre martedì 8 maggio 2018, presso il punto vendita o il circuito di vendita on line in cui si è effettuato l’acquisto.

Modalità di rimborso per coloro che hanno acquistato il biglietto direttamente in BIGLIETTERIA:
 Sarà possibile recarsi in biglietteria, entro e non oltre martedì 8 maggio 2018, dal lunedì al sabato (dalle ore 15.00 alle ore 19.00) in possesso dei biglietti acquistati. Per ulteriori informazioni: 051.4399123 – info@teatrocelebrazioni.it.

Modalità di rimborso TICKETONE con richiesta da effettuare entro e non oltre martedì 8 maggio 2018:
 Biglietti acquistati presso i punti vendita Ticketone: il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto presso il punto vendita in cui è stato effettuato l’acquisto.
 Biglietti acquistati sul sito www.ticketone.it o tramite call center: il customer service invierà un’e-mail ai clienti contenente i dettagli.

Modalità di rimborso VIVATICKET con richiesta da effettuare entro e non oltre martedì 8 maggio 2018:
 Per i biglietti acquistati presso i punti prevendita dei circuiti Vivaticket il cliente potrà rivolgersi allo stesso punto prevendita dove ha effettuato l’acquisto.
 Per i clienti che hanno acquistato online su Vivaticket sarà possibile richiedere il rimborso compilando il modulo on line su www.vivaticket.it.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: 051.4399123 – info@teatrocelebrazioni.it

Bolognesi per sempre

Copertina Bolognesi fronte
Copertina Bolognesi fronte

Cosa significa sentirsi Bolognesi per sempre? Possiamo interpretare il titolo di questo libro in senso stretto, considerare cioè le persone nate a Bologna, e che a Bologna vogliono restare. Ma non solo. Bolognese per sempre è anche chi a Bologna è legato da ricordi, esperienze, emozioni.

C’è chi a Bologna è arrivato, e non se ne andrà più, ma c’è anche chi da qui è passato per poi andarsene, lasciando in città un po’ del proprio cuore.Ventuno autori raccontano Bologna, non solo come città,
ma come modo di vita.

Le prime esperienze lavorative, i primi batticuori, la quotidianità
degli universitari. E poi ancora gli anni di piombo, il 2 agosto 1980, quel terribile giorno spartiacque, che cambiò Bologna e i bolognesi per sempre.

Chiese viste con la curiosità vivace di un bambino, giardini e portici dove si potrebbe vivere in eterno, passione calcistica, vecchie leggende di streghe. Tutto questo è Bologna, antica città di origine etrusca, che giorno per giorno ha saputo vivere attraverso i secoli.

Vecchia signora che a volte pare ignorarci, ma che sempre ci accoglie con un sorriso fin da quando, da  lontano, avvistiamo il Santuario della Madonna di San Luca.

Cristina Orlandi ha pubblicato diversi racconti in varie
antologie, tra cui Nessuna Più (Elliot Edizioni, 2012), iniziativa
contro il femminicidio a favore del Telefono Rosa.
Nel 2015 esce un racconto sull’imprenditoria femminile
in Emilia-Romagna Donne che fecero l’impresa per Edizioni
del Loggione. Nel 2016 scrive il volume Bologna meravigliosa
(Edizioni della Sera), percorso emozionale attraverso
luoghi e ricordi della città di Bologna. Nel 2017 per Edizioni
del Loggione partecipa con un racconto ai volumi
Brividi a Cena in Appennino e Brividi a cena in Valmarecchia,
raccolte di storie gialle abbinate a ricette tipiche dei
luoghi a tema.

Teatro Duse di Bologna: Ballet Flamenco Español

flamenco spagnolo
flamenco spagnolo

Arrivano al Teatro Duse di Bologna il Ballet Flamenco Español, creato da Juanma Carrillo nel 1998 come Compañía Flamenca Juanma. Da allora per la qualità tecnica e interpretativa dei suoi compatenti è divenuto punto di riferimento di questo particolare repertorio.

Dopo il tour in Medio Oriente, il corpo di ballo formato dai solisti appartenenti alle migliori Compagnie di flamenco al mondo, si esibisce in tour in Italia. Diretti da Tito Osuna e accompagnati da musicisti dal vivo, ci conducono attraverso tutti gli stili della danza spagnola.

Un balletto unico per la sua capacità di raccontare e ripercorrere un’arte antica e affascinante, tipica delle culture gitane, che sul cammino dei popoli nomadi è giunta fino a noi. Il flamenco è danza, musica e canto.

Tre espressioni artistiche che si fondono in un linguaggio autentico inserito dall’Unesco come patrimonio immateriale dell’umanità. Il corpo stesso diventa strumento musicale al battere delle mani e dei piedi sul tablao.

Un crescendo ritmico accompagnato dalla voce della mujer, passionale e sfrontata, melanconica e armoniosa.

Il corpo di ballo sarà accompagnato da alcuni dei più famosi musicisti della scena flamenca madrilena: ospiti d’eccezione il pianista Manolo Carrasco e il chitarrista Antonio Sanchez discendente della famiglia De Lucia insieme a Paco Soto seconda chitarra, Pedro Esparza flauto e sax e alle voci di Paz De Manuel e Desire Paredes.

Martedì 24 aprile, ore 21
Al Teatro Duse di Bologna, via Cartoleria 42

BIGLIETTI
Platea intero € 33 ridotto € 30 mini € 27
Prima galleria intero € 27 ridotto € 24,5 mini € 22
Seconda galleria intero € 23,5 ridotto € 21,5 mini € 20

Informazioni e prenotazioni
Ufficio di biglietteria
Via Cartoleria, 42 Bologna
051 231836 – biglietteria@teatrodusebologna.it
teatrodusebologna.it