Teatro: “La Donna serpente”

LA DONNA SERPENTE_Prove
LA DONNA SERPENTE_Prove

La Donna serpente – Fiaba teatrale tragicomica in tre atti di Carlo Gozzi
Mise en espace di Valter Malosti – Con gli Allievi del I anno della Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino:
Nicholas Andreoli, Noemi Apuzzo, Alessandro Conti, Federica Dordei, Anna Gamba, Alfonso Genova, Jozef Gjura, Noemi Grasso, Riccardo Livermore, Maria Lombardo, Francesco Marino, Giulia Mazzarino, Riccardo Micheletti, Riccardo Niceforo, Giulia Odetto, Benedetta Parisi, Archimede Pii, Pierpaolo Preziuso, Federica Quartana, Elvira Scorza, Valentina Spaletta Tavella, Andrea Triaca

La Donna serpente è definita dal suo autore una «fiaba teatrale tragicomica in tre atti», sottotitolo in cui ciò che più spicca è la definizione di un nuovo genere, la fiaba teatrale, appunto, della cui creazione Carlo Gozzi è ben consapevole.

Tra le molte ragioni che hanno spinto il conte a cimentarsi nella produzione teatrale – il desiderio di confrontarsi sullo stesso terreno con i nemici di sempre, Pietro Chiari e Carlo Goldoni (Baretti riporta una leggenda secondo la quale Gozzi avrebbe cominciato a scrivere per una scommessa dopo un incontro con il rivale), il passo decisivo fu la possibilità concreta di lavorare per una compagnia stimata e già famosa come quella di Antonio Sacchi, per cui il conte, tra l’altro, scriveva senza compenso alcuno.

La truppa di Sacchi passava spesso da Torino come testimoniato dai versi citati. E, in ultimo, sia d’auspicio per il Festival su Alfredo Casella il fatto che Antonio Sacchi pare abbia “ballato” (proprio così, pare fosse un ballerino eccezionale) al Teatro Regio di Torino in una delle sue ultime sortite torinesi.

INFO:
Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale –
Info Biglietteria – Tel. 011.5169.555 e 800.235333
www.teatrostabiletorino.it –
Sede della manifestazione: Fonderie Limone, via Pastrengo 88
(angolo via Eduardo De Filippo) – Moncalieri –
Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili
Orari delle rappresentazioni: martedì 19 aprile, ore 19.30; mercoledì 20 e giovedì 21 aprile, ore 20.45.