Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Bourges 2016

Beatrice Cagnin Urlo Bourges
Beatrice Cagnin Urlo Bourges

Arrivano altre tre medaglie per l’Italia ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani Bourges2016.
L’oro arriva da Alessandra Bozza che conquista il titolo iridato di spada femminile Cadetti grazie ad un percorso di gara netto, conclusosi col successo in finale per 15-7 contro la statunitense Tatijana Stewart.
La portacolori degli States aveva fermato in semifinale l’altra azzurra, Beatrice Cagnin, col punteggio di 15-13, dirottando l’atleta veneta sul terzo gradino del podio.
Medaglia di bronzo anche nel fioretto maschile Cadetti con Tommaso Marini, sconfitto in semifniale dal russo Kirill Borodachev col punteggio di 15-10
Il terzo titolo per l’Italia tra gli under 17 arriva per mano di Alessandra Bozza. La torinese sale sul gradino più alto del podio, dopo aver dominato una gara che l’aveva vista dapprima vincere tutti gli assalti del proprio girone e poi, in sequenza, superare la spagnola Marta Amador per 15-7, la polacca Barbara Brych per 15-11, e, per 15-14 la beniamina di casa, la francese Aliya Bayram. Ai quarti era poi giunto il netto successo contro la polacca Julia Falinska per 14-3, a cui aveva fatto seguito la vittoria in semifinale per 15-9 contro l’ungherese Renata Petri.

Beatrice Cagnin, dal canto suo, sale sul terzo gradino del podio, dopo essersi fermata in semifinale al cospetto della statunitense Tatijana Stewart, col punteggio di 15-13, figlio di una rimonta della portacolori a stelle e strisce.
Il cammino della veneta era iniziato superando dapprima l’ucraina Anastasiya Conrad per 15-11 e poi la sudcoreana Chearin Kim col punteggio di 15-12. Nel tabellone delle 16, l’azzurra aveva poi sconfitto 15-13 l’israeliana Vera Kanevski. La festa per la certezza della medaglia era giunta dopo la vittoria contro la francese Lola Lucani col punteggio di 15-8.
Stop nel turno delle 32 per Federica Isola. La campionessa europea in carica, dopo aver sconfitto nel primo assalto del main draw, la portacolori di Hong Kong, Hiu Cheung col punteggio di 15-7, è stata eliminata dall’israeliana Dar Hecht per 15-13.
Terzo posto e medaglia di bronzo anche per Tommaso Marini nel fioretto maschile Cadetti. A fermare la corsa dell’atleta azzurro, in semifinale, è stato il russo Kirill Borodachev, campione europeo in carica, col punteggio di 15-10. Ai quarti di finale, Tommaso Marini aveva sconfitto nettamente per 15-5, il portacolori di Hong Kong, Lok Wang Lawrence Ng.
Il marchigiano, dopo aver subìto una sola sconfitta nella fase a gironi, aveva esordito nel tabellone principale superando il venezuelano Yordin Jose Brusco per 15-7. A seguire, nel turno dei 32, aveva vinto il match contro il giapponese Yuto Ueno col punteggio di 15-10 e poi, nel tabellone dei 16, aveva avuto ragione per 15-8 del russo Vladislav Mylnikov.
E’ uscito di scena invece nel turno dei 16 Pietro Velluti Franzì. L’azzurro, testa di serie numero due del tabellone, dopo aver sconfitto in sequenza l’ungherese Adam Wolf per 15-5 e poi il polacco Mateusz Kozak per 15-4, si è arreso allo statunitense Michael Li col punteggio di 15-8.
Si è fermata nel turno dei 32 la corsa di Tommaso Chiappelli. L’azzurro, dopo aver vinto contro l’australiano Noah Whiffin per 15-4, è stato superato nel secondo assalto del main draw dal russo Vladislav Mylnikov con il punteggio di 15-8.
Oggi è in programma la gara a squadre mista, che conclude il programma delle prove riservate ai Cadetti. La squadra azzurra sarà composta da Matteo Neri e Giulia Arpino per la sciabola, Tommaso Marini e Lara Bertola per il fioretto, e da Gianpaolo Buzzacchino ed Alessandra Bozza per la spada.