I Teatri europei si incontrano al Regio

Venerdì 22 giugno Opera Europa, l’organizzazione con sede a Bruxelles che riunisce 116 teatri d’opera e festival in 36 paesi europei, e il Teatro Regio – in collaborazione con AsLiCo – promuovono una Giornata di Incontro per mettere a confronto le esperienze di vari Teatri europei. 

 Temi della riflessione: la collaborazione tra i teatri e il valore delle coproduzioni; la gestione di un teatro lirico, i tagli dei finanziamenti pubblici, marketing, fundraising e sponsorizzazioni; strategie di individuazione, coinvolgimento e gestione dei members; progetti speciali e stagioni pensate per il pubblico giovane; il valore di un teatro per la comunità; necessità di un manifesto per la cultura.

 La giornata avrà inizio alle ore 10 nel Foyer del Toro con i saluti del Sindaco Piero Fassino e proseguirà fino alle ore 17.30 con gli interventi, tra gli altri, di Nicholas Payne Direttore di Opera Europa, Walter Vergnano Sovrintendente del Teatro Regio, dei rappresentanti del Teatro Real di Madrid, della Royal Opera House di Londra, del Festival di Aix-en-Provence, del Théâtre La Monnaie di Bruxelles, dell’Opera di Oslo, dello Staatstheather di Stoccarda, del  Théâtre du Châtelet di Parigi, del Liceu di Barcellona e dei Sovrintendenti e Direttori artistici dei principali Teatri italiani. Intervengono, inoltre, Alberto Mattioli, giornalista de La Stampa e Armando Massarenti, responsabile del supplemento culturale Domenica del Sole24Ore e promotore del “Manifesto per la cultura”.

 Ogni relatore avrà a disposizione circa 10 minuti per il proprio intervento, spiega Walter Vergnano: «intendiamo in questo modo creare le condizioni per un confronto aperto e costruttivo tra colleghi di varia provenienza geografica e culturale, convinti che sia sempre più importante inserire i nostri teatri all’interno di una più stretta rete di rapporti internazionali».