L’aeroporto di Bari è il migliore in Italia e tra i migliori al mondo

Karol Wojtyla Bari
Karol Wojtyla Bari

L’aeroporto di Bari intitolato alla memoria di Karol Wojtyla è tra i migliori in Italia e si attesta tra i migliori del mondo. Già premiato da Altroconsumo, che lo posiziona al 38° posto su 178 nella classifica dei migliori aeroporti al mondo per servizi, accessibilità e mobilità interna, lo scalo barese viene ora premiato anche da HYPERLINK “https://www.paesionline.it/”PaesiOnLine, portale leader del mercato italiano del turismo online. Una vera e propria rivincita del Sud, che vede lo scalo pugliese surclassare strutture di rilievo internazionale, come Malpensa o Fiumicino.

Standard di qualità elevatissimi, design avveniristico e gestione smart rendono il Karol Wojtyla un vero e proprio punto di interesse per gli oltre 850.000 utenti della community online. L’aeroporto barese riscuote grande successo anche sui social network, in particolare su Facebook. Sulla HYPERLINK “https://www.facebook.com/paesionline/”fanpage di PaesiOnLine, i post che lo riguardano sono arrivati a registrare 6.000 reactions, più di 1.000 condivisioni e una notizia che ha raggiunto oltre un milione di utenti, con apprezzamenti e commenti di viaggiatori che condividono la propria esperienza positiva presso lo scalo pugliese.

Tra le cose maggiormente apprezzate dai viaggiatori di tutto il mondo, l’efficiente organizzazione interna, che permette di accedervi agilmente, i tempi di attesa ragionevoli ai controlli di sicurezza, una valida mobilità interna al terminal, buona disponibilità di posti a sedere, la presenza di bar e ristoranti e una buona manutenzione e pulizia delle toilette.

Nato nel 1934 come struttura esclusivamente militare in una zona a confine tra il quartiere di Macchie e Palese, l’aeroporto ha successivamente aperto anche all’aviazione civile, fino a diventare l’aerostazione attuale. Il terminal dedicato alla memoria di Karol Woytjla ha un’area di 29.000 metri quadrati su cinque livelli e 5.400 metri quadrati adibiti alle attività commerciali. Questo aeroscalo conta circa 1400 passeggeri all’ora, 32 000 aeromobili l’anno e può contenere ben 3.600. 000 passeggeri all’anno.

Aggiornamenti “Italo Evo”

italo3-1200x545_c
italo

Italo lancia una nuova offerta per festeggiare insieme a tutti i suoi viaggiatori l’arrivo dei nuovi treni Italo EVO, di cui i primi 4, su un totale di 17, entreranno in servizio da Dicembre. Chi vorrà raggiungere le città di Venezia, Verona, Padova e Rovigo o partire da queste, riceverà una piacevole sorpresa.
A soli 9,90€ infatti sarà possibile viaggiare verso Venezia, Padova o Rovigo partendo da Roma, Firenze, Bologna, (o viceversa); allo stesso conveniente prezzo si può partire da Roma, Firenze o Bologna e raggiungere Verona (o viceversa).
Questi biglietti scontati sono acquistabili attraverso tutti i canali di vendita NTV, per coloro che viaggeranno in ambiente Smart .
Un’occasione unica dunque per provare i nuovi treni della flotta Italo e per concedersi una gita turistica in una delle 4 città venete: Verona, la città di Romeo e Giulietta, dove andare a visitare l’Arena, Piazza Bra e la romanica Basilica di San Zeno; Padova, con la Basilica di Sant’Antonio ed il monumento equestre al Gattamelata; Venezia, meta di turisti provenienti da ogni angolo del mondo, con la Basilica di San Marco, la Chiesa del Redentore ed il Ponte di Rialto; oppure la new entry Rovigo, ultima arrivata nel network NTV che da Dicembre sarà servita con 4 collegamenti al giorno, per andare a scoprire le bellezze del Duomo di Santo Stefano, la Torre Donà e la fontana della Riconoscenza.

Naturalmente questi biglietti rappresentano un’ottima soluzione anche per chi dovrà spostarsi per lavoro avanti e indietro fra queste città, programmando le proprie trasferte ad un prezzo davvero conveniente.
Un motivo in più per viaggiare anche per i tanti passeggeri veneti che utilizzano Italo, che in questo modo potranno approfittarne e visitare una delle città collegate al proprio network!

News Italo Treno

Italo Treno
Italo Treno

Italo, per festeggiare l’arrivo della primavera insieme ai suoi viaggiatori,lancia una nuova promozione dedicata a tutti quelli che decidono di spostarsi lungo la tratta Roma-Milano e viceversa. Su tutti i treni no stop (senza fermate intermedie), per i viaggi effettuati tra il 10 maggio e il 30 luglio in ambiente Smart, i viaggiatori Italo potranno usufruire di uno sconto del70% .

Le due città, rese sempre più vicine grazie all’Alta Velocità, sono meta quotidiana di numerosi viaggiatori, che si spostano frequentemente per lavoro o per turismo. Oggi, grazie ai biglietti scontati offerti da Italo, c’è una ragione in più per partire.

Si può dunque già prenotare per una gita fuori porta di primavera o per un weekend di inizio estate, per godersi le bellezze delle due città. Ci sono sempre ottimi motivi per recarsi a Roma così come ce ne sono altrettanti per andare a Milano.

Visitare il Colosseo, la Basilica di San Pietro, gustarsi la vista della Città Eterna dal Gianicolo, sono solo alcune delle cose che può fare un turista a Roma. Ammirare le bellezze del Duomo, visitare il Castello Sforzesco o immergersi nello shopping è solo un piccolo suggerimento per godersi il capoluogo lombardo.

Acquistare questi biglietti è davvero semplice, si può comprare tramite tutti i canali di vendita Italo e non serve inserire nessun codice promozionale.
Non resta che programmare la propria gita, o la propria trasferta di lavoro, e comprare il biglietto!

Telecamere attive sulla rete di Ferrovienord

ferrovie_nord_milano
ferrovie_nord_milano

Per garantire la sicurezza dei viaggiatori, sulla rete di Ferrovie nord sono presenti 1.939 telecamere a circuito chiuso, installate in tutti i punti sensibili, 178 videoregistratori digitali e 281 Help Point, apparecchiature collocate all’interno delle stazioni, che possono essere utilizzate per richiedere assistenza in caso di necessità.

Il comfort è invece assicurato da varie  dotazioni: oltre 100 ascensori (di cui 40 installati nel 2015); 70 stazioni con banchina alta, che elimina il dislivello per l’accesso al treno (erano 54 nel 2013); realizzazione di sottopassi, pensiline, rampe e scivoli e rifacimento della pavimentazione delle banchine con l’inserimento di percorsi per ipovedenti.

IL BILANCIO 2015 – Sono questi alcuni dei dati e delle informazioni contenuti nel Bilancio di Sostenibilità 2015 del Gruppo FNM, approvato dal Consiglio d’Amministrazione. Il documento, realizzato in maniera innovativa in base alle indicazioni fornite dalle linee guida internazionali GRI-G4, rendiconta le iniziative e i risultati raggiunti in ambito economico, sociale e ambientale.

SVILUPPO SOSTENIBILE TEMA FONDAMENTALE – “Il tema della sostenibilità – spiega il

– rappresenta sempre di più un valore aggiunto per le aziende, in grado di valorizzare il loro marchio e migliorare quella che si usa chiamare la brand reputation, ossia l’immagine pubblica dell’azienda e il modo in cui viene considerata. Nel caso specifico di FNM, questo riguarda, in maniera significativa, il rapporto con le comunità e il territorio in cui il Gruppo opera. Porre al centro delle politiche di mobilità lo sviluppo sostenibile, per migliorare la qualità della vita dei lombardi, è la nostra mission, il cuore delle nostre attività. A testimonianza dell’importanza che attribuiamo a questo tema, una novità dei prossimi mesi sarà la predisposizione di un masterplan della sostenibilità che accompagnerà e integrerà il nuovo Piano industriale”.

SICUREZZA CIRCOLAZIONE– Sul tema della sicurezza della circolazione, va ricordato che i 320 km complessivi della rete di Ferrovienord sono dotati di sistemi di segnalamento e regolazione della circolazione molto avanzati e di elevata affidabilità, del tutto identici a quelli in uso su Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Entro il 2017 sarà inoltre completata l’installazione di sistemi di ausilio alla condotta (già in uso sull’80% del traffico), sulla base di un programma, avviato nel 2008 e finanziato da Regione Lombardia con 45,3 milioni di euro.

PASSAGGI A LIVELLO – Per quanto riguarda i passaggi a livello, dal dicembre 2012 sono stati investiti oltre 40 milioni di euro per realizzare opere che ne hanno eliminati 25. Nella nuova programmazione 2016-2018 è prevista inoltre l’eliminazione di ulteriori 19 passaggi a livello.

ENERGIA – Importanti interventi sono stati anche realizzati sul fronte dell’efficienza e del risparmio energetico. Due in particolare le iniziative in corso: la sperimentazione del recupero dell’energia dalla frenatura dei treni, con l’utilizzo di super condensatori (l’energia recuperata viene utilizzata attualmente per l’alimentazione della illuminazione a LED della stazione di Lonato Pozzolo); l’installazione di pannelli fotovoltaici, come ad esempio nella nuova stazione di Cormano-Cusano (due impianti con potenza nominale di 51,45 kW e 60 kW).

Italobus e il Museo del Violino di Cremona

museo del violino
museo del violino

Da sempre in prima linea per la promozione degli eventi che animano l’offerta culturale del nostro territorio, Italo accompagnerà i suoi viaggiatori a Cremona per visitare la mostra“JanelloTorriani – Genio del Rinascimento”, rassegna di richiamo internazionale dedicata al poliedrico inventore cremonese del Cinquecento e allestitapresso le sale espositive del Museo del Violino fino al 20 Gennaio 2017.

Con Italobus, il servizio di trasporto integrato treno+bus targato Italo infatti, tutti potranno raggiungere Cremona partendo dalle diverse città del networke, grazie alla partnership siglata tra Italo e il Museo del Violino, accedere alla mostra usufruendo di una riduzione sul prezzo d’ingresso mostrando il biglietto di Italo.

La mostra “JanelloTorriani – Genio del Rinascimento” è un tributo che la città di Cremona offre al suo illustre cittadino, un genio del Rinascimento italiano che con le sue raffinate creazioni diede impulso all’innovativa meccanica del Cinquecento.

Abile fabbro ferraio,orologiaio di fama universale, ingegnere idraulico geniale e inventore acclamato dalle diverse corti d’Europa, la figura di JanelloTorriani interpreta perfettamente lo spirito della tradizione alto-artigianale cremonese: all’interno della mostra infatti, saranno esposte le macchine più complesse e particolari messe a punto dal “Signore del Tempo” lungo il corso della sua vita.

Per permettere a tutti i viaggiatori di raggiungere Cremona e visitare la mostra, Italo mette a disposizione 4 collegamenti Italobus giornalieri che collegano la città alle diverse destinazioni del network.

Chi vorrà recarsi a Cremona, scendendo da un treno Italo presso la stazione di Reggio Emilia Mediopadana, avrà a disposizione una corsaItalobus alle 12.47 e una alle 18.47.  Per il rientro invece, Italo mette a disposizione da Cremona una corsa Italobus alle 7.08 e una alle 15.08 per consentire ai viaggiatori di riprendere un treno Italo e tornare a casa.

La partnership tra Italo e il Museo del Violino mira a promuovere un altro importante evento dell’offerta culturale cremonese: l’esposizione, fino al 18 Dicembre, del famoso Stradivari Messia1716, il violino mai suonato, capolavoro intatto del Grande Maestro Antonio Stradivari.

Presentando il biglietto integrato treno + bus infatti, i viaggiatori di Italo potranno accedere all’esposizione pagando un ingresso ridotto e ammirare da vicino questo gioiello simbolo dell’arte liutaria cremonese che, custodito presso l’AshmoleanMuseumin di Oxford  torna eccezionalmente a Cremona in occasione del terzo centenario della sua creazione.

I viaggiatori di Italo, grazie a questa partnership, hanno un motivo in più per usufruire del servizio Italobus e recarsi a visitare Cremona, con le sue mostre, i suoi monumenti di origine medievale e la sua tradizione culinaria.