Valeria Marini a Verissimo

MARINI CON FIDANZATO
MARINI CON FIDANZATO

Valeria Marini, ospite domani a Verissimo, presenta per la prima volta il suo nuovo fidanzato, l’imprenditore Gianluigi Martino, che ha tenuto lontano dai riflettori per un anno: “Sono innamorata! L’incontro con Gianluigi è avvenuto in momento non facile della mia vita. È nata la passione ma in amore, dato che sono stata ferita, ho paura di parlarne. Avere vicino lui mi ha aiutato tanto. Con lui stiamo insieme da circa un anno. Ho voluto tenere questo amore nascosto perché i rapporti vanno tutelati”.

A Silvia Toffanin che le chiede un commento sullo scandalo che ha coinvolto l’amica storica Pamela Prati, la showgirl confida: “Pamela ha sbagliato! È caduta in una cosa più grande di lei ma è una persona buona con le sue fragilità. Quando è venuta ospite a Verissimo, avrebbe dovuto cogliere l’occasione per scusarsi e confessare di aver sbagliato. Questa storia l’ha travolta e, secondo me, ha danneggiato la sua carriera. Spero che riesca a superare questa situazione”.

Nuovo appuntamento con Verissimo

 

Silvia Toffanin Verissimo
Silvia Toffanin Verissimo

Eleonora Abbagnato, Paola Cortellesi, Giulia De Lellis, Eleonora Pedron e Valeria Marini tra gli ospiti di Verissimo

Sabato 25 Gennaio alle ore 16.00 su Canale 5

Ospite per la prima volta a Verissimo l’étoile Eleonora Abbagnato, che alla soglia dei 42 anni a maggio dovrà dare l’addio all’Opéra di Parigi.

In studio si raccontano, tra carriera e vita privata, Eleonora Pedron e Giulia De Lellis.

E ancora, spazio al buon umore con Aldo Giovanni e Giacomo, tra pochi giorni al cinema con il film ‘Odio l’estate’ e a Paola Cortellesi protagonista della pellicola “Figli”.

Infine, ospite Valeria Marini che presenterà per la prima volta in tv il suo fidanzato Gianluigi.

Verissimo è anche sul web con un sito ricco di contenuti inediti, video e curiosità: www.verissimo.it

Canale 5, a Verissimo Costanza Caracciolo

Caracciolo, Toffanin
Caracciolo, Toffanin

La showgirl Costanza Caracciolo parla per la prima volta a Verissimo della sua nuova maternità e in esclusiva rivela il sesso del futuro secondogenito: “Aspetto una figlia femmina. Siamo felicissimi, non vediamo l’ora!”.

A Silvia Toffanin racconta di aver voluto aspettare il giusto tempo per annunciare la notizia pubblicamente: “Ci tenevo a essere sicura di tutto prima di annunciarlo perché tre mesi sono troppo pochi. Adesso sono entrata nel sesto mese di gravidanza”.

Infine, sui desideri del marito Christian Vieri confida: “È un padre meraviglioso. Penso che con la prossima nascita impazzirà totalmente. All’inizio pensavo che anche un maschietto non mi sarebbe dispiaciuto ma lui diceva che con due femmine sarebbe stato meraviglioso – e conclude – in effetti devo dire che va benissimo così”.

Canale 5, a Verissimo Ilaria D’Amico

D'Amico, Toffanin
D’Amico, Toffanin

Ilaria D’amico, ospite per la prima volta domani a Verissimo, confessa una delicata vicenda personale che l’ha segnata profondamente: “I miei genitori avevano un rapporto molto conflittuale, c’era già mia sorella e non volevano altri figli, ma quando ebbero un riavvicinamento mia madre rimase incinta di me. Una vita che arrivava ma che non era richiesta, tanto che lei pensò di abortire. Chiese a un dottore di interrompere la gravidanza, però la mattina dell’operazione lui la chiamò per dirle di posticipare l’appuntamento. A quel punto annullò tutto perché quello era il segnale che stava aspettando. Ed eccomi qui!”.

A Silvia Toffanin che le chiede della relazione con Gianluigi Buffon, arrivata dopo una separazione dolorosa per entrambi, Ilaria risponde: “Io e Gigi ci siamo incontrati perché eravamo nella stessa situazione emotiva, reduci da grandi sofferenze, di crisi profonde. Quando ci siamo visti abbiamo sentito il bisogno di raccontarci come dei rubinetti aperti e abbiamo capito che dentro di noi era successo qualcosa”. E su cosa l’abbia fatta più soffrire rispetto agli attacchi subiti agli inizi della loro storia aggiunge: “In Italia c’è lo stereotipo della donna rovinafamiglie, non c’è il corrispettivo maschile. C’è sempre questa idea che gli uomini siano lì candidi nella loro vita felicissima e che le donne arrivino con malizia e cattiveria a strapparli dalle loro famiglie. Questo mi ha fatto soffrire perché non era così”.

Una coppia che ha fatto parlare moltissimo, che andava contro gli stereotipi : “Non l’avrei mai detto nemmeno io, ho sempre pensato di combattere gli stereotipi e invece ero l’esatto opposto. Non immaginavo che un calciatore potesse essere un compagno di vita, invece Gigi è una persona meravigliosa, con un cuore grandissimo e trasparente. È un uomo che mi ha ricoperto di un amore enorme e che aveva bisogno di essere amato, abbracciato e capito”.

Dalla loro unione è nato Leopoldo, ma se in futuro dovesse arrivare un altro figlio la giornalista ha già le idee chiare: “Direi una bugia se dicessi che non mi manchi una figlia femmina perché sono cresciuta in una famiglia tutta al femminile. Ogni settimana scrivono che sono incinta, ma non lo smentisco mai. Se dovesse ricapitare mi piacerebbe tanto avere una bambina anche se faccio fatica a immaginare un equilibrio migliore di quello che abbiamo adesso”.

Infine, conclude sorridendo su una probabile proposta di matrimonio: “Gigi me l’ha già chiesto tante volte ma in maniera goffa. E io gli rispondo sempre che non si fa così. Vorrei una cosa romantica, con la neve e il camino”.

Canale 5, a Verissimo Loredana Bertè

Bertè, Toffanin
Bertè, Toffanin

Loredana Bertè, ospite a Verissimo il 7 dicembre, parla, in un’intervista intima ed esclusiva, della sorella Mia Martini e confessa i suoi sensi di colpa per la tragica scomparsa della cantante: “Provo una sofferenza continua, mi sento in colpa. Se le fossi stata più vicino magari le cose sarebbero potute andare diversamente. Non mi perdono di non aver usato il telefonino che lei mi aveva dato perché restassimo in contatto”.

L’artista confida a Silvia Toffanin di non essere mai riuscita a superare la perdita della sorella: “Con Mimì è morta una parte di me. Quando sono sul palco la sento dentro e dò tutto, anche se sono terrorizzata e ho gli attacchi di panico prima di uscire. Non respiro, ma penso a lei e poi esco. Dopo aver finito il concerto – aggiunge – però, mi sento una persona migliore, sento di aver dato più di quello che potevo. Penso che Mimì oggi sarebbe orgogliosa di me”.

Loredana Bertè ripercorre, inoltre, la sua difficile infanzia: “Nella nostra vita non abbiamo mai festeggiato il compleanno, le feste erano bandite, anche il Natale! Per sfuggire alle botte e alle litigate violentissime che c’erano in casa, andavamo al Luna Park: per noi era la cosa più sicura”.

Ai microfoni del talk show rivela, per la prima volta, di non essere riuscita a completare gli studi per stare vicino alla sorella finita in carcere: “Ho lasciato la scuola l’ultimo anno perché è successa una disgrazia: mia sorella Mimì è stata arrestata per uno spinello che gli avevano messo in tasca. Ha fatto due anni in carcere. Quando è stata liberata, prima del processo, l’abbiamo nascosta in una soffitta per un anno”.

Infine, Loredana confessa di sognarla spesso: “La sogno che vuole una sigaretta. Per questo ogni anno, per il suo compleanno, metto due sigarette davanti a una foto che ci ritrae insieme e le dico ‘questa è la tua sigaretta per quest’anno!’ Mi manca da morire”.