Al “Fiuggi GuitarFestival”, Renato Caruso

RENATO CARUSO_PH LORENZO TAGLIAFICO
RENATO CARUSO_PH LORENZO TAGLIAFICO

Giovedì 19 luglio, alle ore 21:00, il chitarrista e compositore calabrese RENATO CARUSO si esibirà al Fiuggi Guitar Festival ideato e diretto dal Maestro Roberto Fabbri, per presentare i brani estratti dal suo nuovo album di chitarra acustica “PITAGORA PENSACI TU”.

Il disco racchiude 11 composizioni inedite e 2 cover (“Quando” di Pino Daniele e “Tears in heaven” di Eric Clapton) in cui, attraverso la sua chitarra, Renato Caruso esprime la sua personalità e il suo universo musicale a 360 gradi, sperimentando con versatilità ed ecletticità nuovi orizzonti artistici.

Questa la tracklist dell’album: “Aladin Samba”, “Flatlandia”, “Pittrice del sottosuolo”, “Antonio’s choro”, “Napoli caput mundi”, “Quando”, “Bossa de Sheila”, “Passeggiando per New York”, “Pitagora pensaci tu”, “Caro mio Jobim”, “Reggae lake”, “Tears in heaven” e “Ciao Roland”.

«In PITAGORA PENSACI TU sono presenti composizioni che chiamo piccole colonne sonore perché mi portano alla mente, quasi come in un film, ricordi, sensazioni, persone e luoghi – racconta Renato Caruso – Infatti, con ognuno di questi brani ho voluto attraversare, come in lungo viaggio immaginario nella musica, luoghi diversi che vanno da Parigi al Brasile, da Napoli a Milano. Così la bossa nova si mescola alle ballate classiche, la chitarra al pianoforte, le percussioni a una celesta. Nella valigia di questo lungo viaggio ho cercato di mettere tutto ciò che sono, ma se qualcosa ho dimenticato…Pitagora, pensaci tu».

Ylenia Lucisano e Renato Caruso in concerto

YLENIA LUCISANO_foto di Francesco Prandoni_
YLENIA LUCISANO_foto di Francesco Prandoni_

Venerdì 18 maggio YLENIA LUCISANO e RENATO CARUSO insieme per uno speciale concerto al “LAB 116” di Roma (via dei Volsci 116 – San Lorenzo – inizio concerto: ore 20.30 – ingresso: 7 euro con consumazione).

La voce unica di Ylenia Lucisano e la chitarra di Renato Caruso si uniranno per un live durante il quale i due artisti presenteranno alcuni brani dei loro repertori, oltre ad alcune cover di grandi artisti italiani e internazionali.

Cornice di questo concerto sarà il “LAB 116”, un nuovo polo culturale di Roma che sorge nel dinamico quartiere di San Lorenzo, che si distingue per la presenza di spazi industriali riqualificati, botteghe di artigiani, atelier di artisti e, non per ultimo, le facoltà dell’ateneo più grande d’Europa: “La Sapienza”.

La fusione di libri, arte, musica, teatro, sale riunioni e spazi coworking, accompagnati da un bistrot e una caratteristica enoteca, lo rendono un posto tutto da scoprire

Tributo a Pino Daniele

Renato e Nunzio_picaccia
Renato e Nunzio_picaccia

Domani martedì 27 febbraio, il trio acustico composto da NUNZIO DELL’ORCO, RENATO CARUSO e SERGIO BUTTIGÈ si esibirà in un tributo a Pino Daniele all’ENOBIRROTECA BIBENDUM di Milano (Via Adelaide Ristori 2, angolo via Castel Morrone – ore 21.30 – ingresso libero con consumazione obbligatoria, per info: 02 29531654 o bibendum.enoteca@gmail.com), con la partecipazione speciale di YLENIA LUCISANO e di AGOSTINO DELL’ORCO.

In scaletta le canzoni più significative del “mascalzone latino”, dagli albori agli ultimi successi, per una serata all’insegna dell’indimenticabile musica di Pino Daniele riproposta da musicisti in cui spiccano la voce di Nunzio Dell’orco e la chitarra di Renato Caruso, grazie ai quali sembrerà di risentire e rivivere la voce e lo strumento principe del grande cantautore napoletano…

Renato Caruso apre il concerto di Alex Britti

Renato Caruso
Renato Caruso

RENATO CARUSO
IL 15 AGOSTO IN CONCERTO A ROSSANO (COSENZA)
IN APERTURA DEL LIVE DI ALEX BRITTI

La sera di Ferragosto il chitarrista e compositore RENATO CARUSO si esibirà dal vivo in apertura del concerto di Alex Britti a Rossano (Cosenza) in Piazza Steri (inizio concerto ore 21.00). In scaletta, oltre a improvvisazioni e interpretazioni di grandi successi della musica italiana, i brani dell’ultimo disco solo guitar di Renato Caruso “ARAM”.

“ARAM” racchiude 11 composizioni in cui, attraverso il suono delle sole chitarre, Renato Caruso esprime la sua personalità e il suo universo musicale intraprendendo un viaggio tra le diverse culture del mondo, senza mai tralasciare le proprie influenze d’origine. Il disco, registrato a Brescia da GneRecords e pubblicato da Edizioni Musicaviva e Bollettino Edizioni Musicali, è disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. Questa la tracklist dell’album: “Aram”, “Madame Paris”, “Petilia”, “Tarantella di Caruso”, “Caos a Milano”, “Ninna nanna d’amore”, “Epicamente”, “Bubbles in my heart”, “Passeggiando con Paco”. “Relax my mind” e “Super Pablo”.

«Quando la mia amica e collega Ylenia Lucisano mi ha informato del live di Alex Britti a Rossano, il mio cuore ha iniziato a battere forte – racconta Renato Caruso – Quando ho ricevuto il messaggio che mi annunciava la possibilità di eseguire l’opening act del concerto, il mio cuore si è fermato. Sono cresciuto a “pane e Britti”, se amo la chitarra acustica e uso tutti quei “pedali strani” è anche grazie a lui. Ogni volta che i miei genitori lo vedono in tv, ancora oggi, a distanza di 20 anni, nonostante i 1300 km che ci separano, mi chiamano al telefono per dirmi di sintonizzarmi sul questo o quel canale. Avere la possibilità di aprire un suo concerto è senza dubbio uno dei regali più belli che la vita potesse farmi».

Renato Caruso è un chitarrista, compositore e informatico. Suona pianoforte e chitarra dall’età di sei anni. Ha lavorato cinque anni presso l’accademia musicale di Ron “Una Città Per Cantare” come docente di chitarra classica, acustica ed elettrica; teoria e solfeggio; informatica musicale e come responsabile web; per tre anni come responsabile didattica per l’Associazione Arteviva di Cornaredo; come web designer di interfacce per cartoline digitali per Prosincro (Mario Venuti, Mannarino, Virginio e altri). Renato Caruso si è esibito con Ron, i Dik Dik, Red Ronnie; ha organizzato stage per Biagio Antonacci e Ornella Vanoni; è stato consulente musicale Mediaset per la trasmissione “Caduta Libera” di Gerry Scotti su Canale 5. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo libro “LA MI RE MI”, edito da Europa Edizioni, dedicato a Pino Daniele: un breve saggio-discorso sulla musica in cui l’autore esplora alcune questioni fondamentali, dal mezzo fisico di propagazione del suono alla qualità materiale degli strumenti, dalla diversità delle culture musicali all’intreccio innovativo con le tecnologie informatiche. Attualmente Renato Caruso è impegnato presso diverse accademie come docente di chitarra classica, acustica, T&S, informatica musicale e sta lavorando alla pubblicazione di un nuovo libro. Il chitarrista crotonese è l’inventore di un nuovo genere musicale, il “Fujabocla”, che mescola vari stili musicali, tra cui il funk, il jazz, la bossa nova e la classica. Renato Caruso è anche compositore e chitarrista per diversi artisti come Ylenia Lucisano, Pietro Baffa, Mara Bosisio e Adolfo Durante.

www.renatocaruso.eu
www.facebook.com/renatocaruso.artist – www.youtube.com/renatocaruso1982

Renato Caruso al Bibendum di Milano

Renato Caruso
Renato Caruso

RENATO CARUSO

MARTEDÌ 11 LUGLIO AL BIBENDUM DI MILANO

Dopo il successo del concerto al Ronchi78 di Milano, martedì 11 luglio il chitarrista e compositore RENATO CARUSO si esibirà dal vivo

al BIBENDUM di Milano. In scaletta, oltre a improvvisazioni e interpretazioni di grandi successi

della musica italiana, RENATO CARUSO eseguirà i brani del suo ultimo album solo guitar “ARAM” e alcune anticipazioni del nuovo

disco in uscita in autunno. Insieme a Renato, accompagnato dal percussionista Sergio Buttigè, sul palco ospiti e amici, tra cui Ylenia

Lucisano, Nunzio Dell’Orco, Mara Bosisio, Adolfo Durante, Arianna Caputo, Alfio Sole e Pietro Baffa.

“ARAM” racchiude 11 composizioni in cui, attraverso il suono delle sole chitarre, Renato Caruso esprime la sua personalità e il suo

universo musicale intraprendendo un viaggio tra le diverse culture del mondo, senza mai tralasciare le proprie influenze d’origine.

L’album, registrato a Brescia da GneRecords e pubblicato da Edizioni Musicaviva e Bollettino Edizioni Musicali, è disponibile nei negozi

tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming. Questa la tracklist dell’album: “Aram”, “Madame Paris”, “Petilia”,

“Tarantella di Caruso”, “Caos a Milano”, “Ninna nanna d’amore”, “Epicamente”, “Bubbles in my heart”, “Passeggiando con Paco”.

“Relax my mind” e “Super Pablo”.

«La voglia di suonare e far ascoltare a tutti la mia musica è molto forte – racconta Renato Caruso – Durante la serata eseguirò brani

del mio disco “Aram”, poi alcune cover importanti per me, che mi hanno formato come chitarrista e anche un'anticipazione del nuovo

album. “Aram”, il mio primo lavoro da solista, è stato un trampolino di lancio, in cui ho raccolto idee vecchie e nuove, diverse chitarre

e stili. Il nuovo disco avrà sempre il mio stile, “FuJaBoCla”, più generi in uno, o se vogliamo più stili, ma con una differenza

sostanziale: la sola chitarra classica. Non ci saranno, come nel precedente lavoro, chitarre acustiche. La chitarra classica, e di

conseguenza il contatto con la corda in nylon, è lo strumento che ho studiato e amato fin da piccolo. Pino Daniele, Sting, Jimi Hendrix

e Mark Knopfler li ho sempre suonati e studiati sul nylon, per poi passare alle altre chitarre. Non ci saranno le classiche ballate, ma

dei brani in chiave Reggae, Funk, Bossa Nova…forse, se posso, è un modo nuovo di suonare la chitarra classica».

Renato Caruso è un chitarrista, compositore e informatico. Suona pianoforte e chitarra dall’età di sei anni. Ha lavorato cinque anni

presso l’accademia musicale di Ron “Una Città Per Cantare” come docente di chitarra classica, acustica ed elettrica; teoria e solfeggio;

informatica musicale e come responsabile web; per tre anni come responsabile didattica per l’Associazione Arteviva di Cornaredo;

come web designer di interfacce per cartoline digitali per Prosincro (Mario Venuti, Mannarino, Virginio e altri). Renato Caruso si è

esibito con Ron, i Dik Dik, Red Ronnie; ha organizzato stage per Biagio Antonacci e Ornella Vanoni; è stato consulente musicale

Mediaset per la trasmissione “Caduta Libera” di Gerry Scotti su Canale 5. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo libro “LA MI RE MI”,

edito da Europa Edizioni, dedicato a Pino Daniele: un breve saggio-discorso sulla musica in cui l’autore esplora alcune questioni

fondamentali, dal mezzo fisico di propagazione del suono alla qualità materiale degli strumenti, dalla diversità delle culture musicali

all’intreccio innovativo con le tecnologie informatiche. Attualmente Renato Caruso è impegnato presso diverse accademie come

docente di chitarra classica, acustica, T&S, informatica musicale e sta lavorando alla pubblicazione di un nuovo libro. Il chitarrista

crotonese è l’inventore di un nuovo genere musicale, il “Fujabocla”, che mescola vari stili musicali, tra cui il funk, il jazz, la bossa nova

e la classica. Renato Caruso è anche compositore e chitarrista per diversi artisti come Ylenia Lucisano, Pietro Baffa, Mara Bosisio e

Adolfo Durante.