Premio Costa Smeralda

Premio Costa Smeralda
Premio Costa Smeralda

APRE LA STAGIONE ESTIVA   IL PREMIO COSTA SMERALDA  CON UN MARE DI CULTURA

Il premio letterario dedicato al mare, in equilibrio tra cultura e ambiente,

porta in Sardegna, nel lungo ponte primaverile, scrittori, scienziati e ospiti internazionali tra cui

Piero Angela e Maxwell Kennedy

Tre categorie di concorso: Narrativa, Saggistica e Innovazione blu
dedicata ai migliori progetti di ricerca a tutela dei mari

Porto Cervo, dal 26 al 28 aprile

Premiazioni il 27 aprile 2019

Promosso dal Consorzio Costa Smeralda*, nel lungo fine settimana di iniziative – tra le festività del 25 aprile e il 1° maggio – che culmina con la Cerimonia di Premiazione, ad ingresso libero, in programma il 27 aprile presso la Sala Smeralda di Porto Cervo, il premio è un appuntamento che segna l’apertura della stagione estiva e anche della stagione culturale italiana.

Un happening internazionale la cui direzione artistica è affidata a Beatrice Luzzi: “Un premio in equilibrio tra scienze umanistiche e scienze applicate, capace di elevare il livello di attenzione e di considerazione intorno ad un bene inestimabile quale è il mare e intorno alla letteratura di mare, matrice delle nostra cultura, troppo a lungo ingiustamente trascurata e ora più che mai strumento utile a recuperare denominatori comuni della nostra civiltà.”

 

I PROTAGONISTI

I vincitori verranno premiati a Porto Cervo il 27 aprile. La tre giorni di dibattiti, incontri, emozioni, testimonianze e proposte concrete intorno e per il mare, rendono il Premio Costa Smeralda un evento capace di attirare in Sardegna nuovo pubblico, turisti e autorevoli ospiti tra cui Marino Sinibaldi, Piero Angela e Maxwell Kennedy (il figlio di Robert  presenterà il suo libro Sea change). Autorevole la Giuria di Esperti composta da Roberto Cotroneo, giornalista e scrittore (ha collaborato con alcune delle più prestigiose testate italiane); Simone Perotti, scrittore, marinaio, vincitore della prima edizione del Premio; Alberto Luca Recchi, giornalista esploratore e fotografo, “ambasciatore del mare” per la sua opera di divulgazione sul mondo blu; Francesca Santoro, componente della Commissione Oceanografica dell’UNESCO in cui si occupa di attività di comunicazione ed educazione alle scienze del mare.

LE TERZINE FINALISTE

Dopo un’attenta valutazione delle 39 opere letterarie in gara la Giuria ha decretato le terzine finaliste. Per la Narrativa: La Bounty a Pitcairn di Sébastien Laurier – ed. Nutrimenti, Le acque del Nord di Ian Mc Guire – ed. Einaudi, Magellano di Gianluca Barbera – ed. Castelvecchi.

Per la Saggistica: Arcipelago Isole e miti di Giorgio Ieranò – ed. Piccola Biblioteca Einaudi, I Maverick; Destino Mediterraneo di Domenico Nunnari – ed. Rubbettino, Storia del Mediterraneo in 20 oggetti di Alessandro Vanoli e Amedeo Feniello – ed. Laterza.

Per la sezione Innovazione Blu – che premia progetti finalizzati alla riduzione degli impatti negativi delle attività economiche nei mari selezionati dal Comitato Scientifico della Fondazione MEDSEA – la terzina finalista è la seguente: Alterego Surfboards di ItalianWaves è la linea di tavole da surf realizzate con soli materiali rinnovabili; SeaBin di Lifegate Plasticless, un cestino di raccolta dei rifiuti che galleggiano in acqua; WBS (Waste Boat Service) è una startup per il recupero dei rifiuti delle barche in rada.

L’elenco completo dei candidati è consultabile sul sito del Consorzio Costa Smeralda  www.consorziocostasmeralda.com e sul sito del premio www.premiocostasmeralda.com.

PREMIO E TERRITORIO

Stretta la collaborazione con il Comune di Arzachena, con cui si darà vita a una serie di iniziative ad alto impatto sociale dedicate alla sostenibilità ambientale che vedranno coinvolti associazioni, residenti, studenti, consorziati e Comuni nella bonifica degli arenili della costa dalla plastica. L’appuntamento è il 28 Marzo con gli studenti delle scuole secondarie di primo grado di Arzachena e Abbiadori per la giornata dedicata al progetto Adotta una spiaggia. Ad ogni studente che parteciperà alla bonifica sarà consegnato un attestato di “Guardiano della spiaggia”, un’investitura simbolica ad alto tasso di responsabilità verso il proprio territorio, un passaggio di testimone importante per le generazioni future.

Un’altra preziosa collaborazione al premio è quella stretta con Liberos, la comunità dei lettori sardi che ha come obiettivo la promozione della lettura in Sardegna (fondata da Michela Murgia). La Costa Smeralda diventerà porto di sbarco di grandi scrittori stranieri che continueranno poi il tour sardo, permettendo così il coinvolgimento dell’intera isola.

 

Per gli ospiti del premio, alloggiati presso l’Hotel Cervo, sono state pensate anche alcune esperienze particolari che li porteranno alla scoperta delle realtà di eccellenza del territorio. Tra le proposte il ‘Wine & Gourmet Party’ presso l’innovativa location di Vigne Surrau, il ‘Boat Coast Ride’ alla scoperta delle isole e insenature di ineguagliabile bellezza, grazie alla ‘flotta’ di Marinasarda, il Pevero Health Trail lungo gli antichi sentieri del Monte Zoppu organizzato dal Pevero Golf Club, il Tour archeologico nel suggestivo sito nuragico (II millennio a.C.) di La Prisgiona e Tomba dei Giganti coordinato dal Comune di Arzachena, e infine il Sunset Cocktail presso Yacht Club Costa Smeralda dove verrà presentata da One Ocean Foundation la Charta Smeralda.

 

ARTE E TERRITORIO

Tra gli appuntamenti annunciati il reading musicale degli storici Alessandro Vanoli e Amedeo Feniello che, con accompagnati alla chitarra da Carlo Mascilli Migliorini, narreranno la “Storia del Mediterraneo in 20 oggetti”.

Agli ospiti del premio verranno offerti manufatti capaci di interpretare tutti i significati di questa esperienza: le bottiglie intrecciate con il giunco, come da tradizione, dalle mani esperte delle artigiane coinvolte nel progetto ‘Is Fainas co-op,’ di San Vero Milis promosso dalla Fondazione MEDSEA. Ma anche i tipici cestini sardi sapientemente riproposti da Angela Boeddu con una tecnica moderna: riciclando la carta.

E come sentito omaggio anche agli intrecci e ai telai della grande artista sarda Maria Lai, a cui il Premio è quest’anno dedicato in occasione del centesimo anniversario dalla sua nascita, anche l’allestimento della Sala Smeralda, ove avverrà la premiazione, curato dall’artista Giorgia Concato, sarà ispirato non solo alle lettere degli antichi alfabeti del Mediterraneo (fino ai segni del glossario informatico) e all’incontro, e proficuo confronto, tra scienze umane ed applicate tipico del periodo ellenistico (e peculiarità del premio) ma anche all’intreccio, al telaio, alla tela di Penelope che attendeva Ulisse sperso nell’ignoto del mare.

 

CREDITS

Il Premio Costa Smeralda è realizzato dal Consorzio Costa Smeralda.

Con il patrocinio di: Commissione Nazionale per l’Unesco, Mibac – Ministero per i beni e le attività culturali, Regione Sardegna, Ente Parco Nazionale Arcipelago di La Maddalena, Comune di Arzachena.

Con il sostegno di: Fondazione Banco di Sardegna.

Media Partner: Geasar, RaiItalia, RadioTre, Area.

Sponsor ufficiale: Hotel Cala di Volpe.

Main Sponsor: Castalia, Smeraldina.

Sponsor: Vigne Surrau.

Main Partner: Fondazione MEDSEA .

Partner: 4 Manager, Hotel Cervo, OneOcean Foundation.

In collaborazione con: YCCS, Marinasarda, Pevero Golf Club, Hotel Luci di La Muntagna, Liberos, Federculture.

—————————————–

*Il Consorzio Costa Smeralda è un’associazione senza fini di lucro nata nel 1962 per gestire, controllare e proteggere l’area della Gallura denominata Costa Smeralda a beneficio dei suoi consorziati. Il suo ruolo si concretizza nella tutela ambientale del territorio, nell’erogazione di forniture urbane, di servizi ambientali e di attività di sicurezza con uno standard qualitativo tale da valorizzare sia il patrimonio immobiliare che l’immagine della destinazione turistica. La direzione del Consorzio Costa Smeralda è formata dal Presidente Renzo Persico, il Vicepresidente, e AD della Servizi Consortili SpA, Mario Ferraro e dal Direttore Generale Massimo Marcialis.

“Costa Smeralda” è un nome e un marchio registrato della Servizi Consortili spa, braccio operativo del Consorzio Costa Smeralda.

www.consorziocostasmeralda.com

www.premiocostasmeralda.com

A Piero Angela il Premio del Vittoriale 2017

Panoramica_Vittoriale
Panoramica_Vittoriale

A Piero Angela va l’VIII Premio del Vittoriale: sabato 2 dicembre, dalle ore 18.00, la cerimonia di consegna al Vittoriale degli Italiani di Gardone Riviera in occasione della festa Oso raccontare: “Oso raccontare, oso rivelare” scriveva Gabriele d’Annunzio nel Libro ascetico della giovane Italia, e in questa frase c’è tutto il senso della manifestazione e del Premio.

La dichiarazione del Presidente Giordano Bruno Guerri a motivazione della scelta: “Piero Angela rappresenta al grado più alto la capacità di divulgare presso il grande pubblico le questioni più complesse della scienza, della storia e del sapere. Alla base del suo rivelare raccontando c’è lo studio, trasmesso a tutti da un uomo che osa essere semplice”.

Il Premio del Vittoriale, istituito nel 2011, è stato finora assegnato a Ermanno Olmi, Paolo Conte, Umberto Veronesi. Giorgio Albertazzi, Alberto Arbasino, Ida Magli e al Maestro Riccardo Muti. Ai vincitori viene donata un’opera di Mimmo Paladino, la riproduzione del cavallo blu che domina l’Anfiteatro del Vittoriale.

L’evento del 2 dicembre sarà anche l’occasione per inaugurare il Portale restaurato e restituito ai colori e all’armonia voluti da d’Annunzio, e per presentare il volume che l’Istituto dell’Enciclopedia Italiana – Treccani ha dedicato alla dimora dannunziana, secondo luogo, dopo il Quirinale, oggetto di una nuova collana sui grandi palazzi italiani. Un libro che racconta e rivela la bellezza del Vittoriale attraverso le fotografie del Maestro Aurelio Amendola e i testi critici preparati dagli uffici della Fondazione Il Vittoriale degli Italiani, per narrare la sua storia e il paziente lavoro quotidiano intrapreso per mantenerlo un luogo vivo, efficiente e dinamico.