Nuova pista d’atletica all’Arena Civica

Nuova pista d'atletica all'Arena Civica Milano
Nuova pista d’atletica all’Arena Civica Milano

SPORT. NUOVA PISTA D’ATLETICA E NUOVO CAMPO DA CALCIO, L’ARENA CIVICA “GIANNI BRERA” RESTITUITA ALLA CITTÀ

Sabato e domenica porte aperte dell’impianto per visite di runner e cittadini

Galleria fotografica: https://flic.kr/s/aHsmRuEz8j

Inaugurata la nuova pista d’atletica e il nuovo campo da calcio dell’Arena Civica “Gianni Brera”. L’impianto cittadino nel cuore di Parco Sempione viene così restituito alla città e alle associazioni sportive riqualificato secondo gli standard richiesti per ospitare competizioni professionistiche.

Alla presenza del Sindaco di Milano Giuseppe Sala, del presidente del Coni Giovanni Malagò, dell’assessore allo Sport Roberta Guaineri, del presidente di Fidal Alfio Giomi, della presidente del Consiglio Direttivo della Divisione Calcio Femminile di FIGC Ludovica Mantovani e dei rappresentanti del mondo dello sport e delle associazioni sportive, la riapertura è stata festeggiata con una cerimonia che ha visto l’esibizione in pista e sul campo di campioni italiani di atletica leggera e calcio.

“L’attesa è stata ripagata – ha commentato il Sindaco di Milano Giuseppe Sala -. Oggi restituiamo a Milano e ai milanesi un’Arena Civica più funzionale e bella. Grazie alla nuova pista di atletica e al nuovo campo da calcio l’Arena ‘Gianni Brera’ si offre come luogo ideale per ospitare manifestazioni e competizioni di alto livello. Credo che gli atleti e le associazioni sportive cittadine apprezzeranno i lavori fatti in questi mesi per migliorare e adeguare l’impianto agli standard che, per la sua storia, l’Arena merita. In questo periodo difficile, di incertezza e preoccupazione, viviamo la riapertura di oggi come un segnale tangibile di ripartenza per la città e per il mondo dello sport, in vista dei futuri successi”.

“Dopo il Vigorelli e il nuovo Palalido Allianz Cloud, è una grande emozione restituire alla città il suo tempio dell’atletica e del calcio – dichiara Roberta Guaineri, assessore allo Sport -, prova della grande attenzione e dell’impegno profusi da questa amministrazione verso lo sport e l’impiantistica cittadina. Grazie a questa opera di riqualificazione di altissimo livello l’Arena Civica torna ad essere la casa delle tante associazioni sportive che qui operano trasmettendo ai nostri ragazzi gli inestimabili valori dello sport e fungendo anche da prezioso vivaio per lo sport nazionale, nonché la sede di allenamento di atleti olimpionici e tornerà ad ospitare le più prestigiose competizioni nazionali e internazionali”.

Per l’esibizione sportiva hanno corso sulla nuova pista di atletica Luminosa Bogliolo delle Fiamme Oro, Lorenzo Perini dell’Aeronautica, Vittoria Fontana dei Carabinieri e Filippo Tortu delle Fiamme Gialle.
Sul campo da calcio, invece, presenti per un calcio d’inizio simbolico le squadre femminili di Milan e Inter. Per l’Inter: Regina Baresi, Caroline Møller Hansen, Yoreli Rincón, Gloria Marinelli, Ilaria Mauro e tra i pali il portiere della primavera Nikolaos Botis. Per il Milan: Valentina Giacinti, Natasha Dowie, Christy Grimshaw, Miriam Longo, Linda Tucceri e tra i pali Lapo Nava. Ha diretto il confronto l’arbitro Cosimo Bolognino.

Sabato 17, dalle 9:30 alle 12 e dalle 14:30 alle 17, e domenica 18, dalle 14:30 alle 17, l’Arena Civica sarà aperta a cittadini e sportivi che potranno, in rispetto delle norme anti Covid, visitarla, correre sulla nuova pista di atletica e provare le pedane, oltre che avere brevi spiegazioni didattiche sulle specialità dell’atletica e del running. Per i visitatori che vorranno solo ammirare il tempio dell’atletica rinnovato, il tour sarà effettuato oltre la cancellata e non in pista. Entrata libera in base alla disponibilità dei posti.

LA RIQUALIFICAZIONE
I lavori effettuati negli scorsi mesi hanno adeguato e migliorato le caratteristiche del manto sportivo, del campo erboso e della dislocazione delle pedane. La distribuzione degli spazi ora è in linea con quanto richiesto dalla Federazione Internazionale per un funzionale utilizzo agonistico e la scelta del materiale sintetico costituente la pista di atletica leggera è la migliore in termini sia prestazionali che manutentivi.

Inoltre sono iniziati i lavori per il restauro della Porta Monumentale, sponsorizzati da Levissima grazie allo strumento dell’Art Bonus.

PISTA DI ATLETICA
In particolare, per la pista di atletica leggera i lavori hanno previsto l’asportazione del vecchio manto, la fresatura e la posa di un nuovo sottofondo stradale; la posa del nuovo manto, di tipo impermeabile, con un spessore di 13 millimetri e mezzo, più morbido per ridurre le possibilità che gli atleti possano conseguire traumi.
Sono state inoltre ricostruite le piattaforme per il lancio del peso, del martello e del giavellotto, le piste per il salto in lungo, il salto triplo e con l’asta. È stato esteso il pistino di riscaldamento degli atleti, sui lati nord e sud. Sono state realizzate 16 torrette a scomparsa per corrente e le prese dati, una pedana per gli atleti diversamente abili che dà alla possibilità di ancorarsi al terreno ed effettuare i lanci in sicurezza.

CAMPO DA CALCIO
Per quanto riguarda il cambio da calcio, gli interventi hanno riguardato il rifacimento del manto erboso, dell’impianto di drenaggio profondo e superficiale e di quello di irrigazione.

L’ARENA NELLA STORIA
Il primo progetto dell’Arena napoleonica fu elaborato da Luigi Canonica nel 1805 per dotare la città di un grande spazio per le feste, gli spettacoli e le celebrazioni. La costruzione dell’anfiteatro cominciò nel 1806 e terminò nel 1827. Inaugurata il 18 agosto 1807, per oltre cent’anni l’Arena ha ospitato i più diversi e strabilianti spettacoli. Per due volte, nel 1894 e nel 1906, l’Arena ha assistito alle straordinarie esibizioni del circo “The Wild West Show” di William Frederick Cody, il leggendario “Buffalo Bill”, con le sue epiche cavalcate di cowboys e pellerossa. All’Arena, per oltre un secolo, si sono svolte le Naumachie, i Ludi Remieri, le corse con le bighe, i caroselli e le gare equestri, le sfilate di elefanti, gli spettacoli pirotecnici, ogni tipo di esibizione circense, il “tiro al piccione”, l’esibizione di una grande balena “in legno, tela e latta” nel 1830, le ascensioni di palloni aerostatici e mongolfiere, la “Caccia automobilistica al Pallone” proposta dall’appena nato Automobile Club Milano, gli incontri di “boxe”, di “palla al cesto” e di “palla ovale”, oltre a gare e feste di pattinaggio su ghiaccio artificiale.
Nel 1870 il comune di Milano acquistò l’Arena e, da questo momento, divenne “Civica”.
La seconda guerra mondiale, con i pesanti bombardamenti di Milano del 13 settembre 1943, provocò gravi danni all’Arena. A guerra appena conclusa, il 20 maggio 1945, fece ritorno le sport con una partita di calcio tra il grande Torino di Valentino Mazzola e una formazione mista Milan-Inter sconfitta 5 a 4. Il 24 giugno ritorna anche l’atletica con la “Quinta Armata” americana. Sempre nel ’45, il 23 settembre, ecco ancora il calcio con la sfida tra gli inglesi del “592° Army Troops Royal” e dell'”Assembly Centre” e il rugby con l’incontro tra Amatori Milano e una rappresentativa militare sudafricana. L’Arena conobbe anche una “belle époque” ciclistica. Il 25 luglio 1895 vi si svolsero infatti i Campionati Italiani e il 30 maggio 1909 vi si concluse la prima edizione del “Giro d’Italia”, vinta da Luigi Ganna. I ciclisti si trasformarono anche in calciatori, a scopo benefico per il Polesine alluvionato, il 14 gennaio 1952. Accolti da 25 mila paganti si affrontarono “coppiani” in rossonero e “bartaliani” in neroazzurro: Fausto Coppi segnò l’ultima rete di un punteggio tennistico (6-0). La boxe all’Arena ebbe come protagonista il grande Erminio Spalla che il 20 maggio 1923 conquistò qui il titolo europeo dei massimi contro l’olandese Van der Veer. Carlo Braida, ex campione di ciclismo, imparò il football all’estero e nel 1895 pensò di importare in Italia questo gioco. I ginnasti della Mediolanum istituirono nel 1898 una sezione di “Palla al Calcio” e nel dicembre del 1899 nacque il “Milan Cricket and Football Club”. L’Internazionale nascerà nel marzo 1908. All’Arena il calcio esordì, in un saggio ginnico scolastico, il 20 maggio del 1900, con un derby Mediolanum-Milan. Una settimana dopo si svolse l’incontro tra rossoneri e Juventus di Torino. Il primo incontro di calcio di una rappresentativa nazionale italiana avvenne il 15 maggio 1910 contro la Francia battuta per 6 a 2.

Milano contro la violenza sulle donne: gli eventi

no-violenza-
no-violenza-

Il Comune di Milano aderisce alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con una serie di iniziative volte a sensibilizzare e coinvolgere i cittadini.

L’assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino, la Delegata per le Pari opportunità Daria Colombo e la consigliera Diana De Marchi, presidente della Commissione Pari opportunità e Diritti civili, hanno presentato oggi a Palazzo Marino i vari eventi dedicati alla lotta contro la violenza di genere previsti a partire da venerdì 24 novembre.

Dalla campagna ‘posto occupato’ che, grazie all’iniziativa del Consiglio comunale, quest’anno prosegue con la performance ‘Le sedie’ in piazza della Scala e l’adesione di Atm sul bus 94, alla posa della panchina rossa al Parco Sempione e in piazza Castello, fino a Palazzo Marino illuminato di arancione, sono molte le iniziative che toccheranno spazi e luoghi della città.

La panchina rossa
Milano aderisce all’iniziativa lanciata dal movimento degli Stati Generali delle Donne che chiede ai Comuni italiani di installare sul proprio territorio una panchina rossa, simbolo contro la violenza e ‘monumento’ all’impegno in favore di una cultura di parità.

Nell’ambito delle attività collegate al PON Metro, venerdì 24 novembre, alle ore 14, alla presenza dell’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data Lorenzo Lipparini, la panchina rossa sarà inaugurata all’interno del Parco Sempione, di fronte alla Biblioteca Sempione in via Miguel de Cervantes.

Ad accompagnarla una targa con la dicitura: #panchinerosse Milano dice basta alla violenza sulle donne – 25 novembre 2017.

Sabato 25 novembre, alle ore 17, sarà inaugurata un’altra panchina rossa, quella fortemente voluta dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia che sarà posata di fronte alla Casa della Psicologia in piazza Castello, 2. La posa della panchina sancisce l’impegno dell’Ordine nei vari campi del sostegno alle persone in difficoltà e in particolare sul fronte del contrasto alla violenza contro le donne.

Il ‘Posto occupato’ sui bus ATM
Dopo l’iniziativa del Consiglio Comunale, che dal gennaio di quest’anno ha dedicato un posto in Consiglio comunale alle donne vittime di violenze, anche ATM aderisce alla campagna nazionale ‘Posto occupato’. Per tutta la giornata di sabato, su tutti i bus della linea 94 in circolazione, un posto sarà simbolicamente riservato alle donne vittime di violenza. Per segnalare il sedile ‘occupato’ sarà apposto l’adesivo della campagna.

La performance “Le sedie” in piazza della Scala

Sabato 25 novembre, alle ore 15, piazza della Scala farà da sfondo a “Le sedie”, un work in progress teatrale a cura di Donatella Massimilla, regista della compagnia

CETEC Dentro/Fuori San Vittore. Un evento di solidarietà e sensibilizzazione, realizzato in collaborazione con la Delegata alle Pari Opportunità e Diritti del Comune di Milano e Edge Network che avrà per protagoniste attrici, musiciste, cittadine e detenute della compagnia CETEC Dentro/Fuori San Vittore. Prima della performance, i cittadini, le consigliere e i consiglieri del Comune di Milano, leggeranno i nomi delle donne vittime di femminicidio dall’1 gennaio al 25 novembre di quest’anno. Interverranno la Delegata del Sindaco alle Pari Opportunità, Daria Colombo, e la Presidente della Commissione Pari Opportunità, Diana De Marchi.

“Le sedie” è un’azione teatrale sociale che vuole ricordare le tante vittime di femminicidio e le donne che quotidianamente subiscono violenza, racco-gliendo le loro storie e raccontandole in modo innovativo. Un work in pro-gress che si arricchisce continuamente con nuove testimonianze e che intende infondere speranza narrando le storie di chi, denunciando, è riuscita ad iniziare una nuova vita. Lo spettacolo ha la particolarità di essere, almeno in parte, fruibile anche da persone con deficit sensoriali e tra le storie de ”Le sedie” troviamo testimonianze di donne sorde raccontate con la pantomima e la lingua dei segni.

L’idea nasce da un gruppo di donne impegnate sui temi della violenza di genere e s’ispira al “post occupato” che il Consiglio Comunale di Milano, su proposta della Consigliera De Marchi, ha deciso di lasciare vuoto per rappresentare tutte le donne uccise che avrebbero potuto occupare quello spazio a livello politico, sociale, lavorativo e famigliare.

Palazzo Marino s’illumina con #Orangetheworld

Sabato 25 novembre Palazzo Marino s’illuminerà di arancione, partecipando all’iniziativa #Orangetheworld, promossa dal Comitato Nazionale UN Women Italia.

Oltre a Milano, aderiscono quest’anno anche Firenze, Caserta, Napoli, Venezia, Torino, Pisa, Siena, Bari, Brescia, Massa Carrara, Orvieto, Genova, Matera, Perugia, Potenza, Parma, Verona, Cagliari, Lecco, Ancona, Pordenone e Prato.

Anche i municipi milanesi aderiranno alla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Il programma completo delle iniziative è disponibile sul sito http://www.comune.milano.it/wps/portal/ist/it/partecipa/diritti/pari_opportunita/Iniziative/25_novembre

Inaugurata la nuova area cani all’interno del Parco Sempione

Area cani Parco sempione
Area cani Parco sempione

Uno spazio verde nel cuore di Milano, sicuro e pulito dove i cani siano liberi di muoversi e giocare insieme, mentre i padroni possono godersi al meglio il rapporto con il proprio fedele amico a quattro zampe. Da questa premessa nasce il nuovo concept dell’area cani Acquario, un progetto che consiste nella totale riqualificazione di una zona di 6mila mq del Parco Sempione, inaugurato oggi alla presenza di Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura.

L’iniziativa è stata ideata e promossa dall’Associazione Area Cani Milano, nata nel 2015, la quale, grazie alla collaborazione del Comune di Milano, delle oltre 120 persone già associate e al supporto di imprese che hanno lavorato a titolo gratuito, ha adottato e riqualificato l’area cani situata nei pressi dell’Acquario Civico di Milano, all’interno del Parco Sempione.

“Ringraziamo l’Associazione per questo intervento che rende più bella e fruibile una delle aree cani più frequentate della città – ha detto l’assessore Maran -. E’ un vivido esempio di come sempre più Milano possa contare sull’impegno civico di tanti cittadini: dai condomini che adottano le aiuole davanti al loro portone, alle associazioni che curano i giardini condivisi e gli orti, sono sempre più numerosi quelli impegnati direttamente e come volontari nella cura del verde pubblico”.

“Questo progetto – ha aggiunto Roberto Perissinotto, presidente dell’Associazione Area Cani Milano – ha l’obiettivo di diventare un punto di rifermento per tutte le famiglie che hanno un cane. Ma non solo, lo scopo è rendere l’area teatro di una serie di iniziative sociali a carattere educativo per facilitare l’interazione tra uomo e cane, rivolte specialmente a categorie di persone sensibili, bambini e disabili”.

I volontari e le imprese hanno migliorato e integrato il manto erboso con l’introduzione di un prato pensato per soddisfare le esigenze di durabilità in un contesto di facile usura. Lo spazio verde, che sarà periodicamente sanificato per contenere eventuali diffusioni batteriche, è suddiviso in due grandi aree: zona taglie piccole e zona taglie grandi dove gli amici a quattro zampe troveranno percorsi e giochi pensati su misura. Infine, ad arricchire l’opera, è stato introdotto all’interno dell’area un kit di primo soccorso canino, il primo nella città di Milano.

L’Assessore Maran all’inaugurazione “Area cani” di Parco Sempione

Maran
Maran

Domani, domenica 12 novembre, alle ore 11.30, l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran parteciperà all’inaugurazione dell’area cani vicino all’Acquario all’interno del Parco Sempione dopo l’intervento di riqualificazione realizzato dall’Associazione Area Cani Milano.

Parco Sempione si rinnova e riapre il Playground

Roberta-Guaineri
Roberta-Guaineri

Lo storico playground di Parco Sempione si rinnova e riapre per una nuova stagione di street sport.
Nell’ambito delle numerose azioni che vedono collaborare pubblico e privato, Under Armour, brand americano che ha recentemente consolidato la propria presenza a Milano, ha aderito al progetto “Cura e adotta il verde pubblico” attivato da Palazzo Marino ristrutturando il campo da basket situato nel cuore del parco e ridonandolo alla città e a tutti gli amanti di questa disciplina.

Per Under Armour non si tratta di un’iniziativa isolata, essendo da tempo impegnata in progetti sociali, molti dei quali legati all’accesso allo sport. Tra questi, l’iniziativa We Will che nasce dall’idea che niente possa unire come la pratica sportiva e che vede l’azienda di Baltimora impegnata ad investire per creare o rinnovare centri comunitari, campi e spazi in cui praticare sport, trasformandoli in poli di aggregazione positiva.

“Per quanto ci riguarda – ha spiegato l’assessore al Turismo, Sport e Qualità della vita, Roberta Guaineri – questa è la tappa di un percorso che ci porterà a riqualificare molti playground della città. Crediamo molto nel valore dello street sport, che ci permette di agire sulla promozione territoriale degli aspetti positivi della pratica sportiva. Questi spazi sono sì isole di benessere fisico, ma anche luogo di incontro in cui sviluppare una sana socialità. Ringraziamo i privati che scelgono di far parte attivamente del tessuto urbano: intendiamo andare avanti nel coinvolgimento di chi opera in città per continuare a migliorare la qualità della vita”.

“Grazie al progetto ‘Cura e adotta il verde pubblico’ stiamo riqualificando anche molte aree verdi della città – aggiunge l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran -. È un meccanismo virtuoso che ci consente di avere aiuole e aree gioco curate a costo zero per l’Amministrazione e garantisce visibilità al soggetto sostenitore. Oltre 450 aree sono oggi curate da partner privati, e in futuro potranno essere sempre più numerose”.

Negli ultimi anni, il playground di Parco Sempione presentava diversi problemi strutturali che i lavori, iniziati nel mese di ottobre e durati circa un mese, hanno risolto integrando lo spazio nel verde nel rispetto dei requisiti richiesti dalla normativa vigente.

Nel dettaglio, è stato rifatto il manto – da diversi anni non più in piano – per garantire una migliore risposta del pallone durante le partite e una maggiore capacità di resistere all’usura e agli sbalzi termici. Inoltre, sono state sostituite e messe a norma entrambe le strutture dei canestri, con soluzioni meno impattanti, cancellati i segni di vandalismo e ridisegnate le linee di gioco.

Per inaugurare il nuovo campo, domani, domenica 5 novembre, è stata organizzata – presso il Gonzaga Sport Club di via Settembrini 17 – una Shop-Battle commentata dallo speaker radiofonico Gianluca Gazzoli, in cui saranno coinvolti gli otto negozi di basket più rappresentativi in Italia di Under Armour. Ciascuno di loro creerà la propria squadra ideale che, divise in 2 gironi da 4, sfiderà tutte le altre presenti nel proprio girone per stabilire la classifica di accesso ai playoff, successive partite secche ad eliminazione diretta.

Il torneo, aperto al pubblico che potrà così godersi lo spettacolo, è però soltanto l’avvio di un’attività di promozione e di cura che non si fermerà con la consegna dello spazio: Under Armour, infatti, seguirà la manutenzione del campetto e continuerà a farsi promotore di nuovi progetti.