“RAFFAELLO capolavori tessuti” a Bolzano

“RAFFAELLO capolavori tessuti”
“RAFFAELLO capolavori tessuti”

“RAFFAELLO capolavori tessuti” a Bolzano
Mostra accessibile anche con il contributo del Museo Omero

Il Museo Tattile Statale Omero ha contribuito all’evento espositivo “RAFFAELLO Capolavori tessuti. Fortuna e mito di un grande genio italiano”, in programma al Centro Trevi (TREVILAB) di Bolzano dal 10 ottobre al 15 dicembre 2020. L’iniziativa è parte di un percorso per celebrare tre figure emblematiche della cultura italiana e internazionale: lo scorso anno Leonardo da Vinci, ora Raffaello Sanzio e nel 2021 sarà la volta di Dante Alighieri.
La mostra dedica un’attenzione particolare al tema della “accessibilità” ed è stata studiata per consentirne la fruizione a tutte le fasce di pubblico. All’interno della mostra è prevista una sezione tattile per non vedenti e ipovedenti in collaborazione con il Museo Tattile Statale Omero di Ancona (Servizi Tiflodidattici), l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Bolzano e il Centro Ciechi St. Raphael di Bolzano.
Il pezzo forte della mostra l’arazzo Pesca Miracolosa di Raffaello, reso tattile con una stampa in rilievo in scala ridotta (realizzata da Massimiliano Trubbiani); inoltre sono stati prodotti supporti didascalici in Braille (realizzati da Daniela Bottegoni con il supporto di Patrizia Calderone). Nella sezione dedicata è presente anche la riproduzione del busto della Dama di Urbino proveniente dalla Collezione del Museo Omero e il bassorilievo in resina del dipinto di Raffaello, “Ritratto di gentildonna”, noto anche come “La Muta”, (realizzato da Francesca Graziani), supporto già realizzato per il Palazzo Ducale di Urbino dal laboratorio dei Servizi Tiflodidattici del Museo Omero. Dello stesso dipinto è presente un rilievo in vetro nato da un progetto di ricerca sperimentale a cura di Glass Art Design Vetroricerca di Bolzano.
Un ulteriore commissione svolta dallo staff del Museo Omero qualificato nella produzione di supporti e materiali per l’accessibilità al patrimonio culturale.

Uno zoom sull’arte

Museo Tattile Statale Omero
Museo Tattile Statale Omero

Uno zoom sull’arte

Cinque istituzioni di rilievo internazionale, invitate dal Museo Omero, raccontano l’arte dall’antichità ad oggi:
Cyrille Gouyette (Musée du Louvre), Giuseppina Capriotti (Centro Archeologico Italiano al Cairo), James Bradburne (Pinacoteca di Brera) Christian Greco, (Museo Egizio) Tiziana Maffei (Reggia di Caserta).

dal 23 settembre al 18 novembre 2020
incontri online sulla piattaforma web Zoom
e sulla pagina Facebook del Museo Omero

ANCONA – Il Museo Tattile Statale Omero organizza un calendario di cinque incontri online dal titolo “Uno zoom sull’arte” proponendo un ventaglio di grandi istituzioni culturali e di illustri personaggi. Gli incontri sono di mercoledì dalle 18 alle 19.30 sulla piattaforma web Zoom: la partecipazione è gratuita e su prenotazione poiché i posti sono limitati; altrimenti sarà possibile seguire la diretta via streaming sulla pagina Facebook del Museo Omero.

Si inizia il 23 settembre con Cyrille Gouyette, storico dell’arte e incaricato per il Dipartimento Educazione del Musée du Louvre, che intervistato da Loretta Secchi dell’Università di Bologna, parlerà de “L’eredità classica nella street art. Parodia e deviazioni”. Si prosegue il 7 ottobre con Giuseppina Capriotti, Responsabile del Centro Archeologico Italiano al Cairo e un titolo accattivante “Alla ricerca di Seti I: un giallo archeologico tra Egitto e Roma Capitale”. Il 21 ottobre con “Brera: ripensare un museo” il Direttore generale della Pinacoteca di Brera, James Bradburne, sarà intervistato dallo storico dell’arte Nunzio Giustozzi. Il 4 novembre Christian Greco, Direttore del Museo Egizio di Torino parlerà di Rivoluzione digitale e Umanesimo. Si chiude il 18 novembre con l’intervento “Reggia di Caserta museo verde: il patrimonio storico artistico e paesaggistico per lo sviluppo sostenibile della società” di Tiziana Maffei, Direttrice della Reggia di Caserta.

L’invito a partecipare è rivolto agli operatori, agli studiosi e a tutti coloro che amano l’arte e i luoghi della cultura, per mettere a fuoco alcuni temi che appassionano chi è spinto dall’interesse e dalla curiosità intellettuale a riempire il proprio tempo libero con il piacere di far funzionare il cervello.
Il Museo Omero in un periodo critico per la fruizione dei beni culturali a causa delle gravissime limitazioni imposte dalla pandemia – tanto più nel caso di un museo tattile – reagisce con un’iniziativa di grande spessore, si serve dell’ausilio della tecnologia e rifiuta di adagiarsi sul piccolo cabotaggio in attesa di tempi migliori. Con “Uno zoom sull’arte” vuol dimostrare che qualsiasi tempo può diventare “il migliore”.

La partecipazione sulla piattaforma web Zoom è gratuita e a numero chiuso: occorre prenotarsi via mail all’indirizzo conferenze@museoomero.it , altrimenti sarà possibile seguire la diretta via streaming sulla pagina Facebook del Museo Omero @museoomero.

Calendario incontri “Uno zoom sull’arte”

• 23 settembre L’eredità classica nella street art. Parodia e deviazioni
a cura di Cyrille Gouyette, storico dell’arte e incaricato per il Dipartimento Educazione del Musée du Louvre.
Intervistato da Loretta Secchi, Università di Bologna.

• 7 ottobre Alla ricerca di Seti I: un giallo archeologico tra Egitto e Roma Capitale
a cura di Giuseppina Capriotti, responsabile del Centro Archeologico Italiano al Cairo.

• 21 ottobre Brera: ripensare un museo
a cura di James Bradburne, direttore generale della Pinacoteca di Brera.
Intervistato da Nunzio Giustozzi, storico dell’arte, editor Electa.

• 4 novembre Rivoluzione digitale e Umanesimo
a cura di Christian Greco, direttore Museo Egizio.

• 18 novembre Reggia di Caserta museo verde: il patrimonio storico artistico e paesaggistico per lo sviluppo sostenibile della società
a cura di Tiziana Maffei, direttrice della Reggia di Caserta.

Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana
Banchina Giovanni da Chio 28
Tel. 071 2811935
www.museoomero.it

Viaggio intorno al mondo con il Voyage Trio

Voyage-trio
Voyage-trio

Mercoledì 22 luglio alle 21.30 seconda serata della XIX edizione della rassegna Sensi d’Estate organizzata dal Museo Tattile Statale Omero con l’esibizione dei Voyage trio che presentano VIAGGIO INTORNO AL MONDO.
I tre musicisti, Christian Riganelli alla fisarmonica, Luca Mengoni al violino e David Padella al contrabbasso propongono al pubblico un percorso musicale che attraversa paesi e tradizioni culturali differenti, da composizioni originali alla musica popolare brasiliana, passando per alcune delle più celebri melodie da film fino ad arrivare alle taglienti e passionali sonorità del nuevo tango. Un progetto di studio e ricerca che mette in evidenza diversi approcci stilistici, sapientemente arrangiati ed interpretati dalla comune sensibilità dei tre artisti che suoneranno musiche di Riganelli, Piazzolla, Rota, Tiersen e Pixinguina.
Il concerto è gratuito, si svolge all’aperto, nella corte della Mole Vanvitelliana. LA PRENOTAZIONE E’ OBBLIGATORIA al numero 335 56 96 985 (cell. e whatsapp) con assegnazione del posto a sedere. Si può prenotare dal giovedì alla domenica con il seguente orario dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 e il lunedì dalle 10 alle 13 per il solo spettacolo del mercoledì successivo. In caso di pioggia lo spettacolo sarà annullato.
Prima dello spettacolo dalle ore 20 sarà possibile degustare ottimi apericena in tema con la serata preparati dal MicaMole!, il bar della Corte, gestito dalla Cooperativa Sociale “Lavoriamo Insieme” di Loreto. Prenotazione obbligatoria al numero 327 91 48 137. Fino alle ore 24 sono visitabili le sale del Museo Omero e la MOSTRA TOCCAR CON MANO I LONGOBARDI ad ingresso libero. La mostra permette di esplorare tattilmente i modellini dei sette monumenti con i relativi contesti territoriali del sito seriale “I Longobardi in Italia. I luoghi del potere 568-774 d.C.”
Anche per questa serata il pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”. La rassegna Sensi d’estate 2020 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

Museo Omero: le proposte educative 2019-2020

Educazione-museoomero
Educazione-museoomero

Il Dipartimento Educazione del Museo Tattile Statale Omero propone anche per l’anno 2019/2020 una serie di attività volte ad educare lo sguardo, il pensiero e le mani. Percorsi bendati, laboratori con l’argilla, creazione di libri tattili, nozioni di Braille, incontri di arte e musica: sono alcune delle proposte per le scuole di ogni ordine e grado, per le famiglie, per i gruppi. I percorsi didattici comprendono un’iniziale visita guidata in collezione e una parte pratica e creativa in laboratorio.
Gli obiettivi sono fare dell’arte un’esperienza piacevole per tutti e sentirsi bene nello Spazio-Museo. Prerogativa di ciascuna attività è quella di essere pensata accessibile per tutti.
Tra le proposte anche percorsi educativi inclusivi e progetti specifici per non vedenti e ipovedenti, per i centri diurni e per le associazioni per persone con disabilità: attività completamente gratuite.
Il Dipartimento Educazione, che è l’anima operativa e instancabile del Museo, è composto da professioniste specializzate in grado di raccontare attraverso un approccio multisensoriale la bellezza dell’arte: la coordinatrice Manuela Alessandrini, Francesca Graziani, Francesca Santi, Anna Chiara Broggi e, per la musica, Giulia Cester.
I responsabili dei progetti sono Aldo Grassini e Andrea Sòcrati.
Quest’anno il nostro Dipartimento sarà impegnato anche in numerose attività legate alla grande mostra dedicata a Maria Montessori e Bruno Munari alla Mole da novembre 2019 a marzo 2020.

Info e prenotazioni:
Cell. e whatsapp 335 569 69 85 – e-mail: didattica@museoomero.it
Ingresso al Museo: libero.
http://www.museoomero.it/main?p=servizi_educativi

Concerto al buio al Museo Omero

Lorenzo Montanaro violoncello
Lorenzo Montanaro violoncello

In occasione della XII Giornata Nazionale del Braille, il Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con la sezione provinciale di Ancona dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, organizza un evento dedicato alla musica.

Appuntamento alle ore 18 presso la sala conferenza del Museo Omero con il concerto di Lorenzo Montanaro, violoncello e Luigi Mariani, pianoforte, che sarà preceduto da una conversazione di Serena Stronati e Sauro Cesaretti sul tema “Breve panoramica sulla musica in Braille”.

Lorenzo Montanaro, concertista e giornalista e Luigi Mariani, docente di pianoforte al Conservatorio “G. Verdi” di Torino, entrambi non vedenti, proporranno musiche di Robert Schumann e Johannes Brahms da godersi al buio.

Programma
Robert Schumann (1810 – 1856)
Tre romanze op. 94
Nicht schnell
Einfach, innig
Nicht schnell
Johannes Brahms (1833 – 1897)
Sonata per violoncello e pianoforte op. 38 n. 1 in mi minore
Allegro non troppo
Allegretto quasi minuetto – Trio
Allegro

Concerto al buio
Giovedì 21 febbraio ore 18
Museo Tattile Statale Omero