I Måneskin suonano in metropolitana

maneskinmetropolitana-kjme-
maneskinmetropolitana-kjme-

Nei sotterranei della metropolitana di Milano, ieri sera i Måneskin hanno condotto il loro pubblico nell’Altra Dimensione. Titolo del singolo appena uscito accompagnato da un nuovo videoclip, ma anche esperienza immersiva che la band ha condiviso con alcuni fortunati fan.

In una stazione apparentemente vuota accade qualcosa di davvero incredibile: un ragazzo misterioso accoglie i presenti, che, incantati dalle parole del giovane, vengono accompagnati in una dimensione completamente nuova, una grande festa fatta di entusiasmo e colori, per celebrare la bellezza della vita.

“Buonasera, è arrivato il momento di partire per un viaggio.
Vi chiediamo di fare le valigie e di lasciarvi andare, perché in questo posto ognuno è libero di essere chi vuole. Odio, discriminazione sono parole che non esistono e i colori sono così tanti e così belli da confondersi con quelli della nostra pelle, annullando ogni distanza.
Noi siamo sicuri che vi piacerà e che non vorrete più tornare indietro.
Benvenuti nell’altra dimensione”

In un battito di ciglia, quello che sembrava un luogo anonimo diventa la cornice ideale dove persone diverse ballano in un turbine di gioia e dove non esistono disuguaglianze, un mondo in cui protagonista è la libertà di esprimersi e mostrare sé stessi per ciò che si è davvero.

Così ieri sera i Måneskin hanno fatto vivere le parole e le immagini della loro canzone presentando dal vivo “L’altra dimensione”, già certificato disco d’oro e quarto estratto dal progetto discografico da record, “IL BALLO DELLA VITA”, l’album doppio disco di platino, che ha debuttato al numero 1 della classifica Fimi/Gfk con 4 singoli in top ten, raggiungendo oltre 129 milioni di stream. Una sorpresa per il pubblico della band che ha potuto vedere anche il videoclip per la regia degli con la regia degli YouNuts! (Antonio Usbergo e Niccolò Celaia), sperimentando le atmosfere e le ispirazioni del Ballo della Vita.

Nota di Atm su frenata emergenza M2

M2 stazione Loreto
M2 stazione Loreto

Questa mattina, intorno alle 7.45, un treno della linea M2 che viaggiava tra Piola e Loreto ha attivato la frenata di sicurezza. A seguito della frenata, alcune persone sono cadute e sono state soccorse dal 118.
A quello che risulta ad Atm, una persona è stata trasportata al Niguarda in codice rosso, due sono state medicate sul posto e altre due trasportate in codice verde.

Dalle prime ricostruzioni, il sistema è entrato in funzione perché il treno stava viaggiando ad una velocità superiore rispetto a quella consentita in quella tratta specifica e in quelle condizioni di esercizio, e quindi, per motivi di sicurezza, si è correttamente attivata automaticamente la frenata di emergenza.

La circolazione è stata interrotta tra Cimiano e Caiazzo per circa un’ora per consentire le operazioni di soccorso che sono avvenute a bordo del treno. Sulla tratta sospesa è stato istituito un servizio di bus sostitutivi.

Atm si scusa per il disagio.

Atm: Viaggiare con la carta bancaria contactless

tornellocontactless
tornellocontactless

La trasformazione digitale del trasporto pubblico milanese continua. Ora è possibile viaggiare in metropolitana in modo facile, veloce e sicuro, pagando direttamente al tornello con carte contactless aderenti ai circuiti Mastercard, Visa, Maestro e VPay.

Se sulla propria carta è presente il simbolo e si è abilitati ai pagamenti contactless si può già viaggiare senza nessuna operazione aggiuntiva: in tutte le stazioni della metropolitana è stato installato un lettore su un tornello riconoscibile dal colore arancione e grigio.

Basta avvicinare la carta o dispositivo contactless ai tornelli in ingresso e in uscita per ogni viaggio in metropolitana; è importante ricordare di utilizzare sempre la stessa carta sia in entrata sia in uscita.

Inoltre, utilizzando la stessa carta o dispositivo contactless per tutti i viaggi effettuati durante la giornata, si può beneficiare della migliore tariffa giornaliera.

Se il lettore rileva più di una carta o dispositivo contactless, il credito non viene scalato da nessuno di essi e il tornello non si aprirà. Per evitarlo, scegliere quale dispositivo o carta contactless  si vuole utilizzare e avvicinarlo all’apposito lettore.

Il nuovo sistema con carte bancarie contactless calcola in automatico, in base alla propria entrata e uscita, qual è il costo del biglietto, addebitando la tariffa più conveniente, anche per le tratte extraurbane della metropolitana e per i biglietti giornalieri.

Ad esempio, dopo il terzo viaggio in metropolitana sulla rete urbana, si attiva automaticamente il biglietto giornaliero urbano da 4,50€. Il servizio non prevede costi aggiuntivi.

Il servizio è attivo al momento sull’intera rete metropolitana ed è necessario che il viaggio inizi in metro. È poi possibile proseguire il viaggio sui mezzi urbani di superficie fino alla validità oraria del biglietto.

Ad esempio, si potrà viaggiare fino a 90 minuti dal momento della convalida se si entra e si esce da stazioni della metropolitana in area urbana, perché è stato attivato un titolo di viaggio urbano.

Nel caso di un viaggio fuori dai limiti urbani, per esempio da Rho Fiera M1 a Duomo M1/M3 la validità è 105 minuti dal momento della prima convalida.

Ogni carta bancaria può anche essere digitalizzata su differenti dispositivi (telefono, orologio…). Bisogna però fare attenzione: il device utilizzato in entrata deve essere lo stesso per l’uscita.

Durante un controllo da parte del personale ATM, è sufficiente presentare la carta di pagamento utilizzata al momento della convalida.

La registrazione al sito ATM non è obbligatoria per viaggiare con le carte contactless. Iscrivendosi all’area riservata è però possibile verificare i propri addebiti.

Nessun dato relativo alla propria carta bancaria viene memorizzato da ATM. Questo nuovo servizio soddisfa gli standard di sicurezza richiesti per qualsiasi operazione di pagamento contactless.

Per qualsiasi informazione sulle abilitazioni e funzionamenti della propria carta, contattare la propria banca.

Milano- Atm free WiFi

Insegna Wifi 2
Insegna Wifi 2

Si amplia il servizio di free WiFi in metropolitana. Dopo Duomo M1-M3, la connessione internet gratuita da lunedì sarà disponibile anche presso le stazioni di Cadorna M1-M2 e San Babila, per migliorare ulteriormente la user experience dei passeggeri milanesi e dei turisti, con navigazione illimitata a banda ultralarga per quattro ore al giorno, che può arrivare a superare i 500 Megabit al secondo, dopodiché potrà proseguire a 200 KB/s in uplink e 200 KB/s in downlink per il resto della giornata.

COME REGISTRARSI – Una volta arrivato all’interno della stazione, il passeggero dovrà semplicemente avere attivato la rete WiFi sul proprio smartphone per veder comparire la Welcome page e procedere alla registrazione, che sarà necessaria solo al primo accesso. Ci si potrà registrare attraverso i social network (Facebook, Twitter, Instagram, Linkedin, Google+), oppure semplicemente inserendo i propri dati identificativi, come cellulare e mail. Una volta ricevuta la password e fatta la login, l’utente potrà accedere liberamente al servizio.
Inoltre, sulla pagina di benvenuto il passeggero avrà a disposizione informazioni sullo stato del servizio delle linee metropolitane, messaggi di infomobilità in tempo reale e potrà scaricare la mappa dell’intera rete del metrò. La pagina di benvenuto sarà integrata con ulteriori servizi di informazione sullo stato del trasporto pubblico in real time.

LA RETE – Grazie alla collaborazione con Fastweb, anche le stazioni di Cadorna M1-M2 e San Babila M1, così come Duomo M1-M3, sono cablate e raggiunte in fibra ottica con collegamenti a 4 Gigabit al secondo. Fastweb fornisce inoltre la copertura WiFi grazie agli hotspot installati e integrati con la propria rete fissa in fibra ottica. Tramite la piattaforma Cloud, la società offre infine il portale per l’accesso al servizio. La configurazione della rete realizzata consente inoltre a Fastweb di estendere ulteriormente la copertura di WOW FI, la rete di wifi condiviso, con cui la Community dei clienti può navigare gratuitamente in mobilità, accedendo in modo automatico con i propri dispositivi e senza consumare i Giga del proprio abbonamento. All’interno delle stazioni di Cadorna e San Babila sono stati installati rispettivamente 32 e 24 Access Point per garantire una copertura wireless capillare.

STEP FUTURI DI ATM – Dopo questa prima fase di sperimentazione, Atm ha intenzione di estendere la rete wireless in tutte le 113 stazioni e lungo tutto il percorso della metropolitana. Anche sui mezzi di superficie verrà attivata una sperimentazione per provare la qualità delle varie coperture wireless. Questa prima fase con Fastweb è solo il primo tassello di un progetto più ampio che coinvolgerà tutti gli operatori e che mira a fornire ai clienti servizi sempre più innovativi, nell’ambito dello sviluppo di nuove tecnologie di telecomunicazioni come il 5G e l’Internet of Things.

Atm: nuove misure di sicurezza

SECURITY-ATM-
SECURITY-ATM-

Partono oggi 19 Marzo, i servizi congiunti di Polizia Locale e Atm presso le stazioni metropolitane e a bordo delle linee di superficie più sensibili per la prevenzione e repressione dei reati e illeciti amministrativi.

Nel corso dei prossimi giorni sono stati organizzati i primi dieci servizi congiunti che sono partiti oggi nelle fermate metropolitane di Cadorna e di Bisceglie, con la presenza di personale in uniforme e in abiti civili della Polizia Locale insieme a personale della Security di Atm.

Questi primi servizi, che hanno l’obiettivo sia di prevenire situazioni di degrado sia di contrastare l’abusivismo commerciale, costituiranno la base per programmare i prossimi. Mensilmente infatti, in base ai risultati ottenuti e alle criticità rilevate, si studieranno luoghi e mezzi che necessiteranno di ulteriori interventi e controlli.

Nei prossimi giorni sono previsti controlli in altre stazioni della metropolitana e su alcune linee di superficie sulle quali si è deciso di concentrare l’attenzione in fasce orarie di maggior utilizzo.

In alcune occasioni si affiancheranno anche i Tutor ATM (controllori) per la verifica dei titoli di viaggio e, dove presenti, i controlli verranno estesi anche ai parcheggi di interscambio per prevenire eventuali danneggiamenti e furti che sono stati segnalati da alcuni cittadini.

“La collaborazione tra Polizia Locale e Atm – ha detto la vicesindaco Anna Scavuzzo – non è mai venuta meno, ora si è deciso di strutturare questa collaborazione, adottando una strategia comune per intervenire in modo più efficace di volta in volta nei punti individuati in base alle reciproche esperienze. L’obiettivo è di essere ancora più incisivi per far sentire in modo chiaro la presenza della Polizia Locale e il controllo in particolare nelle tratte che portano in periferia”.

“Il Nucleo Tutela del Trasposto Pubblico della Polizia Locale – ha spiegato il comandante Marco Ciacci – ha sempre svolto attività sui mezzi pubblici. Solo nel febbraio di quest’anno ha controllato 288 stazioni di metropolitana, 708 convogli Atm, 280 mezzi di superfice e 776 fermate. Ora ci sarà condivisione di obiettivi e strategie tra l’attività di Atm e questa attività specialistica. Lo studio analitico dei primi interventi congiunti permetterà di pianificare in maniere efficace e coordinata quelli successivi”.

“Ringrazio la vicesindaco – ha aggiunto il direttore generale di Atm Arrigo Giana – per l’attenzione messa da subito sul tema della sicurezza sui mezzi pubblici. Grazie a questa collaborazione che da oggi si struttura in maniera sistematica, anche Atm sarà in grado di affrontare il tema security, in particolare del rispetto delle regole a partire dal pagamento dei biglietti, in maniera ancora più concreta”.