ABBA – ‘The Studio Albums’

Abba_SetBox_3D
Abba_SetBox_3D

A quasi 40 anni dall’uscita del loro ultimo album, gli ABBA celebrano la loro intera discografia in studio con un cofanetto da 8LP, che presenta per la prima volta ciascuno dei loro album su vinile colorato e con la grafica dell’LP originale. In uscita il 3 luglio, “ABBA: The Studio Albums” è una versione fondamentale per i fan di uno dei più grandi gruppi pop di tutti i tempi.

Con 8 album in studio pubblicati in otto anni, gli ABBA si sono affermati come una vera forza propulsiva nella musica. Dominando le classifiche durante gli anni ’70 e continuando sempre al top nei primi anni ’80, i quattro artisti svedesi hanno ridefinito ciò di cui la musica pop era capace, tracciando con ogni nuovo album una sorprendente evoluzione artistica.

Quattro decenni dopo l’ultima pubblicazione ‘The Visitors’ del 1981, la loro musica è tuttora parte della nostra cultura, attraverso spettacoli teatrali, successi cinematografici e persino ristoranti a tema che fanno conoscere gli ABBA a nuove generazioni di fan.

“ABBA: The Studio Albums” – tracklist:
8LP Boxset
Ring Ring – Lato A
1. Ring, Ring
2. Another Town, Another Train
3. Disillusion
4. People Need Love
5. I Saw It In The Mirror
6. Nina, Pretty Ballerina
Ring Ring – Lato B
1. Love Isn’t Easy (But It Sure Is Hard Enough)
2. Me And Bobby And Bobby’s Brother
3. He Is Your Brother
4. Ring Ring
5. I Am Just A Girl
6. Rock’N’Roll Band
Waterloo – Lato A
1. Waterloo
2. Sitting In The Palmtree
3. King Kong Song
4. Hasta Manana
5. My Mama Said
6. Dance (While The Music Still Goes On)
Waterloo – Lato B
1. Honey, Honey
2. Watch Out
3. What About Livingstone
4. Gonna Sing You My Love Song
5. Suzy-Hang-Around
6. Waterloo
Abba – Lato A
1. Mamma Mia
2. Hey, Hey Helen
3. Tropical Loveland
4. SOS
5. Man In The Middle
6. Bang-A-Boomerang
Abba – Lato B
1. I Do, I Do, I Do, I Do, I Do
2. Rock Me
3. Intermezzo No.1
4. I’ve Been Waiting For You
5. So Long
Arrival – Lato A
1. When I Kissed The Teacher
2. Dancing Queen
3. My Love, My Life
4. Dum Dum Diddle
5. Knowing Me, Knowing You
Arrival – Lato B
1. Money, Money, Money
2. That’s Me
3. Why Did It Have To Be Me
4. Tiger
5. Arrival
Abba – The Album – Lato A
1. Eagle
2. Take A Chance On Me
3. One Man, One Women
4. The Name Of The Game
Abba – The Album – Lato B
1. Move On
2. Hole In Your Soul
3. Thank You For The Music
4. I Wonder (Departure)
5. I’m A Marionette
Voulez-Vous – Lato A
1. As Good As New
2. Voulez-Vous
3. I Have A Dream
4. Angeleyes
5. The King Has Lost His Crown
Voulez-Vous – Lato B
1. Does Your Mother Know
2. If It Wasn’t For The Nights
3. Chiquitita
4. Lovers (Live A Little Longer)
5. Kisses Of Fire
Super Trouper – Lato A
1. Super Trouper
2. The Winner Takes It All
3. On And On And On
4. Andante, Andante
5. Me And I
Super Trouper – Lato B
1. Happy New Year
2. Our Last Summer
3. The Piper
4. Lay All Your Love On Me
5. The Way Old Friends Do
The Visitors – Lato A
1. The Visitors
2. Head Over Heels
3. When All Is Said And Done
4. Soldiers
The Visitors – Lato B
1. I Let The Music Speak
2. One Of Us
3. Two For The Price Of One
4. Slipping Through My Fingers
5. Like An Angel Passing Through My Room

Alan Sorrenti – The Prog Years

Sorrenti Prog Box_CD 3D
Sorrenti Prog Box_CD 3D

Saranno disponibili dal 1 giugno in CD ed LP i primi quattro dischi del cantautore italo-gallese, stampati originariamente su etichetta Harvest. Cresciuto tra il Vomero e il Galles, Alan Sorrenti entra in contatto con il progressive rock a Londra, folgorato ad un concerto dei King Crimson.

Il suo esordio discografico “Aria” (1972), registrato proprio a Londra e considerato un caposaldo del prog rock italiano famoso in tutto il mondo, assieme ai successivi “Come un vecchio incensiere all’alba di un villaggio deserto” (1973), “Alan Sorrenti” (1974) e “Sienteme, It’s Time To Land” (1976) escono ora in una nuova edizione rimasterizzata e con le grafiche originali.

Nel cofanetto in 5 CD “The Prog Years”, anche tanti contenuti bonus come le versioni inglesi di “Vorrei Incontrarti”, “Serenesse”, “Angelo”, “Oratore” e “Alba” mai pubblicate prima, un alternative mix di “Sulla cima del mondo” e una traccia inedita “Sai Amore”, piano e voce, struggente nella sua semplicità.

Gli LP riproducono fedelmente le grafiche originali, compresa la finestra anteriore apribile con libretto di “Come un vecchio incensiere…”

“Aria”: l’album di debutto del 1972, viene registrato a Londra e si avvale della preziosa collaborazione di Jean Luc Ponty (già all’opera con Frank Zappa), il cui violino impreziosisce i quasi venti minuti del primo brano.
“Come un vecchio incensiere all’alba di un villaggio deserto” viene a sua volta registrato a Londra nel ’73 e vede Tony Esposito alla sezione ritmica e David Jackson dei Van Der Graaf Generator al flauto.

“Alan Sorrenti”, del 1974, contiene “Dicitencello Vuje”, un classico napoletano interpretato e realizzato in chiave psichedelica, che entra in classifica in Italia.

“Sienteme, It’s Time To Land” (1976), concepito in Africa ma registrato a San Francisco, è lo spartiacque che porterà poi alla disco di “Figli Delle Stelle” (1977)

“A quelli appartenenti alla generazione del prog che ascolteranno il contenuto del box auguro di rivivere quel percorso unico per ognuno e ricondurlo ad oggi. Ai giovani contemporanei che lo ascolteranno per la prima volta auguro invece un’apertura a 360° che spesso solo la giovinezza può dare.” Alan Sorrenti

“The Studio Albums Vinyl Collection 1971-2016”

studioalbumcollection - rolling stones low
studioalbumcollection – rolling stones low

The Rolling Stones
“The Studio Albums Vinyl Collection 1971-2016”
Dal 15 giugno 2018

Dopo aver definito i canoni del rock’n’roll negli anni ‘60, i Rolling Stones raggiunsero il momento di maggior splendore nel 1971 con “Sticky Fingers”. Quello che poi seguì fu un’ineguagliabile successione di album: gli eccessi decadenti di “Exile on Main St.”, le atmosfere voodoo swamp giamaicane di “Goats Head Soup”, le contaminazioni disco e punk di “Some Girls”.

In ogni nuova decade, gli Stones si sono evoluti pur rimanendo ancorati alle loro radici, arrivando a chiudere il cerchio nel 2016 con “Blue & Lonesome”, una lettera d’amore alla loro prima fonte di ispirazione musicale: il Blues.

Ogni volta che i Rolling Stones fanno qualcosa, lo fanno con una qualità ed un rilievo unico. E questa è anche la linea guida di “The Studio Albums Vinyl Collection 1971-2016”, in uscita il 15 giugno 2018.

Nel box-set trovano posto infatti i 15 album incisi in studio dal 1971 al 2016 rimasterizzati in half-speed dai nastri originali negli Abbey Road Studios e stampati in LP 180g con tanto di certificato di autenticazione.

‘The Studio Albums Vinyl Collection 1971-2016’ racconta questa maestosa epoca del rock’n’roll in un cofanetto con copertina lenticolare, numerato e comprensivo di digital download card per scaricare gli album in alta qualità.

Ogni album è stato rimasterizzato con la massima cura ad Abbey Road da Miles Showell che ha anche realizzato il cutting in half-speed. La qualità dei vinili dei Rolling Stones non è mai stata così alta e questo elevato standard di stampa e masterizzazione assicura un audio di primo livello per gli ascoltatori.

Un’attenzione speciale è stata dedicata al packaging: ogni LP riproduce nei dettagli l’originale, compreso “Some Girls” con la sua cut-outs cover e busta interna estraibile. “Sticky Fingers” è esattamente come l’aveva concepito Andy Warhol, con tanto di vera zip e immagine nascosta, mentre “Exile On Main St” contiene le 12 cartoline originali inserite nel doppio LP dell’epoca.

Casino Royale “CRX – 20th Anniversary”

Casino Royale CRX 2LP cover
Casino Royale CRX 2LP cover

1997
Esce CRX, dove X serve a ricordare che la band ha compiuto il decimo anno di attività e che il percorso per arrivare a questo disco è stato lungo e denso di avvenimenti.
Contaminazione, sperimentazione, elettronica, hip hop, trip hop, jazz/funk, soul, reggae… puro Casino Royale.

2017
CRX compie venti anni ed esce in doppio CD, doppio LP, digital download e streaming.

L’album originale è stato totalmente rimasterizzato per celebrare nel modo migliore il ventesimo anniversario del disco che ha ridefinito le coordinate della scena elettronica italiana alle porte degli anni 2000.

Ma non basta perché sono in molti quelli che hanno voluto testimoniare l’importanza e il ruolo di CRX all’interno della scena musicale italiana: ecco allora un secondo CD con le cover di Levante (Ora solo io ora) e di Edda dei Ritmo Tribale (Là sopra qualcuno ti ama) registrate appositamente per questa pubblicazione e i nuovi ed inediti tributi da parte di artisti che hanno trovato in CRX un motivo di ispirazione per la loro carriera musicale quali Fabrizio Mammarella, Tommaso Colliva, Max Casacci & Ninja, Opus 3000, Ralf, Mass Prod e Paolo Baldini.

L’edizione in vinile da 180 grammi esce invece con la tracklist originale ma in due LP per poter ottenere il massimo della qualità audio, rimasterizzato specificatamente per questo supporto.

da oggi CRX è in preorder qui.

www.facebook.com/casinoroyaleofficial www.youtube.com/CasinoRoyaleTube

CRX Anniversary – tracklist edizione CD:
CD 1_REMASTERED 2017
1. CRX
2. Benvenuto In Mia Casa
3. The Future
4. Ora Solo Io Ora
5. Oltre
6. Là Dov’è La Fine
7. Specchio
8. In Picchiata
9. Homeboy
10. Hi Fi
11. Là Sopra Qualcuno Ti Ama
CD 2 _ REMIX & COVER
1. CRX – Fabrizio Mammarella Dub Remix
2. The Future – Mass Prod Remix
3. Ora Solo Io Ora – Levante
4. Oltre – OPUS 3000 Remix
5. Là Dove La Fine – Toomi Labs Remix
6. In picchiata – Ralf RMX
7. Homeboy – Paolo Baldini DubFiles Version
8. HiFi – Demonology HiFi Remix
9. Là Sopra Qualcuno Ti Ama – Edda

CRX Anniversary – Tracklist Doppio LP_Remastered 2017
LP 1 LATO A
1. CRX
2. Benvenuto In Mia Casa
3. The Future
LP 1 LATO B
1. Ora Solo Io Ora
2. Oltre
LP 2 LATO A
1. Là Dov’è La Fine
2. Specchio
3. In Picchiata
LP 2 LATO B
1. Homeboy
2. Hi Fi
3. Là Sopra Qualcuno Ti Ama

Date chiusura Tour degli Omosumo

Omosumo
Omosumo

Si chiude con cinque date il tour degli Omosumo in cui hanno presentato dal vivo i brani del loro album omonimo, uscito per Malintenti Dischi (novembre 2016). Un disco visionario e sorprendente, attraverso il quale raccontano il loro mondo, apparentemente lontano eppure così simile a quello reale; 30 minuti in perenne equilibrio tra ballad liquide e fughe adrenaliniche da togliere il respiro. Un flusso di coscienza con il quale abbandonano definitivamente la forma canzone a favore di una unità da concept album. Ecco le date:

31/10 Napoli – Moses
01/11 Avellino – Tilt
02/11 Vitulazio (Caserta)- Manhattan Lounge Bar
04/11 Tito (PZ) – Festival della Divulgazione / Centro Cecilia
10/11 Palermo – Candelai

Il tour si concluderà con il “Funeral Party” che si terrà a I Candelai di Palermo il 10 novembre: “Fare un funerale a un disco è come un rito di rinascita. – racconta Angelo Sicurella -. Quando abbiamo fatto il Funerale a Surfin’Gaza abbiamo pensato che era una cosa da matti fare un funerale a un disco.

Per cui abbiamo pensato, per il nostro secondo LP, di chiudere il giro in bellezza e di fare un Funeral Tour, in modo da portare un funeral party anche nelle altre città. È il nostro modo di dire arrivederci al nostro secondo disco e un modo di accogliere le cose nuove che stiamo scrivendo dalle ceneri di quello che è stato”.

Gli Omosumo hanno estratto due videoclip dal loro ultimo album: “Un po’ di te” (guarda VIDEO) e “Sei rintocchi di campane” (guarda VIDEO) secondo singolo estratto dall’album.