Nuova sede Protezione Civile in provincia di Lodi

Assessore-Foroni
Assessore-Foroni

Una nuova sede, più adatta ad ospitare adeguatamente il personale e i mezzi della Colonna Mobile provinciale di Lodi. E’ stata inaugurata oggi, a San Rocco al Porto (LO), mettendo assieme le esigenze di AIPo di potenziare i propri presidi nel territorio rivierasco del Po, preservando un bene pubblico, e quelle di Regione Lombardia e Provincia di Lodi di disporre di un ricovero logistico più adeguato per la Protezione civile.

 Principalmente, l’intervento di adeguamento eseguito riguarda la realizzazione di due tendostrutture su un’area di oltre 4.000 mq, che si configurano come veri e propri capannoni per il rimessaggio di mezzi, attrezzature e veicoli.
Le strutture hanno un’estensione rispettivamente di 160 e 560 metri quadrati per complessivi 720 metri quadrati coperti, con un’altezza media utile di oltre 5 metri.

AIPo e i suoi tecnici hanno provveduto ad adeguare l’area per le funzioni preposte al ruolo logistico e operativo, realizzando le nuove strutture di rimessaggio e le opere edili ed elettriche, compreso un impianto illuminotecnico completamente a led. I costi sostenuti riguardano principalmente l’acquisto, la realizzazione e il montaggio delle tendostrutture per 115.000 euro, l’adeguamento del piazzale e delle opere edili accessorie per 38.000 euro e di quelle elettriche per 16.000 euro.

Così il commento dell’assessore regionale al Territorio e Protezione civile: “Un qualificato presidio territoriale per la tutela dell’incolumità e della sicurezza della popolazione, che potrà garantire interventi rapidi ai cittadini e a protezione delle infrastrutture nel fronteggiare emergenze e calamità naturali. Quello di oggi è dunque un tassello fondamentale per la nostra struttura provinciale di Protezione civile: la sede è il vero centro nevralgico delle attività dei volontari. Ciò significa – ha concluso l’assessore – più sicurezza per gli operatori e una migliore gestione delle situazioni. Ad esempio potrà migliorare anche l’operatività della Sala operativa regionale, abbattendo i tempi di reazione, sia nel controllo delle aree di rischio presenti sul territorio, sia nel corso delle fasi di allerta e urgenza”.

Petite messe solennelle di Rossini nelle chiese lombarde

Maestro-Bruno-Casoni-
Maestro-Bruno-Casoni-

Il capolavoro sacro di Rossini in tre concerti gratuiti a Milano, Lodi e Varese
con il Coro scaligero diretto da Bruno Casoni e i solisti dell’Accademia.

Il primo concerto, venerdì 9 marzo alle 20.30, si svolgerà a Milano nella Chiesa del Sacro Cuore dei Frati Cappuccini di Viale Piave 2 attigua all’Opera San Francesco per i Poveri. L’intento è quello di riunire in una grande occasione musicale gli abitanti della zona, i partner e sostenitori dell’OSF e anche le tante persone assistite.

Al concerto a Milano seguono altre due date sabato 10 marzo alle 20.45 nei vasti spazi romanici del Duomo di Lodi e martedì 13 marzo alle 20.30 sotto gli affreschi del Nuvolone e del Cerano che arricchiscono le volte della Basilica di San Vittore a Varese.

La Petite messe solennelle è l’estremo capolavoro sacro di Gioachino Rossini, che la compose nel 1863, 34 anni dopo la prima del Guillaume Tell che segnò il suo distacco dalle scene. A margine del manoscritto si trova il celebre appunto “Buon Dio, eccola terminata questa umile piccola Messa.

È musica benedetta (“musique sacrée”) quella che ho appena fatto, o è della maledetta musica? (“sacrée musique”). Ero nato per l’opera buffa, lo sai bene! Poca scienza, un poco di cuore, tutto qua. Sii dunque benedetto e concedimi il Paradiso”.

Parole la cui modestia va letta alla luce della proverbiale ironia rossiniana: piena di scienza musicale, la messa è un ponte verso l’avvenire, non a caso ammirato da tanti compositori del Novecento. La revisione critica della partitura, realizzata da Philip Gossett, è stata eseguita per la prima volta al Festival Rossini di Pesaro nel 1997.

Venerdì 9 marzo 2018, ore 20.30
Chiesa del Sacro Cuore dei Frati Cappuccini, Milano

Sabato 10 marzo 2018, ore 20.45
Duomo di Lodi, Lodi

Martedì 13 marzo 2018, ore 20.30
Basilica San Vittore, Varese

Fujifilm partner del Festival della Fotografia Etica 2017

@ALESSIO CUPELLI_Nadab_
@ALESSIO CUPELLI_Nadab_

Con una collaborazione che ha avuto inizio quattro anni fa per supportare la fotografia e la sua forza narrativa, Fujifilm Italia è official partner del Festival della Fotografia Etica 2017, rinnovando il suo sostegno alla rassegna dal sapore tutto italiano ma che negli anni ha saputo accreditarsi a livello internazionale
Dal 7 al 29 ottobre, Lodi ospita nei suoi luoghi storici e di interesse artistico e architettonico mostre di fotoreporter di fama mondiale, incontri, workshop, dibattiti per indagare la relazione che intercorre tra etica, comunicazione e fotografia.

Il Festival della Fotografia Etica, nato nel 2010 dall’idea del Gruppo Fotografico Progetto Immagine, inaugura in questa ottava edizione lo spazio “Corporate for Festival” con il sostegno di Fujifilm Italia. Il fine del Corporate for Festival è quello di presentare mostre realizzate di concerto con aziende profit che si aprono a lavori fotografici di responsabilità sociale d’impresa. Per questo importante compito, Fujifilm Italia ha scelto il fotografo Alessio Cupelli e il suo lavoro “Nadab”.

La mostra sarà esposta presso il Palazzo della Provincia di Lodi, Sala delle Colonne, via Fanfulla 12. Nel terzo week end di ottobre, sabato 21 ore 16:30 e domenica 22 ore 11:30 si potrà assistere alla visita guidata con Alessio Cupelli, un’occasione, aperta al pubblico, in cui si approfondirà con l’autore il suo lavoro di ricerca.

Lodi – “Gran Gala’ Concert”

gran galà
gran galà

La Prima Edizione della Rassegna Nazionale non Competitiva “Gran Galà Concert” è pronta a prendere il via, infatti sabato 9 Aprile presso l’Auditorium BPL Center a Lodi le luci si accenderanno su più di 150 giovani danzatori provenienti da diverse regioni d’Italia.

Questo evento è stato ideato da Sabrina Pedrazzini, della Scuola d’Arte Il Ramo di Lodi, in collaborazione con Vera Affaba, della DNC entertainment, proprio per permettere un confronto costruttivo tra giovani danzatori: solisti, coppie, compagnie e gruppi amatoriali che ogni giorno si impegnano su tutto il territorio nazionale con esperienze continuative di ricerca coreografica e forme espressive di particolare originalità. Una esibizione libera e scevra da ingerenze competitive cui faranno da cornice un pubblico appassionato e ospiti d’eccezione.

Ruolo fondamentale nell’ideazione e nell’organizzazione dell’evento lo ha avuto il M° Giuseppe Carbone: autorevole personalità a livello internazionale nel panorama della danza e Presidente onorario della Rassegna. I giovani coreografi e i promettenti danzatori che parteciperanno alla manifestazione avranno la grande opportunità di lavorare a stretto contatto con il M° Carbone.
Accanto a Sabrina Pedrazzini e Vera Affaba un comitato organizzativo di professionisti come Adeline Souletie,  Stefano Benedini, Giuseppe Galizia e Tiziana Vitto hanno apportato un grande supporto tecnico e artistico.

Gran Galà Concert ospiterà danzatori illustri fin dall’inizio della giornata del 9 Aprile, infatti sono stati organizzati DUE STAGE  presso la sede della Scuola d’Arte il Ramo con Leon Cino, nella materia di danza contemporanea – modern, e Josè Perez, nella materia di danza classica – neoclassica, ballerini della conosciutissima trasmissione televisiva Amici.

Il pubblico della serata invece avrà il grande piacere di veder danzare Francesca Podini, ballerina solista del corpo di ballo del Teatro alla Scala di Milano.

Il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla O.N.L.U.S. OBIETTIVO SOLIDARIETA’ per i bambini della Bielorussia, nello specifico si andrà a sostenere un orfanotrofio così che possa rimanere aperto continuando ad accogliere i suoi piccoli ospiti.

Per informazioni, prenotazioni ed iscrizioni agli stage contattare Alessia Magliano al 3206658764 oppure scrivere a info@galaconcert.it