Ligabue: “30 anni in un giorno”

Ligabue1200(c)RayTarantino
Ligabue1200(c)RayTarantino

La data dell’evento “30 anni in un giorno” alla RCF ARENA REGGIO EMILIA (Campovolo) per celebrare i 30 anni della straordinaria carriera di LUCIANO LIGABUE, prevista il 12 settembre 2020, non può essere al momento confermata in ragione della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni governative. La data definitiva verrà comunicata quanto prima e comunque non oltre il 31 luglio 2020.

“30 ANNI IN UN GIORNO” (prodotto e organizzato da Riservarossa e Friends & Partners) inaugurerà la RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo), uno spazio totalmente nuovo e creato rigorosamente ad hoc per la musica con una capienza di massimo 100.000 spettatori e una pendenza del 5% per garantire una visuale e un’acustica ottimali.
Non poteva che essere il Campovolo ad incorniciare questo evento con cui LUCIANO LIGABUE festeggerà i 30 anni di una carriera, iniziata nel 1990 con l’album omonimo, un luogo che negli anni lo ha visto protagonista, più volte, con concerti entrati a pieno titolo nella memoria collettiva della grande musica live italiana.
I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi.
Per tutte le informazioni: www.friendsandpartners.it

RTL 102.5 è partner di LIGABUE – “30 ANNI IN UN GIORNO”.

Una. Nessuna. Centomila: il Concerto

Una.Nessuna.Centomila.Il-Concerto_foto-di-Cosimo-Buccolieri
Una.Nessuna.Centomila.Il-Concerto_foto-di-Cosimo-Buccolieri

La data dell’evento “UNA. NESSUNA. CENTOMILA. IL CONCERTO”, il più grande spettacolo musicale di sempre contro la violenza di genere, alla RCF ARENA REGGIO EMILIA (Campovolo) prevista il 19 settembre 2020, non può essere al momento confermata in ragione della situazione dell’emergenza sanitaria in atto e alla luce delle relative disposizioni governative.

La data definitiva verrà comunicata quanto prima e comunque non oltre il 31 luglio 2020.
UNA, perché ogni volta che una donna lotta per se stessa, lotta per tutte le donne, NESSUNA, perché nessuna donna deve più essere una vittima, CENTOMILA è il numero delle voci che si potranno unire alle 7 artiste per sostenere una battaglia così importante.

FIORELLA MANNOIA, EMMA, ALESSANDRA AMOROSO, GIORGIA, ELISA, GIANNA NANNINI, LAURA PAUSINI sono le 7 grandi artiste protagoniste del concerto “UNA. NESSUNA. CENTOMILA. IL CONCERTO, le 7 grandi voci unite per raccogliere fondi destinati ai centri antiviolenza sul palco della RCF Arena Reggio Emilia (Campovolo).

Con già oltre 85.000 biglietti venduti, “UNA. NESSUNA. CENTOMILA. IL CONCERTO” è uno spettacolo che nasce per dare un aiuto concreto ai centri e alle organizzazioni che sostengono e supportano le vittime di violenza. I proventi del concerto verranno erogati a strutture selezionate sulla base di criteri di trasparenza e tracciabilità, strutture in grado di fornire un supporto solido e duraturo alle vittime e garantire e assicurare la sostenibilità nel tempo delle attività da loro realizzate.

Per sostenere una causa così importante FIORELLA MANNOIA, EMMA, ALESSANDRA AMOROSO, GIORGIA, ELISA, GIANNA NANNINI, LAURA PAUSINI, si alterneranno sul palco della RCF Arena di Reggio Emilia, ciascuna con la propria band, e ognuna delle 7 artiste inviterà un collega, uomo, ad esibirsi insieme per lanciare un messaggio univoco, che unisca uomini e donne nella battaglia contro la violenza di genere.

Gli utilizzi di tutte le risorse economiche raccolte nell’ambito di “UNA. NESSUNA. CENTOMILA. IL CONCERTO” verranno rendicontati e comunicati nella totale trasparenza.

I biglietti già acquistati in prevendita rimangono validi.
Per tutte le informazioni: www.friendsandpartners.it

Foo Fighters

foo-fighters-andreas-neumann-foto
foo-fighters-andreas-neumann-foto

Dopo il successo del Cal Jam, che si è tenuto a San Bernardino in California nel 2017 e nel 2018 radunando oltre 70 mila persone, i FOO FIGHTERS annunciano il nuovo festival DC JAM che si terrà il 4 luglio al FedExField, lo stadio di Washington.

Un’intera giornata dedicata alla celebrazione dei 25 anni di carriera della band, proprio nella città in cui è cresciuto Dave Grohl e nel giorno in cui è uscito il primo album dei Foo Fighters nel 1995!

Ospiti speciali dell’evento, prodotto da Live Nation, saranno Chris Stapleton, Pharrell Williams, The Go-Go’s, Band Of Horses, Durand Jones & The Indications, The Regrettes, Beach Bunny e Radkey.

Dopo dieci album, una dozzina di Grammy, numerosi premi, riconoscimenti e concerti in tutto il mondo, è il momento di festeggiare 25 anni di FOO FIGHTERS!

Il 12 aprile partirà il “Van Tour 2020” che attraverserà quelle città americane che 25 anni fa la band raggiunse in furgone nel primo tour, esibendosi questa volta nei palazzetti e non più in piccoli club.
Anche perché molti di quei locali in cui i FF suonarono nel 1995 sono ormai chiusi e, inoltre, limitare oggi un loro spettacolo a luoghi così piccoli sarebbe impossibile… o forse si può? La band mette in campo l’originalità e l’energia che da sempre la contraddistinguono e lascia in sospeso la riposta che arriverà prossimamente!

Oltre a Dave Grohl, Nate Mendel e Pat Smear, sul palco ci saranno anche i compagni ormai di lunga data Taylor Hawkins, Chris Shiflett e Rami Jaffee.

La maratona rock’n’roll dei Foo Fighters sarà impreziosita in ogni tappa dalla proiezione in anteprima di brevi estratti di “WHAT DRIVES US”, il nuovo documentario di Dave Grohl.

Grohl approfondisce le motivazioni che spingono un gruppo di musicisti a lasciarsi alle spalle lavoro, famiglia, amici ecc., per chiudersi in un van e portare la propria musica alle folle, o almeno a qualche dozzina di persone qua e là!

“What Drives Us” esplora le cause, racconta aneddoti personali ed esplora la fatica fisica e psicologica di girare in furgone per mesi, attraverso interviste a coloro che questa esperienza l’hanno vissuta davvero, come i membri di Black Flag, Dead Kennedys, Metallica, The Beatles e molti altri.

Per maggiori informazioni e per tutte le date del Van Tour 2020: FooFighters.com.

Nasce Giornale Radio “Live All News, zero commenti”

Domenico Zambarelli
Domenico Zambarelli

Dal 15 febbraio si potrà ascoltare su ogni device connesso

e sul canale televisivo 262 del DTT

Nasce Giornale Radio

“Live All News, zero commenti”

Milano, 11 febbraio 2020 – È stata presentata ieri a Milano la nuova radio totalmente dedicata all’informazione, senza opinioni e commenti.

È Giornale Radio, l’emittente 4.0. nata per proporre notiziari a flusso continuo sulle principali informazioni del momento, in partnership con quattro agenzie stampa radiofoniche nazionali, che realizzeranno ogni giorno notiziari con aggiornamenti ogni quindici minuti, dalle 5.00 alle 24.00.

Giornale Radio, oltre al canale principale, propone dieci canali Radio tematici specifici perché l’utente fruisca di contenuti informativi in grado di soddisfare i propri interessi: economia, sport, moda, viabilità, tecnologia, wellness, salute, ambiente e notizie locali saranno trattati dal bouquet di Giornale Radio.

La sfida di Giornale Radio è di portare al pubblico l’informazione attraverso vasi comunicanti tecnologici, dalla radio lineare mainstream, a quella on demand.

“Viviamo in una società frenetica e ipertecnologica, dove tutto va a ritmi estremi, compresa l’informazione. Essere costantemente aggiornati e connessi con la realtà che ci circonda è ineluttabile, e noi abbiamo ritenuto coerente aggregare l’informazione audio a quella testuale del web.” spiega Domenico Zambarelli, editore di Giornale Radio “Sulla base di questi presupposti abbiamo deciso di far nascere una radio digitale totalmente dedicata all’informazione: sul live mainstream saremo solo cronisti e non opinionisti, con informazioni puntuali, veloci e neutrali. Le 10 radio verticali on demand ed i podcast avranno un taglio a più ampio respiro, con approfondimenti, analisi e ricerca: due modi complementari di far vivere l’informazione ma entrambi sempre con la massima qualità e professionalità”.

Il canale principale Giornale Radio è disponibile in live streaming sul sito, sulle applicazioni, sugli aggregatori di flussi radiofonici IP, su ogni dispositivo connesso, sui canali social dedicati (Facebook, YouTube, Twitter), attraverso gli smart speaker (Google Home e Amazon Echo) e sul canale televisivo 262 del DTT. I podcast sono fruibili on demand.

Sul piano della diffusione radiofonica digitale via etere, la digital broadcasting audio, è stato costituito il Consorzio DAB+ denominato Eurocom e che inizierà le trasmissioni a livello nazionale entro il primo semestre 2020.

Attraverso i canali social, Giornale Radio stimolerà il confronto e la contribuzione degli ascoltatori, favorendo una relazione che alimenti i contenuti delle radio verticali e dei podcast. Il claim della radio è, per questo, “Noi siamo con voi”.

“Con Giornale Radio sperimentiamo in Italia l’informazione integrale live e on demand attraverso la formula del brand bouquet, finora usata solo in ambito musicale. Giornale Radio è la prima all news a mettere d’accordo gli opposti: live/on demand, mainstream/verticale”, spiega Massimo Lualdi, direttore responsabile della testata giornalistica.

Giornale Radio è da subito radio-partner de “Il Sussidario.net”, il quotidiano d’informazione on line che vanta oltre 10.000.000 utenti unici al mese, che potranno ascoltare il live streaming dell’emittente direttamente dalla home page.

 

Evento Speciale: Music for Greed

Music for Greed
Music for Greed

Music for Greed

Cinema Massimo, Sala Cabiria – Torino

12 febbraio 2020, ore 21.00

Serata speciale con la proiezione del film Greed di Erich von Stroheim sonorizzato dal vivo. Erich von Stroheim amava definirsi “L’uomo che amate odiare”. Autore maledetto e visionario mal tollerato dai produttori di Hollywood, può considerarsi invece una delle intelligenze più acute della storia del cinema, per aver saputo proiettare la settima arte verso la compiuta maturità. Greed, ne è l’esempio più affascinante. Girato in luoghi reali, talvolta in condizioni climatiche proibitive, è il risultato di un incredibile sforzo produttivo e dell’idea rivoluzionaria di un cinema capace di coinvolgere lo spettatore in un’esperienza fino ad allora completamente inedita.

Per sonorizzare un film così eccessivo, per il quale non era mai stata commissionata una partitura originale, un sofisticato ensemble di virtuosi della chitarra, che si alterneranno sul palco suonando in solo o dando vita – di volta in volta – a duetti, trii e quartetti. Xabier Iriondo (Afterhours), Stefano Pilia (Afterhours), Paolo Spaccamonti e Asso (Vinicio Capossela, PJ Harvey), insieme al sassofonista Luca Mai (Zu) e il batterista Paolo Mongardi (Fuzz Orchestra, Zeus!), interpretano le immagini di Stroheim offrendo agli spettatori un’esperienza irripetibile.

Ingresso euro 10.00 (intero)/8.00 (ridotto)/5.00 (studenti universitari)

L’iniziativa fa parte di “Torino Città del Cinema 2020. Un film lungo un anno”, un progetto di Città di Torino, Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte, con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, in collaborazione con Regione Piemonte, Fondazione per la Cultura Torino www.torinocittadelcinema2020.it