Gran Gala di Danza all’Arena del Mare

Anbeta-Toromani-e-Alessandro-Macario-Coppelia-di-Roland-Petit-Teatro-San-Carlo-di-Napoli-ph-Luciano-Romano
Anbeta-Toromani-e-Alessandro-Macario-Coppelia-di-Roland-Petit-Teatro-San-Carlo-di-Napoli-ph-Luciano-Romano

Tutti di comune accordo hanno deciso di andare in scena senza ricevere alcun compenso. Il desiderio di tornare a danzare su un palcoscenico è stato più forte di ogni cosa perché l’arte non ha prezzo. L’amore per la settima arte ha riunito le stelle della danza nel Gran Gala del Premio al Merito per l’Arte della Danza, in programma mercoledì 29 luglio alle 21.30 all’Arena del Mare di Salerno con la direzione artistica di Luigi Ferrone e Corona Paone.

Sotto le stelle trenta professionisti presentano uno spettacolo di balletto in cui la danza si racconta attraverso una fusione di stili, spaziando dal repertorio classico al neoclassico per regalare al pubblico in platea un momento di sogno. Un’esibizione variegata e coinvolgente in cui artisti di oggi e di domani condividono la scena in un’escalation di emozioni di musica e passi.

Ospiti d’eccezione due figure di spicco del panorama coreutico italiano ed internazionale: Alessandro Macario, primo ballerino ospite del Teatro San Carlo di Napoli, e Anbeta Toromani, prima ballerina dell’Opera di Tirana. La coppia, sulla scena e nella vita, regalerà più momenti danzati, spulciando tra i tanti pas de deux interpretati insieme negli ultimi dieci anni di carriera condivisa.

Tra le stelle della danza anche Christian Fagetti, una connaturata capacità di metamorfosi gli consente di interpretare più ruoli, carisma e tecnica misti ad umiltà sono la somma algebrica di questo straordinario artista, e Marta Gerani, più volte sua compagna sul palcoscenico. Statuaria, elegante, perfezionista, sublime è il suo modo di raccontare sulle punte una storia senza che il più pubblico percepisca la sofferenza dell’esercizio.

A raccontare la magia della danza sarà anche un nutrito cast di primi ballerini e solisti dei teatri italiani: Giuseppe Aquila, Luca Carannante, Daniele Di Donato, Angelo Egarese, Sara Gison, Luisa Ieluzzi, Danilo Notaro, Tommaso Palladino, Emanuele Torre, Pietro Valente e Luisa Vallozzi.

Impegnati in coreografie sulle punte e a piedi scalzi il corpo di ballo di danzatori più giovani formato da: Giulia Albano, Diana Anna Baldino, Francesca Brandi, Alessandra Buono, Eleonora Del Piano, Flavio De Vergas, Salvatore Esposito, Rita Ferrone, Elena Lanzaro, Salvatore David Marigliano, Annunziata Pacilio, Imma Scarpati, Emanuela Scimia, Lorenzo Stingone e Pia Tafuri.

Tra gli ospiti in prima fila siederà anche l’etoile Giuseppe Picone, autore della coreografia “Le quattro stagioni di Vivaldi” interpretata dalla coppia di solisti del San Carlo Ieluzzi e Notaro.
Durante la serata gli attori Giovanni Esposito ed Ernesto Lama entreranno più volte in scena per presentare ma anche accompagnare le esibizioni con le loro letture. Fra queste le poesie di Lolita d’Arienzo che ha voluto omaggiare la serata con i suoi versi scritti con un battito di ciglia.

L’appuntamento è anche l’occasione per rimarcare lo stop (causa Covid) di Tuttinscena, la XX edizione del Premio dedicato ai talenti della Campania originariamente programmato a marzo al Teatro Verdi di Salerno con la partecipazione di ospiti internazionali e rimandato a data da destinarsi.

Teatro EuropAuditorium di Bologna:Roberto Bolle

RBolle ©Luciano Romano_HD_preview
RBolle ©Luciano Romano_HD_preview

Il 27 febbraio, per il quarto anno consecutivo, Roberto Bolle torna al Teatro EuropAuditorium di Bologna, con il suo ROBERTO BOLLE and FRIENDS, Gala di cui non è solo interprete, ma anche direttore artistico.

Un evento speciale pensato per una città a cui Bolle è particolarmente legato essendo stato il fulcro del suo primo FanClub. Una città che ha sempre tributato alla stella della danza internazionale un affetto e una devozione speciali.

Come sempre l’étoile della Scala – che è anche Principal Dancer dell’ABT di NY – non mancherà di coinvolgere alcuni tra i nomi più importanti del panorama tersicoreo internazionale per offrire al pubblico bolognese una serata di danza al suo massimo livello.
PREZZI (comprensivi di prevendita): I platea 115,00 € – II platea 80,00 € – I balconata 65,00 € – II balconata 52,00 €

PREVENDITE acquistabili presso la biglietteria del TEATRO EUROPAUDITORIUM (Piazza Costituzione, 4, Bologna) aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, presso la biglietteria del TEATRO IL CELEBRAZIONI (Via Saragozza, 234, Bologna), aperta dal lunedì al sabato, dalle 15.00 alle 19.00, attraverso il circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d’ascolto delle IperCoop e il circuito TICKETONE, oltre alle prevendite abituali di Bologna e provincia e attraverso il sito www.teatroeuropa.it. Per informazioni: 051.372540 – 051.6375199 – info@teatroeuropa.it

Roberto Bolle. L’Arte della Danza-Il film evento

Bolle_POSTER
Bolle_POSTER

Scritto e diretto da Francesca Pedroni arriva nelle sale un viaggio intimo alla scoperta delle grandi interpretazioni di Roberto Bolle.

Con immagini esclusive dal palcoscenico e dal backstage di “Roberto Bolle and Friends” attraverso tre luoghi simbolo del patrimonio culturale italiano: l’Arena di Verona, il Teatro Grande di Pompei, le Terme di Caracalla a Roma

“La danza è il fuoco che ho dentro. Mi ha formato, mi ha dato un’identità. L’uomo che sono ora lo devo alla danza”
(Roberto Bolle)

Appassionato, carismatico, apollineo.Roberto Bolle è l’artista che è stato capace di trasformare l’arte della danza in un genere pop: l’étoile italiana che ha portato il balletto ancora più vicino al grande pubblico e che attraverso la bellezza del movimento ha saputo rivelare in modo sorprendente il potere comunicativo della danza.

 Ora la sua storia arriva al cinema solo per tre giorni, dal 21 al 23 novembre (elenco delle sale su www.nexodigital.it),

All’ Armonied’ArteFestival, l’Etoile Svetlana Zacharova

Armoniedarte-festival_2_B
Armoniedarte-festival_2_B

Armonied’ArteFestival proseguirà sabato 13 agosto (focus rosso) con la speciale presenza della Etoile Svetlana Zacharova, una delle più grandi ballerine viventi, accompagnata sul palco dal marito, Vadim Repin, violinista del calibro internazionale, e da etoile del Bolshoi di Mosca, del Marijnsky di San Pietroburgo, del Royal Opera Ballet Covent Garde di Londra e dall’Orchestra da Camera del Teatro di San Carlo di Napoli.

«Armonied’Arte – racconta il direttore artistico Chiara Giordano – è un festival che ha segnato il panorama culturale della Calabria senza mai cedere alla tentazione di un’attività di massa e mantenendo al contempo un profilo che rilancia legittimamente le sue aspirazioni internazionali. Anche quest’anno prosegue questo percorso e fortifica queste aspirazioni, poggiando ancora una volta su una casa, il Parco di Scolacium, il cui appeal non teme paragoni: cultura e bellezza come rilancio di un territorio le cui potenzialità sono forti ma fino ad ora poco sfruttate».

Ad arricchire il programma di Armonied’ArteFestival ci sono altri progetti speciali tra cui visite guidate teatrali, degustazioni d’epoca, conferenze, proiezioni e molto altro. Così come offerte dedicate, pacchetti turistici e servizi all’utenza.