“LUCIO BATTISTI – Rarities”

Cover Battisti Rarities
Cover Battisti Rarities

Il 25 settembre uscirà “LUCIO BATTISTI – Rarities”, una raccolta di piccole grandi perle dello straordinario artista, distribuite nel corso degli anni in vari supporti: singoli, versioni alternative, rarità e B sides, che trovano in questo speciale cofanetto il giusto prestigio.
Da venerdì 24 luglio, “Rarities” è disponibile in pre-order: https://SMI.lnk.to/LucioBattistiRarities

“Rarities” sarà disponibile in due versioni, versione CD e versione LP, entrambe accompagnate da un commento traccia per traccia.

Lucio Battisti, musicista dal genio assoluto, dimostra inconsapevolmente di essere ancora una volta precursore dei tempi, perché in un momento storico dove il concetto di single track è tornato prepotentemente di moda, grazie alla fruizione in streaming della musica e sta nuovamente caratterizzando il mercato discografico italiano ed internazionale, lui lo avrebbe di certo intuito in anticipo, accorciando i tempi e bruciando la concorrenza.

In questa raccolta sono contenuti brani come la rara Extended Version di “Pensieri e Parole”, “Le formiche” che fu scritto per Wilma Goich, “La farfalla impazzita” portato al Festival di Sanremo del 1968 dall’insolita coppia formata da Johnny Dorelli e Paul Anka e brani in lingua straniera.

Questa la tracklist completa di “RARITIES”: “Pensieri e parole” [Extended Version], “Per una lira”, “Vendo casa”, “Le formiche”, “La spada nel cuore”, “La folle corsa”, “Perchè dovrei”, “La farfalla impazzita”, “Il mio bambino”, “Les jardines de Septembre”, “Toujours plus belle”, “Ma Chanson de libertè”, “La Colina de las Cerezas”, “Una Muchacha por Amigo”, “To Feel in Love”, “Only”.

Lous and the Yakuza: “Bon Acteur”

Bon Acteur
Bon Acteur

24 anni, elegante e determinata, sensibile e forte, nella sua musica si percepisce un’anima meravigliosa forgiata da una storia difficile. Belga ma originaria del Congo, cresciuta tra Ruanda e Europa, è la stella nascente della musica internazionale. Da venerdì 10 luglio sarà in radio il suo nuovo singolo “Bon Acteur”, già disponibile in digitale.

L’artista ha recentemente regalato ai suoi fans una meravigliosa performance del singolo realizzata nei COLORSXSTUDIOS e pubblicata sul canale YouTube di COLORS, “Bon Acteur/A COLORS SHOW” (https://youtu.be/VWtEP3Uc8A8m).

Il brano racconta una storia d’amore basata su giochi di potere e bugie ma ancora intrisa di speranza. Una storia romantica che si trasforma in dolore, quando la tenerezza troppo spesso si alterna alla violenza, la pace alla guerra, la rassegnazione a desideri irrealizzabili.

Vuole essere un campanello d’allarme per coloro che vivono delle relazioni non sane, perché pretendano lealtà e fedeltà. “Bon Acteur” mette nuovamente in luce lo stile musicale unico e l’eleganza di Lous che fonde il pop, l’hip hop e la trap in canzoni dense di carisma.

“Bon Acteur” arriva dopo il successo del singolo “Dilemme”, uscito anche nella versione “Dilemme (remix)” di Lous and The Yakuza, tha Supreme & Mara Sattei.

I due singoli, anticipano l’album d’esordio “Gore” che uscirà in autunno.
“Gore”, registrato tra Barcellona, Bruxelles e Parigi, è un mix di trap e ballad francesi, uno specchio sincero della giovane vita tormentata della cantautrice.

El Guincho ha collaborato con lei alla produzione del disco, e l’ha anche aiutata a dare forma ai suoi incredibili testi e alle innumerevoli canzoni che scrive quotidianamente. Con questo progetto Lous vuole trasmettere forza e speranza nel percorso verso la resilienza: “Life is a bitch, but is worth living”.

Emma Nolde: “Male”, singolo d’esordio

Emma Nolde
Emma Nolde

Dal 26 giugno è su tutte le piattaforme digitali (male) il primo singolo di Emma Nolde, pubblicato su etichetta Woodworm/Polydor Universal Music. Emma, 19 anni, cantautrice toscana dalla forte personalità artistica, dà inizio così al suo progetto musicale a cui lavora da tempo insieme ai produttori Renato D’amico e Andrea Pachetti.

Emma ha scoperto la musica da bambina suonando la chitarra e non ama definirsi o racchiudersi in un genere. La musica da sempre è il suo mondo perfetto, la sua forma migliore d’espressione e la sua quotidianità.

Martina Beltrami – singolo d’esordio

martinaweb
martinaweb

Uscirà venerdì 12 giugno in digitale “Luci accese”, il singolo d’esordio della cantautrice torinese e concorrente di Amici 19 MARTINA BELTRAMI. Il brano è disponibile da oggi in pre-save e pre-oder al seguente link: https://martinabeltrami.lnk.to/LuciAccese_Pre.

Scritto dalla stessa Martina, con la produzione di Emiliano Bassi, “Luci accese” è un’intensa ed emozionante ballata, dal ritmo crescente e incalzante, che racconta le emozioni e i sentimenti della prima storia d’amore molto importante, che l’autrice ha vissuto con una ragazza: solitudine, rabbia e delusione; ma anche la luce accesa della speranza di poter superare il dolore di questa delusione.

«”Luci Accese” nasce dall’esigenza personale di dover esprimere un’emozione molto forte. Da poco era finita la relazione con la persona che più pensavo di amare sulla Terra. Il mio primo legame davvero stabile. Ero molto piccola, fu come se mi fosse venuta a mancare la terra sotto ai piedi. Ero stata abbandonata – spiega Martina Beltrami – “Luci Accese” è l’esatto momento nel quale la mia relazione arriva ad una conclusione, ma nonostante questo capisco che il mio amore è così grande che una parte di me sarà sempre un porto sicuro per lei. Nonostante tutto, io ci sarò sempre. Ho anche provato, e provo ancora, tanta rabbia, perché per questa persona che mi aveva fatta sentire da subito così importante, sono diventata di colpo, un’estranea. Riascoltandola ora, due anni dopo la scrittura, provo ancora le stesse sensazioni. Rabbia, amore e un senso di speranza: una luce accesa».

“La voce umana”: nuovo album di Francesco Sacco

Francesco Sacco by Jacopo Brunello
Francesco Sacco by Jacopo Brunello

Venerdì 29 maggio sarà disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “LA VOCE UMANA”, il nuovo album di FRANCESCO SACCO, eclettico cantautore milanese che, nonostante la giovane età, da anni lavora come compositore nella produzione di musica per marchi di alta moda e spettacoli teatrali.

Nonostante ogni traccia sia una storia a sé, Francesco Sacco racconta in ciascuna di esse un aspetto che riguarda il mondo delle relazioni: “La Voce Umana” è il contenitore che le racchiude tutte, è il condominio immaginario nel quale, parallelamente, tutte trovano spazio. Questi temi, accompagnati da sonorità che fondono elementi classici del cantautorato con sonorità elettroniche, compongono questo lavoro, semplice e sfaccettato allo stesso tempo, estremamente intimo.
«Fare questo disco è stato un po’ come rimontare una matrioska: ho condensato in poche settimane di lavoro in studio canzoni che ho scritto in mesi, che a loro volta racchiudono anni di vita – racconta Francesco Sacco – Il titolo è ispirato all’omonimo monologo di Jean Cocteau, presente anche nell’Intro, nel quale una donna telefona al suo amante sul finire della loro storia. Dopo un po’ la protagonista inizia praticamente a parlare da sola, a fare una sorta di autoanalisi. Mi riconosco molto in quest’immagine: scrivere questo disco è stato una lunga telefonata con me stesso.»