Al Carroponte, The White Buffalo in concerto

The White Buffalo
The White Buffalo

The White Buffalo, dopo aver ipnotizzato tutti al Circolo Magnolia lo scorso anno, torna a emozionare il pubblico italiano. Jake Smith e la sua band saranno martedì 16 luglio al Carroponte di Sesto San Giovanni (MI).

The White Buffalo, con la voce oscura e vibrante di Jake Smith, sarà in Italia reduce dal successo del suo ultimo album Darkest Darks, Lightest Light. Un disco che nasce da una reale urgenza interiore, dalla necessità di esprimersi. Jake, che si nutre intensamente delle sue più grandi doti cantautorali e della sua incredibile voce, segna con questo album un momento di rottura: l’artista decide infatti di registrare quasi senza alcuna musica già composta, solo qualche idea in testa e tutto il suo grande istinto. Il risultato è un album denso di contrasti che si snocciola in 10 tracce così ricche da risultare per la band una ricca collezione dal punto di vista stilistico.

Country, blues, rock’n’roll e soul nell’unica voce di un artista puro, definito da molti come la versione intimista di Eddie Vedder e Bruce Springteen, in grado di raccontare miti, storie di delinquenti, ubriaconi e reduci di guerra senza mai perdere un briciolo di intensità.

Ingresso: 23,00€ + diritti di prevendita; 28,00€ in cassa la sera del concerto
Biglietti disponibili su TicketOne: https://www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=2389985&includeOnlybookable=false&x10=1&x11=the white

Biglietti disponibili su MailTicket: https://www.mailticket.it/evento/20643?fbclid=IwAR3p1YiWpMG09C2Ac7BBhIW-gN6ZG6uGPEH9aia6ifahtld9vpD1E8sHLjk

Appuntamento dunque al CARROPONTE di Sesto San Giovanni (MI), via Luigi Granelli 1!
Info al pubblico
info@carroponte.net
http://www.carroponte.net
https://www.facebook.com/carroponte/

“Global Inclusion – Generazioni senza frontiere”

Global inclusion
Global inclusion

Il pensiero divisivo non è solo vecchio e, dunque, antistorico, ma rischia anche di essere improduttivo e di ostacolare la crescita e la generazione di valore, a partire dai luoghi di lavoro: da questo assunto nasce “Global Inclusion – Generazioni senza frontiere”, manifestazione che per la sua prima edizione chiama a raccolta l’ecosistema italiano dell’inclusione nei luoghi di lavoro, per sostenere il valore di una leadership inclusiva, in grado di mettere a valore le potenzialità del singolo per permettere l’espressione dell’unicità dei talenti di ciascuno.

L’appuntamento è per mercoledì 11 settembre a Bologna a FICO – Fabbrica Italiana Contadina. Una data e un luogo scelti non a caso, ma per il forte valore simbolico: da un lato una giornata che, nella percezione globale, rievoca odio, rancore ed il segno di un vero e proprio spartiacque tra due epoche, scelta per tentarne un ribaltamento semantico e valoriale.

Dall’altro un luogo, Bologna, città dell’inclusione, che affonda nei secoli la propria tradizione di libertà ed apertura – a partire dal Liber Paradisus del 1257, atto con cui, primo tra i Comuni medievali, vennero liberati i servi della città e del contado – oltre che snodo accessibile da più regioni, grazie alla fortunata posizione geografica. E ovviamente FICO, luogo in cui il racconto del cibo si fa cultura e mediatore di differenze, luogo d’incontro, come la tavola dovrebbe sempre essere.

Grazia Di Michele: primo libro e nuovo album

grazia_di_michele-
grazia_di_michele-

Grazia Di Michele prosegue il suo tour italiano relativo al suo primo romanzo APOLLONIA (Castelvecchi) ed al nuovo album discografico SANTE BAMBOLE PUTTANE (Incipit Records / Egea Music), scritto con sua sorella Joanna.
Giovedì 18 luglio alle ore 20:00 la cantAutrice sarà a Milano, presso la libreria Verso per presentare il doppio progetto, tutto orientato al femminile, insieme al produttore discografico ed autore musicale Gianni De Berardinis e all’attrice Ketty Capra che leggerà alcuni brani tratti dal libro. A seguire, l’artista si esibirà in un breve showcase musicale interpretando alcuni dei brani sulle storie di donne tratti dal suo ultimo disco.

APOLLONIA – il romanzo
Nata difettosa, settimina, continuamente malata, Apollonia cresce in un piccolo paese del Sud in una famiglia di imprenditori della seta. Contrariamente ai suoi fratelli è gracile, ha gli occhi scuri di una zingara e ha il dono della visione. Le sue previsioni sono spesso catastrofiche. E’ lei che con disarmante innocenza svela in pubblico la doppia vita del padre, che predice una gravidanza difficile della madre, la morte di un collaboratore della famiglia e un imminente disastro economico….

SANTE BAMBOLE PUTTANE – l’album
Nel suo nuovo album la compositrice ed interprete racconta la storia di 10 donne non famose, bambine, adolescenti e mature che attraversano il mondo, la nostra stessa vita, come ombre cui è negato ogni diritto di esistere davvero; donne su cui gli uomini a volte proiettano le proprie fantasie, ignorando e negando la loro identità. C’è Lora, una vita trascorsa in vetrina ad Amsterdam con il rimpianto di un amore; Amina, pronta per partire verso una nuova vita da migrante; Irina, artista di strada perduta in città disumane; Helen, ispirata dalla suora protagonista di “Dead man walking”; Sonia, una casalinga che subisce i soprusi di un marito violento…

Sono storie di una estrema attualità e intimità che condiscono di neorealismo un album dalle sonorità più ricercate: ad accompagnare Grazia ci sono i suoi fedeli musicisti che la accompagnano nei concerti europei (Andy Bartolucci, Marco Siniscalco, Fabiano Lelli) ma anche altri collaboratori storici, come Fabrizio Puglisi, Filippo De Laura, Marco Valerio Cecilia, Claudio Bartolucci, Saverio Capo, Antonello Sorrentino, Francesco Sciarretta, Andrea Leali e Daniela Iezzi. Patrizio Fariselli con il suo pianoforte e la sua energia è l’ospite di Lora, brano scelto come primo singolo, mentre la ballata folk Apollonia ispira anche la storia della giovane protagonista del romanzo dall’omonimo titolo, scritto con garbo, ritmo, sentimento e poetiche introspezioni autobiografiche.

Guerritore e Nuti cantano Alda Merini

DelE2_vA
DelE2_vA

…MENTRE RUBAVO LA VITA…!
MONICA GUERRITORE E GIOVANNI NUTI CANTANO ALDA MERINI
MARTEDÌ 16 LUGLIO A VILLA ADA – ROMA INCONTRA IL MONDO
Via di Ponte Salario 28, Roma – Ore 21,30

Uno spettacolo folle e commovente che unisce per la prima volta sul palco due grandi interpreti dello spettacolo e della musica: Monica Guerritore e il cantante e musicista Giovanni Nuti.
“… Mentre rubavo la vita…!”: è il concerto esclusivo sul palco di Villa Ada – Roma incontra il mondo martedì 16 lulgio in cui i due artisti cantano, accompagnati da una band di sei elementi, gli appassionati, dolorosi e ironici versi della grande Alda Merini.
Dopo essere andata in scena col musical End of the Rainbow dedicato a Judy Garland, Monica Guerritore stupisce ancora una volta il suo pubblico con un’ora appassionante di immagini, parole, musica e passione.

«Nessuna donna resta indifferente davanti alla forza, all’energia libera, vitale, colorata, sensuale di Alda Merini – dice Guerritore –. La musica di Nuti rende travolgenti i suoi testi. Io stessa ne rimango stupita. Al pubblico piacerà enormemente: ballerà, riderà e piangerà insieme a noi!».

Nuti, che firma anche le musiche dello spettacolo, ha avuto una collaborazione unica e irripetibile, durata sedici anni, con la grande poetessa, che lei stessa amava definire un «matrimonio artistico». «Solo un’artista eclettica e sensibile come Monica può trasmettere a pieno l’intensità, il carattere, l’ironia, lo struggimento, la magica follia di una personalità immensa come quella di Alda Merini – dice Nuti –. Sentirla per la prima volta cantare i suoi versi sulle mie note è stato emozionante».

La svolta green di Atm

atm - bus elettrico
atm – bus elettrico

L’impegno di Atm per un sistema di trasporto urbano sempre più sostenibile entra nel vivo con l’aggiudicazione di due importanti gare che contribuiranno a rinnovare ulteriormente la flotta in ottica sempre più green.

Sono state assegnate le due maxi gare: 250 bus elettrici a SolarisBus e 80 tram a Stadler, per un investimento complessivo di 365 milioni di euro. Nei prossimi mesi si darà attuazione ai primi contratti applicativi che porteranno sulle strade milanesi 70 nuovi mezzi elettrici, 40 bus e 30 tram di ultima generazione, per un iniziale investimento complessivo di oltre 103 milioni di euro.

L’obiettivo è quello di rendere la flotta 100% elettrica nel 2030 come previsto dagli investimenti del piano Full Electric dell’Azienda.

Ad oggi già il 70% delle percorrenze di tutti i mezzi pubblici di Atm è alimentato elettricamente e la flotta “total green” in circolazione è composta da 25 bus elettrici, 100 bus ibridi e 3 bus ad idrogeno, oltre ovviamente ai treni della metropolitana, ai tram e ai filobus. Nei prossimi giorni entrerà in servizio il primo dei 30 nuovi filobus acquistati recentemente.

Negli ultimi mesi, grazie agli investimenti di Atm, sono già stati mandati in pensione ben 125 bus diesel sostituiti con bus elettrici e ibridi in circolazione su alcune linee tra le quali 54, 56, 73, 84 e 94.

Entra quindi nel vivo il piano Full Electric di Atm, uno sforzo non solo economico, ma anche un impegno che l’Azienda si è assunta nel promuovere il cambiamento di Milano e la sua evoluzione in una città verso un orientamento sempre più sostenibile e smart.

NUOVI BUS ELETTRICI – E’ stata aggiudicata la gara, ad evidenza pubblica, per 250 nuovi bus elettrici alla società Solaris Bus & Coach S.A, il gruppo polacco già fornitore dei primi 25 autobus, per un valore complessivo di 192,4 milioni di euro. Il bando prevede la stipula di un primo contratto applicativo per la fornitura di 40 mezzi che si inserisce nell’ Accordo Quadro della durata di due anni, con l’opzione per ulteriori due. Il valore del primo contratto applicativo è pari a oltre 28 milioni di euro. Il primo autobus sarà consegnato entro 11 mesi e le successive consegne, dei primi 40 bus, prevedono l’arrivo di 8 veicoli al mese.
I bus elettrici da 12 metri sono mezzi dotati di impianto di climatizzazione, videosorveglianza, luci a Led, prese Usb per i passeggeri e postazione per il trasporto dei disabili senza elevatore grazie al pianale integralmente ribassato. Le nuove vetture sono alimentate da batterie di tipologia NMC (Nichel-Manganese-Cobalto) con capacità complessiva di 240 kWh che garantiscono un’autonomia di circa 180 km e senza la produzione di alcun tipo di emissione inquinante (zero particolato, zero ossidi di azoto, zero monossido di carbonio, zero idrocarburi incombusti). La ricarica delle batterie avviene al rientro in deposito, grazie a una colonnina di ricarica con potenza di 100 kW. I nuovi mezzi potranno ricaricarsi anche al capolinea tramite il pantografo (con la modalità opportunity charging) con una potenza di 200 kW.

NUOVI TRAM – A seguito sempre di una gara ad evidenza pubblica, è stato aggiudicato l’appalto per la fornitura di 80 nuovi tram all’azienda Stadler, per un valore complessivo di 172,6 milioni di euro. Il primo contratto applicativo per la fornitura di 30 tram, di cui 20 per il servizio urbano e 10 per il servizio interurbano, ha un valore complessivo di 75,5 milioni di euro. La consegna del primo tram è prevista entro un anno e mezzo e poi le successive consegne seguiranno il ritmo di 1 o 2 tram al mese.

La stipula rientra in un Accordo Quadro, della durata di 6 anni, per la fornitura di 50 tram per il servizio urbano e 30 per quello interurbani che andranno a sostituire progressivamente tutti i tram più anziani, incrementando così l’offerta di trasporto con l’obiettivo di migliorare il comfort di viaggio con mezzi tecnologicamente all’avanguardia, più silenziosi e molto più efficienti in termini energetici e di impatto ambientale.
I nuovi tram sono vetture bidirezionali che permetteranno di invertire la marcia riducendo l’impatto urbanistico e viabilistico dei capolinea, con lunghezza non superiore ai 26 metri, un pianale ribassato nella parte centrale per rendere più agevole salita e discesa, recupero di energia in frenatura e anche sistemi di videosorveglianza. Sono vetture dotate inoltre di una tecnologia che li renderà più silenziosi e hanno sistemi di sicurezza attivi e passivi come la resistenza agli urti ed un sistema anti collisione.