I progetti dell’attrice Francesca Romana De Martini

Francesca Romana de Martini
Francesca Romana de Martini

Dopo il successo ottenuto con il film “Come diventare grandi nonostante i genitori” di Luca Lucini e numerose partecipazioni a fiction italiane di successo, Francesca Romana De Martini sbarca anche all’estero con tre progetti internazionali molto importanti.

Sarà infatti l’unica attrice italiana (insieme con Alessandro Riceci) nel cast della 2^ stagione della seguita serie tv “Riviera”, che andrà in onda prossimamente su Sky Atlantic.

Tra i protagonisti della serie ideata da Neil Jordan, diretta da Paul Walker, prodotta da Peninsula Film e girata in Costa Azzurra dove ha luogo la storia, con Julia Stiles, Vincent Perez, Anthony La Paglia, Lena Olin. Nella serie tv, Francesca Romana De Martini vestirà i panni di una giornalista.

Per il cinema, invece, sarà Evelina Lamborghini, madre di Ferruccio Lamborghini nel film “Lamborghini” diretto dal Premio Oscar Bobby Moresco (Crash, Million Dollar Baby), prodotto da Ambi Group ed interpretato da Antonio Banderas, Alec Baldwin, Romano Reggiani, Fortunato Cerlino.

A breve, infine, la De Martini inizierà le riprese del cortometraggio che la vede protagonista dal titolo “Opening Night” diretto da Bekka Gunther, una regista fotografa che lavora anche nel campo della moda. La storia parla di un’attrice di teatro che seduce la sua assistente. Sarà girato in toscana in inglese.

“Il confessionale” di Davide Pompeo

il confessionale
Ad oltre due anni dalla produzione, il cortometraggio “IL CONFESSIONALE” di DAVIDE POMPEO, pluripremiato a livello nazionale e internazionale, è finalmente disponibile su You Tube al link:
https://www.youtube.com/watch?v=sYhq2mNcs4s .

Il corto è un tributo all’eroica Resistenza Abruzzese della Seconda Guerra Mondiale. Ambientato in un immaginario paese d’Abruzzo durante uno dei giorni dal destino incerto del 1943, un giovane partigiano, un prete misericordioso e un ufficiale nazista si ritrovano tra le macerie della civiltà in un tragico confronto psicologico, morale e fisico. In tale difficile situazione, il concetto di giustizia svela il suo fianco debole: mostra la sua ambiguità.

E si è costretti a sospendere il giudizio sull’umanità, vittima perdente di qualsiasi guerra.
La tensione emotiva si avverte a fior di pelle per l’intera durata del corto (10 minuti e 32 secondi), anche grazie alle inquietanti musiche di sottofondo, composte ad hoc da Marco Di Nardo e Nicola Ceroli del Management del Dolore Post-Operatorio.

La sceneggiatura de “Il Confessionale” di Davide Pompeo ha vinto prima di tutto il concorso nazionale “InContatto” (progetto per lo sviluppo della Creatività Giovanile realizzato da Cineama.it), promosso dall’ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e sostenuto anche dal Dipartimento della Gioventù – Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Grazie ad esso, il corto è stato prodotto nel mese di giugno 2013 dalla PompeoFilms, in collaborazione con l’associazione culturale Over The Cover di Lanciano. Da subito si raccolgono i frutti dell’ottimo lavoro cinematografico: il corto viene, infatti, riconosciuto come miglior film straniero al International Short Film Festival of India e menzionato tra le migliori produzioni in moltissimi festival italiani e internazionali in Gran Bretagna, Spagna, Estonia, Argentina, Montenegro, Malta, Iran.

Per questo ultimo festival, il regista Davide Pompeo è stato addirittura invitato come ospite del Tehran Short Film Festival per accogliere personalmente il plauso della giuria.

Segui il corto su Facebook: https://www.facebook.com/ilconfessionalecorto/

 

“Ogni cosa di me” primo singolo dall’album di Sergio Cammariere

sergio cammariere

“Ogni Cosa di Me “ è la canzone che anticipa il nuovo album di Sergio Cammariere in uscita il 13 marzo, (Sony Music) un brano dal ritmo fluido e trascinante che accarezza il cuore come una danza.

Nel videoclip, scritto e diretto dal regista Jan Michelini, la canzone è rappresentata con un vero e proprio “corto d’autore” sognante, delicato e avvincente, che scava profondamente nelle dinamiche dell’amore con mano leggera e offre una chiave di lettura positiva, con un lieto fine senza scontati sentimentalismi.



Protagonisti del videoclip, un intenso Sergio Cammariere
e il suo doppio, che evoca certi personaggi surreali di Renè Magritte, con la bella ed espressiva attrice italiana Carolina Crescentini, valorizzati da una splendida fotografia in bianco e nero.

Il video vuole rappresentare il dualismo di una storia d’amore al limite dell’equilibrio, dove il protagonista si sdoppia tra realtà e sogno e, come un “altro se stesso”, va alla ricerca di una foto che gli ricorda la donna amata, per poi decidere di andare alla sua riconquista.

“Ho voluto creare un’atmosfera onirica, descrivere con le immagini il valore di inseguire un sogno, il coraggio di ritornare sui propri passi, salire su un’umile scaletta fin sulla luna per trovare la forza di donare ogni cosa di sé e ritrovare l’amore”
, questo scrive Jan Michelini, (già aiuto regista di personaggi quali Pupi Avati e Mel Gibson) sintetizzando il senso simbolico della canzone.