I Lunedì di Casa Testori: Puntata n.15

Lunedi_testori_
Lunedi_testori_

Controcorrente” è il titolo del libro che Laura Cherubini, curatrice e docente a Brera, ha appena pubblicato. Al centro del libro “i grandi solitari dell’arte italiana“, da Boetti a Fabio Mauri. Sono tutti artisti che Cherubini ha conosciuto e frequentato di persona, per cui il libro è anche una storia di incontri che hanno segnato la sua traiettoria non solo critica ma anche umana. Ne parleremo con lei e con Marco Cingolani, artista, docente anche lui a Brera e promotore di una delle più interessanti iniziative didattiche ad Accademia chiusa, Aula 49.

A seguire, racconteremo due progetti che avrebbero dovuto essere inaugurati a Casa Testori ma che le nuove restrizioni impediscono di aprire al pubblico: Daniele Gaggianesi con il suo percorso poetico “Interni Vicini” e il collettivo Il Colorificio del Giambellino con l’installazione “Ma allora perché m’ha fatto venir fin qui?” dell’artista Francesco Tola.
Federica Fracassi da questa settimana aprirà la puntata, proponendo ogni volta una pagina tratta dagli articoli d’arte di Giovanni Testori: si inizia con “Giacometti, il genio e la solitudine” (1991).

La terza puntata dei Lunedì di Casa Testori

Lunedi_testori
Lunedi_testori

Con tante mostre che oggi non è possibile vedere, l’arte pubblica assume ancor più importanza e visibilità. Il terzo appuntamento dei Lunedì di Casa Testori (che eccezionalmente andrà in diretta alle 18.30) avrà come ospite Emilio Isgrò che ha da poco presentato una grande installazione a Brescia, dedicata ad un capolavoro-simbolo per la città, la statua greca della Vittoria. Insieme ad Isgrò sarà con noi anche il curatore Marco Bazzini.

A seguire, racconteremo la bellissima esperienza di Extraordinario: un capannone a Marghera messo a disposizione degli studenti dell’Atelier F dell’Accademia di Venezia, da Vulcano Agency. Un workshop collettivo che è diventato una mostra. Ne parleremo con i promotori Daniele Capra e Nico Covre e con due degli artisti protagonisti del progetto, Adelisa Selimbašić, e Giulio Malinverni.

Chiude la serata come di consueto Federica Fracassi con la lettura di un incipit testoriano: sarà la volta delle prime pagine della Maria Brasca.

Sabato 5 dicembre torna l’annuale Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani con il rinnovato sostegno della Direzione Generale Creatività Contemporanea del MiBACT e la collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Anche quest’anno, seppur in modalità differente, siamo felici di partecipare all’iniziativa: dalla home page del sito di Casa Testori si potrà assistere a due eventi di approfondimento tratti dalla mostra “Meristà” curata da Giulia Zorzi, in corso nella dimora di Novate Milanese (che sarà possibile visitare nuovamente alla riapertura dei musei). I due progetti sono: L’Ouvert di Fatima Bianchi e Jest di Ilaria Turba, progetti che rispondono pienamente al tema della “community” a cui l’AMACI ha chiesto di far riferimento per questa edizione, oltre alla possibilità di essere fruibile anche sullo spazio digitale.

Segnaliamo inoltre che in occasione della Giornata del Contemporaneo, Palazzo Fabroni, uno dei Musei appartanenti al circuito Amaci, renderà visibile online per un giorno il film di Andrea Mastrovito “I am not legend”, nato da un progetto a cura di Casa Testori e vincitore della Sesta Edizione di Italian Council.

Il Calendario 2021 progettato da Casa Testori e Associazione Giovanni Testori è quest’anno dedicato alla Lombardia, territorio così duramente colpito dalla pandemia, nel quale siamo nati e da cui partono per l’Italia i nostri progetti.

È la Lombardia così visceralmente amata da Giovanni Testori, vista con l’occhio di grandi e importanti artisti, da Umberto Boccioni fino a Christo, che hanno saputo intercettare sia la poesia che l’energia di questo territorio. Ognuno dei 12 artisti fornisce un punto di vista e di interpretazione diverso. Ma tutti testimoniano la bellezza antica e insieme così contemporanea di questa regione.
Il calendario è dunque anche un augurio perché la Lombardia possa riprendere la sua corsa nel 2021 che ci attende

Opening di “Libere tutte”

Libere tutte
Libere tutte

Artiste in prima linea. Inaugurazione sabato 23 novembre ore 17.

È una mostra che sprigiona vitalità in ogni stanza quella che si apre sabato 23 a Casa Testori. Protagoniste sono 21 artiste, che vanno dagli 82 ai 25 anni, che oggi lavorano in Italia. La domanda che ha mosso i curatori, Daniele Capra e Giuseppe Frangi, è quella di capire il perché oggi, non tanto l’arte al femminile (questa non è una mostra di genere), quanto la ricerca condotta dalle artiste si riveli tanto libera e capace di innovazione e di tenersi fuori dagli schemi. La mostra, stanza per stanza, si propone di documentare questa forza travolgente che attraversa il panorama artistico attuale. Una mostra che vuole testimoniare una situazione, senza la pretesa di trovare spiegazioni.

Dal 26 novembre 2019 al 16 febbraio 2020

Martedì – venerdì: 10.00 – 13.00 | 14.00 – 18.00

Sabato e aperture speciali (7/8 dicembre; 6 gennaio; domenica 12 gennaio e 16 febbraio): 14.30 – 19.30

Chiuso dal 22 dicembre al 2 gennaio

Grande mostra di Casa Testori: “Appocundria”

casa Testori
casa Testori

Sabato 30 marzo 2019 dalle 18.00 Casa Testori presenta Appocundria, una mostra a cura di Marta Cereda.

25 artisti da 22 nazioni che parlano di identità, memoria, della costruzione di una nuova casa e di una nuova vita.

Una mostra che prende titolo dalla parola napoletana che esprime il concetto di saudade, la celebre nostalgia e malinconia dell’anima, difficilmente definibile e altrimenti intraducibile. A raccontare la propria “appocundria” una serie di artisti emigrati in Italia dal proprio Paese d’origine, per scelte differenti, per motivi di studio o di lavoro, per ragioni personali, politiche, economiche, sociali, familiari.

Felipe Aguila, Cile – Cláudia Alexandrino, Portogallo – Margaux Bricler, Francia – T Yong Chung, Sud Corea – Oscar Contreras Rojas, Messico – Enej Gala, Slovenia – Adi Haxhiaj, Albania – Délio Jasse, Angola – Mohamed Keita, Costa D’avorio – Iva Lulashi, Albania – Nicolas Magnant, Francia – Saba Masoumian, Iran – Stefan Milosavljevic, Serbia – Alek O., Argentina – Maki Ochoa, Venezuela – Barbara Prenka, Kosovo – Agne Raceviciute, Lituania – Olga Schigal, Russia – Caterina Shanta, Germania – Hsing–Chun Shih, Arabia Saudita – Agnese Skuijna, Lettonia – Natalia Trejbalova, Slovacchia – Gosia Turzenecka, Polonia – Nicolas Vamvouklis, Grecia – Aleksander Veliscek, Slovenia.

Premio Parco Balossa, II Edizione

parco balossa
parco balossa

Il concorso indetto da Casa Testori e Parco Nord Milano, in collaborazione coni Comuni di Novate Milanese e Cormano e la Cascina Balossa, è rivolto ad artisti di ogni età e nazionalità, per la presentazione di progetti per la creazione di un’opera pubblica partecipativa per il Parco della Balossa.