Grande mostra di Casa Testori: “Appocundria”

casa Testori
casa Testori

Sabato 30 marzo 2019 dalle 18.00 Casa Testori presenta Appocundria, una mostra a cura di Marta Cereda.

25 artisti da 22 nazioni che parlano di identità, memoria, della costruzione di una nuova casa e di una nuova vita.

Una mostra che prende titolo dalla parola napoletana che esprime il concetto di saudade, la celebre nostalgia e malinconia dell’anima, difficilmente definibile e altrimenti intraducibile. A raccontare la propria “appocundria” una serie di artisti emigrati in Italia dal proprio Paese d’origine, per scelte differenti, per motivi di studio o di lavoro, per ragioni personali, politiche, economiche, sociali, familiari.

Felipe Aguila, Cile – Cláudia Alexandrino, Portogallo – Margaux Bricler, Francia – T Yong Chung, Sud Corea – Oscar Contreras Rojas, Messico – Enej Gala, Slovenia – Adi Haxhiaj, Albania – Délio Jasse, Angola – Mohamed Keita, Costa D’avorio – Iva Lulashi, Albania – Nicolas Magnant, Francia – Saba Masoumian, Iran – Stefan Milosavljevic, Serbia – Alek O., Argentina – Maki Ochoa, Venezuela – Barbara Prenka, Kosovo – Agne Raceviciute, Lituania – Olga Schigal, Russia – Caterina Shanta, Germania – Hsing–Chun Shih, Arabia Saudita – Agnese Skuijna, Lettonia – Natalia Trejbalova, Slovacchia – Gosia Turzenecka, Polonia – Nicolas Vamvouklis, Grecia – Aleksander Veliscek, Slovenia.

Premio Parco Balossa, II Edizione

parco balossa
parco balossa

Il concorso indetto da Casa Testori e Parco Nord Milano, in collaborazione coni Comuni di Novate Milanese e Cormano e la Cascina Balossa, è rivolto ad artisti di ogni età e nazionalità, per la presentazione di progetti per la creazione di un’opera pubblica partecipativa per il Parco della Balossa.

Mostra: “Tra le tue braccia non invecchia il cuore”

Logo Casa TEstori
Logo Casa TEstori

7 artiste al Castello Oldofredi
Casa Testori presenta:
“Tra le tue braccia non invecchia il cuore”
a cura di Giuseppe Frangi

Inaugurazione: sabato 21 aprile alle 18.00
in occasione della Settimana della Cultura 2018 promossa dal Comune di Calcio.

Prende il la da un verso intenso di Alda Merini questa mostra fuori dal consueto. Siamo a Calcio, negli spazi bellissimi del Castello Oldofredi: una struttura di origini seicentesche, tanto elegante quanto sobria.

Sette artiste si confrontano a partire da quella suggestione che ha a che fare con la funzione di questo edificio di oggi, l’accoglienza a ragazze bisognose da parte di suore Passioniste.

Un’esperienza tutta al femminile.