Mediaset: iniziative per la Giornata della Memoria

giornata-memoria
giornata-memoria

Domenica 26, dalle ore 21.15, su “Focus” sono in scaletta l’inedito «Albert Göring: l’altra faccia del Male» e, a seguire, la prima TV assoluta di «Karl Plagge: il nazista che salvò gli ebrei».

Nel primo si narra di un ufficiale tedesco, sostenitore della prima ora del Nazismo, che mentì ai superiori e imbrogliò il Partito pur di salvare la vita agli ebrei di un ghetto polacco: oggi è Giusto tra le Nazioni. Il secondo racconta la storia del fratello del criminale di guerra nazista Hermann Göring.

Albert, profondamente antinazista – con inganni di ogni tipo, e confidando sulla protezione dell’influente cognome -, aiutò numerose famiglie di ebrei a fuggire dalla Germania: oggi è Giusto tra le Nazioni.

La serata si conclude con “A German Life: la segretaria di Goebbels” (dalle 23.15), intervista-shock a Brunhilde Pomsel, storica collaboratrice di Joseph Goebbels, che fece in modo di ignorare serenamente ciò che accadeva sotto ai suoi occhi.
Lunedì 27, alle 21.15, spazio al film «Senza via di scampo: la vera storia di Anna Frank».

Per “Canale 5” è il TG5 a ricordare l’Olocausto: sabato 25, in seconda serata, lo speciale «L’uomo di Rodi. Sami Modiano» dà conto della straordinaria figura di Sami Modiano. Nato a Rodi, all’epoca provincia italiana (era il 1933), è sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. Oggi Sami si divide tra l’Isola e l’Italia. In inverno si dedica alla divulgazione, a studenti di scuole medie e superiori italiane. In estate si occupa dell’antica sinagoga e della piccola comunità ebraica di Rodi.

Domenica 26, alle ore 10.00, gli episodi Le donne e gli uomini della resistenza europea e 1942-1943: uniti contro il Nazismo, della serie documentaristica Contro Hitler a qualunque costo!, mettono a fuoco le diverse sacche di Resistenza nate in Europa contro il Nazismo, durante la II Guerra Mondiale. Per i sopravvissuti che parteciparono in prima linea, i ricordi sono agghiaccianti. Ma fu grazie a dei veri e propri eroi, che milioni di ebrei, soprattutto bambini, vennero salvati dai campi di sterminio e non solo.

Per “Retequattro”, sabato 25, dalle 21.30 sono in palinsesto i film Il viaggio di Fanny e Il debito, mentre domenica 26, alle ore 21.20 è in onda il documento-verità firmato Alfred Hitchcock Memorie dei Campi.

“Iris”, la sera di lunedì 27 gennaio trasmette il capolavoro di Steven Spielberg Schindler’s List, seguito dal film Senza destino.

“Premium Cinema Emotion”, infine, sempre il 27 sera, commemora il genocidio del popolo ebraico con i film Senza destino e Colette – Un amore più forte di tutto.

“Grande Fratello Vip 4”

Pupo-Alfonso-Signorini-Wanda-Nara-
Pupo-Alfonso-Signorini-Wanda-Nara-

Torna “Grande Fratello Vip”, in prima serata su Canale 5, con tantissime e importanti novità: la prima puntata raddoppia diventando un evento straordinario in onda mercoledì 8 e venerdì 10 gennaio.

Due gruppi di concorrenti varcheranno la Porta Rossa, due serate d’esordio e il doppio delle emozioni. Non solo, quest’anno, al timone del programma, prodotto da Endemol Shine Italy, Alfonso Signorini. Al suo fianco un’esplosiva coppia di opinionisti formata da Wanda Nara e Pupo.

Nell’anno del ventennale del format “Big Brother”, sono 19 i concorrenti “vip” pronti a varcare la Porta Rossa della Casa più spiata d’Italia e a vivere un’avventura che durerà circa tre mesi. Non solo, con loro anche quattro highlander: Pasquale Laricchia, Patrick Ray Pugliese, Salvo Veneziano e Sergio Volpini. L’obiettivo è solo quello di divertirsi, vivere un’esperienza unica nel suo genere e, perché no, aggiudicarsi il montepremi finale di 100.000 euro, metà del quale andrà in beneficenza.

 La “convivenza forzata” offre a ciascuno il privilegio di mostrarsi per quello che è e vivere ogni sentimento, dall’amicizia, all’insofferenza fino all’amore in maniera totalizzante. Non ci sono infatti segreti per i telespettatori del reality per eccellenza.

Oltre alle finestre di day-time su Canale 5 e Italia 1, i telespettatori possono seguire in diretta i protagonisti del reality vip tutti i giorni sui canali free Mediaset Extra (dalle 9.00 alle 6.00 del mattino successivo) e La5 (tutti i giorni alle 14 e dalle 24.30, dal lunedì al venerdì alle 19, sabato e domenica alle 19.30).

Pio e Amedeo, gio 12/12 Teatro Verdi Firenze

Pio e Amedeo
Pio e Amedeo

Non risparmiano nessun argomento e nessun personaggio. Dissacranti, ironici e iconici, Pio e Amedeo portano loro comicità politicamente scorretta sul palco del Teatro Verdi, giovedì 12 dicembre (ore 20,45) a Firenze.

Il titolo dello spettacolo è tutto un programma “La classe non è qua”: Pio e Amedeo presentano nuove gag ed esilaranti battute. Si ride e si riflette, come sempre. E non mancano personaggi che li hanno resi celebri in televisione con “Emigratis”, ospiti e sorprese speciali.

I biglietti (posti numerati da 25 a 50 euro, compresi diritti di prevendita) sono disponibili nei punti vendita Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita) e online su www.ticketone.it.

Intanto continua anche la loro partecipazione al talent show di Canale 5, Amici di Maria de Filippi nella sua versione Celebrities.

Radio Italia è media partner ufficiale del tour.

Giovedì 12 dicembre 2019 – ore 20,45

Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze

Info tel. 055.667566 – 055.212320 – www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it

Pio D’Antini e Amedeo Grieco, in arte Pio e Amedeo, è il duo comico nato agli inizi del 2000. Nel 2004 il duo debutta in televisione sulla rete locale pugliese Telefoggia con la trasmissione “Occhio di Bue” e successivamente arrivano a Radionorba e Telenorba. Dopo una piccola parentesi su Rai2, passano a Mediaset collaborando prima con il laboratorio di Zelig e debuttando poi con “Le Iene” programma che li ha portati al successo grazie ai personaggi degli “Ultras dei Vip”. Nel 2014 a dieci anni dal loro debutto, sono i protagonisti del road-movie “Amici come noi” prodotto da Taodue e distribuito da Medusa e sempre nello stesso anno recitano insieme a Vincenzo Salemme, Gigi Proietti e tanti altri nel film “E tu di che segno sei?” prodotto da Vanzina per la regia di Neri Parenti. Nel 2016 sbarcano con “Emigratis” in onda su Italia Uno arrivato alla terza edizione, dove Pio e Amedeo sono i protagonisti assoluti insieme ai vip che prendono di mira. Non solo cinema, televisione e teatro, ma anche radio: Pio e Amedeo hanno condotto su Rtl102,5 il programma del venerdì notte “A disposizione” e il live “Sala ricevimenti” oltre a molte dirette per eventi speciali. Nel 2018 il duo ha girato l’Italia con lo spettacolo “Tutto fa Broadway” registrando tutto esaurito e chiudendo con il loro debutto al Mediolanum Forum di Assago. Nel 2019 Pio e Amedeo salgono sul palco dell’Ariston come ospiti del sessantanovesimo Festival di Sanremo e subito dopo al programma di Mara De Filippi “C’è posta per te” coinvolgendo il campione Mario Balotelli in una gag in stile Emigratis. A settembre 2019 Pio e Amedeo si esibiscono con il loro nuovo spettacolo “La Classe non è qua”, all’Arena di Verona e al Teatro Antico di Taormina. Sempre da settembre 2019 sono ospiti fissi di Amici Celebrities, programma condotto da Maria de Filippi su Canale 5.

Info spettacolo

Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze

Info tel. 055.667566 – 055.212320

www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it

Biglietti (compreso diritto di prevendita)

1° settore 50 euro

2° settore 40 euro

3° settore 30 euro

4° settore 25 euro

Prevendite

Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel 055 210804)

Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)

Portatori di Handicap

Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore gratuito. I biglietti sono reperibili esclusivamente su prenotazione telefonica al numero 055/667566. Si sconsiglia l’acquisto di un biglietto generico.

Sconti e riduzioni

I bambini sotto 5 anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto a occupare un posto a sedere.

Canale 5, a Verissimo Costanza Caracciolo

Caracciolo, Toffanin
Caracciolo, Toffanin

La showgirl Costanza Caracciolo parla per la prima volta a Verissimo della sua nuova maternità e in esclusiva rivela il sesso del futuro secondogenito: “Aspetto una figlia femmina. Siamo felicissimi, non vediamo l’ora!”.

A Silvia Toffanin racconta di aver voluto aspettare il giusto tempo per annunciare la notizia pubblicamente: “Ci tenevo a essere sicura di tutto prima di annunciarlo perché tre mesi sono troppo pochi. Adesso sono entrata nel sesto mese di gravidanza”.

Infine, sui desideri del marito Christian Vieri confida: “È un padre meraviglioso. Penso che con la prossima nascita impazzirà totalmente. All’inizio pensavo che anche un maschietto non mi sarebbe dispiaciuto ma lui diceva che con due femmine sarebbe stato meraviglioso – e conclude – in effetti devo dire che va benissimo così”.

Canale 5, a Verissimo Ilaria D’Amico

D'Amico, Toffanin
D’Amico, Toffanin

Ilaria D’amico, ospite per la prima volta domani a Verissimo, confessa una delicata vicenda personale che l’ha segnata profondamente: “I miei genitori avevano un rapporto molto conflittuale, c’era già mia sorella e non volevano altri figli, ma quando ebbero un riavvicinamento mia madre rimase incinta di me. Una vita che arrivava ma che non era richiesta, tanto che lei pensò di abortire. Chiese a un dottore di interrompere la gravidanza, però la mattina dell’operazione lui la chiamò per dirle di posticipare l’appuntamento. A quel punto annullò tutto perché quello era il segnale che stava aspettando. Ed eccomi qui!”.

A Silvia Toffanin che le chiede della relazione con Gianluigi Buffon, arrivata dopo una separazione dolorosa per entrambi, Ilaria risponde: “Io e Gigi ci siamo incontrati perché eravamo nella stessa situazione emotiva, reduci da grandi sofferenze, di crisi profonde. Quando ci siamo visti abbiamo sentito il bisogno di raccontarci come dei rubinetti aperti e abbiamo capito che dentro di noi era successo qualcosa”. E su cosa l’abbia fatta più soffrire rispetto agli attacchi subiti agli inizi della loro storia aggiunge: “In Italia c’è lo stereotipo della donna rovinafamiglie, non c’è il corrispettivo maschile. C’è sempre questa idea che gli uomini siano lì candidi nella loro vita felicissima e che le donne arrivino con malizia e cattiveria a strapparli dalle loro famiglie. Questo mi ha fatto soffrire perché non era così”.

Una coppia che ha fatto parlare moltissimo, che andava contro gli stereotipi : “Non l’avrei mai detto nemmeno io, ho sempre pensato di combattere gli stereotipi e invece ero l’esatto opposto. Non immaginavo che un calciatore potesse essere un compagno di vita, invece Gigi è una persona meravigliosa, con un cuore grandissimo e trasparente. È un uomo che mi ha ricoperto di un amore enorme e che aveva bisogno di essere amato, abbracciato e capito”.

Dalla loro unione è nato Leopoldo, ma se in futuro dovesse arrivare un altro figlio la giornalista ha già le idee chiare: “Direi una bugia se dicessi che non mi manchi una figlia femmina perché sono cresciuta in una famiglia tutta al femminile. Ogni settimana scrivono che sono incinta, ma non lo smentisco mai. Se dovesse ricapitare mi piacerebbe tanto avere una bambina anche se faccio fatica a immaginare un equilibrio migliore di quello che abbiamo adesso”.

Infine, conclude sorridendo su una probabile proposta di matrimonio: “Gigi me l’ha già chiesto tante volte ma in maniera goffa. E io gli rispondo sempre che non si fa così. Vorrei una cosa romantica, con la neve e il camino”.