Servizio notturno estivo di BikeMi

dsLabel
dsLabel

Da domenica 1° aprile sarà attivato il servizio notturno estivo di BikeMi, il servizio di biciclette condivise a stallo fisso che a Milano è gestito da Clear Channel.

Tutte le stazioni presenti in città saranno aperte fino alle 2 di notte dalla domenica al giovedì. Nei giorni di venerdì e sabato e durante la settimana del Salone del Mobile il servizio sarà invece operativo 24 ore su 24.

Gli utenti del BikeMi saranno avvisati dell’estensione notturna tramite news, newsletter e dalla pagina social.

Halloween in sella al BikeMi

halloween_ BikeMi
halloween_ BikeMi

Stazioni aperte ininterrottamente da oggi alle due del mattino di giovedì 2 novembre. È la promozione lanciata da BikeMi per permettere a tutti di muoversi in bicicletta senza limiti orari in questi giorni di festa, tra Halloween e Ognissanti.

Da venerdì 3 novembre, invece, entrerà in vigore l’orario invernale esteso: le stazioni del bike sharing resteranno aperte dalle sette del mattino all’una di notte, consentendo così agli utenti di pedalare per 18 ore consecutive, una in più rispetto all’orario canonico.

Inoltre per incentivare l’uso della bicicletta contribuire a migliorare la qualità dell’aria e la salute dei cittadini, BikeMi lancia la campagna “SOS salute? BikeMi risponde”: il prossimo fine settimana gli abbonamenti giornalieri saranno offerti gratuitamente alla cittadinanza, senza alcun costo per ATM e per l’Amministrazione.
Sabato 4 e domenica 5 novembre, dunque, chiunque sottoscriverà un abbonamento giornaliero non dovrà pagare il canone previsto di 4,50 euro (confermate le tariffe extra e per l’uso delle biciclette a pedalata assistita).
Un modo per permettere ad ogni cittadino di partecipare attivamente alle misure antismog del Comune di Milano e di sapere esattamente quanto bene faccia l’utilizzo della bicicletta all’ambiente e al proprio corpo. Ogni ciclista BikeMi, infatti, al termine della sua pedalata riceve una email con i dati sulla Co2 risparmiata e le calorie consumate.

Festa della Donna, BikeMi, sconti e fiocchi gialli

8+marzo
8+marzo

Per la Festa della Donna, BikeMi, il bike sharing milanese, fa un regalo alle donne: tutte le bici del bike sharing saranno vestite con fiocchi gialli e le tariffe oltre la prima mezz’ora di utilizzo saranno eliminate quindi offerte gratuitamente.

Sempre riservata alle donne che vorranno sottoscrivere un abbonamento annuale l’8 marzo è stata attivata una promozione speciale: 29 euro anziché 36.

Per maggiori informazioni sulle modalità di accesso alla promozione è possibile andare sul sito www.bikemi.com o sulla pagina Facebook.

BikeMi, San Valentino: trova il cuore e vinci l’abbonamento

BikeMi - San Valentino
BikeMi – San Valentino

Anche il BikeMi si prepara a San Valentino, martedì 14 febbraio tutte le bici del bike sharing milanese saranno addobbate con dei pendagli a forma di cuore. Tra questi, dieci saranno personalizzati ciascuno con un “verbo dell’amore”: amaMi, baciaMi, rispettaMi e molti altri.

Chi troverà il cuore personalizzato avrà la possibilità di vincere due abbonamenti o rinnovi annuali a BikeMi per un totale di 20 abbonamenti/rinnovi.
Per aggiudicarsi il premio, il vincitore dovrà staccare il pendaglio, scattarsi un selfie e postare la foto sui social network utilizzando l’hashtag #BikeMiAma.

La foto dovrà essere pubblicata sulla pagina Facebook di BikeMi oppure inviata tramite un tweet a @bikemi o pubblicata sul proprio profilo Instagram. Il Customer Care BikeMi contatterà poi i vincitori per consegnare il codice coupon che darà diritto al premio.
L’operazione si concluderà nella giornata di mercoledì 15 febbraio.

Bike Sharing: 2016 da record

bike_share
bike_share

Il freddo non ferma il BikeMi. Nei primi 10 giorni di gennaio, quest’anno particolarmente rigido, ci sono stati 60 mila prelievi di bici gialle e 555 abbonamenti annuali. In 1.400 hanno usato il bike sharing persino il primo gennaio.

D’altra parte tutto il 2016 è stato un anno da record anche se confrontato con i numeri già straordinari del 2015 dell’Expo. Le bici gialle e rosse sono state utilizzate 4.079.999 volte che corrispondono a quasi 8 milioni e 200 mila chilometri percorsi in un anno, se si considera che in media un utilizzo corrisponde a 2 chilometri.

Questo significa che gli utenti BikeMi hanno percorso in bici più di 203 volte la circonferenza della Terra con un risparmio di oltre 1 milione e 600 mila chili di CO2. Il calcolo si basa sul Defra’s carbon conversion factor che quantifica il consumo di un’auto media, senza considerare il tipo di carburante. L’incremento di utilizzi e di chilometri percorsi e Co2 risparmiata è del 30 % rispetto all’anno precedente.

“Un trend in continua crescita – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente – quello del bike sharing a Milano. Ne siamo felici ma sappiamo che questa è anche una responsabilità ed è importante continuare a investire su un servizio fondamentale per gli spostamenti cittadini. Anche per questo abbiamo appena finanziato con 600 mila euro il ricambio delle batterie delle bici rosse, quelle a pedalata assistita”.

A dimostrare questa grande crescita sono stati anche i vari record di utilizzi in un solo giorno, tutti inanellati nell’anno appena concluso. Nel 2015 abbiamo celebrato più volte il superamento dei 15.000 utilizzi giornalieri fino ad arrivare a sfiorare i 16.000 prelievi ma il 2016 ha battuto ogni previsione.

Ad aprile la Design Week aveva fatto registrare un nuovo record ogni giorno, fino ad arrivare a superare i 20.000 utilizzi in un giorno, la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile ha decretato il record di sempre con 21.699 utilizzi registrati il 21 settembre 2016.

Aumentano gli utilizzi del Bike sharing milanese così come crescono di pari passo i suoi abbonati annuali che, proprio a fine anno, hanno superato i 55.000 con un aumento del 24 % rispetto al 2015.

Restano pressoché fissi rispetto all’anno precedente gli abbonamenti settimanali (8.066) e giornalieri (31.829) sottoscritti nel 2016, segno che chi prima sceglieva BikeMi occasionalmente ora invece lo fa stabilmente preferendo la sottoscrizione a lungo termine.