Programmazione del Teatro Regio

TeatroRegio
TeatroRegio

Programmazione del Teatro Regio dal 28 giugno al 4 luglio 2019.
ED È SUBITO … SUMMERTIME! • DAL 2 AL 7 LUGLIO IL NEW YORK HARLEM THEATRE PRESENTA “PORGY AND BESS”, PER LA PRIMA VOLTA AL TEATRO REGIO
Da martedì 2 luglio ore 20 fino al 7 luglio, per la prima volta sul palcoscenico del Teatro Regio, il New York Harlem Theatre presenta The Gershwins’ PORGY AND BESS, capolavoro teatrale di George Gershwin, DuBose e Dorothy Heyward, Ira Gershwin. A portare in scena il capolavoro del 1935, i solisti e il coro del New York Harlem Theatre con l’Orchestra del Teatro Regio, diretti da William Barkhymer, direttore artistico del teatro newyorkese. La regia è firmata da Baayork Lee e il coro è diretto da Richard Cordova; Michael Scott ha disegnato le scene, i costumi sono di Christina Giannini e le luci di Reinhard Traub. Definita da Gershwin stesso come “American folk opera”, Porgy and Bess descrive la vita degli afroamericani nell’immaginaria strada di Catfish Row a Charleston (Carolina del Sud), all’inizio degli anni Trenta; un’ambientazione di genere che fa da sfondo ad alcune tra le pagine più straordinarie della storia della musica: Summertime, I Got Plenty o’ Nuttin, It Aint Necessarily So. Nei ruoli principali si alternano: Alvy Powell e Kevin Short come Porgy e Morenike Fadayomi e Brittany Renee Robinson come Bess.

INTORNO ALL’OPERA DI GERSHWIN • UN INCONTRO PER SCOPRIRE TUTTO SU “PORGY AND BESS”
Sabato 29 giugno alle ore 15, per Sabato all’Opera, Porgy and Bess sarà presentata e approfondita in un incontro che prevede anche la visita guidata al teatro e la visione di parte di una prova dello spettacolo. Informazioni e prenotazioni (entro le ore 15.30 di oggi, venerdì 28 giugno): Attività Scuola – Tel. 011.8815.209.

IL REGIO IN PIEMONTE • CONCERTO IN PIAZZA A ROSTA CON IL QUINTETTO PENTABRASS
Per Il Regio itinerante, il quintetto di ottoni Pentabrass, formato da cinque Professori dell’Orchestra del Teatro Regio, venerdì 28 giugno alle ore 21.30 è di scena a Rosta, in Piazza della Stazione. In programma, musiche di Händel, Verdi, Brahms, Mozart, Bizet, Strauss padre, Lafosse, Henderson, Crespo, Short e Gershwin; l’ingresso è libero; info: Comune di Rosta – Tel. 011.9568.816/803.

AL REGIO DIETRO LE QUINTE • VISITE GUIDATE ATTRAVERSO ITINERARI SEGRETI E CURIOSI DI UN GRANDE TEATRO D’OPERA
Le visite guidate al Teatro Regio, nel periodo in oggetto, sono previste alle ore 15.30 di venerdì 28 giugno e martedì 2, mercoledì 3 e giovedì 4 luglio; l’ingresso costa € 6 per gli adulti; durata: 90 minuti. Sabato 29 giugno sono previste 4 visite, alle ore 11, 11.45, 15 e 15.45; le visite del sabato durano 45 minuti e il prezzo di ingresso è di € 5. Ingresso gratuito per gli under 16 e per i possessori dell’Abbonamento Musei Torino e Piemonte.

IL BOTTEGHINO DEL REGIO

STAGIONE D’OPERA E DI BALLETTO 2018-2019 • IN VENDITA I BIGLIETTI PER GLI ULTIMI SPETTACOLI DELLA STAGIONE
Alla Biglietteria del Regio sono in vendita i biglietti per l’ultimo spettacolo della Stagione 2018-2019: Porgy and Bess di George Gershwin (recite dal 2 al 7 luglio).

STAGIONE D’OPERA E DI BALLETTO 2019-2020 • IL 25 GIUGNO INIZIA IL RINNOVO DEGLI ABBONAMENTI ALLA PROSSIMA STAGIONE
E’ in corso il periodo per il rinnovo degli abbonamenti ai Turni Ordinari a 11 spettacoli (A – B – C – D – F e A Under 16) e ai Turni Speciali a 4 spettacoli (M – P – Q – R – S – Z).
Per gli abbonamenti ordinari, il termine scade sabato 20 luglio; per gli abbonamenti speciali la scadenza è venerdì 6 settembre.
Da quest’anno, gli abbonamenti si possono rinnovare sul sito web del Teatro Regio senza più alcun costo aggiuntivo.

STAGIONE D’OPERA E DI BALLETTO 2019-2020 • DAL 29 GIUGNO INIZIA LA VENDITA DEI BIGLIETTI PER LA PROSSIMA STAGIONE
Sabato 29 giugno inizia la vendita dei biglietti per tutte le recite de I pescatori di perle, Tosca e Roberto Bolle and Friends e per le seguenti recite: La bisbetica domata (8 novembre ore 14.30 e sabato 9 novembre ore 20), Carmen (13, 17, 19 e 20 dicembre), Il flauto magico (17, 22 e 24 gennaio). I biglietti possono essere acquistati presso la Biglietteria del Teatro Regio, Infopiemonte-Torinocultura (con eccezione delle recite di Roberto Bolle), i punti vendita convenzionati Vivaticket e on line su www.vivaticket.it.
La vendita presso il Teatro Regio (diretta, on line su www.teatroregio.torino.it e telefonicamente con carta di credito) non prevede alcun costo aggiuntivo.

Stagione d’Opera e di Balletto 2019-2020: una delle Stagioni più ricche e articolate di sempre, con ben 17 titoli, dalla tradizione francese al grande repertorio italiano, dal Singspiel alla musica sacra,
dal balletto al musical. Scoprila sul nuovo sito del Teatro Regio: www.teatroregio.torino.it

LA BIGLIETTERIA DEL REGIO
Orario: da martedì a venerdì 10.30-18; sabato 10.30-16 – Tel. 011.8815.241/242
Info – Tel. 011.8815.557 – www.teatroregio.torino.it

“Niki Lauda. Il campione che ha vinto anche la paura”

Niki Lauda
Niki Lauda

Niki Lauda. Un nome, una leggenda. Per gli appassionati di automobilismo è stato uno dei mi¬gliori piloti di tutti i tempi, ma anche chi non si è mai interessato ai motori ha ammirato l’incredibile forza che, dopo l’incidente del Nürburgring, lo ha riportato in pista dopo soli 40 giorni. Quando il 1° agosto 1976 la sua monoposto ha preso fuoco sul cir¬cuito tedesco il mondo è rimasto col fiato sospeso.

E quando il 12 settembre, al Gran Premio d’Italia, con le bende insanguinate sulla testa, ha tagliato il tra¬guardo quarto, i tifosi della Ferrari lo hanno portato in trionfo come se a vincere la gara fosse stato lui.
Partendo dalla sala di rianimazione in cui sta lottando fra la vita e la morte, Pino Casamassima ri¬percorre le tappe più importanti della vita del pilota austriaco: dall’infanzia allo strappo con la famiglia di banchieri che non voleva si dedicasse alle corse; dagli esordi nel 1968 con una Mini Cooper S all’ingresso in Formula 1 finanziati da un prestito ottenuto da una banca concorrente; l’ingaggio Ferrari; il rogo del 1976, il ritorno sulle piste, la conquista di due mondiali con il Cavallino e la clamorosa rottura con la casa di Maranello per passare alla Brabham, anche grazie a una montagna di dollari.

Poi il ritiro dal circus per dedicarsi alla creazione di una compagnia aerea e, nel 1982, il rientro in pista con la McLaren con la quale nel 1984 vincerà il terzo titolo iridato e, nel 1985, l’ab¬bandono definitivo delle competizioni fino al ritorno come uomo Mercedes nella nuova epoca segnata da Hamilton (portato in squadra proprio da lui).

Ma nel libro non c’è solo il Lauda pilota. C’è an¬che l’uomo. Con i suoi grandi amori, Marlene e Birgit, i figli, l’amicizia con Luca Cordero di Montezemolo che lo porterà a chiamare Lukas il suo primogenito, le malattie (subirà tre trapianti) e la battaglia personale per cambiare le regole sulla sicurezza in pista. Fino all’epilogo, il 20 maggio 2019.

L’AUTORE
Pino Casamassima è giornalista e scrittore. Scrive per il Corriere della Sera, Focus Storia, BBC History. Per History Channel ha realizzato i testi de Il Caval¬lino vincente, documentario sulla Ferrari. Ha pub¬blicato una quarantina di libri (alcuni tradotti all’e¬stero, Cina compresa), tra cui: Il Campione: storia di Michael Schumacher, 2014; Ferrari, 2018. Per Cairo ha pubblicato Il sangue dei rossi: morire di politica negli anni Settanta (2009).

“Sormani d’Estate”

sormani d'estate
sormani d’estate

Prende il via domani, giovedì 20 giugno, la quinta edizione di Sormani d’Estate, la rassegna promossa da Comune di Milano|Cultura e ideata dal Sistema Bibliotecario Milanese, quest’anno con la direzione artistica di Oliviero Ponte di Pino. Dieci appuntamenti per dieci autori italiani e stranieri, dal 20 giugno al 18 luglio, a partire dalle ore 19 nella Corte d’Onore di Palazzo Sormani, in corso di Porta Vittoria 6 a Milano.

“Il programma di ‘Sormani d’Estate’ si inserisce nella progettualità di Milano Città Creativa UNESCO per la letteratura: nell’orizzonte internazionale, nella valorizzazione del libro e della letteratura, nella ricerca di nuovi lettori e di nuove forme di rapporto con il libro, nella promozione della lettura – dichiara l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. La Biblioteca Sormani si conferma così uno spazio vivo e aperto, in dialogo con i lettori e con la città, e le sue proposte di incontro vanno ad arricchire l’offerta culturale dell’estate milanese, dedicata ai milanesi e ai sempre più numerosi turisti che vivono la stagione estiva nella nostra città”.

A inaugurare la rassegna – con l’unica tappa italiana del suo tour – sarà Lucinda Riley, che ha saputo raccontare l’amore a 20 milioni di lettori (giovedì 20 giugno, in collaborazione con Mondadori Store, con “La stanza delle farfalle”, Giunti; a seguire aperitivo).

Martedì 25 giugno Marta Perego disegnerà il ritratto di alcune grandi dive del cinema di ieri e di oggi, raccontando i retroscena della loro carriera e della loro vita privata (con “Le grandi donne del cinema”, De Agostini).

Nella sua conversazione con Malcom Pagani, lo scrittore israeliano Eshkol Nevo spazierà tra il romanzo e i racconti per ragazzi, tra il giornalismo e il cinema, anche perché il suo ultimo romanzo sta diventando un film con la regia di Nanni Moretti (giovedì 27 giugno, con “Tre piani”, Neri Pozza, e “Un canguro alla porta”, Salani).

Alla situazione italiana, a due mesi dalle elezioni europee, è dedicato l’approfondimento con Ferruccio De Bortoli, che ci aiuterà a districare i complessi nodi politici ed economici che stiamo attraversando: ma con un occhio alle eccellenze che possono rilanciare il nostro paese (lunedì 1° luglio, con “Ci salveremo”, Garzanti).

Martedì 2 luglio la Corte d’Onore ospiterà una parentesi spettacolare: “Presenze e assenze. Performance multimediale dedicata a Juan Carlos Onetti” con la voce di Elisabetta Vergani, il pianoforte di Umberto Petrin e le immagini di Pino Ninfa: un omaggio allo scrittore sudamericano, un classico contemporaneo.

I filosofi Francesca Rigotti e Telmo Pievani si incontreranno nella Corte giovedì 4 luglio per dialogare sui temi del mutamento e dell’imperfezione, partendo dalle storie degli expat, particolare “categoria” di migranti che rientra nel fenomeno contemporaneo del nomadismo globale (con “Migranti per caso” di Francesca Rigotti, Raffaello Cortina Editore); e dalle considerazioni sull’evoluzione di una specie, quella umana, che è il risultato di un processo tutt’altro che perfetto (con “Imperfezione” di Telmo Pievani, Raffaello Cortina Editore).

Quello di Selvaggia Lucarelli è un atteso ritorno nella Corte di Palazzo Sormani, dopo il successo della sua ultima apparizione: racconterà del suo rapporto con il cibo e con il proprio corpo: ancora più sincera, provocatoria e ironica (martedì 9 luglio, in collaborazione con Mondadori Store, con “Falso in bilancia”, Rizzoli).

Ma l’estate è anche tempo di viaggi. Si può tornare nella città delle proprie origini, come fa Kushanava Choudhury nel suo dialogo con Annarita Briganti. Lo scrittore spiegherà perché a quasi quarant’anni, dopo essere cresciuto in Gran Bretagna, ha deciso di tornare a Calcutta, dove ha trovato i suoi due grandi amori: una città affascinante e contraddittoria, e Durba, la donna della sua vita (giovedì 11 luglio, con “Città epica”, EDT).

Si può partire anche per amore, come accade a Melania, la protagonista del nuovo romanzo di Chiara Francini: incontra il giovane Axel e decide di lasciare tutto per seguirlo, trasferendosi al Nord (martedì 16 luglio, in collaborazione con Mondadori Store, con “Un anno felice”, Rizzoli).

Per finire, Tommy Kuti, nato in Nigeria e cresciuto vicino a Brescia, laureato a Cambridge e rapper di successo, ci farà capire cosa significa essere “afroitaliano” a poco più di vent’anni (giovedì 18 luglio, in collaborazione con Mondadori Store, con “Ci rido sopra”, Rizzoli). L’incontro segna anche un passaggio di testimone verso la prossima edizione di Bookcity Milano, che nel 2019 è centrata sul focus “Afriche”.

Tutti gli incontri in programma sono a ingresso libero fino a esaurimento posti. In caso di pioggia gli incontri si terranno alla Sala del Grechetto, con ingresso in via Francesco Sforza 7.

Il progetto grafico di Sormani d’Estate è firmato da Arianna Vairo.

Sponsor tecnici della rassegna: Banca Agricola Popolare di Ragusa (succursale di via Corridoni 1, Milano) e ORPHEA®. Con la partecipazione di “Au nom de la rose” di via Cesare Battisti, Milano.

Tornano I masnadieri, alla Scala e in tournée

i masnadieri
i masnadieri

I masnadieri di Giuseppe Verdi, su libretto di Andrea Maffei da Friedrich Schiller, torna alla Scala per sette rappresentazioni dal 18 giugno al 7 luglio in un nuovo allestimento diretto da Michele Mariotti con la regia di David McVicar, le scene di Charles Edwards e i costumi di Brigitte Reiffenstuel. Il cast comprende Lisette Oropesa, ormai contesa dai teatri di tutto il mondo (ha vinto tra l’altro il Tucker Prize 2019) al debutto scaligero, Fabio Sartori che torna a Verdi dopo il successo con l’Attila inaugurale di Stagione, Michele Pertusi, tra le voci scaligere più amate degli ultimi anni in Verdi ma anche in Rossini, e Massimo Cavalletti recentemente ascoltato anche in Manon Lescaut.

L’allestimento sarà presentato al Festival di Savonlinna (Finlandia) il 15, 17 e 20 luglio (il 18 luglio il M° Mariotti dirigerà i complessi scaligeri anche in un concerto di gala con arie d’opera). Si tratta della prima tournée della Scala in Finlandia.

Massimo Paracchini espone a Parigi

Massimo Paracchini con le opere esposte
Massimo Paracchini con le opere esposte

Due  opere di Massimo Paracchini saranno video esposte a Parigi. Il Tour europeo, iniziato dapprima a Roma a Palazzo Velli dal 27 febbraio al 2 marzo e continuato  a Barcellona al Museo Europeo dell’ Arte moderna (MEAM) in una delle prestigiose sale di Palazzo  Gomis dal 4 al 8 aprile, proprio in occasione della Biennale Internazionale di Barcellona, proseguirà a Parigi presso la Galleria Thuillier dal 15 giugno al 27 giugno e questo sarà il terzo e conclusivo appuntamento di questo importante Tour artistico. L’evento è stato organizzato da EA editore di Palermo.