26.4 C
Milano
martedì, Agosto 9, 2022

Montezemolo ospite di Costanzo su R101

Lavoro. Luca Cordero di Montezemolo su R101:

“Reddito di cittadinanza? non ne penso bene perché secondo me è stato gestito molto male”

“In autunno ci sara’ un problema salari grosso”

Luca Cordero di Montezemolo è stato ospite di “Facciamo finta che”, il programma di Maurizio Costanzo e Carlotta Quadri in onda su R101.

La chiacchierata tra Montezemolo e Costanzo, che a fine settembre ritornerà su Canale 5 con il “Maurizio Costanzo Show”, definito una delle certezze del palinsesto di Canale 5, ha avuto come tema centrale il lavoro.

Alla domanda di Costanzo “Cosa ne pensi del reddito di cittadinanza?” Montezemolo ha risposto “Non ne penso bene perché secondo me è stato gestito molto male. Diamo per scontato che ci sia un tot numero di persone che ne hanno diritto, però ce n’è una metà che non ne ha diritto o non è stata nemmeno contattata. Oggi noi ci troviamo in una situazione paradossale perché da un lato ci sono giovani che cercano lavoro e non hanno facilità a trovarlo, dall’altro ci sono lavori disponibili che i giovani non vogliono. E questo è un dato di fatto: se parlate con gli agricoltori, se parlate con gli operatori turistici non si trova personale, non si trova personale per gli autobus.

Su questo il reddito di cittadinanza influisce notevolmente perché tu hai un divano a casa di mamma, hai i soldi che ti arrivano dallo Stato e fine della storia, però la questione non è tutta lì, sarebbe sbagliato pensare che il problema stia solo nel reddito di cittadinanza. Secondo me ci sono altri due elementi di cui ci dobbiamo rendere conto con grande franchezza: il primo che ci sono molti lavori che gli italiani non vogliono fare, il secondo tema è il tema salari, un vero problema italiano. Noi non possiamo pensare di avere i salari più bassi d’Europa, non possiamo pensare che con quello che sta succedendo – inflazione, aumenti dell’elettricità, del gas – i salari possano rimanere sempre gli stessi”.

“Io credo che, invece di tante analisi, sono necessarie le terapie. Per risolvere questi problemi ci sono due cose da fare: un giovane che lavora oggi incassa dal suo datore 100 e si mette in tasca 50. Bisogna fare il cosiddetto cuneo fiscale e cioè che almeno i giovani fino a 30, 33 anni che lavorano possano avere un aiuto dallo Stato per cui il datore gli dà 100 e loro si mettono in tasca 80 o 90. Almeno per i giovani dobbiamo fare in modo che possa esistere questo cuneo fiscale.

E poi per una serie di lavori che non si vogliono fare qui c’è un potenziale enorme di migranti che arrivano in Italia, molti dei quali avrebbero bisogno di formazione.
Anche gli imprenditori dovrebbero destinare parte dei propri utili per fare formazione per far sì che nell’agricoltura, nel turismo abbiamo questa massa di migranti che può essere utilizzata. Io 25 anni fa andai a vedere la catena di montaggio della Volkswagen ed era piena di turchi. Noi abbiamo un potenziale enorme e abbiamo lavori che nessuno vuole fare”.

Alla domanda di Costanzo “E’ vero che tu andavi a scuola con Mario Draghi? Ma siete rimasti amici?” Montezemolo ha risposto “Come credo tutti, anche io ho avuto molti compagni di scuola che poi ho perso nel corso della vita. Per una serie di circostanze invece con Mario ci siamo continuati a frequentare. Adesso è un po’ che non lo sento, anche perché mi sembra leggermente impegnato e non lo voglio disturbare”.

A proposito di Italo, “Io sono molto orgoglioso perché da un foglio bianco far nascere la prima azienda privata al mondo di treni è stata una grande impresa. Hanno portato un miglioramento ai nostri concorrenti malgrado ancora la concorrenza sia difficile, poi un prezzo del biglietto diminuito della media del 40% e poi finalmente la possibilità di scegliere. Io sono contro i monopoli. Scegliamo bene i nostri dipendenti, scegliamo gente in gamba, l’età media è 27 anni”.

Carlotta Quadri fa poi riferimento al caso della ragazza alla quale è stato offerto uno stipendio da 280 euro al mese per dieci ore di lavoro al giorno. Questo il commento di Montezemolo: “Mi auguro che si tratti di un caso isolato”.

Alla domanda di Carlotta Quadri “Poche settimane fa è stato raggiunto l’accordo sulla direttiva dell’Unione Europea che fissa i criteri per il calcolo ma non l’obbligo di adottare in Italia il salario minimo. Lei cosa ne pensa?”, Montezemolo ha risposto: “Io sono assolutamente favorevole, ma con una premessa importante: oggi in Italia c’è un’emergenza sociale che è quella che il 25% dei lavoratori è in una situazione di grandissima difficoltà alla soglia della povertà. Questi sono tutti coloro che non hanno il contratto collettivo. Questi hanno bisogno di un salario minimo. Qualcosa bisogna fare perché parliamo di numeri drammatici. Io sono assolutamente favorevole per tutti coloro che non hanno il contratto collettivo.

“Io sono convinto che per un Governo che ha una persona responsabile che ha una grande credibilità, che ha la possibilità di parlare con l’Europa, questi temi – la formazione dei migranti, il cuneo fiscale e il tema del salario per chi non ha il contratto collettivo – debbano essere delle priorità prima dell’autunno”.

Alla domanda di Costanzo “Previsioni per l’autunno?” Montezemolo ha risposto “Brutte, molto brutte, con il punto interrogativo di cosa avviene a livello internazionale. La vedo difficile, ci sarà un problema salari grosso”.

 https://www.r101.it/sezioni/12140/facciamo-finta-che

Per altre notizie relative al tema Dietro la radio Dietro la Notizia

0 Condivisioni

Articoli

Animal Equality Italia, rivela i risvolti della scioccante inchiesta eseguita in Messico tra vari macelli esistenti sul territorio

Animal Equality rilascia anche in Italia l’indagine più estesa sui macelli in Messico, con prove raccolte in 34 macelli situati negli Stati messicani di...

La Pallavicini22 Art Gallery presenta: “Il corpo del fiore”

Sabato 10 settembre 2022 alle ore 18:30 presso lo spazio espositivo Pallavicini22 Art Gallery in Viale Giorgio Pallavicini 22 a Ravenna, inaugura “Il corpo del...

A Marina di San Nicola l’ultima tappa di librialmare

“Salutiamo il mare laziale ancora insieme all’associazione Il Bagatto” racconta Sheyla Bobba, ideatrice della kermesse iniziata proprio durante una mostra mercato, il 1 maggio, a...

Resta Connesso

1,478FansLike
396FollowersFollow
141FollowersFollow
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Animal Equality Italia, rivela i risvolti della scioccante inchiesta eseguita in Messico tra vari macelli esistenti sul territorio

Animal Equality rilascia anche in Italia l’indagine più estesa sui macelli in Messico, con prove raccolte in 34 macelli situati negli Stati messicani di...

La Pallavicini22 Art Gallery presenta: “Il corpo del fiore”

Sabato 10 settembre 2022 alle ore 18:30 presso lo spazio espositivo Pallavicini22 Art Gallery in Viale Giorgio Pallavicini 22 a Ravenna, inaugura “Il corpo del...

A Marina di San Nicola l’ultima tappa di librialmare

“Salutiamo il mare laziale ancora insieme all’associazione Il Bagatto” racconta Sheyla Bobba, ideatrice della kermesse iniziata proprio durante una mostra mercato, il 1 maggio, a...

Il 4 settembre serata di videoarte di artisti internazionali

Idee di Passato, idee di Futuro è una rassegna di incontri promossi dall’Associazione Fare arte NEL nostro tempo, di cui il primo è una...

Ugl: fermare episodi di violenza sugli operatori

“Nel giorno del dramma avvenuto a Marcinelle, che l’8 agosto del 1956 vide tra le 262 vittime 136 minatori italiani, assume ancora più forza la...