Giornata nazionale del gatto

Gatto_11
Gatto

17 febbraio, Giornata nazionale del gatto
Sette vite, come i gatti: grazie al ciclo del riciclo di carta e cartone, ogni
giorno migliaia di piccoli felini si divertono e ci aiutano a scegliere uno stile
di vita più sostenibile
Comieco rivolge un appello ai padroni dei gatti: “Apprezzate la carta e il cartone come fanno i nostri
amici felini e rendete le loro cuccette di carta sicure eliminando punti metallici. Costruite casette,
tiragraffi e giochi per loro e regalateglieli il 17 febbraio, giorno della loro festa. Poi però ricordatevi di
riciclarle correttamente”.
Il vostro gatto si è nascosto e non riuscite più a trovarlo? Non è nella sua cuccia,
nella lettiera oppure sul divano? Allora guardatevi attorno alla ricerca di una scatola di cartone, perché molto
probabilmente sarà accovacciato in una scatola da scarpe o nell’imballaggio di un ordine appena arrivato con
un corriere, snobbando qualsiasi altro tipo di location.
In occasione della festa del Gatto, Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base
Cellulosica, invita tutti a seguire l’esempio dei nostri amici felini e a scegliere senza alcun dubbio i pack in Carta
e Cartone, da utilizzare poi – prima di conferirli correttamente nella raccolta differenziata – anche come materiale
da costruzione per cucce, tiragraffi e percorsi gioco fai-da-te che renderanno il vostro gatto più felice che mai.
Ma perché i gatti amano così tanto le scatole di cartone? Una ricerca dell’Università di Utrecht ha scoperto che
i motivi per cui i gatti le trovano assolutamente irresistibili sono molti: il fatto di entrare in uno spazio ristretto li
fa sentire protetti; offrono un nascondiglio perfetto; essendo il cartone un ottimo isolante termico, li mantiene al
caldo; la consistenza del cartone sotto le unghie è estremamente piacevole. Comieco, inoltre, pensa che se i
gatti sapessero che il cartone e quindi la carta sono un materiale sostenibile, che rispetta l’ambiente ed è
completamente riciclabile fino a sette volte (esattamente quante sono le loro vite) lo apprezzerebbero
ancora di più!
Riutilizzare carta e cartone creativamente per rendere la propria casa “a misura di micio” è semplice e alla
portata di tutti: vi basterà scegliere uno dei numerosi tutorial online e riutilizzare imballaggi in carta e cartone e
tubi di diverse dimensioni (la parte centrale dei rotoli di carta igienica e carta da cucina, ad esempio) per
creare percorsi, nascondigli e vere e proprie “case sostenibili”.
Ma prima di mettere a disposizione le nostre creazioni ai nostri piccoli amici pelosi, assicuriamoci di togliere
elementi metallici, come punte e graffette e, già che ci siamo, leviamo anche scotch e altri materiali estranei.
Così facendo, non faremo del bene solo ai nostri gatti, ma anche all’ambiente, perché terminato il loro utilizzo,
potremo contribuire a riciclare correttamente carta e cartone (nel 2019, in Italia la raccolta differenziata dei
materiali cellulosici ha superato i 3,5 milioni di tonnellate) migliorando la qualità della raccolta.

L’impegno nella corretta differenziazione degli imballaggi in carta e cartone rimane infatti il primo e
indispensabile passo per garantire un’efficiente filiera del riciclo e permettere così alla carta di tornare a nuova
vita. Un gesto responsabile da fare quotidianamente, seguendo le semplici indicazioni fornite da Comieco per il
corretto conferimento degli imballi in cartone:
1. appiattire le scatole;
2. eliminare lo scotch;
3. eliminare i punti metallici;
4. conferirle nel contenitore della carta.
Il tutto, naturalmente, solo dopo che Micio ne avrà approvato “l’eliminazione”.

Comieco (www.comieco.org) è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, nato nel 1985 dalla volontà di un gruppo
di aziende del settore cartario interessate a promuovere il concetto di “imballaggio ecologico”. Nel 1997, con l’entrata in vigore del D. Lgs. 22/97,
Comieco si è costituito in Consorzio Nazionale nell’ambito del sistema CONAI e attraverso una incisiva politica di prevenzione e di sviluppo, ha
contribuito a triplicare la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia: da 1 a oltre 3 milioni di tonnellate, seguendo (e superando) gli obiettivi di
riciclaggio dei rifiuti di imballaggi cellulosici previsti dalla normativa europea.