Giornata nazionale del gatto

Gatto_11
Gatto

17 febbraio, Giornata nazionale del gatto
Sette vite, come i gatti: grazie al ciclo del riciclo di carta e cartone, ogni
giorno migliaia di piccoli felini si divertono e ci aiutano a scegliere uno stile
di vita più sostenibile
Comieco rivolge un appello ai padroni dei gatti: “Apprezzate la carta e il cartone come fanno i nostri
amici felini e rendete le loro cuccette di carta sicure eliminando punti metallici. Costruite casette,
tiragraffi e giochi per loro e regalateglieli il 17 febbraio, giorno della loro festa. Poi però ricordatevi di
riciclarle correttamente”.
Il vostro gatto si è nascosto e non riuscite più a trovarlo? Non è nella sua cuccia,
nella lettiera oppure sul divano? Allora guardatevi attorno alla ricerca di una scatola di cartone, perché molto
probabilmente sarà accovacciato in una scatola da scarpe o nell’imballaggio di un ordine appena arrivato con
un corriere, snobbando qualsiasi altro tipo di location.
In occasione della festa del Gatto, Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base
Cellulosica, invita tutti a seguire l’esempio dei nostri amici felini e a scegliere senza alcun dubbio i pack in Carta
e Cartone, da utilizzare poi – prima di conferirli correttamente nella raccolta differenziata – anche come materiale
da costruzione per cucce, tiragraffi e percorsi gioco fai-da-te che renderanno il vostro gatto più felice che mai.
Ma perché i gatti amano così tanto le scatole di cartone? Una ricerca dell’Università di Utrecht ha scoperto che
i motivi per cui i gatti le trovano assolutamente irresistibili sono molti: il fatto di entrare in uno spazio ristretto li
fa sentire protetti; offrono un nascondiglio perfetto; essendo il cartone un ottimo isolante termico, li mantiene al
caldo; la consistenza del cartone sotto le unghie è estremamente piacevole. Comieco, inoltre, pensa che se i
gatti sapessero che il cartone e quindi la carta sono un materiale sostenibile, che rispetta l’ambiente ed è
completamente riciclabile fino a sette volte (esattamente quante sono le loro vite) lo apprezzerebbero
ancora di più!
Riutilizzare carta e cartone creativamente per rendere la propria casa “a misura di micio” è semplice e alla
portata di tutti: vi basterà scegliere uno dei numerosi tutorial online e riutilizzare imballaggi in carta e cartone e
tubi di diverse dimensioni (la parte centrale dei rotoli di carta igienica e carta da cucina, ad esempio) per
creare percorsi, nascondigli e vere e proprie “case sostenibili”.
Ma prima di mettere a disposizione le nostre creazioni ai nostri piccoli amici pelosi, assicuriamoci di togliere
elementi metallici, come punte e graffette e, già che ci siamo, leviamo anche scotch e altri materiali estranei.
Così facendo, non faremo del bene solo ai nostri gatti, ma anche all’ambiente, perché terminato il loro utilizzo,
potremo contribuire a riciclare correttamente carta e cartone (nel 2019, in Italia la raccolta differenziata dei
materiali cellulosici ha superato i 3,5 milioni di tonnellate) migliorando la qualità della raccolta.

L’impegno nella corretta differenziazione degli imballaggi in carta e cartone rimane infatti il primo e
indispensabile passo per garantire un’efficiente filiera del riciclo e permettere così alla carta di tornare a nuova
vita. Un gesto responsabile da fare quotidianamente, seguendo le semplici indicazioni fornite da Comieco per il
corretto conferimento degli imballi in cartone:
1. appiattire le scatole;
2. eliminare lo scotch;
3. eliminare i punti metallici;
4. conferirle nel contenitore della carta.
Il tutto, naturalmente, solo dopo che Micio ne avrà approvato “l’eliminazione”.

Comieco (www.comieco.org) è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica, nato nel 1985 dalla volontà di un gruppo
di aziende del settore cartario interessate a promuovere il concetto di “imballaggio ecologico”. Nel 1997, con l’entrata in vigore del D. Lgs. 22/97,
Comieco si è costituito in Consorzio Nazionale nell’ambito del sistema CONAI e attraverso una incisiva politica di prevenzione e di sviluppo, ha
contribuito a triplicare la raccolta differenziata di carta e cartone in Italia: da 1 a oltre 3 milioni di tonnellate, seguendo (e superando) gli obiettivi di
riciclaggio dei rifiuti di imballaggi cellulosici previsti dalla normativa europea.

S.O.S. Gatto

SOS-Gatto222-1
SOS-Gatto

C’è chi mette la propria vita a servizio degli amici a quattro zampe

S.O.S. GATTO

 

diretto da Rob Fruchtman e Steve Lawrence 


Il film sarà disponibile a partire dal 17 febbraio sulle principali piattaforme Tvod distribuito da Wanted Cinema

con il patrocinio dell’Ente Nazionale Protezione Animali (ENPA)

Il film verrà introdotto in diretta live sulla pagina FB di Wanted Cinema, Wanted Clan e ENPA il 17 febbraio alle ore 19.00

 

Cosa fare se ci imbattiamo in un gatto randagio ferito o affamato? S.0.S. GATTO, in Tvod a partire dal 17 febbraio, in occasione della Festa mondiale del gatto, distribuito da Wanted Cinema, racconta la vita di quattro professionisti del salvataggio felino che ogni giorno recuperano numerosi gatti dall’abbandono e dal randagismo a New York. Una favola metropolitana di coraggio e voglia di cambiamento. Il film sarà disponibile sulle principali piattaforme di streaming on demand.

Questo documentario nasce dalla scoperta quasi casuale, da parte dei due registi, del problema del randagismo felino a New York, in particolare a Brooklyn. Un problema che negli ultimi 10 anni è aumentato in maniera importante.

S.O.S GATTO è nato con il contributo di una campagna Kickstarter nel 2017 che ha riscosso un grandissimo successo attirando una serie di sostenitori fino ai produttori del film.

Il film verrà programmato su oltre 40 sale virtuali e il ricavato degli incassi andrà a contribuire al finanziamento del crowdfunding “Cinemarmocchi”, un’iniziativa di raccolta fondi per aprire la prima sala cinematografica a misura di bambino a Milano, nel quartiere Giambellino. La raccolta fondi è online sulla piattaforma Produzioni dal Basso.

Sinossi: Sassee, Claire, Tara e Stu vengono seguiti notte e giorno mentre percorrono Brooklyn per salvare i gatti per strada. Il film mostra la straordinaria abilità di questi appassionati di mettere la loro vita a servizio di una causa che per molti sembra irrilevante. Aiutare gli amici a quattro zampe ha contribuito a cambiare le loro vite in meglio e le testimonianze di queste persone evidenziano come con il piccolo impegno personale si può migliorare una questione sociale e della vita metropolitana non indifferente.

 

 

 

Pet mania: Lombardia regione più pet addicted d’Italia

pet mania
pet mania

Pet mania: secondo Everli la Lombardia è la regione più pet addicted d’Italia
• Lombardia e Liguria le regioni più pet addicted, rispettivamente con 4 e 2 città in classifica: Mantova (1°), Savona (2°), Varese (3°), Bergamo (5°), Brescia (6°) e Genova (7°).
• Le tre categorie di prodotti per animali più acquistate dello Stivale: alimenti, lettiere e deodoranti, accessori e giochi
• I proprietari di gatti sono quelli che acquistano di più online

Chiunque abbia un animale domestico sa che farebbe di tutto (o quasi) per renderlo felice, spesso senza badare a spese sia che si tratti di cibo, giochi, o prodotti per la loro igiene. Lo conferma anche Everli – il marketplace della spesa online – che, analizzando gli acquisti effettuati online negli ultimi dodici mesi, ha stilato la classifica delle 10 città italiane che hanno registrato i maggior volumi di acquisti dedicati alla cura degli amici a quattro zampe. La spesa per gli animali da compagnia, infatti, rappresenta un’importante voce di spesa nel carrello degli italiani, a conferma dell’amore incondizionato che i nostri connazionali hanno verso i propri pelosi: i prodotti per animali rientrano nella top 15 dei più acquistati dagli abitanti dello Stivale (al 15° posto), subito dopo i generi alimentari primari come frutta e verdura, o i prodotti per i bambini e per l’infanzia.

Lombardi e liguri sono i più pet addicted d’Italia
Secondo i dati di Everli, gli appassionati di animali si concentrano soprattutto al nord della Penisola e in particolare in Lombardia e in Liguria. Sono infatti ben quattro le province lombarde che nel 2020 hanno registrato il maggior numero di acquisti pet online al supermercato. In testa Mantova, che detiene il primato a livello nazionale, seguono la provincia di Varese (3°), Bergamo (4°), Brescia (6°). Due, invece, le città liguri in questa speciale classifica di Everli: Savona (2°) e Genova (7°).

Ma quali sono i prodotti per animali più acquistati in Italia?
Complici anche la comodità e praticità del servizio di spesa online con consegna a domicilio, nella classifica dei prodotti per animali più acquistati online, gli alimenti per cani e gatti (80%) risultano i più acquistati in assoluto, seguiti da lettiere e deodoranti al secondo posto (14%), mentre giochi e accessori chiudono in terza posizione (6%).
Sono i proprietari di gatti i più tecnologici, ormai habitué della spesa online: infatti, oltre la metà degli acquisti (62%) di prodotti per gli amici a quattro zampe è di articoli per mici. Seguono gli amanti dei cani – pari a un terzo di coloro che acquistano online prodotti per gli amici pelosi (37%) – mentre è molto bassa la percentuale di acquisti dei possessori di roditori e piccoli animali: la loro spesa è pari all’1% del totale della categoria pet.

Geografia degli acquisti pet nello stivale: a Varese vincono gli alimenti per cani, a Mantova quelli per gatti, mentre in Liguria vince il divertimento
Guardando i dati relativi ai prodotti dedicati ai pet più acquistati nelle province del Bel Paese, è curioso notare quali siano le città che “preferiscono” fido ai felini e viceversa: infatti, è Varese (44%) la città dove si registra il volume maggiore di spesa per la categoria di alimenti per cani. Seguono Brescia (42%), Milano (41%), Bergamo (38%) e Savona (36%).
Per quanto riguarda invece il cibo per gatti, i volumi più alti si concentrano nella città di Mantova (67%), per un soffio davanti a Savona e Genova (64%). Chiudono questo speciale ranking Bergamo (62%) e Milano (58%).
Ma lo shopping per gli amici a quattro zampe non è solo food: ci sono infatti utenti particolarmente attenti al tempo dedicato al gioco e alle coccole degli amici pelosi e si trovano soprattutto in Liguria. Genova e Savona detengono infatti rispettivamente il primo e il secondo posto nella classifica delle città in cui si sono acquistati più giochi e accessori per animali nel 2020. Chiudono la top 5 della categoria le province di Bergamo (3°), Torino (4°) e Brescia (5°).

Per ulteriori informazioni:
Leggi il nostro blog post
Seguici su: Facebook – Instagram – LinkedIn
Visita it.everli.com/it

Giornata Nazionale del Cane Guida

Giornata Nazionale del Cane Guida
Giornata Nazionale del Cane Guida

16 ottobre, Giornata Nazionale del Cane Guida
L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti celebra il più speciale degli amici a quattro zampe

Il 16 ottobre si celebra la Giornata Nazionale del Cane Guida istituita dall’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti per richiamare l’attenzione sull’importanza di questi preziosi animali e diffondere una cultura dell’accoglienza e del rispetto delle regole. In pochi, infatti, sanno che ogni giorno in Italia ci sono ancora troppi episodi di discriminazione verso questo speciale amico a quattro zampe, con casi frequenti in cui al cane guida e di conseguenza al suo conduttore cieco, è impedito di salire su un autobus o su un taxi, di accedere a un luogo pubblico o di soggiornare in un albergo, malgrado questi diritti siano previsti dalla legge.

Quest’anno si tratterà di un’edizione speciale perché la XV Giornata Nazionale del Cane guida sarà parte integrante delle celebrazioni del Centenario dell’UICI che da ottobre in poi toccherà diverse città italiane. Tra le iniziative, un ampio momento di riflessione, che si terrà in modalità on line, con le scuole italiane di addestramento dei cani guida, gli operatori, le istituzioni, le famiglie affidatarie e una speciale edizione della consegna di tre cani guida organizzata a Messina dalla scuola di addestramento cani guida H. Keller che si terrà giovedi 22 ottobre.

“Con questa Giornata – dichiara il Presidente di UICI Mario Barbuto – come Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti vogliamo ricordare quanto questi cani, così meravigliosi e capaci, siano un ausilio indispensabile per l’autonomia e la qualità della vita delle persone con disabilità visiva. Un momento di celebrazione quindi per riaffermare l’utilità del cane guida, ma anche segnalare la necessità di potenziare le scuole di addestramento e promuovere la diffusione di una cultura di convivenza tra cani, conduttori e popolazione”.

La XV Giornata Nazionale del Cane Guida ricorda a tutti il diritto all’accesso libero dei cani guida nelle nostre città come sancito dalla legge n.37 del 1974, integrata e modificata dalle leggi n. 376/1988 e n. 60 del 2006. Queste disposizioni consentono al non vedente di entrare in tutti i luoghi aperti al pubblico e di salire sui mezzi di trasporto, senza costi aggiuntivi o limitazioni, fatto salvo l’obbligo della museruola. In questo quadro, l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ha anche elaborato un Decalogo su come comportarsi presenza di un Cane Guida.

Un Cane guida, generalmente labrador o golden retriver, è sottoposto a un delicato periodo di addestramento della durata minima di 6 mesi, preceduto dall’affidamento a una famiglia che gli insegna le regole di base di comportamento. L’addestramento ha costi molto elevati, quantificabili in diverse migliaia di euro per singolo cane. L’Italia vanta un patrimonio di competenze di grande valore per i non vedenti e le loro famiglie, ma il numero dei cani addestrati ogni anno è del tutto insufficiente. Ci sono infatti solo 5 strutture abilitate alla formazione (“Helen Keller” di Messina, Scandicci in provincia di Firenze, Limbiate in provincia di Milano, Selvazzano in Provincia di Padova, Campagnano in Provincia di Roma) che possono esistere solo grazie all’aiuto di fondi regionali o al sostegno di enti benefici.

In Italia si contano circa 360.000 ciechi assoluti e oltre 1.500.000 persone con deficit visivi gravissimi, mentre nel mondo sono 235 milioni gli ipovedenti, il 4% della popolazione, di cui 35 milioni di ciechi assoluti (dati OMS).

***********

L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti è la maggiore associazione italiana impegnata nella rappresentanza e tutela gli interessi morali e materiali dei quasi 2 milioni di persone cieche o ipovedenti del nostro territorio (360.000 ciechi e oltre 1,5 milioni di ipovedenti). L’UICI, tramite i suoi numerosi strumenti operativi, persegue lo scopo della piena integrazione sociale e lavorativa dei non vedenti nella società, presentando numerosi servizi orientati a tal fine.

Per informazioni: C. Banella: 3388768154 – caterinabanella@gmail.com UICI – V. Massa, 3665899948 – comunicazione.massav@uiciechi.it

Milano. QuattroPassiBassi in Fiera

09 cuor di pelo_Foto di Flavio di Properzio (2)
09 cuor di pelo_Foto di Flavio di Properzio (2)

Sabato 3 e domenica 4 ottobre, presso il Parco Esposizioni di Novegro, nel contesto di Quattrozampeinfiera, sarà presente l’Associazione Onlus Cuor di Pelo Rescue Bassotti con una serie di attività per vedere il mondo dal “basso”.

Dichiara Sandro Nigro, Presidente dell’Associazione: “Piccolo di statura ma dotato di grandi qualità, il bassotto si distingue per un’eleganza tutta propria e l’assoluta convinzione di essere superiore a chi gli sta intorno. Dalla forma allungata, come un tubetto di salsa di pomodoro è in realtà un concentrato di intelligenza, caparbietà e amore infinito”.

Nelle due giornate più pet friendly d’Italia, si potrà conoscere la grande famiglia di Cuor di Pelo, in un’edizione speciale “tutta outdoor”, in un vero e proprio Pet Park in totale sicurezza, nel rispetto delle norme.

Nello stand di Cuor di Pelo, sabato 3 ottobre sarà presente Maurizio Canazza di Mc Laren per dare indicazioni sull’uso dell’ausilio ortopedico, quando è indispensabile e quali giovamenti possa dare. Fornirà consulenza e supporto tecnico per eventuali regolazioni o qualsivoglia manutenzione.

Domenica 4 ottobre si terrà la QuattroPassiBassi in fiera, una Passeggiata solidale con la partecipazione degli special guest Molly e Califfo, ormai diventati le mascotte dell’Associazione.

Dalle ore 10 sarà possibile iscrivere il bassotto presso lo stand dell’Associazione. Per chi vorrà sostenere la Cuor di Pelo con una donazione spontanea sarà consegnata la spilla ufficiale dell’evento, il papillon per ogni bassotto partecipante e il kit che comprende un rotolo sacchetti per la raccolta delle deiezioni, 1 bustina di gel disinfettante monouso, 1 mascherine chirurgica (fino esaurimento scorte).

Alle 12 è previsto il taglio del nastro e la partenza della passeggiata solidale durante la quale i bassotti dovranno essere tenuti al guinzaglio.

Durante la passeggiata è prevista l’incursione del GRANDE BASS di Cuor di Pelo che distribuirà le cartoline con gradite sorprese.

Per partecipare alla Passeggiata solidale è necessario inviare un messaggio al 3926289264 comunicando il nome cognome e numero di partecipanti più bassotto al seguito.

“Il destino traccia per noi nuovi sentieri seminando briciole di amore, che ci indicano quale sia il viaggio e anche la meta, riportandoci finalmente a casa” Cuor di Pelo.

www.quattrozampeinfiera.it

www.cuordipelo.it