Agnese Valle, “Cortocircuito”

Agnese Valle
Agnese Valle

AGNESE VALLE

Il video di CORTOCIRCUITO da oggi su YouTube

Anticipa l’album RISTRUTTURAZIONI in uscita venerdì 16 ottobre

“È il blackout generale, la paralisi, che non ha esperienza poiché ha perso la memoria; non ha passato e inciampa nel presente e non vede l’orizzonte di un futuro. Il passo è fallace e la vista annebbiata; e tanta è la paura che le mani portate avanti per orientarsi diventano schiaffi. Ma il buio accorcia le distanze, appiattisce le differenze e, passata la paura, si riesce a vedere meglio l’errore compiuto in luce”.

E’ Cortocircuito, il nuovo brano della cantautrice Agnese Valle, primo singolo estratto dal suo nuovo album Ristrutturazioni, in uscita il prossimo 16 ottobre (Maremmano Records/Ird), il cui video è da oggi su YouTube. Una sintesi perfetta, grazie alla regia di Giulia Valle, di quel clima di disagio e confusione descritto nella canzone, resa ancor più attuale da questi giorni di incertezza mondiale.

RISTRUTTURAZIONI è il terzo album dell’artista romana. Qui, anche grazie alla produzione artistica di Pasquale Citera, la “sua” canzone d’autrice si arricchisce di nuove sonorità elettroniche, preservando comunque l’articolarsi della melodia su una tessitura armonica, e “il peso specifico della parola”. Il lavoro racconta, come suggerisce il titolo, di un processo di cambiamento, una ristrutturazione di un edificio complesso come quello dell’essere umano, che, conservando le fondamenta, tenta di dare una nuova forma allo spazio da abitare nel suo presente. Qualcosa si conserverà, qualcosa andrà buttato, altro sarà semplicemente restaurato per tornare a nuova vita.

E’ un disco che alterna buio e luce, poiché ogni cambiamento, seppur migliorativo, prevede un momento di paralisi, poi di spavento. Un disco nel quale è costante il dialogo tra la dimensione interiore e il fuori da sé.

La narrazione di RISTRUTTURAZIONI è accompagnata da un progetto artistico-fotografico firmato da Giorgia Tino, con la quale per molti mesi si è studiato un immaginario che riuscisse a sintetizzare il mondo sonoro di RISTRUTTURAZIONI. A cucire insieme il tutto Giulia Valle che ha realizzato l’artwork dell’album, i videoclip e l’intera comunicazione grafica correlata al progetto. “Nelle RISTRUTTURAZIONI – racconta Agnese – due sono le categorie di oggetti a salvarsi dalla rottamazione: quelli necessari e quelli belli. Di necessario esiste ben poco, e la sorte del disco fisico è attualmente a rischio. Ecco perché ho pensato che questo terzo album doveva necessariamente essere bello”.

L’album contiene brani, già usciti come singoli, che hanno ottenuto riconoscimenti di rilievo: “Come la punta del mio dito”, scritto con Pino Marino, ha vinto il Premio Panseri ed è stato finalista nelle Targhe Tenco come miglior canzone; “La terra sbatte” si è aggiudicata il Premio della critica Amnesty International emergenti di Voci per la libertà.