«Coronavirus, il confine con la realtà» 29 aprile su Rete 4

Coronavirus Rete 4
Coronavirus Rete 4

«Coronavirus, il confine con la realtà»

24 ore non stop con un medico in terapia intensiva a Cremona

un militare all’ospedale da campo di Piacenza e un pazienze Covid-19 a Bergamo

Mercoledì 29 aprile | Seconda serata

Mercoledì 29 aprile, in seconda serata, la rete diretta da Sebastiano Lombardi propone lo speciale NewsMediaset «Corona Virus, il confine con la realtà», per raccontare l’emergenza attraverso gli occhi, la fatica e le emozioni di un medico, di un militare e di un paziente.

La pandemia ha trascinato l’intera umanità ai confini della realtà. Come nella serie culto del 1949 (The Twilight Zone, ideata da Rod Sterling), le vite delle persone sono state radicalmente cambiate dall’incontro con l’ignoto – in questo caso la SARS-CoV2 -, verso una dimensione che ha fatto diventare credibile l’impossibile e parole comuni i termini social distancing e lockdown.

Dentro nuove abitudini e paure, e un nuovo modo di stare uniti e sentirsi italiani. Tutti, nelle proprie case, hanno dato prova di coraggio e responsabilità, pazienza e forza. E c’è chi, questa prova, l’ha vissuta in prima linea, per scelta o suo malgrado, in un succedersi di eventi che contraddistinguerà per sempre questa epoca e segna indelebilmente i nostri giorni.

«Corona Virus, il confine con la realtà» ha compiuto un viaggio straordinario dentro l’emergenza, spingendosi oltre il limite di quel confine. 24 ore non stop nella surreale vita di un medico impegnato in terapia intensiva a Cremona, faccia a faccia con il morbo; nella giornata di un militare dell’Esercito Italiano, operativo all’ospedale da campo di Piacenza fin dall’allestimento; con un pazienze Covid-19 mentre lotta per sopravvivere, a Bergamo.

Tre episodi tricolore, con protagonisti il medico Elena Grappa, il militare Daniele Damiano e il paziente Nello Odierna, che si raccontano in prima persona, alternando un linguaggio sporco, in soggettiva, in modalità selfie col proprio telefono, a un linguaggio più pulito e professionale.

Tre persone come noi, che documentano la loro giornata, le preoccupazioni, le tensioni, la solitudine, lo sconforto, l’adrenalina che li avvolge, mentre – consapevoli di camminare sul filo del rasoio – sanno di vivere una situazione eccezionale.

«Corona Virus, il confine con la realtà» è un programma a cura di Carlo Gorla e Irene Tarantelli, con Rossella Ivone, Luca Pesante, Sara Scorpati e Gigi Sironi. Produzione esecutiva di Chiara Oggioni Tiepolo.

La realizzazione dello speciale è stata possibile grazie al contributo, al lavoro e alle lacrime di volontari, infermieri e medici dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo; dei ragazzi del 1° Reparto di Sanità “Torino”, dell’Esercito Italiano; all’umanità e all’amore di medici e infermieri dell’Ospedale di Cremona… e a tutto il personale medico sanitario italiano.