“Grande Fratello Vip” stasera su Canale 5

Grande Fratello Vip
Grande Fratello Vip

Sedicesimo appuntamento con “Grande Fratello Vip”

Antonella Elia: pace con Fernanda Lessa… ma lo scontro continua con Valeria Marini e Licia Nunez

Settimana turbolenta per Adriana Volpe

Al televoto Fabio Testi, Sara Soldati e Asia Valente…

Il pubblico avrà accolto la richiesta dell’attore di tornare a casa?

In prima serata su Canale 5

Oggi, mercoledì 11 marzo 2020, in prima serata su Canale 5, sedicesimo appuntamento con “Grande Fratello Vip”, il reality, prodotto da Endemol Shine Italy.

Gli inquilini della Casa sono stati aggiornati – attraverso un videomessaggio di Michele Cucuzza – sulle disposizioni del Governo in merito all’emergenza “Coronavirus”. Anche “Gf Vip” si adegua e, questa sera, va in onda senza pubblico in studio. Inoltre, eccezionalmente, Alfonso Signorini condurrà da Cologno Monzese in collegamento con Cinecittà.

Nuove alleanze e triplici intese per Antonella Elia. Pace fatta con Fernanda Lessa, dopo le accuse reciproche dei giorni scorsi, le due sono finalmente arrivate a un chiarimento. Continua invece lo scontro tra la Elia e Valeria Marini e tra la Elia e Licia Nunez. Sembra proprio che le tre prime donne non riescano a trovare un punto di incontro per una convivenza pacifica nel loft.

Settimana turbolenta per Adriana Volpe che continua a mettere in discussione ogni cosa, principalmente il rapporto con Antonio Zequila. I due alternano aspre discussioni a momenti di apparente tranquillità. Nel frattempo, Sossio Aruta e Zequila si contendono la leadership maschile della Casa.

Lunedì scorso sono finiti al televoto Fabio Testi, Sara Soldati e Asia Valente. L’attore ha chiesto esplicitamente ai compagni di viaggio di essere nominato per poter uscire dalla Casa e riabbracciare i suoi figli. Il pubblico avrà accolto la richiesta di Testi e lo lascerà tornare a casa?

Rai Movie, “Moviemag” intervista Luisa Ranieri

Luisa Ranieri
Luisa Ranieri

A MovieMag questa settimana: approfondimenti sulla programmazione di Rai Movie, storia e curiosità di film in uscita e un’intervista esclusiva a Luisa Ranieri nell’appuntamento di mercoledì 11 marzo alle 23.25 su Rai Movie e nella programmazione notturna di Rai1.

L’attrice napoletana è tornata in tv nei panni di Carmela, protagonista della fiction La vita promessa, che racconta la saga dei Rizzo, una famiglia di siciliani emigrati in America.
Nel faccia a faccia con Federico Pontiggia, Luisa Ranieri ha parlato di cosa abbia significato interpretare Carmela, ritratto di donna forte e volitiva, simbolo di emancipazione femminile. L’attrice ha ripercorso alcuni momenti significativi della sua carriera e ha concesso qualche confidenza sulla sua relazione con Luca Zingaretti. Ha parlato dell’affetto che li unisce, dell’onestà e della bontà dell’attore romano e del privilegio di essere la sua compagna.

Cameron Diaz e Toni Colette, invece, sono le protagoniste del film In her shoes – Se fossi lei in programma su Rai Movie, e a cui è dedicato un approfondimento. Il film, diretto da Curtis Hanson, racconta la storia di due sorelle completamente diverse che hanno in comune solo la misura delle scarpe.

Grande attesa per l’uscita di Mulan, rivisitazione in chiave live action del Classico d’animazione Disney del 1998. Abbiamo intervistato la regista Niki Caro, che ci ha raccontato ogni aspetto della costruzione del kolossal.

Dopo i film di prossima uscita, si passa ai film mai usciti: nella rubrica See You Next Wednesday, Alberto Farina ci accompagna alla scoperta dell’insolito destino dei film girati e mai distribuiti, come The day the clown cried, uno dei più celebri casi di film “perduti” della storia del cinema. Nel film del 1972 Jerry Lewis interpreta un clown, imprigionato in un campo di concentramento nazista durante la Seconda guerra mondiale. Ma non è la sola pellicola ad aver subito questo destino, avremo modo di conoscerne altre.

Esplorando la storia del cinema e della tv, MovieMag ricorda Virna Lisi, nota per l’eleganza e per la sensibilità, nella sua lunghissima carriera ha attraversato con disinvoltura molti generi, lavorando con tutti i grandi registi dell’epoca, da Monicelli a Luigi Zampa.

Curioso il tema dell’intervista a Paola Jacobbi, la critica cinematografica mostra l’evoluzione dei film sulla fine del matrimonio. Nel notiziario i maggiori esperti del settore cinematografico ci parlano delle misure di tutela adottate per far fronte al coronavirus.

Chiude la puntata il Cineoroscopo di Simon & the Stars.

MovieMag è un programma di Gida Salvino, Alberto Farina, Federico Pontiggia e Gianluca Russo con la collaborazione di Katia Nobbio. Regia di Luca Postiglioni.

Tutti a casa in compagnia di Rai Movie

Belle & Sebastien
Belle & Sebastien

Tutti a casa! Rai Movie è il Cinema scelto per te … da sempre

Rai Movie è da sempre il canale del sevizio pubblico dedicato al cinema, in queste settimane insolite la programmazione è stata pensata e ragionata per soddisfare i gusti dei cinefili e degli appassionati costretti in casa. Vi segnaliamo così alcune scelte della nostra redazione.

Giovedì 12 marzo alle ore 08.50 per il ciclo “Colazione da Rai Movie”, il classico dei classici Totò, Peppino e…la malafemmina di Camillo Mastrocinque con Totò, Peppino De Filippo, Dorian Gray è un film di culto con tante scene da antologia.
In prima serata Cose nostre – Malavita di Luc Besson, una commedia con Robert De Niro, Michelle Pfeiffer, Tommy Lee Jones. Il boss italoamericano Giovanni Manzoni vive sotto falsa identità in un paesino di provincia con moglie e figli, ma non si rassegna a una vita da comune mortale.
Due storie di famiglie e di passione per la musica nella prima e seconda serata di venerdì 13 marzo. Si inizia alle 21.10 con una straordinaria, quanto insolita, Meryl Streep nei panni di un’aspirante rock star in Dove eravamo rimasti di Jonathan Demme. Dopo aver abbandonato marito, figlia e nipoti per inseguire il suo sogno, la cinquantenne Ricki torna a casa in cerca di amore. A seguire La famiglia Bélier di Eric Lartiga, emozionante storia di Paula, unica dei Bélier a non essere sordomuta, che scopre di essere una bravissima cantante e deve decidere se intraprendere la sua carriera o continuare a badare alla sua famiglia in maniera esclusiva.

Sabato 14 marzo alle ore 8.00 un classico della commedia hollywoodiana, L’affittacamere di Richard Quine, ambientata nella Londra degli anni Sessanta e interpretata dalle star del cinema americano Jack Lemmon, Kim Novak e Fred Astaire.
Alle 15.50 Romeo & Juliet di Carlo Carlei. Il premio Oscar Julian Fellowes riscrive Shakespeare in una ricca coproduzione internazionale.
In prima serata la versione integrale di un classico contemporaneo: The Wolf of Wall Street di Martin Scorsese, con Leonardo DiCaprio, Matthew McConaughey, Margot Robbie, Jonah Hill. Uno scaltro broker scala la vetta di Wall Street, ma l’FBI ne mette a repentaglio la carriera. Basato sull’autobiografia omonima di Jordan Belfort.

Domenica 15 marzo, alle 14.10, Nessuno si salva da solo di Sergio Castellitto con Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca. Due separati riesaminano assieme il loro matrimonio, compromesso dall’ambizione dell’uno e dall’anoressia dell’altra. Dal romanzo di Margaret Mazzantini.
A seguire, Alberto Sordi, Vittorio De Sica, Gloria Swanson, Brigitte Bardot in una divertente farsa storica: Mio figlio Nerone di Steno. La terribile Agrippina vuole costringere il figlio Nerone ad attaccare i Britanni. Trasmesso in una bellissima versione in Cinemascope.
Alle 19.10 risate assicurate con La cambiale di Camillo Mastrocinque. Una cambiale scoperta passa di mano in mano e diventa il pretesto per una serie di avventure tragicomiche. Con Totò, Peppino De Filippo, Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Raimondo Vianello, Erminio Macario.

In prima serata, alle 21.10, il primo degli appuntamenti con Belle & Sebastien di Nicolas Vanier . L’amicizia fra l’orfano Sébastien e il cane Belle sfida l’occupazione nazista e dà man forte alla Resistenza. Primo capitolo di una trilogia ispirata ai romanzi di Cécile Aubry. Prossimo appuntamento, in prima serata Domenica 22 marzo con Belle & Sebastien – L’avventura continua.

In seconda serata il premiatissimo Hungry Hearts di Saverio Costanzo. Tratto da “Il bambino indaco”” di Marco Franzoso e ambientato a New York, racconta la crisi di coppia provocata dall’ossessione di una madre per il proprio neonato. Interpretato da Adam Driver e Alba Rohrwacher.

Mediaset: sospesi “Pressing Serie A” e “Tiki Taka”

Pressing Serie A
Pressing Serie A

Interruzione Campionato Serie A: sospesi “Pressing Serie A” e Tiki Taka”

A seguito dell’interruzione del Campionato di Calcio di Serie A, Mediaset sospende i programmi sportivi di approfondimento “Pressing Serie A” (Retequattro) e “Tiki Taka” (Italia 1).

Prosegue invece regolarmente l’informazione sportiva nei tg, il notiziario quotidiano SportMediaset, l’attività del sito SportMediaset.it e le dirette dei match di Champions League con i relativi programmi di commento.

“Pressing Serie A” e “Tiki Taka” danno appuntamento ai telespettatori per la ripresa del Campionato prevista a partire dal 3 aprile 2020.

Filippo Magnini a Verissimo su Canale 5

MAGNINI 7 MARZO
MAGNINI 7 MARZO

Filippo Magnini:

“La verità è venuta fuori e ora sono libero.

È come se fossi stato in galera per tre anni”

“Futuro? Allenatore non mi ci vedo, vedremo se tornerò a nuotare”

Domani, sabato 7 marzo, alle ore 16.00, su Canale 5

“Ho vinto finalmente una delle gare più importanti”.

Così Filippo Magnini, ospite domani a Verissimo, esprime la sua felicità per la decisione del TAS (Corte di Arbitrato di Losanna) che l’ha assolto dalle accuse di doping: “Ci sono voluti tre anni, ma la mia fiducia nella giustizia, ordinaria e sportiva, c’è sempre stata. Fino all’ultimo credevo e speravo di vincere: la verità è venuta fuori e ora finalmente sono libero”.

A Silvia Toffanin, il nuotatore, visibilmente emozionato, ricorda questo percorso iniziato nel giugno del 2017: “Quella mattina è stato un brutto risveglio, non avrei mai pensato di vedere il mio nome associato al doping. Alcuni giornalisti mi hanno avvertito che sui giornali era uscita questa notizia: l’ho scoperto così e lì è iniziato il mio incubo.

Ognuno di noi deve combattere delle battaglie, ma quando combatti contro quella che tu vedi come un’ingiustizia è un dolore pazzesco. Vorresti urlare la verità mentre tutte le persone leggono sui giornali il contrario. La storia” prosegue Filippo “è finita bene, ma è stato un percorso delicato e doloroso per me e per le persone che mi sono state vicino. Questa vittoria mi ha liberato, è come se fossi stato tre anni in galera. La ferita rimane comunque, ci vorrà ancora un bel po’ di tempo per ricucirla”.

Il campione olimpico racconta, inoltre, di come siano andate le indagini: “Ho realizzato di essere dentro a un’indagine pazzesca, che forse riservano solo ai terroristi. Ma io, nella mia innocenza, ero contento di questa cosa, perché quando non hai fatto niente e vieni intercettato, pedinato e ti mettono le cimici in macchina, a quel punto la verità deve venir fuori. Più informazioni c’erano su di me, più ero contento. E alla fine ho avuto ragione. Sono convinto che il 99% degli atleti non ce l’avrebbe fatta a difendersi”.

Infine, una rivelazione sul futuro e su un possibile ripensamento dopo il suo ritiro dalle vasche: “Allenatore ancora non mi vedo, però penso di essere ancora un atleta. Vedremo se tornerò a nuotare, chissà…”.