“God is a woman”: Ariana Grande

ariana-grande-god-is-a-woman
ariana-grande-god-is-a-woman

A pochi giorni dall’uscita, il video ufficiale di “God is a woman”, ultimo singolo di Ariana Grande, ha già superato 20 milioni di views, conquistando un posto fisso nella Top Ten tendenze di YouTube Italia.

Il brano anticipa “Sweetener”, il nuovo, attesissimo album della magnetica reginetta del pop, in uscita il 17 agosto.

Dalla prima visione, è chiaro che il videoclip di “God is a woman” è ricco di riferimenti e simbologie, abilmente reinterpretati da Ariana Grande, protagonista assoluta, sotto l’attenta guida del regista David Meyers, quasi come una sfida allo spettatore, spronato ad individuare uno spunto dopo l’altro.

Citazioni artistiche, religiose, letterarie e cinematografiche, tutte rigorosamente declinate al femminile, si fondono tra loro alla perfezione. Molti i riferimenti alla cultura italiana: dalla rappresentazione de “La Creazione di Adamo” di Michelangelo, al Pantheon romano, fino ad una splendida Ariana Grande in versione Lupa Capitolina.

Special guest del video l’icona pop Madonna, che doppia Ariana Grande in un monologo tratto da “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino, a sua volta citazione di un passo biblico.

Ad arricchire il videoclip anche l’inconfondibile look di Ariana, che in una scena indossa lo stesso corpetto che ha reso famosa Madonna negli anni 90, durante il suo Blonde Ambition Tour.