Milano: ripresa la bonifica dell’area in Viale Crispi

viale crispi bonifica
viale crispi bonifica

La storia di Milano è riemersa ancora una volta dal sottosuolo. In viale Francesco Crispi, dove sono in corso le bonifiche propedeutiche alla realizzazione del parco lineare di 3.300 mq previsto nel Piano Integrato di Intervento viali Pasubio-Montello-Crispi, Bastioni di Porta Volta, piazzale Baiamonti, alcune settimane fa sono stati trovati resti delle mura spagnole del XVI secolo. Il perimetro di lavorazione era quindi stato ridotto all’area non interessata dai ritrovamenti per consentire le opportune indagini archeologiche. Ora, dopo il via libera della Sovrintendenza a ricoprire le mura, i lavori possono rientrare nel vivo su tutta la superficie.

“Come nell’area attigua di piazzale Baiamonti, e come ogni qualvolta interveniamo in luoghi della città dove ci aspettiamo di trovare reperti storici nel sottosuolo, abbiamo realizzato gli scavi in stretta collaborazione con la Sovrintendenza – dichiara l’assessore all’Urbanistica, Verde e Agricoltura Pierfrancesco Maran –. Ora possiamo andare avanti per completare l’intervento che porterà nel quartiere che da Porta Nuova si estende fino a via Sarpi una nuova area verde di qualità”.

Il ritrovamento, che ha dato esito negativo circa le possibili interferenze con il progetto da sviluppare, ha comportato un piccolo slittamento nel cronoprogramma dei lavori. La fase di bonifica riprenderà nei prossimi giorni e durerà ancora circa tre mesi; una volta collaudato da Arpa e avuta la certificazione da Città Metropolitana, l’area sarà affidata a Coima sgr per la realizzazione del boulevard progettato dallo studio Herzog&De Meuron e SD Partners. Il parco lineare sarà dotato di trenta piante tra magnolie, pirus calleryana, prunus, koelreuteria paniculata, platanus vallis clausa.

L’intervento prevede inoltre la sistemazione di alcune aiuole a protezione dei platani già presenti lungo viale Crispi, l’ampliamento dei percorsi pedonali e ciclabili e un sistema di illuminazione. Il completamento del parco è previsto nella prima metà del 2019.

Per quanto riguarda piazzale Baiamonti, dove sono stati trovati resti delle storiche mura spagnole molto significativi, è tutt’ora in corso il dialogo tra Sovrintendenza e Comune per individuare le migliori soluzioni per la futura sistemazione dell’area.