7° Premio letterario italo-russo Raduga

raduga
raduga

Andrea Giovanni Taietti, classe 1987, di Fontanella (Bergamo) è tra i cinque narratori finalisti del 7° Premio Raduga, il concorso letterario italo-russo promosso dall’Associazione Conoscere Eurasia di Verona e dall’Istituto Letterario Gor’kij di Mosca.
Nato nel 2010, ‘Raduga’ ha come obiettivo la promozione delle relazioni culturali tra Italia e Russia attraverso il lavoro di narratori e traduttori under 35 dei due Paesi selezionati da due giurie presiedute rispettivamente da Inge Feltrinelli, presidente Giangiacomo Feltrinelli Editore, e Boris Nikolaevič Tarasov, docente Istituto letterario A.M. Gor’kij, che eleggeranno il ‘Giovane narratore dell’anno’ e il ‘Giovane traduttore dell’anno’ italiano e russo.

Andrea Giovanni, che per il concorso ha presentato il suo inedito ‘Bianco di felicità’, ha conseguito la Laurea triennale in Lettere all’Università di Bergamo e sta proseguendo gli studi in storytelling e performing arts presso la Scuola Holden di Torino.

Per l’ideatore del premio e presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia, Antonio Fallico: “L’edizione 2016 del Premio Raduga, con 592 partecipanti, segna il record dalla sua nascita. Un risultato straordinario non solo per i numeri espressi ma anche per la profondità e la qualità degli elaborati che hanno preso parte alle selezioni. Questo – ha proseguito Fallico – evidenzia ancora una volta la finalità del Premio: sostenere l’impegno letterario di quei giovani che vogliono migliorare la società in cui vivono, producendo una scrittura creativa, libera e improntata agli ideali umanistici”.

I vincitori saranno annunciati il 1° luglio 2016 a Kaliningrad. La giuria, infine, sceglierà cinque opere che verranno tradotte da cinque giovani traduttori russi e pubblicate con testo a fronte nell’Almanacco letterario 7 edito da Conoscere Eurasia. L’edizione 2016 del concorso si svolge con il patrocinio dell’Agenzia Federale per la stampa e le comunicazioni di massa della Federazione Russa (Rospechat’) e con il sostegno di Banca Intesa Russia e della società Mashfrog S.p.A.