Gotha

Horses

Alle Fiere di Parma dal 17 al 25 novembre, 70 gallerie internazionali di elevato livello espongono a Parma per l’appuntamento più atteso dell’autunno antiquariale: GOTHA.

In una scenografia rivisitata che da alla manifestazione un’immagine sobria grazie ad un impianto espositivo attuale e contemporaneo, nel Pad.3 del quartiere recentemente inaugurato, le opere proposte in questa 11° Edizione di Gotha esprimono il top di gamma dell’offerta espositiva dall’alta epoca all’arte 900: mobili, sculture, dipinti, disegni, tappeti, porcellane, libri, gioielli di grande pregio e qualità. Gotha è un “temporary museum” dove tutto è per la gioia degli occhi, ma anche acquistabile e rappresenta un riferimento privilegiato per studiosi, curatori museali, collezionisti colti e raffinati ed art investors provenienti da tutta Europa. La qualità espositiva viene garantita da una preselezione operata da una commissione scientifica attenta e titolata che valuta di volta in volta la congruenza dei pezzi esposti e delle relative didascalie.

Gotha non è una semplice manifestazione fieristica dedicata all’alto antiquariato ma una vera e propria Biennale d’arte antica, moderna e anche contemporanea tra le più importanti in Italia. “È dal 1994 che Gotha ospita a Parma i tesori più preziosi dei migliori antiquari internazionali, proponendo l’eccellenza delle arti decorative e figurative; per questo motivo, anche se lo scenario economico di contesto non è tra i più effervescenti, Fiere Parma ha deciso di confermare il proprio impegno sul segmento Antiquariato, investendo energie e risorse finanziarie nell’undicesima edizione di Gotha, per regalare ancora una volta un sogno al pubblico esigente che da sempre numeroso, segue la manifestazione” così commenta Gloria Oppici, Relazioni Esterne di Fiere di Parma.

GOTHA 2012: alcune curiosità di questa edizione

Nell’universo ricco e complesso dell’antiquariato italiano operano appassionati cultori della bellezza e della memoria che, oltre ad aver rintracciato, restaurato, studiato molte opere d’arte disperse dalla storia o confinate nell’oblio, sanno valorizzare proponendo spesso in dialogo con la contemporaneità. Gotha è uno stimolo a interagire tra antico e moderno e un buon esempio di questo è rappresentato da Antichità Gatti (Crema) che, in questa edizione presenta capolavori del passato di grande valore e pregio, tra cui un bel mobile veneto del ‘700 laccato e dipinto, specchiere incise sempre settecentesche e tele lombardo venete dello stesso periodo, contemporaneamente a sculture di ispirazione dadaista di Armando Riva, la cui opera è stata di recente presentata da Philppe Daverio e da Jean Blanchaert.

All’interno di Gotha inoltre vengono proposte vere mostre monografiche degne in sedi istituzionali di pregio. Un esempio tra tutti l’antiquario bergamasco Enrico Lumina, noto ai collezionisti perché tratta opere di grande qualità pittorica e piacevolezza , quadri del ‘500, ‘600 e ‘700 di importanti artisti. A Gotha riproporrà il nucleo principale della mostra allestita alla Galleria d’Arte di Cesena (30 Giugno – 9 Settembre 2012) intitolata “La Natura e la Grazia, un percorso in cui si rivelano le connessioni profonde e fascinose tra i diversi temi poetici della storia dell’arte europea dal XVI al XVIII secolo: l’immagine religiosa e la natura morta, il ritratto e il paesaggio, la narrazione agreste e la fiaba, il viaggio e la battaglia. Sempre in ambito “museale” Galleria Tornabuoni di Firenze presenta dipinti di importanti pittori del ‘900; Picasso, Mirò oltre agli italiani Campigli, Morandi, Sironi, De Chirico, Burri, Fontana e Capogrossi.

È importante ricordare che  tutti questi tesori possono essere acquistati da chi tradito da mattone, azioni e titoli di stato, voglia investire in arte; la qualità delle opere esposte è molto alta e giusta sia per grandi collezionisti che per giovani intraprendenti. Le epoche che meglio rappresentano il gusto di questo periodo storico e che più si possono trovare a Gotha vanno dall’epoca antica fino alla contemporaneità. Ma la vera sfida di questa manifestazione è quella di conservare standard elevati a prezzi competitivi: questo permette appunto anche a giovani colti e appassionati di avvicinarsi al mondo del collezionismo, di investire con buoni risultati nel medio termine. Studiolo (Milano) propone ad  esempio dipinti e scultore del ‘900 a prezzi interessanti: quadri di Anselmo Bucci o Cesare Monti, e sculture di Giacomo Giorgis; “pezzi davvero unici il cui valore di mercato può solo crescere nel tempo” assicura Guido, uno dei titolari della Galleria. Una precisazione, questo a Gotha è naturalmente possibile investire in “alta epoca” trovando “opere di grande pregio e qualità a prezzi attrattivi” spiega Giovanni Asioli Martini, antiquario imolese che presenterà oltre ad un’interessante raccolta di maioliche (XV – XVIII secolo) anche 5-6 opere databili tra fine ‘400 e la prima metà del ‘500, quindi pieno Rinascimento.

GOTHA 2012: informazioni

Periodo                      Da sabato 17 a domenica 25 novembre 2012 – venerdì 16 novembre anteprima su invito

Luogo                         Pad.3 – Fiere di Parma

Orari di apertura     Tutti i giorni dalle ore 11:00 alle ore 20:00

Ingresso                     € 15 a persona, ridotto €10  (Possibilità acquisto online)

Sito                              www.gothaparma.it