L’oracolo

Copertina libro l'oracolo

Una stirpe di donne speciali ci ha lasciato in eredità un dono prezioso: una saggezza che viene dal passato per conoscere il futuro.

L’Oracolo ha una storia affascinante: scritto all’inizio del secolo scorso, è stato tramandato per generazioni tra le donne di una famiglia di sensitive, che lo interrogavano per conoscere il loro futuro e quello delle persone che chiedevano consiglio. Le sue pagine racchiudono una saggezza semplice; le sue risposte sono nell’interpretazione dei segni. Ai tempi si mormorava che i responsi nascessero da un albero molto speciale: un nocciolo le cui fronde si muovevano anche senza vento e sussurravano parole incomprensibili ai più ma che, a chi sapeva distinguerle, avevano molto da dire. Poi queste parole, inizialmente annotate su fogli e protette da una sorta di magia, per impedire che andassero perdute sono state trascritte nel libro che è giunto sino a noi.

Negli anni Sessanta la famiglia che custodiva l’Oracolo non ebbe più discendenti diretti e l’ultima detentrice del prezioso libricino fu avvertita in sogno di dover attendere l’arrivo della successiva custode, la bambina con il “dono”, che, molti anni dopo, si presentò puntuale alla sua porta per imparare l’arte di interrogarlo.

Era il 1975 e quella bambina con il “dono”, oggi, dopo tanti anni, ha deciso di rivelare l’Oracolo a tutti, per svelare infallibilmente il futuro di chi si divertirà a domandarglielo.

Il meccanismo è semplice: attraverso una serie di domande, e seguendo passo per passo le semplici istruzioni, i lettori potranno trovare le risposte a ogni loro quesito. Un gioco divertente da fare da soli o con gli amici. Da prendere con leggerezza, ma senza dimenticare che l’Oracolo non sbaglia mai…