Arriva al cinema “Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”

Raffaello_POSTER
Raffaello_POSTER

Dopo il successo dei primi 3 film, Sky e Nexo Digital, in collaborazione con i Musei Vaticani, e con Magnitudo Film, presentano il quarto film d’arte per il cinema: “Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”, la prima trasposizione cinematografica mai realizzata su Raffaello Sanzio (1483-1520).
Il film è stato riconosciuto di interesse culturale dal MiBACT – Direzione Generale Cinema.

“Raffaello – il Principe delle Arti – in 3D”, prodotto da Sky 3D, con Sky Cinema e Sky Arte, segue il percorso tracciato dai 3 precedenti progetti, con un ulteriore apporto innovativo che pone l’accento su un aspetto ancora più cinematografico: è un connubio tra digressioni artistiche, affidate a celebri storici dell’arte, raffinate ricostruzioni storiche, che garantiscono un coinvolgimento intimo ed emotivo, e le più evolute tecniche di ripresa cinematografica in 3D ed UHD per un’esperienza visiva totalizzante e coinvolgente.

La digressione artistica partirà da Urbino (città natale di Raffaello) passando per Firenze, per approdare a Roma e in Vaticano, al contempo apice ed epilogo del folgorante percorso artistico di Raffaello: un totale di 20 location e 70 opere, di cui oltre 30 di Raffaello, raccontate attraverso molteplici esclusive e punti di vista inediti. La digressione artistica sarà affidata al commento autorevole ed appassionato di tre celebri storici dell’arte: Antonio Paolucci, Antonio Natali e Vincenzo Farinella.

Le ricostruzioni storiche, ispirate a dipinti dell’800 che testimoniano frammenti di vita di Raffaello, rappresentano istantanee della vita dell’artista, momenti delicati ed evocativi capaci di coinvolgere emotivamente lo spettatore introducendolo nei capitoli di digressione artistica.

A dare il volto a Raffaello Sanzio nelle ricostruzioni storiche sarà l’attore e regista Flavio Parenti (To Rome With Love, Io sono l’amore, Un Matrimonio). La Fornarina, la donna amata dall’artista, sarà interpretata da Angela Curri (La mafia uccide solo d’estate), mentre Enrico Lo Verso darà il volto a Giovanni Santi e Marco Cocci a Pietro Bembo. Scenografia e costumi sono stati curati da due eccellenze del cinema italiano, rispettivamente Francesco Frigeri e Maurizio Millenotti.

Il film (della durata di 90’) esordirà nei cinema italiani il 3, 4 e 5 aprile, distribuito da Nexo Digital per poi approdare nei cinema di 60 paesi del mondo.

La produzione esecutiva è affidata a Magnitudo Film.

Si ringraziano le Autorità della Santa Sede e dello Stato della Città del Vaticano che hanno contribuito alla realizzazione del film.
Si ringraziano tutte le Autorità e le Istituzioni che hanno permesso la realizzazione delle riprese.

Convegno: “Dieci anni di Impresa e Cultura”

teatrosanzio urbino, Cultura
Lunedì 29 febbraio 2016 il Teatro Raffaello Sanzio di Urbino ospiterà il convegno Dieci anni di Impresa e Cultura. La cultura come motore di sviluppo economico e sociale, parte di un progetto partito nel 2005 da un’idea di Elisabetta Righini, docente di Diritto commerciale dell’Università di Urbino Carlo Bo esperta di mercati finanziari e responsabile scientifico del progetto, e di Felicia Bongiovanni, soprano, che del progetto è direttore artistico.

Organizzato nell’ambito delle attività del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Urbino Carlo Bo, Il convegno si propone di indagare le relazioni e le feconde contaminazioni tra la sfera culturale e quella imprenditoriale. L’obiettivo è di dare risalto all’arricchimento in termini di immaginazione, pensiero laterale, stimolo ed afflato creativo che le Arti, le Scienze e la Cultura in generale possono determinare nelle strategie aziendali, con immediate ricadute in termini di produttività, competitività e sviluppo sociale equo-sostenibile del territorio, in un rapporto bilaterale di reciproca, feconda collaborazione, nell’ottica di una “umanizzazione” dell’economia.

Impresa e cultura è un progetto innovativo, nato inizialmente in collaborazione con la società di ricerca NOMISMA a Bologna e sorto dall’esigenza di riflettere sulla diffusione della cultura e sulle sue declinazioni in campo economico e sociale, che nei suoi primi dieci anni ha coinvolto personalità del mondo della politica, dello spettacolo dell’economia, dell’arte, della musica, dello sport come Vittorio Prodi, Angelo Gugliemi, Carlo Maria Badini, Pierluigi Stefanini, Claudio Sabatini, Vittorio Franceschi, Vito, Giorgio Comaschi, Andrea Mingardi, Sergio Cofferati, Alberto Zedda, Gianfranco Mariotti, Teatro Comunale di Bologna, Lottomatica, Eni.

Il convegno del 29 febbraio cade in una data molto particolare di un anno bisestile, in cui ricorre il 224mo anniversario della nascita di Rossini e il bicentenario del Barbiere di Siviglia, opera per la quale Felicia Bongiovanni, che già nel 2000 aveva frequentato come uditrice l’Accademia Rossiniana di  Alberto Zedda, è attualmente impegnata sul palcoscenico del Teatro della Fortuna di Fano.

Dieci anni di Impresa e Cultura. La cultura come motore di sviluppo economico e sociale vedrà la partecipazione di relatori provenienti dal mondo imprenditoriale. Tra questi, Salvatore Giordano (Direttore generale Confindustria Pesaro Urbino), Gianluca Carrabs (Presidente Associazione Mondo IES), Oda Costa (Eventi, Progetti, Iniziative Editoriali Monrif Group), Pierluigi Gianquitto (tesoriere FICLU UNESCO), Fulvia Tombolini (Fulvia Tombolini, Vigne e Vini dal 1921), Carlo Paoloni (Partner Stern Stewart & Co.), Emanuela Scavolini (Vicepresidente Scavolini S.p.a., Presidente Fondazione Scavolini), Alessandro Marcucci Pinoli di Valfesina (Vip Hotels), Francesco Bernardi (Presidente Illumia S.p.a.).

Numerosi, infine, docenti dell’Università di Urbino Carlo Bo, a partire dal Rettore Prof. Vilberto Stocchi, Giorgio Calcagnini (Prorettore Vicario), Paolo Pascucci (Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza), Giuseppe Giliberti (Coordinatore  della Scuola di Giurisprudenza), Thomas Tassani, Francesca Cesaroni e Silvia Cecchini.

Non mancano, fra le eccellenze italiane nel mondo, personalità della cultura sportiva, rappresentate in questo caso dall’Onorevole Valentina Vezzali, campionessa olimpionica di scherma, con la sua eccezionale partecipazione.

Modererà Stefano Sassi, caporedattore TG2 RAI Economia e Direttore di Arturismo.

Summer school 2015: al via le iscrizioni

Urbino

Urbino, 7-11 settembre 2015

Si svolgerà a Urbino dal 7 all’11 settembre la seconda edizione della Scuola estiva “L’economia com’è, e come può cambiare”, promossa dal Dipartimento di Economia, Società e Politica (DESP) dell’Università di Urbino in collaborazione con la campagna Sbilanciamoci!

Dopo il successo dello scorso anno (127 partecipanti), la scuola estiva torna ad offrire una formazione di base sui temi dell’economia e delle politiche economiche e sociali.

Il 2015 è l’anno del Jobs Act italiano, ma è anche l’anno che rischia di sancire il definitivo fallimento dell’Europa, incapace di far fronte alla crisi economica internazionale in corso ormai da otto anni, con politiche adeguate, giuste e sostenibili sul piano sociale.

Mai come oggi i nodi irrisolti dell’Europa e dell’euro, del dominio della finanza, della mancanza di un progetto di sviluppo comune fondato sul rispetto dei diritti, dell’ambiente e sulla giustizia sociale, rischiano di degenerare in una crisi democratica senza precedenti.

L’approfondimento delle conoscenze del sistema economico e sociale italiano ed europeo sono indispensabili per analizzare con un approccio critico e in dettaglio gli elementi costituivi della crisi attuale e le possibili prospettive di cambiamento.

Economia reale e sistema finanziario, sistemi produttivi, mercato del lavoro, politiche di welfare, distribuzione del reddito e analisi delle disuguaglianze saranno dunque i temi al centro delle cinque giornate di lavoro che alterneranno lezioni frontali a gruppi di lavoro tematici. Sullo sfondo la crisi della democrazia e della rappresentanza in Italia e in Europa, alla quale sarà dedicata la relazione di apertura.

Il programma della scuola è disponibile qui <http://www.sbilanciamoci.org/2015/05/5337/summer-school_depliant_2015_def_interattivo/>

Le iscrizioni sono aperte fino al 30 luglio 2015.

Per informazioni e iscrizioni segui questo link <http://www.econ.uniurb.it/economia_summer/

info.scuolaestivaeconomia@uniurb.it>

 

 

Coppe Europee: Busto Arsizio e Urbino conquistano il pass per le Semifinali di CEV Cup

Pallavolo

Doppietta vincente per le formazioni italiane impegnate questa sera nei return match del Challenge Round di CEV Cup. Yamamay Busto Arsizio e Chateau d’Ax Urbino Volley, dopo i successi dell’andata, hanno concesso il bis battendo anche a domicilio rispettivamente 3-1 le tedesche dello Schweriner Sc e 3-0 le francesi dell’Asptt Mulhouse, guadagnando così il pass per le Semifinali della seconda competizione europea per club nelle quali le due compagini azzurre si troveranno una di fronte all’altra. Garantita così la presenza di una squadra italiana anche nella Finale di CEV Cup, dopo che il derby tra Norda Foppapedretti Bergamo e MC-Carnaghi Villa Cortese nei Quarti di Champions League aveva già assicurato la partecipazione di un club azzurro alla Final Four della massima competizione continentale.
Bella vittoria in Germania per la formazione di Parisi, in campo con Meijners per Marcon non al meglio, che con una grande prestazione di squadra ha superato al termine di una gara combattuta le insidiose padrone di casa. Le farfalle si sono portate in doppio vantaggio grazie ad una grande prova muro e ad una super Havlickova (24 i punti a fine gara per lei), poi hanno subito il ritorno delle tedesche che trascinate dal proprio pubblico hanno riaperto la gara. La Yamamay è rimasta però lucida amministrando bene il gioco nel quarto set e conquistando vittoria e qualificazione.
Successo in tre set invece per Urbino che ha piegato le francesi del Mulhouse. Match equilibrato con le marchigiane di Salvagni che, avanti 1-0, hanno vinto in volata il secondo parziale prima di aggiudicarsi il terzo nel quale hanno preso il largo dopo il secondo time out tecnico. Nella bella prova corale delle marchigiane spiccano Van Hecke (14 punti) e Crisanti (12).
Domani sera è invece tempo di Champions League per le formazioni italiane. Al PalaFacchetti di Treviglio alle ore 20.30 (diretta Sportitalia 2) scendono in campo Norda Foppapedretti Bergamo e MC-Carnaghi Villa Cortese nel match di ritorno dei Quarti di Finale che determinerà quale delle due formazioni sarà la portacolori azzurra nella Final Four di Baku in programma il 24 e 25 marzo.

CEV Cup – Challenge Round
I risultati delle gare di ritorno

Schweriner Sc (GER) – Yamamay Busto Arsizio 1-3 (20-25, 22-25, 25-23, 20-25) (and. 2-3)
Asptt Mulhouse (FRA) – Chateau D’Ax Urbino Volley 0-3 (20-25, 23-25, 20-25) (and. 1-3)

I tabellini delle gare
SCHWERINER SC – YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 1-3 (20-25, 22-25, 25-23, 20-25)
SCHWERINER SC: Topic 18, Thormann 6, Thomsen (L), Hanke 6, Retzlaff, Kauffeldt 10, Buijs 15, Brandt 10, Aas, Hakuta. Non entrati Joachim, Gallas. All. Bujis.
YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Lloyd 6, Havlickova 24, Dall’ora 7, Leonardi (L), Marcon 4, Bauer 11, Meijners 8, Lotti 1, Havelkova 10, Bisconti. Non entrati Caracuta, Pisani. All. Parisi. ARBITRI: Kainulainen – Christensen . NOTE – durata set: 26′, 24′, 29′, 26′; tot: 105′.
SCHWERINER SC : Battute errate 12, Ace 4.
Yamamay BUSTO ARSIZIO: Battute errate 10, Ace 5.

ASPTT MULHOUSE – CHATEAU D’AX URBINO VOLLEY 0-3 (20-25, 23-25, 20-25)
ASPTT MULHOUSE : Bokan 12, Barnak Maric 10, Rybaczewski 8, Ortschitt (L), Djilali, Nercher, Coulibaly, Koolhaas 4, Faesch 3, Albu 9, Stoyneva. Non entrati Sager Weider. All. Magail.
CHATEAU D’AX URBINO VOLLEY: Garzaro 10, Van Hecke 14, Blagojevic 10, Skorupa 5, Devetag, Sirressi (L), Crisanti 12, Tirozzi 8. Non entrati Djerisilo, Mc Namee, Gentili, Faucette. All. Salvagni.
ARBITRI: SzabÓ Péter – Miklosic Sanja.
NOTE – Spettatori 3000, durata set: 26′, 26′, 28′; tot: 80′.
ASPTT MULHOUSE : Battute errate 6, Ace 2.
CHATEAU D’AX URBINO VOLLEY: Battute errate 7, Ace 5.

Il resto del programma
Giovedì 1 marzo ore 20.00

Stella Rossa Belgrado (SRB) – Galatasaray Istanbul (TUR) (and. 0-3)
Giovedì 1 marzo ore 19.00 local time (le 16.00 in Italia)
Dinamo Krasnodar (RUS) – 2004 Tomis Costanza (ROM) (and. 2-3)